La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quali sono i bisogni del malato oncologico domiciliare ? La continuità terapeutica in oncologia San Benedetto del Tronto - Maggio 2008 Patrizia D Amico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quali sono i bisogni del malato oncologico domiciliare ? La continuità terapeutica in oncologia San Benedetto del Tronto - Maggio 2008 Patrizia D Amico."— Transcript della presentazione:

1 Quali sono i bisogni del malato oncologico domiciliare ? La continuità terapeutica in oncologia San Benedetto del Tronto - Maggio 2008 Patrizia D Amico S.C. Oncologia Ivrea (TO)

2 Perché gli utenti ricorrono alle strutture o rientrano in ospedale? Analisi dei punti di criticità delle cure domiciliari che possono se risolti diventare punti di forza di una buona assistenza

3 Hanno bisogno di non sentirsi abbandonati e di continuare ad essere seguiti in un percorso di cura che inizia in ospedale e che prosegue al domicilio. Passaggio di informazioni dallequipe di cura ospedaliera a quella di cure domiciliari

4 Contattare prima della dimissione il medico di medicina generale (medico di base) che è il responsabile dellA.D.I informandolo del programma terapeutico che si è stabilito ed identificando insieme gli obbiettivi futuri (preventivi,curativi, riabilitativi, palliativi) Presa in carico dellequipe assistenziale domiciliare già durante la degenza. Far conoscere linfermiera domiciliare NellA.D.I U.O.C.P (assistenza domiciliare integrata dellunita operativa di cure palliative) far conoscere anche il medico palliativista che passerà al domicilio.

5 Continuità assistenziale

6 ... per gli infermieri è importante parlare un linguaggio comune Diagnosi infermieristica giudizio clinico riguardante le risposte della persona, della famiglia o della comunità a problemi di salute/processi vitali attuali o potenziali. Costituisce la base sulla quale scegliere gli interventi infermieristici volti a raggiungere dei risultati di cui linfermiere e responsabile

7

8 Passare le informazioni sullutente non solo verbalmente ma certificandole. Lettera di dimissione infermieristica

9

10 Hanno bisogno di avere una figura di riferimento anche al domicilio Identificare da subito il care- giver e le persone della famiglia che possano supportarlo Istruire il care -giver ed eventuali altri famigliari per far fronte ai problemi più frequenti nellassistenza risorsa famiglia autonomia dintervento

11 Educazione sanitaria Solitamente quando gli operatori agiscono sullutente i perenti vengono fatti uscire dalle stanze.… iniziamo a far partecipare il care giver nelle diverse attività, insegnamo come mobilizzare lutente, come cambiarlo, quale postura farle assumere durante i pasti, come fare una medicazione semplice ….. ricordiamoci che lassistenza non è presente durante le 24 ore

12 Hanno bisogno di avere una buona qualità di vita Lequipe agisce sui sintomi: fisici diario del sintomo psicologici Sociali spirituali Importanza del lavoro dequipe e del passaggio di informazioni allinterno del gruppo di lavoro

13 Hanno bisogno di avere informazioni per poter decidere in autonomia del loro futuro Consapevolezza

14 Hanno bisogno di essere seguiti da personale competente Team di professionisti Qualità delle cure

15 Adeguatezza del care giver Buon controllo dei sintomi Continuità assistenziale

16 Grazie


Scaricare ppt "Quali sono i bisogni del malato oncologico domiciliare ? La continuità terapeutica in oncologia San Benedetto del Tronto - Maggio 2008 Patrizia D Amico."

Presentazioni simili


Annunci Google