La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TESINA DI INFORMATICA Nome e cognome: Giorgio Zoccoli Num. Matricola: 0162249 Argomento tesina: OPEN SOURCE MAPPA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TESINA DI INFORMATICA Nome e cognome: Giorgio Zoccoli Num. Matricola: 0162249 Argomento tesina: OPEN SOURCE MAPPA."— Transcript della presentazione:

1 TESINA DI INFORMATICA Nome e cognome: Giorgio Zoccoli Num. Matricola: Argomento tesina: OPEN SOURCE MAPPA

2 MAPPA CONCETTUALE OPEN SOURCE DEFINIZIONE VANTAGGI DELLOPEN SOURCE LIMITI DELLOPEN SOURCE GOOGLE

3 Definizione di Open Source In informatica, open source (termine inglese che significa sorgente aperta) indica un software i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) ne permettono, anzi ne favoriscono il libero studio e l'apporto di modifiche da parte di altri programmatori indipendenti. Questo è realizzato mediante l'applicazione di apposite licenze d'uso. La collaborazione di più parti (in genere libera e spontanea) permette al prodotto finale di raggiungere una complessità maggiore di quanto potrebbe ottenere un singolo gruppo di lavoro. L'open source ha tratto grande beneficio da Internet, perché esso permette a programmatori geograficamente distanti di coordinarsi e lavorare allo stesso progetto.

4 Che cosè lOpen Source? Software applicativi Codice eseguibile Sistema operativo Digit Hardware Questi programmi occupano lultimo piano del grande edificio del computer e si trovano nella fascia dei software applicativi, che per giungere fino allhardware (fondamenta) devono essere codificati nel codice eseguibile. Questo difficile compito è affidato ai programmatori che codificano il codice sorgente in zeri e uni, cioè in digit (linguaggio del computer). A differenza dei programmi chiusi, i codici sorgente di questi software sono accessibili a tutti, cioè chiunque può consultarli e studiarli. MAPPA

5 Vantaggi dellopen source I software open source, a differenza dei software proprietari, possono essere studiati, copiati, modificati e ridistribuiti. I vantaggi di questi programmi sono molteplici. Uno di questi è il basso costo, attribuito allabbattimento dei costi di acquisto delle licenze e degli aggiornamenti. Un altro grande vantaggio è lindipendenza dal fornitore, infatti questi software applicativi appartengono alla comunità, cioè a tutti gli individui che frequentano internet. Tutti questi vantaggi riguardo i programmi open possono essere ricondotti al concetto di libertà. OpenOffice.org è il principale ufficio open- source suite di software per l'elaborazione testi, fogli elettronici, presentazioni, grafica, database ecc.

6 Libertà dellOpen Source Tutti gli utenti dei software open godono di quattro libertà fondamentali: Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo. Libertà di studiare come funziona il programma ed adattarlo alle proprie necessità. L accesso al codice sorgente ne è un prerequisito. Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo. Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti apportati, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio. Logo ufficiale del sistema operativo open di Linux. MAPPA

7 Limiti dellOpen Source Anche se lopen source ha dei vantaggi notevoli, ancora oggi l80% del mercato informatico è in mano ai programmi chiusi, cioè di proprietà. Le cause di questa percentuale possono essere attribuite a due costi principali a cui i software open devono far fronte. Costi:T.C.O. ( Total Cost of Ownership). Il T.C.O include tutti i costi del ciclo di vita di unapparecchiatura informatica, per lacquisto, listallazione, la gestione, la manutenzione e il suo smantellamento. T.A.O. Costo da sostenere per abbandonare una tecnologia o migrare verso una soluzione informatica differente.

8 Limiti dellOpen Source nelle Pubbliche Amministrazioni. Anche per quanto riguarda il rapporto tra O.S. e le P.A. il sistema presenta dei limiti. I software open source possono offrire grandi vantaggi alle P.A. in molti campi. Per quanto riguarda laspetto tecnico aumenta le probabilità di riusare applicazioni sviluppate. Nelle riparazioni risparmia alle P.A. lonere di fare ricorso alle casa madri. Infine nellambito della sicurezza,la disponibilità delle sorgenti, dovrebbe permettere alle P.A. di assicurare un maggior grado di controllo. Allatto pratico però tutti questi possibili vantaggi non sono sfruttati per lassenza di personale formato e competente nel campo, in grado di valutare correttamente le soluzioni Open proposte alle P.A. MAPPA

9 Google e lOpen Source Che cosè Google? Google è ormai da anni una delle aziende più presenti nel mondo di internet ( e non solo). Partita in un box con un paio di server si è evoluta diventando il motore di ricerca più usato nel mondo, grazie ad un algoritmo di ricerca che la distingue dalla concorrenza per la velocità e qualità dei risultati. Logo ufficiale di Google.

10 Google e lOpen Source Google è un software Open? Google non si può considerare un software interamente open. È più un mix tra software open e software proprietario. Per molti aspetti Google è open in quanto ha rilasciato oltre 20 milioni di righe di codice ed oltre 900 progetti. Inoltre Google finanzia progetti open, fa da sponsor a molte manifestazioni open source e costruisce una miriade di software, quasi completamente gratuiti come Google Maps, Google Reader, Google Earth ecc… Tutti questi programmi sono stati offerti da Google alla comunità, ma anche se in parte sono gratis, cioè accessibili a tutti, non è detto che siano open.

11 Google dice no allOpen Source Sono diversi i progetti di cui Google non ha rilasciato i sorgenti, e che probabilmente non farà mai. In molti programmi, per esempio Google Code, il codice del portale non è interamente open, ma sono presenti parti proprietarie sviluppate dalla stessa azienda. Se gli informatici di Google credessero nellopen source dovrebbero rilasciare tutto il codice dei loro software, così darebbero la libertà agli utenti di personalizzare il software, riceverebbero contributi e segnalazioni di bug e ridurrebbero i costi dello sviluppo. FINE PRESENTAZIONE

12 BIBLIOGRAFIA Gregorio Cosentino, : trentanni di domanda e offerta ICT nella pubblica amministrazione italiana. Cesare Di Mauro, Google dice no allopen source.


Scaricare ppt "TESINA DI INFORMATICA Nome e cognome: Giorgio Zoccoli Num. Matricola: 0162249 Argomento tesina: OPEN SOURCE MAPPA."

Presentazioni simili


Annunci Google