La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alessandro Lanza PhD, Executive Director Ravenna 02 | 12 | 02 Conferenza Economica della Provincia di Ravenna Limpresa e il soggetto pubblico per la pianificazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alessandro Lanza PhD, Executive Director Ravenna 02 | 12 | 02 Conferenza Economica della Provincia di Ravenna Limpresa e il soggetto pubblico per la pianificazione."— Transcript della presentazione:

1 Alessandro Lanza PhD, Executive Director Ravenna 02 | 12 | 02 Conferenza Economica della Provincia di Ravenna Limpresa e il soggetto pubblico per la pianificazione territoriale integrata

2 2 Indice Limpresa e il soggetto pubblico per la pianificazione territoriale integrata La pianificazione territoriale Il processo di pianificazione partecipato il coinvolgimento delle imprese La Pianificazione Territoriale Verso il Bilancio Territoriale Integrato Linee guida e benchmarking Identificazione degli indicatori di sostenibilità Il bilancio economico, sociale economico Conclusioni

3 3 La pianificazione territoriale Agenda 21, Rio de Janeiro 1992 Global Compact, UN 1999 Guidelines For Multinational Entreprise,OECD 2000 VI Piano di Azione Ambientale dellUE, 2001 Strategia d'azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia, CIPE 2002 Processi di Pianificazione Territoriale partecipati e condivisi

4 4 Il processo di pianificazione partecipato Fasi del processo di pianificazione: Principi e visione Analisi intersettoriale dei problemi locali Analisi dei punti di forza, di debolezza, delle opportunità Definizione obiettivi, programmi, strategie Stesura del piano Attuazione del piano Verifica del piano Condivisione del processo con: Attori Istituzionali (enti locali) Attori Sociali (Sindacati, Associazioni ambientaliste, etc.) Attori Culturali (Associazioni, Istituti di Ricerca, etc.) Attori Economici (Associazioni di industriali, singole imprese, etc.)

5 5 il coinvolgimento delle imprese Alcuni possibili vantaggi Valorizza progetti in ambito ambientale, economico e sociale già realizzati dalle imprese Fa conoscere le problematiche del mondo delle imprese ad un ampio numero di attori Fornisce alle imprese elementi di percezione sui bisogni e le richieste di altri attori Semplifica la raccolta di alcune informazioni utili per la pianificazione Aumenta il patrimonio di conoscenze a livello locale Favorisce la stesura di accordi volontari per il miglioramento continuo Contribuisce a mantenere e sviluppare il sistema di relazioni locale

6 6 La Pianificazione Territoriale Elementi da considerare Economici: Produzione, creazione di posti di lavoro, salari e benefici, livello di produttività,spese R&S, investimenti per la formazione, utili, tasse, remunerazione degli azionisti, etc. Ambientali: Uso risorse naturali e consumi energetici, rifiuti, scarichi ed emissioni, impatto ambientale, incidenti, spese e investimenti ambientali, multe e sanzioni, etc. Sociali: Diritti umani, condizioni di lavoro, salute e sicurezza dei lavoratori e dei contrattisti, politiche del personale, formazione e informazione, rapporti sindacali, consultazione degli stakeholders, etc. Temporali: Orientamenti strategici in unottica di lungo periodo Verso la Contabilità Territoriale Integrata

7 7 Verso il Bilancio Territoriale Integrato Mappatura degli stakeholders Analisi delle linee guida sullintegrazione degli aspetti economici,ambientali e sociali e benchmarking Coinvolgimento delle imprese, associazioni, enti locali, etc. Identificazione degli obiettivi del documento Identificazione degli indicatori sociali, ambientali ed economici adatti a descrivere la realtà Confronto e reperimento dati Rendicontazione degli aspetti economici, ambientali e sociali Bilancio Territoriale Integrato

8 8 Linee guida e benchmarking Confronto tra le più importanti linee guida esistenti (GRI, CSR Europe, WBCSD, INEM, Global Reporters) Benchmarking tra i Bilanci Ambientali degli enti locali Individuazione di indicatori sociali, ambientali ed economici per la valutazione territoriale integrata

9 9 Verso il Bilancio Territoriale Integrato Mappatura degli stakeholders Analisi delle linee guida sullintegrazione degli aspetti economici,ambientali e sociali e benchmarking Coinvolgimento delle imprese, associazioni, enti locali, etc. Identificazione degli obiettivi del documento Identificazione degli indicatori sociali, ambientali ed economici adatti a descrivere la realtà Confronto e reperimento dati Rendicontazione degli aspetti economici, ambientali e sociali Bilancio Territoriale Integrato

10 10 Identificazione degli indicatori Profitti Utile netto di esercizio Ricavi prima di interessi e tasse Margine operativo lordo Dividendi Quote sociali Investimenti Formazione risorse umane Ricerca e sviluppo Spese ed investimenti ambientali per tipologia e aspetto ambientale Salari e Benefits Spese totali per le retribuzioni Spese per eventuali benefits Indicatori di Performance Economica (esempi)

11 11 Identificazione degli indicatori Indicatori di Performance Sociale (esempi) Sviluppo della comunità : Donazioni Comunicazione – formazione alla comunità Partecipazione ad iniziative volontarie su aspetti sociali e ambientali Partecipazione ad associazioni Consultazione degli stakeholder Salute e Sicurezza : Numero di infortuni (inclusi i lavoratori non dipendenti). Gravità degli incidenti; Investimenti in salute e sicurezza. Luogo di lavoro N. occupati per livelli e per provenienza Livelli salariali degli occupati Livello di soddisfazione degli occupati Non discriminazione: % di donne ad alti livelli Investimenti per la formazione lavoratori Libertà di associazione: rapporti con i sindacati

12 12 Identificazione degli indicatori Indicatori di Performance Ambientale (esempi) Energia Uso totale di energia Iniziative di efficienza energetica Risorse rinnovabili Uso totale di combustibile Materie prime Utilizzo totale di materie prime Utilizzo di materie prime riciclate Utilizzo di sostanze e materiali pericolosi Acqua Utilizzo totale di acqua Fonti di provenienza dellacqua utilizzata Emissioni in atmosfera Emissioni di Gas Serra Emissioni in aria per tipologia Scarichi idrici Scarichi idrici per tipologia Destinazione degli scarichi idrici Qualità scarichi idrici Rifiuti Rifiuti totali: quantità, tipologia Quantità di rifiuti riutilizzati o riciclati Destinazione rifiuti Suolo e sottosuolo: Superficie di territorio occupata Qualità del suolo e sottosuolo Bio-diversità: Presenza di habitat protetti o ripristinati Sistema di Gestione ambientale: Certificazione ISO e/o EMAS Struttura Organizzativa HSE Audit ambientali Sanzioni Obiettivi di miglioramento ambientali Metodi di valutazione dei fornitori

13 13 Verso il Bilancio Territoriale Integrato Mappatura degli stakeholders Analisi delle linee guida sullintegrazione degli aspetti economici,ambientali e sociali e benchmarking Coinvolgimento delle imprese, associazioni, enti locali, etc. Identificazione degli obiettivi del documento Identificazione degli indicatori sociali, ambientali ed economici adatti a descrivere la realtà Confronto e reperimento dati Rendicontazione degli aspetti economici, ambientali e sociali Bilancio Territoriale Integrato

14 14 Il Bilancio economico, sociale e ambientale Aspetto Sociale Selezione di indicatori in base alle linee guida internazionali Investimenti e iniziative sociali Aspetto Ambientale Selezione di indicatori in base alle linee guida internazionali Utilizzo metodo NAMEA per il calcolo emissivo indotto Bilancio integrato Economico, sociale ed ambientale Aspetto Economico Selezione indicatori in base alle linee guida internazionali Utilizzo modello input- output per il calcolo del contributo economico diretto e indiretto delle imprese nel tessuto locale e nazionale Integrazione degli aspetti sociali, ambientali ed economici

15 15 Conclusioni Il dialogo tra il territorio e limpresa per contribuire alla contabilità e alla valutazione ambientale, sociale ed economica del territorio per la stesura di un piano di sviluppo locale condiviso


Scaricare ppt "Alessandro Lanza PhD, Executive Director Ravenna 02 | 12 | 02 Conferenza Economica della Provincia di Ravenna Limpresa e il soggetto pubblico per la pianificazione."

Presentazioni simili


Annunci Google