La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Monitoraggio dei sistemi per il lavoro 2010 Mafalda DOnofrio Ricercatrice ISFOL Area Ricerche sui Sistemi del Lavoro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Monitoraggio dei sistemi per il lavoro 2010 Mafalda DOnofrio Ricercatrice ISFOL Area Ricerche sui Sistemi del Lavoro."— Transcript della presentazione:

1 Monitoraggio dei sistemi per il lavoro 2010 Mafalda DOnofrio Ricercatrice ISFOL Area Ricerche sui Sistemi del Lavoro

2 … Un consolidato Isfol, con un nuovo impianto Monitoraggio Monitoraggio e valutazione Valorizzazione risultati e serie storiche delle annualità precedenti Attualizzazione contenuti Ridefinizione metodologia Ridefinizione obiettivi del monitoraggio e delle sue funzioni di servizio al sistema centrale e regionale

3 Comporre un quadro dello stato dellarte dei sistemi e dei servizi e fornire alcune linee interpretative utili al sistema centrale e regionale sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) sistema dei servizi privati ( APL e soggetti a particolare regime di autorizzazione) rilevazioni censuarie e ricorrenti che consentono la standardizzazione delle informazioni, corredate da approfondimenti tematici e territoriali sulle specificità in atto Avvio di un PERCORSO condiviso con le Amministrazioni regionali in merito a: 1. Contenuti 2. Metodologia 3. Strumenti di rilevazione 4. Percorso Obiettivo

4 Risultati attesi i meccanismi di governance le reti relazionali e funzionali lassetto organizzativo e gestionale lerogazione dei servizi allutenza e alle imprese i risultati misurabili Quadro dello stato di implementazione e delle capacità operative e di performance dei sistemi istituzionali di erogazione delle politiche attive del lavoro in relazione a dimensioni rilevanti sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) sistema dei servizi privati ( APL e soggetti a particolare regime di autorizzazione)

5 La metodologia sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) CAWICAWI/CATI CONFRONTABILITÀ

6 sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) I singoli modelli regionali di programmazione gestione e attuazione possono essere analizzati VERTICALMENTE, singolarmente, nelle loro specificità, ma nellottica di sistema è necessaria una lettura ORIZZONTALE che standardizzi, ove possibile elementi chiave che diano conto del quadro nazionale dello stato di : 1.Struttura del sistema 2.Governance del sistema 3.Tendenze in atto 4.Gestione delle utenze sia come adempimenti di legge che come offerta di politiche attive 5.Panorama dei servizi di base e di servizi avanzati nella loro tipicità e gestione 6.Risultati in termini di bacini raggiunti e di esiti verificati La dimensione ORIZZONTALE è anche nella condivisione del linguaggio e nel governo delle principali informazioni utili a definire piattaforme comuni pur nella piena autonomia regionale. Monitoraggi regionali Monitoraggio di livello nazionale Monitoraggi regionali Perché un monitoraggio nazionale

7 Per rendere efficace questa lettura orizzontale è stata cruciale la condivisione con le Regioni del progetto e degli strumenti al fine di: Verificare la copertura informativa Verificare che il trattamento regionale dei dati fosse in sintonia con gli item richiesti Raccogliere integrazioni e indicazioni su particolari aspetti informativi I risultati di questa attività consentiranno di: Mettere a disposizione del governo centrale un patrimonio informativo aggregato e validato dagli organismi competenti che consenta la costruzione di serie storiche affidabili Mettere a disposizione delle Regioni uno strumento informativo comprensivo dei tre livelli di servizio operanti sul territorio

8 sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) Regioni Province Cpi Il monitoraggio: la rilevazione CAWI La metodologia di rilevazione CAWI (Computer Assisted Web Interviewing) si basa sullacquisizione dei dati mediante laccesso a pagine web: una volta informatizzato il questionario, lintervistato fornisce le informazioni richieste attraverso schermate di inserimento guidate on line. I dati vengono archiviati direttamente dalla rete ad un server dedicato. Sono presenti filtri e schermate di controllo delladeguatezza dei dati inseriti. Possibile compilazione da parte di più soggetti competenti Inserimento dati con tempistiche decise dal/i compilatore/i Limpianto Cawi è studiato ex ante per : essere comparabile sui tre livelli di governance essere confrontabile con la parallela rilevazione sui servizi privati al lavoro Limpianto Cawi assicura: Rapidità nella restituzione dei risultati Certificazione del dato Controllo di tutto il processo da parte della Regione

9 La struttura della rilevazione Cawi AMBITI TEMATICIREGIONIPROVINCECPI Assetto organizzativo Sistema informativo Servizi erogati Attuazione obblighi di legge Attuazione dellAccordo Stato-Regioni Iniziative specifiche per target Utenza

10 ASSETTO ORGANIZZATIVO Ripartizioni ruoli e competenze Integrazione con Formazione, Politiche sociali, Istruzione, per lattuazione delle Politiche per il lavoro Gestione servizi per il lavoro – accreditamento privati Reti di relazioni Personale disponibile negli uffici competenti in materia di servizi per il lavoro Tipologie contrattuali Qualifiche e qualificazioni Interventi formativi Strumenti di valutazione Architettura Sistema Informativo Lavoro Utilizzo dei dati Integrazione sistema Comunicazioni Obbligatorie SISTEMA INFORMATIVO

11 Tipologia di servizi Tipologia di destinatari Modalità di erogazione Reti con altri soggetti erogatori di servizi Periodo di attivazione Sistemi di verifica della soddisfazione dellutenza SERVIZI EROGATI Numerosità soggetti trattati Trattamento dei dati Percorso di gestione soggetti AASS Modalità di erogazione politiche attive Governance del processo Rete di Soggetti erogatori Rapporti con INPS ACCORDO STATO-REGIONI

12 Iniziative per target specifici Lavoratori atipici/non standard Donne Utenti stranieri Giovani Persone con disabilità Lavoratori maturi TEMATICHE SPECIFICHE

13 Il percorso ELEMENTI DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO Analisi Desk Analisi del contesto Confronto Tavolo tecnico con REGIONI Rilevazioni CAWI REGIONI PROVINCE CPI RESTITUZIONE PRIME ANALISI APPROFONDIMENTI TEMATICI e TERRITORIALI Studi di caso Focus Group Report tematici REGIONI

14 Dal monitoraggio alla valutazione … ma quale valutazione? sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) Valutazione regionale Valutazione nazionale Obiettivi di: efficacia rispetto a utenza, efficienza rispetto alle risorse, con rilevanza degli aspetti gestionali e politici Non ha il fine di definire ranking di performance ma di: Definire il peso delle tendenze emerse dal monitoraggio; Contribuire a posizionare nei termini corretti il dibattito nazionale sul sistema dei servizi; Evidenziare gli elementi chiave utili alla definizione e applicazione di azioni di sistema o politiche di supporto.

15 Valutazione nazionale Dal monitoraggio alla valutazione … ma quale valutazione? sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) Valutazione regionale tramite SILtramite C.O Monitoraggi del Mercato del lavoro82%76% Valutazione defficacia e dimpatto delle politiche erogate65%59% Programmazione/riprogrammazione delle politiche71% Definizione/ridefinizione degli obiettivi operativi dei Centri per limpiego65%59% Definizione/ridefinizione delle platee di utenti e dei target obiettivo76%71% Uso amministrativo76%88% Utilizzo delle informazioni raccolte dai servizi per limpiego (dato % sul totale delle regioni rispondenti)

16 Valutazione nazionale sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) Valutazione provinciale tramite SILtramite C.O Monitoraggi del Mercato del lavoro97%14% Valutazione defficacia e dimpatto delle politiche erogate79%7% Programmazione/riprogrammazione delle politiche82%9% Definizione/ridefinizione degli obiettivi operativi dei Centri per limpiego82%7% Definizione/ridefinizione delle platee di utenti e dei target obiettivo84%9% Uso amministrativo100%12% Utilizzo delle informazioni raccolte dai servizi per limpiego (dato % sul totale delle province rispondenti) ( su 95 province: 61 SIL; 69 C.O.) Dal monitoraggio alla valutazione … ma quale valutazione?

17 Limpianto di monitoraggio è costruito su un sistema di scomposizione in variabili minime ed identificate. I macro indicatori di valutazione sono stati immaginati ex ante e limpianto costruito per potervi rispondere. Il contributo di un monitoraggio censuario e ricorrente di livello nazionale è quello di fornire elementi di valutazione circa: capacità gestionale trasparenza efficacia degli interventi efficienza degli interventi qualità dei servizi Valutazione regionale sistema dei servizi pubblici per limpiego SPI (Regioni, Province, Cpi) Valutazione nazionale Dal monitoraggio alla valutazione … ma quale valutazione?

18 DEFINIZIONE DELLA PLATEA DI UTENTI Numero schede anagrafico professionali redatte Numero DID sottoscritte Numero patti di servizio o similari redatti Numero PAI stipulati Numero CV redatti Nord-Ovest Nord-Est Centro Sud e Isole Totale Fonte: ISFOL – Monitoraggio dei Servizi pubblici per limpiego 2010

19 Caratteristiche individuali Totale occu-patiCPI Apl e ex. D.Lgs. 276/2003 Offerte sulla stampa Ambito profes- sionale Amici, parenti, conoscenti Auto candida- ture Concorsi pubblici Avvio attività autonoma e lavorative Genere Maschio59,745,958,859,169,66059,747,177,6 Femmina40,354,141,240,930,44040,352,922,4 TOTALE100 Classe di età al momento dell'intermediazione Da 29 anni65,757,576,967,857,165,270,667,855,2 da 39 anni22,828,616,321,826,721,919,525,128,9 oltre 39 anni11,613,86,810,416,212,99,97,115,9 TOTALE100 Area geografica Nord51,542,463,16858,747,460,841,749,1 Nord Ovest29,624,735,84633,62834,522,927,5 Nord-Est21,817,727,32225,119,426,318,821,6 Centro20,724,51514,720,621,619,523,120,5 Sud e Isole27,833,121,917,220,731,119,735,230,4 TOTALE100 Titolo di studio Licenza media37,95122,624,843,850,83715,140,9 Diploma45,240,449,259,740,141,445,453,742,2 Laurea178,628,215,516,27,917,631,216,8 TOTALE100 Caratteristiche socio-demografiche per tipologie intermediari ( valori percentuali) Fonte: Isfol PLUS 2008

20 Grado di soddisfazione dellutenza

21


Scaricare ppt "Monitoraggio dei sistemi per il lavoro 2010 Mafalda DOnofrio Ricercatrice ISFOL Area Ricerche sui Sistemi del Lavoro."

Presentazioni simili


Annunci Google