La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

India Elefante da corsa Uno scenario inaspettato… 1)Il Congresso al potere con Sonia Gandhi; 2)Le tensioni sociali calano; 3)Leconomia corre senza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "India Elefante da corsa Uno scenario inaspettato… 1)Il Congresso al potere con Sonia Gandhi; 2)Le tensioni sociali calano; 3)Leconomia corre senza."— Transcript della presentazione:

1

2 India Elefante da corsa

3

4 Uno scenario inaspettato… 1)Il Congresso al potere con Sonia Gandhi; 2)Le tensioni sociali calano; 3)Leconomia corre senza monsone; 4)La politica dei gasdotti

5 1)Una vittoria contro tutte le previsioni India Shining è un boomerang Le campagne votano contro Il Congresso cerca (e trova) alleati La coalizione dei seculars

6 2) Una pace ritrovata Il nuovo Governo smorza le fratture sociali e religiose Il BJP in briciole perde credibilità

7 3) Una crescita sostenuta PIL % Produzione industriale + 8%

8 4) Rilancio della politica estera Continua la politica intrapresa dal BJP Accordi per gasdotti con Iran, Irak, Pakistan, Bangladesh, Birmania...

9 E lItalia? Visita del Presidente Ciampi nel febbraio 2005 apre una nuova fase

10 (Fonte dati: CMIE ) (in Mio $) Linterscambio cresce

11 Fonte: CMIE 2001) L export verso lItalia nel 2001…

12 Fonte: CMIE) … e nel 2004 (Fonte: dati CMIE ))

13 Fonte: CMIE 2001) L import dallItalia nel 2001…

14 …e nel 2004 (Fonte: dati CMIE )))

15

16 Un Paese che si apre al mondo Fonte: CMIE )

17 (Fonte: CMIE) Uneconomia di servizi…

18 Fonte: CMIE ) …mentre lagricoltura cala

19 Fonte: CMIE) Rapporti dinamici...

20 (Fonte: CMIE )...e alleanze mutevoli...

21 Fonte: CMIE 2001) …i principali clienti nel

22 …e nel 2004 (Fonte: CMIE )

23 Fonte: CMIE) I principali fornitori nel

24 Fonte: CMIE) …e nel 2004 (Fonte: dati CMIE )

25 Principali investitori ( ) 1) USA 2) Mauritius 3) UK 4) Giappone 6) Germania 9) Francia 12) Italia

26 Apertura progressiva del mercato 1) Abbattimento dei dazi 2) Innalzamento limiti IDE 3) Liberalizzazione dei settori

27 1) Abbattimento dei dazi Dal 20% al 15% per prodotti non alimentari Dal 20% al 10% per macchinari tessili e refrigeratori 5% per macchinari per lavorazione pelle/calzature/farma/biotech Dazio sullacciaio sceso al 16% 4% Special Additional Duty of Customs abolito (vini) Riforma IVA al via da aprile 2005!

28 2) Innalzamento limiti IDE 1)Settore costruzioni non speculativo 100% 2)Settore bancario (private)74% 3)Settore bancario (pubbliche) 20% 4)Settore telecomunicazioni (dal 49%al 74%) 5)Distribuzione benzina (100%) 6)Esplorazioni e sfruttamento giacimenti di petrolio (100%) 7)Linee aeree nazionali (40%) 8)Difesa e settori strategici (da 0% al 26%) 9)Farmaceutica (100%) 10)Settore pubblicitario (100%)

29 3) Liberalizzazione 1) Norme più trasparenti 2) Innalzamento IDE 3) Privatizzazioni 4) Semplificazione delle leggi

30

31 Infrastrutture e aree rurali Porti e aeroporti (IDE 100%) Strade (IDE 100%) Rete elettrica (IDE 100%) Infrastrutture (IDE 49%) Piano di rilancio per Bombay Aiuti agli Stati poveri (Bihar)

32

33 Fattori principali Tassazione dimpresa al 35% (imprese indiane al 30%) Informazioni sugli investimenti disponibili sul sito ufficiale

34 Le zone economiche speciali Aree infrastrutturate extra-territoriali Bombay (www.seepz.com) Madras (www.mepz. gov.in) Surat (www.sursez.com) Noida (Delhi) Cochin (www.cepz.com) Altre minori

35 Alcuni benefici delle SEZ Esenzione da dazi Esenzione dallaccisa centrale Esenzione da Sales Tax per beni dallIndia Esenzione da tassa sul reddito dimpresa per 5 anni e 50% oltre i 5 anni Esenzione dalla Service Tax Off-Shore Banking (tassa sul reddito dimpresa al 5%) CONDIZIONE CAPITALE: 100% EXPORT Export Oriented Units (EOU) godono degli stessi vantaggi delle SEZ ma non sono nelle SEZ

36

37 Uno strumento vincente per i rapporti indo-italiani PMI nerbo dellindustria indiana Presenza di distretti naturali Progetti UNIDO Numerosi progetti della Camera

38 Settore tessile

39 Abbondanza di materia prima Primo produttore al mondo di juta Secondo produttore al mondo di seta Terzo produttore al mondo di cotone E in più: 30 milioni di addetti!

40 I principali distretti Ahmedabad (sintetici) Bangalore (seta) Jaipur (ricami) Ludhiana (lana) Coimbatore (maglieria cotone) Bombay (sintetici e cotone)

41 Modernizzazione dellindustria Principale produttore al mondo di ricami per moda e accessori moda Industria indiana della moda in crescita Distribuzione moderna in crescita –Negozi monomarca –Centri commerciali

42 I progetti della Camera 1.Progetto Treviso-Tirupur 2.Progetto Cross-Culturale con Maharashtra 3.Progetto con CITER per portale B2B fra Italia e Tirupur/Coimbatore –Sub-fornitura –Investimenti e assistenza tecnica –Macchinari

43 Componentistica auto

44 I principali distretti Delhi Bangalore Chennai Bombay/Puna

45 Lhub produttivo asiatico Industria molto competitiva Tutti i players sono presenti Mahindra e Tata fra gli indiani 1 milione di auto vendute ogni anno! Impennata vendite motociclette (4.5 mio) Forte comparto della componentistica

46 Una crescita robusta…

47 …una leadership sempre più forte

48 I progetti della Camera Collaborazione con CEP Bombay, Pune e Chennai Operazioni sul design con Stile Bertone Progetto con Mahindra a Milano

49 Settore informatico

50 I principali distretti Chennai Bombay/Pune Delhi Hyderabad Bangalore

51 Il settore dellITC in India un primato mondiale Fetta del mercato mondiale: 1.82% nel % nel : 2.64% del PIL 11 Mld di export Fonte: NASSCOM 2004)

52 Le ragioni del successo Un milione di addetti di lingua inglese Oltre laureati IT allanno Comunità indiana nella Silicon Valley Distretti tecnologici specializzati Politiche pubbliche ad hoc NASSCOM

53 I servizi offerti Sviluppo software Sviluppo di sistemi integrati Call Centers Software verticale

54 I progetti della Camera Accordo SMAU-NASSCOM Master a Pisa per neo-laureati indiani Progetto di e-manufacturing Infomobility con CCIAA Torino

55 Agricoltura e agro-industria

56 I principali distretti Calcutta Bombay/Puna Nasik/Sangli Bangalore

57 Un enorme potenziale… 1^ produttore di zucchero, latte, tè, mango (50%) 2^ produttore di verdura, cereali (riso, 22%) 3^ produttore di frutta (9%) 4^ produttore di grano (8%), uova stock di bovini più grande del mondo (50% bufali)

58 …ancora inespresso 30%-40% della produzione perduto 5% produzione ortofrutticola trasformata 7% produzione latte trasformata 33% stock mondiale di grano e 25% di riso

59 I progetti della Camera 1.Progetto cross-culturale per distretto di Pune 2.Progetto Wine-Bar per distretti di Nasik e Sangli –Macchinari per agro-industria –Catena del freddo –Conservazione

60 Piastrelle Gujarat Andhra Pradesh

61 Settore orafo-gioielleria

62 I principali distretti Jaipur (pietre) Bombay Calcutta (oro) Surat (diamanti) Chennai (oro)

63 Leader mondiale di settore Lavorazione dei diamanti –60% del valore mondiale –85% del carataggio mondiale 9% del commercio mondiale di pietre preziose Primo produttore al mondo di gioielleria in oro –760 tonnellate di oro fino (2000) Primo consumatore al mondo di gioielleria in oro –735 tonnellate di oro fino (2001)

64 Opportunità di collaborazione Importazione di diamanti e pietre preziose Investimenti in India per mercato USA Apertura del mercato indiano (1° consumatore al mondo!)

65 I progetti della Camera 1.Promozione distretti di Vicenza, Valenza e Arezzo 2.MOU con distretto di Arezzo e GJEPC 3.Ricerca sui distretti indiani 4.Promozione delle produzioni distrettuali italiane

66 Settore cinematografico

67 I principali distretti Chennai Hyderabad Bombay Calcutta

68 Bollywood chiama Primo produttore mondiale di film –1000 film nel 2002 –2,5 milioni di addetti –Forte ascendente sociale –Industrializzazione del settore in atto –Propensione allinternazionalizzazione –Centri di produzione a Bombay, Chennai e Calcutta

69 Aree di cooperazione Locations (spinta al turismo) Co-produzioni Tecnologia per il cinema Scripts (maggiore creatività) Distribuzione

70 I progetti della Camera Delegazioni in Italia Accordi con film commissions regionali Promozione delle locations

71 Settore conciario- calzaturiero

72 I principali distretti Calcutta (accessori) Agra (calzature) Chennai (pelle e calzature)

73 Un potenziale enorme Abbondanza di materia prima... –10% della produzione mondiale –...2% del commercio mondiale delle pelli...e di manodopera specializzata –2,5 milioni di addetti

74 I progetti della Camera Progetto Chennai-Lucca –Investimenti –Sub-fornitura –Macchinari e design

75 Turismo

76 I paradisi del turista Kerala Goa

77 Fame di investimenti Necessità di investimenti in infrastrutture –IDE al 100% nel turismo Kerala e Goa le destinazioni internazionali preferite

78 Medicale

79 Il distretto più importante Ahmedabad

80 Unaltra forma di turismo! LIndia destinazione a basso costo di cure mediche complesse di pazienti occidentali Ammodernamento delle dotazioni e delle tecniche

81 Le nuove prospettive del retailing indiano

82 Le dinamiche della distribuzione Un approccio facile se ragionato Lo sviluppo di grandi retailers Unopportunità nascente per il Made in Italy PS non è permesso linvestimento diretto nel retailing

83 Delle cifre sorprendenti… 200 mld settore distributivo 2,5 mld comparto organizzato 1 mio mq in costruzione per centri commerciali

84 …che fanno ben sperare 200 nuovi centri nei centri minori Marchi stranieri in crescita (con calma) Legislazione in evoluzione

85 Formule di penetrazione in India Investimento produttivo Benetton e Bata Franchising/licensing Nike, Zegna, Pizza Hut Joint Venture Mc Donalds, Reebok Ufficio di distribuzione Swarovski


Scaricare ppt "India Elefante da corsa Uno scenario inaspettato… 1)Il Congresso al potere con Sonia Gandhi; 2)Le tensioni sociali calano; 3)Leconomia corre senza."

Presentazioni simili


Annunci Google