La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema informativo e reti dei servizi Le reti di Internet per comunicare in sanità, salute e assitenza Mauro Moruzzi Direttore Generale CUP 2000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema informativo e reti dei servizi Le reti di Internet per comunicare in sanità, salute e assitenza Mauro Moruzzi Direttore Generale CUP 2000."— Transcript della presentazione:

1 Sistema informativo e reti dei servizi Le reti di Internet per comunicare in sanità, salute e assitenza Mauro Moruzzi Direttore Generale CUP 2000

2 e-Health, e-Care, FASP la sanità in rete al tempo di Internet in 4 punti

3 1. Nella sanità e nel welfare è in atto una profonda riorganizzazione – che la che la crisi economica- finanaziaria rende ancora più urgente - basata sul potere della comunicazione delle reti elettroniche e multimediali (e-Health/e-Care: reti di Internet) e sulla telemedicina Hub and Spoke (per diffondere leccellenza medica) e e-Care (per assistere e deospedalizzare a domicilio con assistenza integrata socio-sanitaria). Il FASP (fascicolo sanitario elettronico personale) accompagnerà il cittadino in questo percorso. E-Care, Telemedicina, FASP

4 2. cambierà profondamente la struttura produttiva della sanità basata sulla centralità del grande Ospedale e su modelli organizzativi territoriali fortemente istituzionalizzati (distretti). Ospedali più piccoli, più tecnologici, in rete al loro interno con altre strutture sanitarie e soprattutto con gli assistiti. I distretti territoriali saranno sempre più sede delle cure primarie (ambulatori aperti 7x24) e snodo di una nuova domiciliarità socio sanitaria e-Care. una nuova domiciliarità socio sanitaria e-Care

5 3. Le motivazioni di questa riorganizzazione comunicativa sono riferite ai livelli di efficienza (costi, crisi finanza pubblica) e di efficacia (qualità richiesta) della produzione sanitaria e allevoluzione della domanda di salute (invecchiamento della popolazione, trasformazioni familiari e richiesta di personalizzazione dei servizi). Efficienza-efficccia, personalizzazione del percorso salute

6 4. LEmilia Romagna ha varato, nellambito del Piano Telematico e Socio-Sanitario della Regione, e avvalendosi di CUP2000, un programma di realizzazione di reti e-Health – a partire da SOLE - che la porterà ben presto in una posizione di netto vantaggio sul terreno dellinnovazione e per una sanità al tempo di Internet La Regione Emilia Romagna: un programma avanzato di reti e-Health con SOLE

7 Reti e-Health: condividere il dato clinico tra medici e con il cittadino a)la condivisione del dato clinico tra i medici e professionisti della sanità e dei servizi sociali; b)il trasferimento del dato-informazione al cittadino come suo naturale e legale possessore ( fascicolo sanitario elettronico personale: FASP); c)laccesso elettronico ai servizi sanitari con i Cup e i CupWeb (in prospettiva a tutte le prestazioni sanitarie, compresi i ricoveri ospedalieri non urgenti e a quelle sociali) d)il trasferimento in rete delle informazioni e conoscenze per lassistenza home care (e-Care) - comprensiva dei programmi di deospedalizzazione e attraverso la telemedicina, teleassistenza e telesoccorso; e)Il trasferimento in rete delle informazioni per la telemedicina Hub and Spoke, per la diffusione orizzontale (nel territorio) e verticale (nella struttura ospedaliera) delle eccellenze medico-scientifiche e medico-cliniche; f)lutilizzo dei dati per una efficiente e meno costosa (e) governance clinica e (e) governance amministrativa. Mauro Moruzzi

8 8 Sistema Sanitario Regionale Cittadini (* dato relativo al 2007) Medici di Medicina Generale (MMG) 539 Pediatri di Libera Scelta (PLS) Personale Medico Ospedaliero Personale Dipendente della sanità pubblica Presidi Ospedalieri 17 Aziende Sanitarie (di cui 11 AUSL e 6 AOSP) 109 Strutture di Ricovero Pubbliche o Private (accreditate o non) Miliardi di euro di budget per

9 Reti e-Health e livelli assistenziali Il modello 5x3 (Osservatorio Nazionale delle Reti e-Care del Ministero della Salute) 5 tipi di reti e-Health: I.reti di informazione generale (e-Information); II.reti di dati EHR/EMR (sistemi informativi verticali-ospedalieri – e orizzontali- territoriali); III.reti di accesso (e-Booking, accettazione); IV.reti e-Care (di telemedicina e di teleassistenza home care e hub and spoke); V.social network (condivisione delle informazioni di salute-malattia tra cittadini). I tre livelli in cui si vanno strutturando i moderni sistemi sanitari nazionali e regionali: 1.cure intensive e super intensive (ospedali); 2.cure primarie e medicina di famiglia (medico di medicina generale); 3.home care, assistenza socio-sanitaria domiciliare e deospedalizzazione. Mauro Moruzzi 9

10 10 C/GOVERNANCE e-Information e-Booking Internet A/CITTADINO B/MEDICO INTERNETINTERNET e-Data (EHR)Portali cittadinoe-Accessoe-Care Social network Medici di famiglia SIO: Asl, ASO Telemedicina B2C Portali medicie-Data (EMR)AgendeTelemedicina Siti internet per professionisti Telemedicina B2B Telemedicina B2B Modello 5x3 delle Reti e-Health e e-Care (Osservatorio.N.R. e-Care) FASP

11 Reti e-Health: obiettivi La ricostruzione della storia clinica dellassistito e la disponibilità del fascicolo sanitario elettronico personale (FASP) secondo le esigenze di salute (Patient Summary, ….); la condivisione e lintegrazione dei dati sanitari e sociali; la formazione del dossier socio-sanitario dellassistito e-Care (telemedicina-teleassistenza). Mauro Moruzzi 11

12 Quattro livelli culturali e organizzativi della sanità in rete 1.di presa in carico lungo il percorso diagnosi, cura, assistenza; 2.di progressiva de-istituzionalizzazione dei percorsi assistenziali (trasferimento dellassistenza da un luogo iper-strutturato – lospedale - allambiente di vita e incontro tra assistenza sanitaria, assistenza sociale e solidarietà volontaria); 3. di orizzontalizzazione delle strutture aziendali con il superamento del modello verticistico, attraverso il lavoro per progetti di salute- malattia; 4.di socializzazione della conoscenza attraverso le reti (social network: cittadini che comunicano in rete le condizioni di salute/malattia). Mauro Moruzzi 12

13 Sanità On LinE La rete dei medici di famiglia dellEmilia Romagna Progetto SOLE Regione Emilia Romagna SOLE Rete Sole

14 Flussi Servizi Ciclo Prescrizione-Prenotazione-Refertazione SOLE Azienda Laboratorio MMG/PLS 1 Prescrizione 2 Recupero Prescrizione 3 Prenotazione CUP 4 Recupero Prenotazione 5 Referto Invio Referto 6.b Notifica/Recupero Referto IREC Nodo Regionale Notifica Ptr. Referto 6.a Progetto SOLE

15 I servizi attivi Servizi Applicativi 1)Ricezione degli aggiornamenti anagrafici dei propri assistiti, notifiche di revoca/scelta, garantendo un subset di dati propri del MMG/PLS. 2)Invio delle prescrizioni elettroniche da parte dei MMG/PLS, previo consenso del cittadino, e di ricevere il referto elettronico che viene automaticamente registrato nella cartella clinica informatizzata del MMG/PLS. 3)Recupero delle prescrizioni elettroniche dal CUP che automaticamente acquisisce tutti i dati dellimpegnativa comprimendo i tempi della prenotazione e riducendo la possibilità di errore. 4)Invio degli eventi di ricovero e dimissione, con relativa lettera di dimissione, degli assistiti dei MMG/PLS. (segue) Progetto SOLE

16 I servizi attivi Servizi Applicativi 5)Ricezione del referto di pronto soccorso. 6)Gestione informatizzata del modulo per la richiesta di esami che prevedono luso di mezzi di contrasto. 7)Gestione del processo amministrativo ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) grazie alla condivisione del piano di avvio della presa in carico 8)Gestione del processo amministrativo PPIP (Prestazioni di Particolare Impegno Professionale) con inserimento dei dati da parte dei MMG/PLS e gestione da parte degli amministrativi nelle aziende di pertinenza Progetto SOLE

17 Progetto SOLE: verso il FASP 1.SOLE – che ha una capacità di condivisione semantica dei dati attraverso lutilizzo di standard HL7 – prevede una ricostruzione della storia clinica del cittadino nella cartella clinica elettronica (software) che sta materialmente nel PC del medico di famiglia. La cartella viene costantemente aggiornata da un flusso elettronico di dati SOLE provenienti dalle ASL e dalle AO dellEmilia-Romagna: referti, schede di dimissione ospedaliere, ecc. 2.Un ulteriore passaggio è rappresentato dalla creazione di reti orizzontali che mettono in condivisione le cartelle cliniche dei medici di famiglia per la pratica della medicina di gruppo. 3.Patient Summary, primo nucleo del FASP Mauro Moruzzi 17

18 Cup WEB home | mappa del sito | contattaci | area riservata homemappa del sitocontattaciarea riservata Verso un social network dellaccesso CupWEB è un servizio on-line completamente gratuito realizzato per le Aziende Sanitarie allo scopo di renderti ancora più semplice laccesso alle prestazioni sanitarie offerte dalle strutture pubbliche, private e private accreditate dellarea metropolitana di Bologna Con CupWEB puoi: visualizzare le prime disponibilità per una prestazione su tutte le strutture sanitarie prenotare una prestazione sanitaria disdire un appuntamento cambiare un appuntamento

19 Arezzo, 25 novembre 2008

20 20 Reti censite dallOsservatorio Nazionale e- Care (al ) 712

21 21 Osservatorio Nazionale delle Retri e-Care un quadro in evoluzione 1.Forte vitalità del fenomeno; grande interesse sulle potenzialità. 2.Ma: difficoltà nel passaggio da reti chiuse, costruite in funzione dellorganizzazione sanitaria (ASL, Regioni), a reti aperte ai cittadini e in funzione Home Care: difficile superamento della cultura della informatizzazione (che ha il core nella fornitura tecnologica di SW e HW e connettività) verso la cultura di Internet (reti aperte e collaborative con i cittadini). 3.Carente la presenza del livello pubblico- istituzionale come soggetto di orientamento e stabilizzazione delle esperienze; presenza di soggetti privati realizzatori in funzione della sperimentazione di prodotti tech e non di servizi territorialmente e socialmente stabili. 4.Instabilità e eccesiva diversificazione di architetture e di forme di gestione di rete, con esperienze in continua ripetizione. 5.Grande quantità di informazioni on line ed in continuo aumento. 1.Standard di servizio e standard di riuso per una valutazione di continuità della progressione delle esperienze. 2.Criteri di sostenibilità (per evitare unalta mortalità dei progetti). 3.Ricerca di sinergie tra diversi livelli istituzionali e territoriali diversi nella logica Internet (ad es. i progetti interregionali sono una minima quota: indicativamente 3%). 4.Organizzazione e aggiornamento delle informazioni istituzionale on line, nei portali e siti regionali e locali creando una nuova cultura di accesso-condivisione alle informazioni in rete utili per i cittadini. 5.Collocazione dellorganizzazione di rete tra i soggetti (produttori di comunicazione strutturata) dellorganizzazione assistenziale pubblica e privata e non tra i produttori di tech.

22 Osservatorio Nazionale delle Retri e-Care quadro di sintesi Reti di telemedicina Larga diffusione di progetti pilota-sperimentazioni che difficilmente raggiungono la soglia del servizio a regime (alta mortalità dei progetti). Reti a prevalente offerta uniforme: raramente nelle reti di telemedicina si innestano anche servizi tipo social support (teleassistenza, telecompagnia, ecc.), e ciò rende problematica la continuità del progetto Reti di teleassistenza La teleassistenza, spesso offerta insieme alla telecompagnia, vivono di terzo settore: denominatore comune è lampia diffusione di associazioni di volontariato e altre forme associative (sindacati, onlus, cooperative, ecc.) che decisamente sostengono tali reti e ne assicurano la continuità, ma con rari collegamenti con le reti istituzionali Reti di telesoccorso Il telesoccorso è la rete più diffusa, più visibile, più fruibile e istituzionalizzata (finanziata dai Comuni, nellambito dei Servizi sociali), ma la meno efficace se lasciata come servizio a sé. 22 Mauro Moruzzi

23 e-Care:progetto Bologna, Ferrara 23

24 Progetto e-Care Ferrara - Bologna: una nuova domiciliarità sanitaria Telecompagnia - teleassistenza progetto Giuseppina telesoccorso teleortogeriatria Bologna : 2000 anziani presi in carico dalla rete : teleassistenza - telecompagnia – telesoccorso - telecardiologia Ferrara : 1600 anziani presi in carico dalla rete :

25 I progetti e-Care realizzati a Bologna e Ferrara ProgettoGiugno 2007 Gennaio 2008Dicembre 2008 e.care e-Care base e-Care intensivo telecardiologia36 Teleortogeriatria Telemonitoraggio bisogni nelle demenze TOTALE Utenti in carico nei progetti correlati al sistema e-Care di Ferrara

26 Rete e-Care: Progetto Bologna/Ferrara Telemedicina, Teleassistenza, Telesoccorso, Telecompagnia Gli obiettivi principali del progetto sono: mantenere il malato e lanziano il più possibile nel proprio contesto sociale e abitativo e allinterno delle personali reti relazionali di solidarietà; ridurre il numero delle degenze ospedaliere improprie; evitare laccesso improprio ai servizi di emergenza-urgenza e di sicurezza; ritardare il più possibile lingresso in strutture protette per anziani non autosufficienti. Mauro Moruzzi 26

27 Mauro Moruzzi Piattaforma tecnologica e-Care (tecnologia Oldes) 27

28 Grazie, buon lavoro


Scaricare ppt "Sistema informativo e reti dei servizi Le reti di Internet per comunicare in sanità, salute e assitenza Mauro Moruzzi Direttore Generale CUP 2000."

Presentazioni simili


Annunci Google