La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 1 In questa lezione apprenderai: Quali sono i punti fondamentali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 1 In questa lezione apprenderai: Quali sono i punti fondamentali."— Transcript della presentazione:

1 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 1 In questa lezione apprenderai: Quali sono i punti fondamentali della normativa regionale in materia di Protezione Civile. Com’è organizzato il sistema di protezione civile regionale: gli enti coinvolti e il loro coordinamento da parte della Protezione Civile Regionale. Quali eventi calamitosi si sono verificati in Friuli nell’ultimo mezzo secolo e il ruolo in essi svolto dai volontari di PC In questa lezione apprenderai: Quali sono i punti fondamentali della normativa regionale in materia di Protezione Civile. Com’è organizzato il sistema di protezione civile regionale: gli enti coinvolti e il loro coordinamento da parte della Protezione Civile Regionale. Quali eventi calamitosi si sono verificati in Friuli nell’ultimo mezzo secolo e il ruolo in essi svolto dai volontari di PC La Protezione Civile in FVG Storia, normativa e organizzazione 1 La Protezione Civile in FVG

2 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 2 Nascita della Protezione Civile in FVG La Protezione Civile in Friuli Venezia Giulia è nata come reazione al terremoto del ‘76. Dieci anni dopo il terremoto, con la Legge regionale 64 del 1986, viene istituito il Sistema regionale di protezione civile. Novità introdotte dalla legge: Sono considerate attività di protezione civile anche la previsione e prevenzione delle emergenze. Creazione di una struttura permanente (l’attuale Protezione Civile della Regione) che si occupa di protezione civile in modo continuativo. 2 La Protezione Civile in FVG

3 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 3 La Legge Regionale 64/86 Definisce gli obiettivi fondamentali per una moderna ed efficiente organizzazione di protezione civile: la previsione e prevenzione dei rischi presenti nel territorio, la predisposizione dei piani d’emergenza in rapporto ai diversi rischi e, infine, la pianificazione della ricostruzione e ripristino del territorio Riconosce il volontariato come risorsa essenziale da tutelare (es.: garanzie assicurative) e da preparare ad operare nelle attività di protezione civile (es.: formazione e dotazione di mezzi e attrezzature). 3 La Protezione Civile in FVG

4 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 44 La Protezione Civile in FVG Legge 225: viene istituito il Servizio nazionale della protezione civile. Ne fanno parte una varietà di enti e strutture coordinati dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Legge Legge Friuli 1976 Campania /Basilicat a 1980 Campania /Basilicat a 1980 L. 225/92 Organizza ed integra le funzioni di enti e strutture servizio L. 225/92 Organizza ed integra le funzioni di enti e strutture servizio Il Servizio Nazionale di Protezione Civile

5 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 5 Il Sistema Regionale 5 La Protezione Civile in FVG

6 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 6 Di che cosa si occupa? Il Sistema Regionale di Protezione Civile è un Servizio che si occupa del coordinamento di tutte le misure organizzative e di tutte le azioni che hanno come obiettivo: garantire “l'incolumità delle persone e/o dei beni e dell’ambiente rispetto all’insorgere di qualsivoglia situazione od evento che comporti agli stessi grave danno o pericolo di grave danno e che per loro natura o estensione debbano essere fronteggiate con misure straordinarie nonché il tempestivo soccorso.” prevedere prevenire il verificarsi di tali eventi promuovere “l’educazione e la conoscenza da parte dei cittadini per la formazione di una nuova e moderna coscienza di protezione civile.” 6 La Protezione Civile in FVG

7 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 7 I tre livelli di azioni livello primario: azioni tendenti ad abbassare il rischio dell’insorgere delle situazioni od eventi calamitosi livello secondario: azioni da effettuare all'atto dell’insorgere dell’evento al fine di contenerne l’impatto e gli effetti; di livello terziario: azioni per predisporre il ripristino di situazioni di normalità. 7 La Protezione Civile in FVG

8 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 8 Com’è organizzato il Sistema Regionale? Presidente della Regione. In situazioni d’emergenza, il Presidente della Regione assume il coordinamento delle attività di protezione civile. Questa funzione può essere delegata all’Assessore competente in materia. il Presidente della Regione può avvalersi per lo svolgimento delle funzioni di Protezione Civile: un Comitato tecnico scientifico un Comitato regionale per le emergenze Gruppi di ricerca finalizzata 8 La Protezione Civile in FVG

9 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 9 La Protezione Civile della Regione È suddivisa in tre aree or- ganizzative: area affari generali e am- ministrativi; area tecnico-scientifica di previsione, allerta e coor- dinamento soccorsi; area prevenzione, con- trollo e pronto intervento. 9 La Protezione Civile in FVG Dipende dalla Presidenza della Regione.

10 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 10 La Protezione Civile della Regione Area tecnico–scientifica di previsione, allerta e coordinamento soccorsi Si occupa delle competenze specialistiche attinenti ai fondamentali momenti della previsione (gestione e controllo delle reti di monitoraggio) e dell’allerta, nonché del coordinamento dei soccorsi durante le emergenze. Di tale area fa parte la SALA OPERATIVA REGIONALE. (per i dettagli v.dispense) 10 La Protezione Civile in FVG

11 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 11 La Protezione Civile della Regione Area prevenzione, controllo e pronto intervento Si occupa della gestione delle funzioni di prevenzione, di controllo del territorio e di intervento nelle operazioni di emergenza, sia attraverso la componente essenziale del volontariato, che attraverso la componente dei tecnici della Protezione civile della Regione, che seguono, tra l’altro, la ricostruzione post emergenza e la messa in sicurezza del territorio regionale tramite la realizzazione di opere di pronto intervento. (per i dettagli v.dispense) 11 La Protezione Civile in FVG Di tale struttura fanno parte: Il Nulcleo operativo di pronto intervento, composto dai tecnici delle protezione civile che si occupano di prevenzione, del controllo del territorio, nonché della ricostruzione-riabilitazione in caso di eventi calamitosi; la Struttura per la gestione delle risorse umane e materiali ed al coordinamento del Volontariato di Protezione Civile, organizzato su base regionale, per operazioni di prevenzione, di controllo del territorio e di emergenza

12 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 12 La Protezione Civile della Regione Struttura per la gestione delle risorse umane e materiali e per il coordinamento del volontario di Protezione Civile È la struttura della Protezione Civile della Regione che costituisce il riferimento per il volontariato di protezione civile ed in generale si occupa di predisporre tutte le misure necessarie affinché il volontariato svolga attività di prevenzione sul territorio di competenza e sia soprattutto adeguatamente preparato ad intervenire in emergenza in modo efficace ed efficiente. In particolare tale struttura svolge le seguenti funzioni: Gestione delle risorse tecniche (Acquisizione di mezzi e attrezzature per il Sistema regionale di protezione civile, gestione logistica dei materiali (trasporti e gestione magazzino)) Gestione archivio risorse tecniche e risorse umane del volontariato Istruzione tecnica delle pratiche per i finanziamenti ai Comuni e alle Associazioni, relativamente alle acquisizioni e alle attività relative al funzionamento del Gruppo comunale o dell’Associazione 12 La Protezione Civile in FVG

13 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 13 La Protezione Civile della Regione Consulenza per l’organizzazione di attività di prevenzione sul territorio locale Gestione delle risorse umane (gestione delle relazioni con il mondo del volontariato, formazione e addestramento, organizzazione di incontri organizzativi e di coordinamento) Predisposizione delle tutele per i volontari (assicurazione, monitoraggio sanitario, definizione dei D.P.I.) Convenzioni con le Organizzazioni di volontariato (predisposizione contenuti tecnici delle Convenzioni) Gestione rapporti con il Dipartimento della protezione civile per le questioni relative l’organizzazione del volontariato Sviluppo, gestione e coordinamento delle attività formative destinate alla popolazione, in particolar modo scolastica Gestione del volontariato in emergenza in stretto contatto con la SOR Gestione del volontariato nell’immediato post emergenza 13 La Protezione Civile in FVG

14 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 14 La Protezione Civile della Regione Area affari generali e amministrativi Si occupa della trattazione degli affari amministrativi, contabili e generali conseguenti allo svolgimento delle attività di protezione civile svolte dalle altre aree. Tra le attività seguite da tale area e di particolare interesse per il mondo del volontariato: l’erogazione dei finanziamenti concessi, il rimborso ai datori di lavoro. 14 La Protezione Civile in FVG

15 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 15 Il Sistema Regionale di PC Chi ne fa parte? 1. La Protezione Civile della Regione coordina il Sistema Regionale della protezione civile. 15 La Protezione Civile in FVG

16 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 16 Il Sistema Regionale di PC Chi ne fa parte? 2. Il Comune è l’ente di base di protezione civile per quanto riguarda il territorio di propria competenza ed è responsabile del primo intervento in caso di eventi che possono essere fronteggiati con misure ordinarie. Anche in forma associata (es: distretti) deve assicurare: la rilevazione, la raccolta e la trasmissione dei dati interessanti la protezione civile; la disponibilità di una carta a grande scala del proprio territorio con l’indicazione delle aree esposte a rischi potenziali e di quelle utilizzabili a scopo di riparo e protezione; la predisposizione di piani e programmi d’intervento e di soccorso l' organizzazione e la gestione di servizi di pronto intervento coordinamento degli apporti di volontariato l' organizzazione e la gestione di attività per formare e informare la popolazione sulla protezione civile 16 La Protezione Civile in FVG

17 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 17 Il Sistema Regionale di PC Chi ne fa parte? 3. La Protezione Civile della Regione si avvale di tutti i Corpi organizzati dello Stato e in primo luogo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Intervengono inoltre le Forze dell'ordine, le Forze Armate, il Corpo forestale dello Stato, la Guardia di Finanza la Croce Rossa Italiana 17 La Protezione Civile in FVG

18 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 18 Il Sistema Regionale di PC I volontari Poiché l’ente base del sistema regionale di protezione civile è il Comune la base su cui si fonda il volontariato di protezione civile della Regione è costituita dai Gruppi comunali. Le associazioni di volontariato sono fondamentali per le competenze specialistiche che mettono a disposizione del Sistema. 18 La Protezione Civile in FVG

19 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 19 Il Sistema Regionale di PC Come opera? Ma la prontezza e l’efficacia della risposta del Sistema deve essere preparata. E’ necessario studiare accuratamente gli scenari di rischio e approntare strategie e risorse per affrontarli. Premessa. Il momento centrale e più eclatante di ogni attività di protezione civile è sempre la gestione dell’emergenza. È in quel momento che emergono lacune o inefficienze e il Sistema di protezione civile è “sotto i riflettori”. 19 La Protezione Civile in FVG

20 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 20 Attività di previsione Il primo passo è la conoscenza del rischio che incombe sul proprio territorio. In questo campo è di fondamentale importanza la componente scientifica della protezione civile che consente di prefigurare i possibili scenari di rischio, la probabilità del loro accadimento, i tempi di ritorno, i danni attesi. Attività di previsione sono ad esempio: L’acquisizione dei dati per conoscere i rischi sul territorio L’utilizzo di sistemi all’avanguardia nel monitoraggio La realizzazione di mappe di rischio sismico ed idrogeologico 20 La Protezione Civile in FVG

21 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 21 Attività di prevenzione La legge regionale colloca queste attività a livello primario La prevenzione deve essere una attività rientrante nella normale gestione del territorio. Sono attività di prevenzione la ricognizione e le attività di manutenzione. Prevenzione è qualunque azione volta a mitigare il rischio. Sono quindi azioni di prevenzione anche la formazione, la pianificazione, le esercitazioni e l'informazione. 21 La Protezione Civile in FVG

22 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 22 Attività di prevenzione La formazione: corsi di formazione ed aggiornamento per i Sindaci, gli amministratori degli Enti locali e per i funzionari comunali; corsi per i responsabili di organizzazioni di volontariato di protezione civile; corsi specialistici per i volontari di protezione civile; corsi specialistici per i tecnici redattori dei Piani di emergenza; formazione a distanza per tutti i volontari Incontri informativi. 22 La Protezione Civile in FVG

23 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 23 Attività di prevenzione La pianificazione degli scenari d’emergenza viene delineata nel "Piano di emergenza" comunale. La Regione mette a disposizione delle mappe di rischio sismico ed idrogeologico. Le esercitazioni permettono di verificare la capacità di risposta da parte di tutte le strutture interessate. L’informazione e lacomunicazione, non solo con gli operatori ma anche con tutti i cittadini per diffondere la cultura di protezione civile 23 La Protezione Civile in FVG

24 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 24 Attività in emergenza La Sala Operativa Regionale (SOR) è il luogo tecnico di comando, comunicazioni e controllo del servizio regionale di protezione civile. È un presidio permanente, attivo 24 ore su 24 ed assicura la connessione con l'intera rete di comunicazione delle strutture sovra e subregionali di protezione civile e con il sistema informativo regionale. 24 La Protezione Civile in FVG In caso di emergenza il Sindaco provvede ad organizzare gli interventi necessari e a darne immediata comunicazione alla SOR che lo supporta nella gestione dell'emergenza.

25 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 25 Attività in emergenza Come agisce la SOR a seconda dei livelli d’intervento: a)evento fronteggiabile in sede locale b)evento che coinvolge più Amministrazioni c)evento straordinario, per il quale è dichiarato lo stato d’emergenza da parte del Governo d)evento al di fuori del territorio regionale, nel quale l’organizzazione regionale è chiamata ad intervenire, nell’ambito di un’azione di solidarietà nazionale o internazionale. 25 La Protezione Civile in FVG

26 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 26 Attività nel post-emergenza L'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere contributi a favore di privati e imprese i cui beni immobili, mobili e mobili registrati siano distrutti o danneggiati. Poiché spesso ci si trova con un grande divario tra risorse disponibili e fabbisogno, è necessario selezionare gli interventi da realizzare con priorità maggiore entro i limiti dei finanziamenti disponibili (regionali e statali). 26 La Protezione Civile in FVG

27 La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 27 Un po’ di storia … Nota per il docente: si tragga spunto dagli eventi ed interventi riassunti nel sito della Protezione Civile Regionale (Home/Volontariato/Attività/Emergenza e missioni) per raccontare ai nuovi volontari la storia e le esperienze del proprio gruppo comunale.http://www.protezionecivile.fvg.it/ Se siete in grado di farlo potete, completare autonomamente questa presentazione aggiungendo nuove diapositive che riguardano il vostro gruppo comunale. 27 La Protezione Civile in FVG


Scaricare ppt "La Protezione Civile in FVG a cura di D. Bellè Laboratorio e-Learning (LabeL) Università di Udine 1 In questa lezione apprenderai: Quali sono i punti fondamentali."

Presentazioni simili


Annunci Google