La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osservatorio turistico di destinazione Prof. G.Liberatore – Dott.ssa F. Papini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osservatorio turistico di destinazione Prof. G.Liberatore – Dott.ssa F. Papini."— Transcript della presentazione:

1 Osservatorio turistico di destinazione Prof. G.Liberatore – Dott.ssa F. Papini

2 Osservatorio Regionale del Turismo Osservatorio Regionale del Turismo Progetto Speciale Progetto Speciale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva (Gli Osservatori Turistici di Destinazione) COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE (COM ) Agenda per un turismo europeo sostenibile e competitivo La CE si impegna a sostenere l'impegno a livello locale e regionale tramite la creazione di piattaforme per migliorare lo scambio di esperienze di prassi positive e negative e la collaborazione tra il turismo ed altri settori connessi

3 NecsTour: i comuni coinvolti 1) FASE 50 COMUNI 2) FASE 63 COMUNI

4 NecsTour: i comuni della provincia di Grosseto

5  Attivazione del dialogo sociale con gli stakeholder  Monitoraggio e valutazione dei fenomeni turistici  Misurazione della competitività e sostenibilità delle destinazioni NecsTour: principi ispiratori

6 NecsTour: 10 tematiche di sostenibilità 1. Impatto dei trasporti 2. Qualità della vita dei residenti e della popolazione turistica 3. Qualità del lavoro 4. Destagionalizzazione 5. Tutela attiva del patrimonio culturale 6. Tutela attiva del patrimonio ambientale 7. Tutela attiva delle identità delle destinazioni 8. Diminuzione e ottimizzazione uso delle risorse naturali con particolare riferimento alla acqua 9. Diminuzione e ottimizzazione consumi energia 10. Diminuzione e gestione dei rifiuti

7 Il modello organizzativo: CIRT - Unifi Imprese turistiche Istituzioni/enti culturali/ ambientali Altre categorie Residenti Attività commerciali Assemblea stakeholder COMUNE Università Questionari, narrativa REPORTREPORT Misurazione stato di partenza Indicatori modello 3 P Scelta linee d’intervento Panel tecnico Misurazione dei risultati Cruscotto indicatori REPORTREPORT Panel di indirizzo Gruppo lavoro 1 Gruppo lavoro 2 Gruppo lavoro 3 AZIONiAZIONi Strategia di intervento

8 Attività seguite dal CIRT nell’ambito dell’0sservatorio 1) SUPPORTO ALLA CREAZIONE DELL’OSSERVATORIO COMUNALE (OTD FASE 1) 2) SUPPORTO ALLA MESSA IN RETE DEGLI INDICATORI TRA IL COMUNE E LA PIATTAFORMA REGIONALE (OTD FASE 2) 3) STUDIO DEL PROFILO DELLA DESTINAZIONE 4) COINVOLGIMENTO LOCALE IN PROGETTI FINANZIATI DALLA REGIONE, EUROPEI

9 Fasi per la costituzione di OTD: regione toscana 1 Fase: Attivazione del Partenariato 2 Fase: Attivazione del Panel di indirizzo 3 Fase: Stesura della Analisi Swot 4 Fase: Individuazione della struttura tecnica comunale responsabile dell’OTD 5 Fase: Attivazione del Panel Tecnico permanente 6 Fase: Definizione delle modalità di relazione tra OTD e Osservatorio Regionale del Turismo 7 Fase: Applicazione del Modello Indicatori 8 Fase: Messa in rete dell’OTD 9 Fase: Presentazione dei risultati della ricerca

10 1 Fase: Attivazione del Partenariato  Composizione del partenariato mediante sottoscrizione del protocollo di intesa con il Comune  presieduto dall’Assessore al Turismo del Comune o suo delegato;  approva la “Proposta di piano per uno sviluppo sostenibile della destinazione” presentata dal Panel di Indirizzo;  delibera a maggioranza dei voti dei presenti. COMPITiCOMPITi

11 2 Fase: Attivazione del Panel di indirizzo  Costituzione del Panel di Indirizzo (minimo 7 massimo 21 membri) in rappresentanza dei soggetti aderenti al partenariato COMPITiCOMPITi  presieduto di diritto dal Sindaco o Assessore al Turismo  fornisce un contributo alla stesura della analisi SWOT della destinazione;  seleziona un set di indicatori di sostenibilità e competitività della destinazione;  presenta all’Assemblea la “Proposta di piano per uno sviluppo sostenibile e competitivo della destinazione”.  delibera a maggioranza dei voti dei presenti.

12 3 Fase: Stesura della Analisi Swot  L’università insieme al Panel di indirizzo elabora un documento di sintesi per descrivere i punti di forza, di debolezza, le minacce e le opportunità della destinazione L’offerta Le risorse a disposizione Quali sono i servizi/prodotti da migliorare Qual è la figura di turista prevalente Qual è il segmento turistico che la destinazione vuole intercettare Qual è l’identità della destinazione Quale immagine e quali servizi la destinazione vuole proporre La domanda Motivazioni del viaggio e attività svolte durante il soggiorno Giudizio sui servizi usufruiti Qual è la figura di turista prevalente Quali attività avrebbe desirato svolgere

13 4 Fase: Individuazione della struttura tecnica comunale responsabile dell’OTD  Regolamento OTD  Nomina del responsabile comunale OTD

14 5 Fase: Attivazione del Panel Tecnico  Il Panel Tecnico è composto da un minimo di 2 ad un massimo di 10 esperti delle tematiche connesse alla sostenibilità dello sviluppo turistico  È coordinato dal Dirigente del Servizio Promozione Turistica o suo delegato;  Fornisce assistenza tecnica all’Assemblea e al Panel di Indirizzo sulle tematiche della sostenibilità.  resta in carica 3 anni COMPITiCOMPITi

15 7 Fase: Applicazione del Modello Indicatori Profilo della destinazione: socio demografico, economico, ambientale e turisticoProfilo della destinazione: socio demografico, economico, ambientale e turistico Indicatori di competitività della destinazioneIndicatori di competitività della destinazione Indicatori di sostenibilità della destinazioneIndicatori di sostenibilità della destinazione

16 9 Fase: Presentazione dei risultati della ricerca Predisposizione di un piano d’intervento condiviso e partecipato per un turismo competitivo e sostenibilePredisposizione di un piano d’intervento condiviso e partecipato per un turismo competitivo e sostenibile

17 8 Fase: Messa in rete dell’OTD FASE OTD 2


Scaricare ppt "Osservatorio turistico di destinazione Prof. G.Liberatore – Dott.ssa F. Papini."

Presentazioni simili


Annunci Google