La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RILEVANZA AMBIENTALE E COMPETITIVA DELLO SCHEMA NELLAMBITO DELLA STRATEGIA EUROPEA PRODUZIONE E CONSUMO SOSTENIBILE Firenze - 12 giugno 2012 1 Riccardo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RILEVANZA AMBIENTALE E COMPETITIVA DELLO SCHEMA NELLAMBITO DELLA STRATEGIA EUROPEA PRODUZIONE E CONSUMO SOSTENIBILE Firenze - 12 giugno 2012 1 Riccardo."— Transcript della presentazione:

1 LA RILEVANZA AMBIENTALE E COMPETITIVA DELLO SCHEMA NELLAMBITO DELLA STRATEGIA EUROPEA PRODUZIONE E CONSUMO SOSTENIBILE Firenze - 12 giugno Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

2 Una domanda iniziale Quale è lobiettivo? costruire semplicemente un nuovo strumento di comunicazione di prodotto? o altro? È necessario, nellambito di una strategia nazionale su Produzione e consumo sostenibile, contribuire alla costruzione di una nuova politica ambientale e industriale 2 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

3 Qualche riflessione sulla situazione Il documento prodotto dal MATTM nel 2008Contributi per la costruzione di una strategia italiana per il consumo e la produzione sostenibili, si soffermava su luce ed ombre della situazione del sistema produttivo italiano e individuava nei distretti e nei sistemi produttivi locali una chiave di volta per una politica industriale sostenibile e competitiva. 3 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

4 Qualche riflessione sulla situazione; Luci ed ombre. Sono aumentati i contrasti: Dal 2010 al 2011, la quota di aziende che ha aumentato il fatturato e passata dal 34 al 40%, mentre quelle che lo hanno ridotto è passata dal 19 al 26% (le migliori +48, le peggiori -24%) Sembra che le prestazioni delle imprese distrettuali sia mediamente migliore delle altre- 4 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

5 Qualche riflessione sulla situazione: luci ed ombre Elementi positivi: Aumentano le innovazioni (di prodotto, di processo e soprattutto per il servizio al cliente) Si diffondono le innovazioni per lambiente Migliora lefficienza della rete di subfornitura siamo più attenti al mercato UE Elementi negativi Problemi di finanza Carenza professionalità Lavoro nero Insufficiente integrazione tra imprese e tra imprese, enti locali e strutture di ricerca. 5 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

6 Il pacchetto SCP La comunicazione sul piano dazione SCP e SIP (COM (2008) 397) La comunicazione sul GPP (COM (2008) 400) La proposta di estensione della direttiva Eup La proposta di nuovi regolamenti su EMAS ed ECOLABEL Nuove proposte in merito alletichettatura energetica dei prodotti e connessione con gli altri strumenti Entro al fine del 2012, la Commissione dovrebbe emanare, un aggiornamento della strategia SCP 6 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

7 La Strategia europea: Europa 2020: le iniziative faro L'Unione dell'innovazione Youth on the move Un'agenda europea del digitale Un'Europa efficiente sotto il profilo delle risorse Una politica industriale per l'era della globalizzazione Un'agenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro Piattaforma europea contro la povertà 7 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

8 La filosofia in sintesi Migliori prodotti Una produzione più pulita e intelligente Un consumo più intelligente ATTRAVERSO Un approccio basato sul prodotto e il suo ciclo di vita Il Rafforzamento degli strumenti di analisi e comunicazione esistenti Una impostazione orizzontale e coerente delle politiche ambientali 8 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

9 Il programma di lavoro della Direzione VA del MATTM Nel 2008 è stato prodotto il documento di analisi e proposte, Contributi per la costruzione di una strategia italiana per il consumo e la produzione sostenibili che conteneva molte indicazioni operative che sono state punto di riferimento della attività del Ministero dellambiente (progetto Pordenone, protocollo dintesa con COOP, ecc…) e di altri soggetti. Oggi è in corso il tentativo di riprendere quel lavoro e di proporre un più sintetico piano dazione nazionale 9 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

10 I punti cardine di un possibile Piano dazione su Produzione e Consumo Sostenibili Sviluppare azioni sui settori prioritari a maggior impatto ambientale e con maggior margine di miglioramento. In particolare agricoltura e edifici; 4 azioni cardine : rafforzamento delle attività sul GPP valorizzazione dei prodotti delle filiere produttive italiane potenziamento degli strumenti di valutazione e comunicazione delle prestazioni ambientali di prodotto (LCA, etichette ambientali, dichiarazioni ambientali, environmental footprint ) Lo sviluppo di progetti con la GDO 10 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

11 Limportanza del territorio Il territorio rappresenta le qualità, le potenzialità e il patrimonio di conoscenze ed esperienze. È sul territorio che può realizzarsi lazione sinergica tra istituzione ed imprese. Legare laspetto della governace territoriale, a quello dellinnovazione di prodotto Legare laspetto della governace territoriale a quello dellefficienza e delle buone pratiche (degli operatori, delle amministrazioni e dei turisti) È su questi aspetti che è partito e si è sviluppato il progetto del distretto del mobile di Pordenone 11 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

12 Alcuni possibili elementi di forza Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del Mare Il territorio come: luogo in cui si sono accumulati capacità, esperienze e saper fare possibilità di fare sistema, di fruttare le possibili sinergie tra industria, terziario, ricerca e pubblica amministrazione, possibilità di applicare a livello di sistema strumenti di analisi, valutazione e progettazione. elemento di garanzia e promozione della qualità (ambientale e sociale) del prodotto 12

13 Territorio e sostenibilità Essere consapevoli del significato ampio di sostenibilità (ambientale, sociale ed economica), anche in relazione alla possibilità di un politica industriale in grado di competere Limpostazione seguita in questo progetto vuole essere uno strumento di integrazione tra: progettualità delle imprese e progettualità delle istituzioni, che mira al contempo ad una maggiore sostenibilità generale e ad una maggiore coesione territoriale. 13 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare

14 Grazie per lattenzione Riccardo Rifici 14 Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare


Scaricare ppt "LA RILEVANZA AMBIENTALE E COMPETITIVA DELLO SCHEMA NELLAMBITO DELLA STRATEGIA EUROPEA PRODUZIONE E CONSUMO SOSTENIBILE Firenze - 12 giugno 2012 1 Riccardo."

Presentazioni simili


Annunci Google