La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010. PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA REPARTO OSPEDALIERO SERVIZI SOCIALI CENTRALE CONTINUITÀ OSPEDALE TERRITORIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010. PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA REPARTO OSPEDALIERO SERVIZI SOCIALI CENTRALE CONTINUITÀ OSPEDALE TERRITORIO."— Transcript della presentazione:

1 Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010

2 PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA REPARTO OSPEDALIERO SERVIZI SOCIALI CENTRALE CONTINUITÀ OSPEDALE TERRITORIO MMG PROTESICA S.I.D. (Inf. Fam) Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010

3 unitarietà ed inscindibilità della persona, ricordandosi sempre che prendersi cura per una malattia vuol dire prendersi cura della persona nella sua interezza e non solo dellorgano malato ma ……………………….. questo comporta modifiche approccio culturale degli operatori meccanismi operativi e i modelli organizzativi Principio Guida Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

4 Filtro per definire livelli di priorità dello intervento riabilitativo per risposta tempestiva allutente PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA Snodo nel passaggio del paziente con bisogno riabilitativo tra Ospedale e Domicilio come:. continuità assistenziale per percorsi già attivati in fase di ricovero. punto di riferimento per la Centrale di Continuità Ospedale Territorio Garante Pianificazione di Percorsi : proposta ausili in tempo utile alla dimissione eventuale segnalazione paziente commissione Distrettuale collaborazione con operatori sanitari e non del territorio per costruzione PAI Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

5 1.Interventi clinico assistenziali realizzabili esclusivamente al domicilio ai fini del risultato 2.Istruzioni ai famigliari e care giver per le attività assistenziali quotidiane 3.Educazione e informazione a paziente e famigliari sulle strategie di mantenimento delle migliori autonomie possibili 4.Identificazione degli ausili e modifiche ambientali adeguati, in relazione alle capacità del paziente e al contesto di vita QUALI INTERVENTI ? Anna Poli - AUSL Bologna Bologna - 11 Maggio 2010

6 1.Pazienti in dimissione ospedaliera inseriti in percorsi riabilitativi aziendali: frattura di femore, stroke, grave cerebrolesione, mielolesione, con progetto riabilitativo 2.Pazienti in dimissione ospedaliera che necessitano di sostegno allautonomia per il rientro a domicilio 3.Pazienti in dimissione ospedaliera che necessitano di intervento riabilitativo a domicilio, con progetto riabilitativo 4.Pazienti che necessitano di interventi indirizzati al sostegno allautonomia non in dimissione ospedaliera QUALI CRITERI? Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

7 1.Presenza di barriere architettoniche che non consentono il trasporto se non con più persone 2.Condizione clinica a rischio di aggravamento nel trasporto presso i servizi ambulatoriali o per i quali il trasporto influirebbe negativamente sul beneficio dellattività svolta ambulatorialmente 3.Necessità di interventi volti alle funzioni di vita quotidiana al domicilio QUALI PRESUPPOSTI? Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

8 PERCORSO BISOGNO RIABILITATIVO SEMPLICE PERCORSO AUSILI PER LAUTONOMIA PERCORSO BISOGNO RIABILITATIVO COMPLESSO SERVIZI SOCIALI MMG SPECIALISTI C.C.O.T Punto Valutazione Fisioterapica. Valutazione del bisogno. Definizione livelli di priorità. Tempestività della risposta. Pianificazione dellintervento. Integrazione altri professionisti SERVIZI SOCIALI INFERMIERE REPARTO DEGENZA

9 quando la condizione di salute alterata limita lautonomia delle persone per un solo livello di partecipazione, ha indici prognostici positivi e definibili sia in senso qualitativo che temporale e richiede interventi riabilitativi standardizzabili, programmabili e ripetitivi in una situazione contestuale favorevole. Risposta Risposta fisioterapista da parte del fisioterapista che programma laccesso e pianifica lintervento, negli ambiti di propria competenza (problematiche motorie e cognitive, strategie di raggiungimento delle autonomie possibili…). Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

10 Richiesta medica Scheda dimissioni protette Scheda segnalazione Documentazione specifica Documentazione specifica Documentazione specifica Cartella riabilitativa Documentazione Specifica Relazione di fine trattamento MMMG/altri specialisti Infer.territoriale Assistente sociale Educ.professionale Medico specialista/ infermiere reparto dimettente Fisioterapista MMG/Specialista Fisioterapista Richiesta valutazione funzionale Per bisogno riabilitativo semplice (counselling, addestramento, ADL…) Richiesta valutazione funzionale Per bisogno riabilitativo semplice (counselling, addestramento, ADL…) Segnalazione bisogno Riabilitativo semplice Segnalazione bisogno Riabilitativo semplice Valutazione fisioterapica Necessità n. accessi Domiciliari Fisioterapista? Necessità n. accessi Domiciliari Fisioterapista? Rivalutazione Con inviante Rivalutazione Con inviante Accessi Domiciliari Fisioterapista Risposta al bisogno? Rivalutazione con inviante Rivalutazione con inviante Fine percorso Attivazione Medico Specialista Attivazione Medico Specialista NO SI NO SI Percorso Bisogno Riabilitativo Semplice

11 quando la condizione di salute alterata limita lautonomia delle persone a più livelli di partecipazione (ADL, comunicazione, mobilità…) o/e sono interessati più apparati, organi e distretti, gli indici prognostici non sono facilmente definibili nel breve termine e richiede un elevato grado di intensità, frequenza e durata dellintervento riabilitativo. necessità di presa in carico multidisciplinare da parte del team riabilitativo per accompagnare e monitorare il percorso attraverso PROGETTO RIABILITATIVO INDIVIDUALE Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010

12 Richiesta medica Progetto Riabilitativo Individuale Documentazione sanitaria Specifica Progetto Riabilitativo Individuale Documentazione specifica Documentazione specifica Documentazione specifica Valutazione clinica Documentazione specifica Relazione di fine trattamento MMG/altri specialisti Altri specialisti Fisiatra Fisioterapista Abilitato Fisioterapista Coordinatore U.A.. MMG/ Medico specialista Fisioterapista Richiesta visita Fisiatrica domiciliare Richiesta visita Fisiatrica domiciliare Richiesta intervento Riabilitativo Domiciliare (con Progetto Riab.vo Individuale) Richiesta intervento Riabilitativo Domiciliare (con Progetto Riab.vo Individuale) Visita fisiatrica domiciliare Invio ad Altro Percorso Aziendale Invio ad Altro Percorso Aziendale Necessità di trattamento Riabilitativo Domiciliare? Necessità di trattamento Riabilitativo Domiciliare? Inserimento lista dattesa per Trattamento riabilitativo domiciliare (con Progetto Riabilitativo Individuale) Inserimento lista dattesa per Trattamento riabilitativo domiciliare (con Progetto Riabilitativo Individuale) Inserimento lista attesa Per trattamento riabilitativo domiciliare Inserimento lista attesa Per trattamento riabilitativo domiciliare Attivazione fisioterapisti Unità Assistenziale o fisioterapisti privato accreditato Definizione e attuazione intervento riabilitativo FINE PERCORSO Rivalutazione paziente Rivalutazione paziente NO SI NO SI Risposta al bisogno? Percorso Bisogno Riabilitativo Complesso

13 AUSILIO ogni accorgimento, dispositivo, che serve alla persona non autosufficiente, o a chi lo assiste, per compiere una determinata attività in minor tempo, con minor dispendio di energia, con maggiore sicurezza Strumento per : lautonomia la relazione 1.Identificazione degli ausili e modifiche ambientali, in relazione alle capacità del paziente e al contesto di vita 2.Addestramento/ counselling paziente e familiari Procedura Aziendale Fornitura di ausili nellambito della continuità assistenziale ospedale-territorio Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010

14 Infer.territoriale, Assistente sociale,Educ. Professionale, Medico specialista/Infermiere reparto dimettente MMMG/altri specialisti Fisioterapista Fisioterapista e Team coinvolto:medico specialista, autorizzatore,fisioterapista, amministrativo…. Medico Specialista Magazzino Ditte convenzionate Fisioterapista Ufficio protesi Richiesta medica Documentazione sanitaria relativa Referto medico specialista Modulistica specifica

15 Tempestiva segnalazione del reparto al PVF. attivazione/proseguimento interventi riabilitativi. attivazione valutazione contesto di vita per fornitura di ausili PVF. punto riferimento per varie figure professionali coinvolte e istituzioni interessate,. garanzia monitoraggio e verifica obiettivi percorso riabilitativo individuati allinterno del PAI. PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA CONTINUTA OSPEDALE TERRITORIO Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010 GARSIA

16 Anna Poli - AUSL Bologna Bologna 11 Maggio 2010


Scaricare ppt "Anna Poli - AUSL BolognaBologna 11 Maggio 2010. PUNTO VALUTAZIONE FISIOTERAPICA REPARTO OSPEDALIERO SERVIZI SOCIALI CENTRALE CONTINUITÀ OSPEDALE TERRITORIO."

Presentazioni simili


Annunci Google