La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 16/02/10 Lo Sviluppo Sostenibile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 16/02/10 Lo Sviluppo Sostenibile."— Transcript della presentazione:

1 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 16/02/10 Lo Sviluppo Sostenibile

2 16/02/10 Economia classica e crescita economica Economia classica basata su due parametri: lavoro e capitale prodotto dalluomo Attività economica: processo di trasformazione di materiali ed energia Risultato processo: rifiuti scaricati nellambiente Modello crescita classica: produrre sempre di più a qualsiasi costo ambientale Risultato: maggiore crescita, maggiore quantità di rifiuti prodotti

3 16/02/10 Misura crescita economica: PIL (prodotto interno lordo) e PIL pro capite Limiti alla crescita economica: 1. Consumo di risorse limitate o esauribili o non rinnovabili (combustibili fossili e minerali) 2. Limitata capacità dei sistemi ambientali di ricevere rifiuti

4 16/02/10 La crisi del modello di crescita illimitata Il modello NON include i fattori ambientali tra gli elementi fondanti del processo di costruzione sociale ed economica dellevoluzione della società. Ha funzionato fino a quando: 1. Le società avevano strutture agricole o pre- industriali, con densità di popolazione e produzioni basse e diffuse. 2. La cultura prevalente, soprattutto nelle aree agricole, era di riutilizzo e riciclo delle risorse materiali. 3. I rifiuti erano recepiti e smaltiti naturalmente nellambiente ed esisteva un sostanziale equilibrio tra uomo, produzione, consumi e ambiente.

5 16/02/10 Nei tempi più recenti Crescita della popolazione Concentrazione in agglomerati urbani sempre più grandi Aumento della produzione industriale e consumi: continuo aumento nellutilizzo delle risorse naturali e della produzione di rifiuti, con conseguente rottura dellequilibrio iniziale e del ciclo che avveniva spontaneamente in natura.

6 16/02/10 Sviluppo Sostenibile Dalla fine degli anni 80, si è progressivamente sviluppato, a livello internazionale, un nuovo concetto di benessere, che è stato definito Sviluppo sostenibile. Lo Sviluppo sostenibile è un modello di sviluppo (development) che vuole salvaguardare le necessità di chi oggi vive sul pianeta Terra, senza mettere a rischio le necessità delle future generazioni. Da dove nasce il concetto? Dalla presa di coscienza che non è possibile separare sviluppo economico e sociale con lapproccio ambientale a tale sviluppo

7 16/02/10 Sviluppo Sostenibile Sviluppo che fa fronte alle necessità del presente, senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare le proprie esigenze. Uno sviluppo sostenibile e duraturo è possibile solo se lo sviluppo basato su mezzi di produzione e lavoro è contestuale a quello basato sul capitale ambiente

8 16/02/10 Nuovo concetto di economia ambientale leconomia ambientale è contestualmente basata, oltre che sui parametri classici, anche sul capitale naturale, ossia sullinsieme costituito dai sistemi naturali (mari, fiumi, laghi, foreste, flora, fauna, territorio), dai prodotti (agricoli, della pesca, della caccia, ecc.) e dal patrimonio artistico-culturale presente nel territorio.

9 16/02/10 Basi del concetto di sostenibilità Uguaglianza di diritti per le future generazioni Trasmissione di una natura intatta Cooperazione e giustizia internazionale

10 16/02/10 Uguaglianza di diritti per le future generazioni Afferma il diritto alle risorse della Terra per gli individui che vivranno in futuro. Principio della giustizia fra le generazioni: la teoria dello sviluppo sostenibile si basa sullassunto etico di dare uguali possibilità di vita alle generazioni future

11 16/02/10 Trasmissione di una natura intatta: gestione delle risorse 1. La velocità di prelievo delle risorse deve essere uguale alla capacità di rigenerazione. 2. La velocità di produzione dei rifiuti deve essere uguale alla capacità di assorbimento da parte degli ecosistemi nei quali i rifiuti vengono immessi. Se non si riesce ad ottenere capacità di rigenerazione delle risorse e capacità di assorbimento dei rifiuti prodotti dallattività umana cè consumo di risorse naturali e quindi non sostenibililtà.

12 16/02/10 Giustizia internazionale Non solo le generazioni future devono avere il diritto di godere di una natura intatta ma, allinterno di una stessa generazione, luguaglianza di possibilità a livello mondiale deve essere considerata un elemento costitutivo: ciascun individuo ha diritto aun ambiente intatto. La dimensione della giustizia internazionale pone quindi i fondamenti per un equilibrio tra i paesi sviluppati (il Nord del pianeta) e i paesi sottosviluppati o in via di sviluppo (il Sud)

13 16/02/10 Dimensioni della sostenibilità Sostenibilità economica, come capacità di generare reddito e lavoro per il sostentamento delle popolazioni. Sostenibilità sociale, come capacità di garantire condizioni di benessere umano (sicurezza, salute, istruzione) equamente distribuite (per classi e per genere). Sostenibilità ambientale, come capacità di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali. Sostenibilità istituzionale, come capacità di assicurare condizioni di stabilità, democrazia, partecipazione e giustizia.

14 16/02/10 Agenda 21 LAgenda 21 è un documento, sottoscritto da oltre 170 paesi di tutto il mondo durante la Conferenza mondiale su "Ambiente e Sviluppo sostenibile tenuta a Rio de Janeiro nel 1992, nel quale sono esplicitati intenti e obiettivi programmatici su ambiente, economia e società. Lobiettivo di questo documento è di creare un modello concreto di sviluppo che risponda alle necessità del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie esigenze.

15 16/02/10 Cosè Agenda 21? In particolare lAgenda 21 evidenzia il ruolo fondamentale delle Amministrazioni locali nella realizzazione di interventi e programmi per il raggiungimento di obiettivi di sviluppo sostenibile, permettendo di affrontare in modo specifico i problemi caratteristici di ciascuna realtà e consentendo la partecipazione attiva da parte delle parti sociali ed economiche presenti sul territorio.

16 16/02/10 Concetto chiave di Agenda 21 Il processo di Agenda 21 deve essere incentrato sulla partecipazione/coinvolgimento della popolazione e sulla sua sensibilizzazione alle tematiche della sostenibilità.

17 16/02/10 Indicatore di sviluppo sostenibile Impronta ecologica: quantità di territorio (ettari) ecologicamente produttivo (acquatico e/o terrestre) necessario per: fornire le risorse di energia e materia consumata assorbire gli scarti

18 16/02/10

19


Scaricare ppt "Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 16/02/10 Lo Sviluppo Sostenibile."

Presentazioni simili


Annunci Google