La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Multimedialità e insegnamenti linguistici Gianfranco Porcelli Caltanissetta settembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Multimedialità e insegnamenti linguistici Gianfranco Porcelli Caltanissetta settembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 Multimedialità e insegnamenti linguistici Gianfranco Porcelli Caltanissetta settembre 2008

2 Approcci umanistici Community Counseling C.A. Curran Total Physical Response J. J. Asher The Silent Way C. Gattegno Suggestopedia G. Lozanov Strategic Interaction R.J. Di Pietro Natural Approach T. Terrell Linguistic Psychodramaturgy B. Dufeau

3 Componenti dellumanesimo glottodidattico u 1. I sentimenti u 2. I rapporti sociali u 3. La responsabilità u 4. L'intelletto u 5. L'autorealizzazione

4 I sentimenti Comprendono le emozioni personali e le valutazioni estetiche. Questo aspetto dell'umanesimo tende a respingere tutto ciò che mette a disagio le persone e ciò che distrugge o impedisce il godimento estetico.

5 I rapporti sociali u Questo versante dell'umanesimo incoraggia l'amicizia e la collaborazione, e si oppone a tutto ciò che tende a limitarle.

6 La responsabilità u Questo aspetto accoglie l'esigenza di un giudizio, una critica e una correzione da parte degli altri, e disapprova chiunque e qualunque cosa che ne neghino l'importanza.

7 L'intelletto u Comprende la conoscenza, la ragione e la comprensione. Questo aspetto si oppone a tutto ciò che interferisce con il libero esercizio della mente e diffida di tutto ciò che non può essere verificato intellettualmente.

8 L'autorealizzazione u È la ricerca di una piena attuazione delle proprie qualità migliori e più profonde. Questo aspetto presuppone che poiché il conformismo conduce alla schiavitù, il perseguimento della propria irripetibilità porta alla liberazione.

9 Coloro che si autorealizzano… /1 u provano sentimenti di piacere e meraviglia connessi alla vita quotidiana; u sono creativi nel loro approccio alle cose; u sono naturali e spontanei anziché conformisti; u accettano sé stessi e gli altri;

10 Coloro che si autorealizzano… /2 u hanno grande empatia e affetto per l'umanità; u non hanno pregiudizi; u hanno un forte senso della responsabilità; u sono indipendenti e contano su se stessi per il proprio sviluppo; u hanno una missione nella vita.

11 CALL Software

12 F R I E N D L Y Functional u Relevant u Interesting u Easy u Natural u Dynamic u Learner-adaptive u Yours

13 Le opzioni / 1-2 u Rigidità del mezzo tecnico vs u Flessibilità del mezzo tecnico u Rigidità del programma vs u Flessibilità del programma

14 Le opzioni / 3-4 u Rigidità delle procedure vs u Flessibilità delle procedure u Monodirezionalità vs u Bidirezionalità

15 Le opzioni / 5-6 u Materiali "autentici vs u Materiali didattici o adattati u Assenza di materiale di supporto o di "aiuti vs u Presenza di supporti, aiuti e "strumenti di navigazione"

16 Le opzioni / 7-8 u Solo lingua vs u Lingua, cultura e civiltà u Appello alla sola sfera cognitiva vs u Appello anche alla sfera psicoaffettiva e/o psicomotoria

17 Le opzioni / 9-11 u Supplementarità vs u Complementarità u Decontestualizzazionevs u Contestualizzazione u Analisi "tutto o niente" degli errori vs u Analisi "intelligente" degli errori

18 Le opzioni / u Ritmo di esecuzione determinato dalla macchina vs u Tempi di esecuzione controllati dall'utente u Materiali complessi, con necessità di addestramento specifico vs u Materiali facili da usare senza particolare addestramento

19 Le opzioni / u Procedure nascoste e oscure vs u Procedure "trasparenti" u Accesso per codici vs u Accesso per icone u Ruolo dominante del programma: nemico da contrastare vs u Ruolo dominante del programma: amico o compagno di viaggio

20 Le opzioni / u Utente spettatore passivovs u Utente protagonista attivo u Obiettivi confusi e genericivs u Obiettivi chiari e specifici u Materiale monousovs u Materiale riusabile indefinitamente

21 Das ist ein Kind

22 A man and a bull

23 A ball and a bull

24 Il Modello C + R + E + A + T + I + V + E u Complementary u Relevant u Economical u Acceptable u Transactional u Intelligent u Valid u Easy to use

25 Complementary u Here, the term is a synonym of integrative and means that the software is part of a set of language teaching materials, along with the books, workbooks, cassettes, etc. This ensures that the CALL activities are based on the functions, lexis and patterns dealt with in the Units they refer to. In this respect, the opposite of complementary is supplementary, the latter applying to unrelated, 'stand-alone' CALL software. (Porcelli 1988;1989a)

26 Relevant u Relevance is assessed mainly in terms of the coherence of the CALL software with the learners' objectives. In most cases, the mature and motivated learners are in the best position to judge how relevant a certain piece of software is and whether it is capable of helping them achieve their goals.

27 Economical u Economy is judged not just in terms of monetary costs, but also in terms of the time required by CALL activities as a percentage of the total time available for language classes and individual practice.

28 Acceptable u For software to be valid it is not enough to be good: it must also be perceived as such by the user; nobody is likely to tackle a task seriously if for any reasons it looks trivial, pointless, exceedingly difficult or irrelevant.

29 Transactional u The more common synonym is interactive: one of the most widely recognized assets of the computer as a teaching aid is its capability of providing immediate feedback, in a more or less complex and 'intelligent' dialogue form.

30 Intelligent u The implications of Artificial Intelligence for CALL will be discussed at some length in the following section. u PORCELLI G., Computer-Aided Language Learning and Artificial Intelligence: a Glossodidactic Approach, in SLAMA-CAZACU T., R. TITONE, M. DANESI (eds.), Studies in Applied Psychosemiotics, Toronto Semiotic Circle, 1999, pp

31 Valid u Validity may be viewed as the combination of all the factors in the CREATIVE model. However, an outstanding aspect of valid software is its respectfulness of the overall teaching/learning strategy being adopted. In other terms, if, for example, the lan­ guage course follows a communicative approach, then the CALL programs should not be based on conflicting styles of learning (whether mechanistic, or mainly focussed on formal grammar rules, or otherwise).

32 Easy to use u Good software is 'friendly', that is simple to use, with clear instructions and help facilities that are really helpful. These requirements are often taken for granted, but we should be aware of the serious demotivation that sets in when adequate standards are not met. The age of learners, their familiarity with the computer, and the complexity of the tasks are the commonest parameters in evaluating the adequacy of software design.


Scaricare ppt "Multimedialità e insegnamenti linguistici Gianfranco Porcelli Caltanissetta settembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google