La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNE DI VIMODRONE Istruzioni e Consigli per i Seggi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNE DI VIMODRONE Istruzioni e Consigli per i Seggi."— Transcript della presentazione:

1 COMUNE DI VIMODRONE Istruzioni e Consigli per i Seggi

2 UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE ORARIO DEI SEGGI Ore 16,00 di sabato 24 maggio - insediamento del seggio: Operazioni preliminari alla votazione ed in particolare l’autenticazione delle schede di votazione. ATTENZIONE: Devono essere autenticate tante schede quanti sono gli elettori della sezione. In caso di assenza di uno o più scrutatori è previsto che sia il presidente a nominare in sostituzione un elettore del comune presente nel seggio, scegliendo alternativamente l’anziano e il più giovane (cioè prima il più anziano e poi il più giovane). In caso di necessità l’ufficio elettorale ha raccolto diverse disponibilità da cui poter attingere. Ore 7,00 di domenica 25 maggio - inizio della votazione. Ore 23,00 di domenica 25 maggio - conclusione delle operazioni di voto ed inizio operazioni di scrutinio.

3 Il Presidente decide, sentito comunque il parere degli scrutatori, su tutte le questioni relative alle operazioni di voto e di scrutinio, ivi compresa la nullità dei voti. Inoltre il Presidente è anche incaricato della polizia dell’adunanza. Pertanto può disporre degli agenti di Forza pubblica e delle Forze armate al fine di garantire il regolare svolgimento delle operazioni elettorali. Il presidente nomina un vice presidente scegliendolo tra gli scrutatori UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE POTERI DEL PRESIDENTE

4 I rappresentanti di lista che non hanno fatto pervenire la loro nomina al Comune per la trasmissione ai Presidenti di seggio, possono presentarsi direttamente a questi ultimi sabato 24 maggio pomeriggio alle ore 16.00, all’insediamento del seggio, o la domenica mattina, purché prima dell'inizio delle operazioni di votazione», quindi entro le ore 7.00 (art. 35 T.U.570/60). Le liste di candidati possono nominare due rappresentanti (uno effettivo ed uno supplente) presso il seggio elettorale. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE RAPPRESENTANTI DI LISTA PRESSO I SEGGI

5 CHI PUO’ NOMINARE I RAPRRESENTANTI: I rappresentanti di lista possono essere nominati dai delegati della lista stessa (vedi elenco fornito dall’ufficio elettorale) o da persone da esse autorizzate con dichiarazione autenticata da un notaio. CHI PUO’ SVOLGERE LE FUNZIONI DI RAPPRESENTANTE DI LISTA: un elettore della circoscrizione elettorale per le Elezioni del Parlamento Europeo. Facoltà dei rappresentanti di lista: 1. hanno diritto ad assistere a tutte le operazioni del seggio elettorale; 2. possono inserire nel verbale eventuali succinte dichiarazioni. ATTENZIONE: Si evidenzia che il garante per la protezione dei dati personali ha ritenuto illegittima la compilazione, da parte dei rappresentanti di lista, di elenchi di persone che si siano astenuti dalla partecipazione al voto. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE RAPPRESENTANTI DI LISTA PRESSO I SEGGI

6 CONTROLLO DELLA REGOLARITA’ DELLE DESIGNAZIONI: 1. I presidenti di seggio devono, innanzi tutto, controllare che le designazioni dei rappresentanti di lista siano state effettuate dai delegati della lista stessa. Tale verifica può essere effettuata sulla base degli elenchi dei delegati di ciascuna lista trasmessi dall’Ufficio elettorale. 2.In secondo luogo, sull’atto di designazione, la firma dei delegati deve essere autenticata. La suddetta autenticazione può essere effettuata da: notai, cancellieri, presidenti delle province, sindaci, assessori comunali e provinciali, presidenti e vice presidenti delle circoscrizioni, segretari comunali e provinciali, funzionari incaricati dal sindaco o dal presidente della provincia. 3.La designazione dei rappresentanti di lista può essere effettuata presso il comune (in questo caso sarà l’ufficio elettorale comunale che trasmetterà al Presidente l’elenco delle designazioni), ovvero direttamente presso il seggio elettorale, purché prima dell’inizio delle operazioni di voto.

7 La suddetta operazione deve essere compiuta nel pomeriggio di sabato. L’autentica delle schede di votazione consta di due operazioni: firma dello scrutatore; apposizione del timbro di sezione. ATTENZIONE: deve essere autenticato Un numero di schede di votazione corrispondente al numero degli elettori UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE AUTENTICAZIONE DELLE SCHEDE

8 Il numero degli elettori viene attestato dalla Commissione Elettorale Circondariale di Monza, tramite il timbro posto in calce alla lista stessa. Le sezioni elettorali avranno in dotazione: LISTA 1 - relativa ai cittadini italiani residenti o a Vimodrone o nei paesi non appartenenti alla comunità europea (presente per tutte le sezioni); LISTA 2 - relativa ai cittadini degli altri paesi dell’unione europea che hanno optato entro i termini di legge per la votazione del parlamento europeo in Italia (presente solo in alcune sezioni). LISTA 1 + LISTA 2 = NUMERO DEGLI ELETTORI Pertanto, deve essere autenticato un numero di schede di votazione, secondo quanto riportato nella seguente tabella: UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE ACCERTAMENTO DEL NUMERO DI ELETTORI

9 NUMERO DI VOTANTI DIVISI PER SEZIONE SEZIONE LISTA 1LISTA 2TOTALE (N. schede da autenticare) MFTOTMF TOT

10 Gli elettori possono votare esclusivamente presso la sezione elettorale nella quale sono iscritti.Tale principio generale trova alcune eccezioni tassativamente stabilite dalla norma. Le eccezioni sono di seguito qui riportate. Componenti dei seggi: il presidente, gli scrutatori e il segretario del seggio possono votare nella sezione presso la quale esercitano il loro ufficio, anche se sono iscritti come elettori in altra sezione del comune ai sensi dell’art. 48, 1° comma, del T.U. n. 361/57 (aggiunti in calce alla lista di sezione); Rappresentanti dei partiti e gruppi politici: i rappresentanti delle liste votano nella sezione presso la quale esercitano le loro funzioni purché siano elettori della circoscrizione elettorale per le elezioni europee. L’accertamento di tale requisito è a cura del presidente di seggio dietro esibizione da parte del rappresentante di lista della sua tessera elettorale. (aggiunti in calce alla lista di sezione; UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CASI SPECIALI

11 Ufficiale e agenti della forza pubblica in servizio presso i seggi : gli ufficiali e agenti della forza pubblica in servizio di ordine pubblico votano nella sezione presso la quale esercitano il loro ufficio, anche se risultano iscritti come elettori in altra sezione del comune o in qualsiasi altro comune del territorio nazionale (aggiunti in calce alla lista di sezione); I candidati proposti nella circoscrizione Essi possono votare in una sezione qualsiasi, della circoscrizione dove sono proposti, presentando la tessera elettorale ai sensi dell’art. 48 del testo unico n. 361 ed art. 14 del d.P.R. n. 299 del 2000 (aggiunti in calce alla lista di sezione); UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CASI SPECIALI

12 (Elettore fisicamente impedito) Sono da considerarsi fisicamente impediti: i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o altro impedimento di analoga gravità. I suddetti elettori possono esprimere il voto con l’assistenza di un altro elettore, purché iscritto nelle liste elettorali in un qualsiasi comune della Repubblica (tale accertamento deve essere fatto attraverso l’esibizione della tessera elettorale o attestato sostitutivo). Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido. A tal fine il presidente di seggio deve apporre sulla tessera elettorale dell’accompagnatore specifica annotazione. L’impedimento deve essere provato attraverso: l’esibizione di specifico certificato medico rilasciato dalle unità sanitarie locali; ovvero l’annotazione del diritto di voto assistito (“AVD”) apposta sulla tessere elettorale personale. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE VOTO ASSISTITO

13 Il Presidente dovrà controllare che sulla stessa non vi sia già il bollo di un’altra sezione con la data dell’elezione in svolgimento, il che significherebbe che l’elettore ha già esercitato il diritto di voto. Gli scrutatori invece dovranno: 1. apporre sulla tessera elettorale il timbro della sezione e la data; 2. annotare il numero della tessera nell’apposito registro delle tessere elettorali. I suddetti adempimenti rivestono particolare importanza sia per verificare il numero di coloro che hanno votato nella sezione sia per eliminare ogni possibilità di un’eventuale duplicazione di voto. L’UFFICIO ELETTORALE INVITA A PRESTARE LA MASSIMA ATTENZIONE ALLE TESSERE ELETTORALI PRESENTATE DAGLI ELETTORI: La tessera elettorale può essere stata rilasciata esclusivamente dal Comune di Vimodrone a firma dei Sindaci Galluzzo, Veneroni, Brescianini e del Commissario Cirelli. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE TESSERA ELETTORALE

14 CAMBIO DI INDIRIZZO: in caso di cambio indirizzo l’elettore riceve a casa un tagliando adesivo per l’aggiornamento della tessera. Spesso il suddetto tagliando viene smarrito. Per cui può verificarsi il caso che l’elettore, benché munito di tessera elettorale, si presenti nella vecchia sezione di appartenenza. In questo caso il presidente, non trovando il nominativo di quell’elettore nella lista di sezione, non potrà ammetterlo al voto. Dovrà, invece, prendere contatto con l’ufficio elettorale del comune, per verificare la posizione dell’elettore ed individuare la nuova sezione di voto. Il tagliando relativo al cambio di indirizzo anagrafico non può essere applicato sulla tessera elettorale rilasciata da un comune diverso da quello di Vimodrone. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE TESSERA ELETTORALE

15 Appena chiusa la votazione, il Presidente deve accertare il numero dei votanti e quindi formare i plichi contenti: le liste usate per la votazione; i registri delle tessere elettorali; le schede autenticate e non utilizzate. ATTENZIONE Deve considerarsi illegittima la compilazione da parte dei componenti del seggio degli elenchi delle persone che si sono astenute dalla partecipazione al voto Provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali( – – ). UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHIUSURA VOTAZIONI E FORMAZIONE DEI PLICHI

16 Uno dei problemi che, con più frequenza, si registra presso i seggi elettorali e che causa notevoli ritardi nella comunicazione dei risultati è dovuto al fatto che alla fine delle operazioni di scrutinio “ i conti non tornano ”. Spesso questo problema può essere causato da un erroneo accertamento del numero dei votanti per come lo stesso è stato effettuato prima dell’inizio dello scrutinio. Poiché tanto le liste di sezione, quanto i registri delle tessere elettorali sono stati già inviati al tribunale, rimane preclusa ogni successiva verifica sul numero dei votanti. E’, quindi, assolutamente necessario che vengano eseguite con la massima attenzione e con il massimo scrupolo le seguenti operazioni: UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHIUSURA VOTAZIONI E FORMAZIONE DEI PLICHI

17 1. accertare il numero degli elettori iscritti nelle liste di sezione per i quali risulta effettuata l’annotazione di avvenuta votazione (firma dello scrutatore nell’apposita colonna delle suddette liste di sezione); 2. numero degli elettori che hanno votato in base a sentenza ovvero attestazione di ammissione al voto rilasciata dal sindaco (da non confondersi con l’attestato sostitutivo delle tessera elettorale che equivale alla tessera); 3. numero dei componenti dell’ufficio di sezione, dei rappresentanti di lista, degli agenti di polizia in servizio che hanno votato nella sezione; 4. numero dei candidati che hanno votato nella sezione. 5. Nella sezione con seggi speciali (sezione 6) bisognerà, sommare anche il numero degli elettori che hanno votato nei luoghi di cura aggregati (Istituto Redaelli). Il numero delle suddette di categorie di votanti darà il numero complessivo degli elettori che hanno votato presso il seggio. Sarà bene, in ogni caso, al fine di agevolare il riscontro finale, che periodicamente, durante le operazioni di voto, vengano effettuate opportune verifiche del suddetto dato. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHIUSURA VOTAZIONI E FORMAZIONE DEI PLICHI

18 NULLITA’ DEL VOTO E NULLITA’ DELLA SCHEDA: La verbalizzazione di questo dato causa spesso incertezze interpretative, per cui appare necessario che sia chiarito in questa sede. Nullità del voto: Si ha nullità del voto, quando il voto stesso è stato correttamente espresso sulla scheda ma 1.la scheda non è quella prescritta oppure non risulta autenticata; 2.la scheda presenta un chiaro segno di riconoscimento attraverso scritture o segni. Nullità della scheda: Si ha nullità della scheda quando non sussiste la possibilità di identificare la volontà dell’elettore circa l’espressione del voto (art. 69 del TU). UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHIUSURA VOTAZIONI E FORMAZIONE DEI PLICHI

19 OMONIMIA DEI CANDIDATI: in tal caso, si deve scrivere sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di nascita; CANDIDATO CON DOPPIO COGNOME: qualora il candidato abbia due cognomi, l’elettore, nel dare la preferenza, può scriverne uno dei due. La indicazione deve contenere, a tutti gli effetti, entrambi i cognomi quando vi sia possibilità di confusione fra più candidati; PREFERENZE: 1. sono, comunque, efficaci le preferenze scritte con errori grammaticali; 2. se l’elettore non abbia indicato alcun contrassegno di lista ma abbia scritto una o più preferenze per i candidati compresi tutti nella medesima lista, s’intende che abbia votato la lista alla quale appartengono i preferiti; 3. se l’elettore abbia segnato più di un contrassegno di lista, ma abbia scritto una o più preferenze per i candidati appartenenti ad una soltanto di tali liste, il voto è attribuito alla lista cui appartengono i candidati indicati; 4. L’elettore esprime il voto di preferenza indicando nome e cognome o solo cognome del candidato e NON tramite indicazione del numero d’ordine. 5. Il massimo numero di preferenze è 3, le preferenze espresse in eccedenza sono nulle. Rimangono invece valide le prime. ATTENZIONE : Come da circolare della Prefettura, di cui l’ufficio elettorale fornisce copia, le 3 preferenze espresse dall’elettore devono essere di sesso diverso pena l’annullamento della 3° preferenza. UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CASI PARTICOLARI E PREFERENZE

20 COMUNE – UFFICIO ELETTORALE VIA FIUME 20 (SCUOLE MEDIE) VIA PIAVE VIA MATTEOTTI UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE NUMERI UTILI


Scaricare ppt "COMUNE DI VIMODRONE Istruzioni e Consigli per i Seggi."

Presentazioni simili


Annunci Google