La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli Stati Generali delle Società della Salute Consiglio Regionale Firenze 06 Marzo 2007 Il valore aggiunto della SdS Laccesso ai servizi di domiciliarità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli Stati Generali delle Società della Salute Consiglio Regionale Firenze 06 Marzo 2007 Il valore aggiunto della SdS Laccesso ai servizi di domiciliarità"— Transcript della presentazione:

1 Gli Stati Generali delle Società della Salute Consiglio Regionale Firenze 06 Marzo 2007 Il valore aggiunto della SdS Laccesso ai servizi di domiciliarità

2 Alcune comparazioni Risorse del Comune di Pisa 1995 Spesa per le attività - stima euro Risorse Associate della Zona Pisana 1998 Spesa complessiva per le attività - stima euro Risorse Associate della Zona Pisana 2003 Spesa complessiva per le attività euro Budget Unitario di Zona-distretto 2007 Risorse attività territorialiintegrate euro

3 Incrocio tra Programmazione e Allocazione Ufficio di Piano Governo Input Gestione DecisioniBudget Virtuale Input Gestione Decisioni Ascendente Discendente Budget Virtuale Budget Virtuale Governo

4 Accordo quadro con AOUP Dimissioni programmate per pazienti fragili 1.Assistenza Domiciliare Integrata Domicilio Albergo sanitario Foresteria Ospedale di Comunità RSA – posti degenza limitata 2.Ospedalizzazione domiciliare pazienti HIV+ Programma Annuale del PIS Punto 2.2 P.U.A. e U.V.M

5 IL SISTEMA DEI PRESIDI: l accesso universalistico come chiave per la promozione della Salute Gruppo di Progetto Pisa Est Gruppo di Progetto Pisa Ovest Gruppo di Progetto Pisa Centro U.V.M. e P.U.A Unico di Zona Via Garibaldi- Pisa

6 CD I CD II CD III Centri Diurni Moduli Residenziali CD I CD II CD III Centri Diurni Moduli Residenziali GRUPPO DI PROGETTO Via Garibaldi Ass. Sociale Infermiere Amministrativo Medico di Pres. MMG (CURE PRIMARIE) Punto Unico di Accesso Via GaribaldiI PRESIDIO CEP Ass. Sociale Inf. Ambulatoriale Amministrativo ADP ADInf ADP ADInf BISOGNO COMPLESSO Risposta dUrgenza Temporanea BISOGNO SEMPLICE SOCIALE AD CDP AD CDP PRESIDIO Riglione Ass. Sociale Inf. Ambulatoriale Amministrativo PRESIDIO Via Torino Ass. Sociale Inf. Ambulatoriale Amministrativo PRESIDIO Marina Ass. Sociale Inf. Ambulatoriale Amministrativo GRUPPO DI PROGETTO Via Garibaldi Ass. Sociale Infermiere PRESIDIO S. Marco Amministrativo Inf. Ambulatoriale FAMILIARE/ UTENTE U. V. M. Via Garibaldi ADP ADInf IDP AD CDP ADP ADInf IDP AD CDP SegnalazioneAccoglienza1° Valutazione/ Accesso Coordinamento/ 1° Intervento Valutazione/ P.A.I. Prestazioni MMG Ass. Sociale Infermiere Op. Sociosanitario BISOGNO SEMPLICE SANITARIO BISOGNO COMPLESSO BISOGNO COMPLESSO Istruttoria BISOGNO COMPLESSO PIANO INDIV. ASSISTENZ.

7 Familiare/ Utente Presidio di appartenenza (o Gruppo di Progetto) Inf.Ambulatoriale Ass. Sociale Amministrativo Presidio di appartenenza (o Gruppo di Progetto) Inf.Ambulatoriale Ass. Sociale Amministrativo Scheda 1 Dati generali, ha bisogni sociosanitari? NO SI Fine percorso : Invio a: Gruppo di Progetto Infermiere Ass. Sociale Amministrativo Medico di Presidio MMG : Invio a: Gruppo di Progetto Infermiere Ass. Sociale Amministrativo Medico di Presidio MMG Autosufficiente Non Autosufficiente richiedente Non Autos. Prestazioni Semplici Sociali: AD CDP Prestazioni Semplici Sanitarie: ADInf. ADP Su autorizzazione dalle U.O. Stesura Schede previste in precedente diapo. Invio a: Punto Unico di Accesso Stesura Schede previste in precedente diapo. Invio a: Punto Unico di Accesso Il soggetto é autosuff. o non autosuff./ da richiedere la non autosuff. MMG / Ass. Soc. Num. Verde- infosportello

8 OSPEDALE Punto Unico di Accesso Via Garibaldi Ass. Sociale Infermiere Amministrativo Medico di Pres. MMG (CURE PRIMARIE U. V. M. Via Garibaldi ADP ADInf ADP ADInf CD I CD II CD III Centri Diurni Moduli Residenziali CD I CD II CD III Centri Diurni Moduli Residenziali AD CDP AD CDP ADP ADInf IDP AD CDP ADP ADInf IDP AD CDP SegnalazioneAccesso/ Coordinamento/ 1° Intervento Valutazione/ P.A.I.Prestazioni BISOGNO COMPLESSO Risposta dUrgenza Temporanea BISOGNO SEMPLICE SOCIALE BISOGNO SEMPLICE SANITARIO BISOGNO COMPLESSO Istruttoria BISOGNO COMPLESSO P.A.I.

9 Punto Unico di Accesso LUtente ha bisogno di una risposta di urgenza temporanea? LUtente ha bisogno di una risposta semplice o una risposta complessa? COMPLESSA Prestazioni Semplici Sociali: AD CDP Prestazioni Semplici Sanitarie: ADInf. ADP Su autorizzazione dalle U.O. SI NO Unità di Valutazione Multiprofessionale Multiprofessionale SEMPLICE In ogni caso il P.U.A. deve: Garantire la Garantire la creazione della creazione della cartella cartella Stendere le Stendere le schede previste schede previste Piano Individualizzato Assistenziale schede 4 e 4 bis Contratto con i care givers Trasmissione del Piano.Ind.Assist. a Care e Case Manager Piano Individualizzato Assistenziale schede 4 e 4 bis Contratto con i care givers Trasmissione del Piano.Ind.Assist. a Care e Case Manager Ospedale

10 ELEMENTI INNOVATIVI DELLA S.D.S. PROGRAMMAZIONE PARTECIPAZIONE GOVERNO DELLE RISORSE TERRITORIALI MONITORAGGIO E CONTROLLO INCROCI ORGANIZZATIVI TRA LE STRUTTURE CHE COSTITUISCONO IL CONSORZIO


Scaricare ppt "Gli Stati Generali delle Società della Salute Consiglio Regionale Firenze 06 Marzo 2007 Il valore aggiunto della SdS Laccesso ai servizi di domiciliarità"

Presentazioni simili


Annunci Google