La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biologia Applicata: S. Beninati La Clonazione. Biologia Applicata: S. Beninati La clonazione Per clonazione si intende una forma di riproduzione non mediata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biologia Applicata: S. Beninati La Clonazione. Biologia Applicata: S. Beninati La clonazione Per clonazione si intende una forma di riproduzione non mediata."— Transcript della presentazione:

1 Biologia Applicata: S. Beninati La Clonazione

2 Biologia Applicata: S. Beninati La clonazione Per clonazione si intende una forma di riproduzione non mediata da accoppiamento sessuale. Biologia Applicata: S. Beninati

3 Tecniche di clonazione La tecnica maggiormente utilizzata è quella del trasferimento nucleare 1. Da una cellula somatica si preleva il nucleo 2. Si trasferisce il nucleo in una cellula uovo priva di nucleo 3. Si stimola l’oocita a crescere

4 Biologia Applicata: S. Beninati Dopo lo sviluppo in provetta l’embrione viene impiantato nell’utero della donatrice dell’ovulo La gravidanza indotta conduce ad un individuo identico a quello che ha fornito il nucleo (pur persistendo differenze dovute al DNA presente nei mitocondri della madre)

5 Biologia Applicata: S. Beninati Tecniche di clonazione Clonazione della pecora Dolly

6 Biologia Applicata: S. Beninati Considerazioni I vantaggi di tale tecnica biologica sono interessanti per la zootecnia (produzione di animali selezionati) per l’ambiente (clonazione di specie in estinzione), ma anche per la produzione di organismi transgenici.

7 Biologia Applicata: S. Beninati Organismo transgenico Si intende un organismo nel cui corredo genetico è stato inserito il gene di un altro organismo o un gene umano, allo scopo di fargli acquisire capacità particolari. Questi organismi sono considerati come OGM (organismi geneticamente modificati)

8 Biologia Applicata: S. Beninati Cellule staminali Si raccolgono le cellule staminali (indifferenziate) dal midollo osseo di un adulto, ma anche nel sangue placentare e nel cordone ombelicale e si trapiantano. Tecnica utilizzata per forme tumorali come la leucemia (trapianto di midollo osseo)

9 Biologia Applicata: S. Beninati Riproduzione sessuale Il patrimonio genetico deriva dal padre e dalla madre al 50%

10 Biologia Applicata: S. Beninati Riproduzione assessuata o clonazione Il patrimonio genetico nella clonazione deriva esclusivamente da uno solo dei due individui ad eccezione del DNA mitocondriale che deriva solo dalla madre

11 Biologia Applicata: S. Beninati Partenogenesi

12 Biologia Applicata: S. Beninati Orientamento della comunità scientifica La comunità scientifica è interessata alla clonazione terapeutica Il fronte dei laici considera l’embrione persona dal 14° giorno di vita, quindi ammette il sacrificio per il prelievo delle cellule staminali prima di tale periodo

13 Biologia Applicata: S. Beninati Il fronte cattolico considera l’embrione come persona fin dal suo concepimento, quindi è contrario al sacrificio degli embrioni. Tuttavia sono favorevoli all’uso delle cellule staminali, come indicato dalla terza via prima esposta (cellule staminali prelevate dall’adulto) Orientamento del fronte cattolico


Scaricare ppt "Biologia Applicata: S. Beninati La Clonazione. Biologia Applicata: S. Beninati La clonazione Per clonazione si intende una forma di riproduzione non mediata."

Presentazioni simili


Annunci Google