La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lidrosfera. Idrosfera Il pianeta blu I serbatoi di acque dolci Le acque dolci superficiali Le acque salate I movimenti delle acque oceaniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lidrosfera. Idrosfera Il pianeta blu I serbatoi di acque dolci Le acque dolci superficiali Le acque salate I movimenti delle acque oceaniche."— Transcript della presentazione:

1 Lidrosfera

2 Idrosfera Il pianeta blu I serbatoi di acque dolci Le acque dolci superficiali Le acque salate I movimenti delle acque oceaniche

3 Il pianeta blu Lidrosfera è linsieme di tutte le acque del pianeta in tutti gli stati fisici: liquido, solido e gassoso. E formata per il 97% da acque salate e per il 3% da acque dolci. Il 3% di acque dolci è formato dallo 0,3% da laghi e fiumi, dal 30,8% da acque sotterranee e dal 68,9% da ghiacciai calotte polari. La molecola dacqua è formata da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno tenuti insieme da legami covalenti. E una molecola polare e per questo è un ottimo solvente. Le molecole dacqua si legano fra loro con un legame a idrogeno, responsabile del suo elevato calore specifico. La temperatura di ebollizione è 100 °C; la temperatura di congelamento è 0 °C. Allo stato solido, lacqua ha una densità inferiore allacqua liquida: per questa ragione, il ghiaccio galleggia sulla superficie di mari e laghi.

4 I serbatoi di acque dolci Lacqua che si infiltra nel sottosuolo si accumula negli acquiferi, strati da rocce impermeabili. La superficie freatica che separa le rocce sature dacqua da quelle non sature è il limite superiore di una falda idrica. Le falde si distinguono in falde freatiche, delimitate da rocce impermeabili solo nella parte inferiore e alimentate in ogni punto dalle acque superficiali, e in falde artesiane, più profonde, delimitate da due strati di rocce impermeabili. Le acque minerali sono acque sotterranee che si arricchiscono di sali passando attraverso le rocce; le acque termali, tipiche delle zone vulcaniche, hanno temperature elevate e sono ricchissime di Sali e gas. I ghiacciai sono grandi accumuli di acque dolci allo stato solido. Sono composti da un bacino collettore, dove la neve di nevaio si trasforma in ghiaccio, e da un bacino ablatore, dove il ghiaccio fonde. Si formano nelle regioni in cui le temperature si mantengono a lungo sotto gli 0 °C le regioni polari e le aree al di sopra del limite delle nevi perenni.

5 I ghiacciai continentali hanno forma a calotta e coprono grandi estensioni dellAntartide e della Groenlandia. Nella regione artica, senza terre emerse, la superficie delle acque marine ghiaccia, formando la banchisa. Nei ghiacciai montani, per esempio alpini, è presente una zona alimentazione, il circo glaciale, da cui si dipartono le lingue glaciali, fiumi di ghiaccio che scendono a valle dove, quando il ghiaccio fonde, si depositano i detriti che formano le morene.

6 L e acque dolci L acqua attraversa tutto il sistema Terra attraverso il ciclo idrogeologico: lenergia del Sole attiva il processo di evaporazione che, insieme alla traspirazione di vegetali e animali, trasferisce acqua nellatmosfera. La condensazione del vapore acqueo dà origine alle nuvole, dalle quali lacqua ritorna al suolo. Lacqua delle precipitazioni non assorbita dal terreno dà origine al ruscellamento, che alimenta il deflusso superficiale verso torrenti, fiumi e laghi. Il bacino idrografico o imbrifero è costituito dallarea in cui tutte le acque si convogliano in un unico fiume. I fiumi sono canali naturali entro i quali lacqua scorre per raggiungere mari e oceani; sono caratterizzati da portata e regime, che dipendono dal tipo di alimentazione. In fase giovanile, il fiume scorre in un alveo stretto, dalla forte pendenza e con elevato potere di erosione e trasporto. In fasi più avanzate, lalveo si allarga, la corrente rallenta, lacqua deposita i sedimenti e il corso del fiume diventa sinuoso, formando i meandri. I fiumi si gettano in mare formando foci che possono essere a delta oppure a estuario. I laghi sono accumuli dacqua dolce formando in depressioni del terreno; sono strutture temporanee poiché tendono a colmarsi di sedimenti. A seconda dellorigine, si distinguono in vulcanici, glaciali, tettonici, di sbarramento.

7 Le acque salate La salinità è la quantità di sali disciolti in acqua e si esprime in g/L: la salinità media degli oceani è 35g/L. Essa è il risultato dellapporto dei sali provenienti dalla dissoluzione delle rocce della litosfera e dalle eruzioni vulcaniche sottomarine e varia a seconda della temperatura, delle precipitazioni e dellapporto di acque dolci dei fiumi. La temperatura delle acque oceaniche varia in funzione della profondità: fino a circa 100 m, nello strato isotermico, è prossima alla temperatura dellambiente esterno; nello strato termoclino, da 100 a 1000 m, scende rapidamente fino a 2-3 °C. Al diminuire della temperatura aumenta la densità: le acque superficiali calde sono meno dense di quelle profonde, più fredde: per questa ragione negli oceani si formano strati dacqua che si mescolano con difficoltà. Negli oceani e nei mari la pressione idrostatica aumenta di 1 atm ogni 10 m di profondità.

8 I movimenti delle acque oceaniche Il moto ondoso è un movimento variabile della parte più superficiale delle masse dacqua dei mari e degli oceani causato dallazione del vento. Le correnti marine calde e fredde, sia orizzontali sia verticali, sono generate dal vento e dalle differenze di temperatura, densità e salinità delle masse dacqua. Esse formano un circuito che attrversa tutti gli oceani e influisce direttamente sulla distribuzione del calore sulla Terra e quindi sul clima del nostro pianeta. Le maree sono movimenti periodici di mari e oceani Generati dallattrazione gravitazionale della Luna e del Sole. Le maree oceaniche producono intense correnti di marea che ogni giorno avanzano verso la crosta, ricropendone i tratti più bassi, e successivamente si ritirano.

9 Autore: Filippo Bencivenga Classe: 1 C a.s. 2011/2012 Istituto: Cristoforo Colombo Dirigente Scolastico: Prof.ssa Lucia CIMMINO Prof.ssa: Lilla Mangano


Scaricare ppt "Lidrosfera. Idrosfera Il pianeta blu I serbatoi di acque dolci Le acque dolci superficiali Le acque salate I movimenti delle acque oceaniche."

Presentazioni simili


Annunci Google