La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL SISTEMA DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGIONALE Agenzia Regionale di Protezione Civile Settore Volontariato –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL SISTEMA DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGIONALE Agenzia Regionale di Protezione Civile Settore Volontariato –"— Transcript della presentazione:

1 1 IL SISTEMA DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGIONALE Agenzia Regionale di Protezione Civile Settore Volontariato –

2 2 Legge n. 225 del 24 febbraio 1992 ha istituito il Servizio Nazionale della Protezione Civile; alle Associazioni di Volontariato è stato riconosciuto il ruolo di Struttura Operativa Nazionale insieme ad una serie di altri soggetti, quali il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, le Forze Armate, le Forze di Polizia, il Corpo Forestale dello Stato, in unottica di Volontariato organizzato. A seguito delle riforme sul decentramento amministrativo, il Decreto Legislativo n. 112 del 31 marzo 1998: ha attribuito alle Regioni le funzioni relative agli interventi per lorganizzazione e lutilizzo del Volontariato con lobiettivo di creare in ciascun territorio un servizio di pronta risposta alle esigenze della Protezione Civile, in grado di operare integrandosi con gli altri livelli di intervento previsti nellorganizzazione del Sistema nazionale di Protezione Civile e lutilizzo del volontariato di Protezione Civile a livello Comunale e/o Intercomunale, sulla base degli indirizzi nazionali e regionali; Con Delibera della Giunta Regionale n del 10/12/1998 La Regione Emilia-Romagna ha elaborato le linee guida per la costituzione della Colonna Mobile Regionale del Volontariato di Protezione Civile L.R. n° 12 del 21 febbraio 2005 "Norme per la valorizzazione delle organizzazioni di volontariato. Abrogazione della L.R. 2 settembre 1996, n. 37 (nuove norme regionali di attuazione della Legge 11 agosto 1991, n legge quadro sul volontariato. Abrogazione della LR 31 maggio 1993, n. 26)" Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 253 del 16 Novembre 2007Recepimento del progetto colonna mobile nazionale di protezione civile delle Regioni QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

3 3 ART. 17 La Regione : PROVVEDE, AVVALENDOSI DELLAGENZIA REGIONALE, AL COORDINAMENTO E ALLIMPIEGO DEL VOLONTARIATO REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE, FAVORENDONE, ANCHE IN CONCORSO CON LAMMINISTRAZIONE STATALE E CON GLI ENTI LOCALI, LA PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE PROMUOVE LA COSTITUZIONE DELLA COLONNA MOBILE REGIONAE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ARTICOLATA IN COLONNE MOBILI PROVINCIALI ADOTTA UN REGOLAMENTO RECANTE IN PARTICOLARE DISPOSIZIONI RELATIVE: MODALITA DI ISCRIZIONE ALLELENCO DELLE ORGANIZZAZIONI MODALITA DI IMPIEGO E INTERVENTO DEL VOLONTARIATO NELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE CRITERI E ALLE MODALITA DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI E DI RIMBORSO DELLE SPESE AI COMPITI, ALLA COMPOSIZIONE E ALLE MODALITA DI DESIGNAZIONE E NOMINA DEGLI ORGANI DEL COMITATO REGIONALE DI COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E DEGLI ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE N. 1 DEL 7 FEBBRAIO 2005 NORME IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E VOLONTARIATO. ISTITUZIONE DELLAGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE

4 4 IMPIEGO DEL VOLONTARIATO DPR 194/01 REGOLAMENTO RECANTE NUOVA DISCIPLINA DELLA PARTECIPAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SVOLGONO O PROMUOVONO ATTIVITA DI PREVISIONE, PREVENZIONE E SOCCORSO IN VISTA O OCCASIONE DI EVENTI CALAMITOSI, NONCHE ATTIVITA DI FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO NELLA STESSA MATERIA FORNISCONO, CIASCUNA NEL PROPRIO AMBITO TERRITORIALE DI OPERATIVITA, ALLAUTORITA COMPETENTE OGNI POSSIBILE E FATTIVA COLLABORAZIONE. I COMPITI DELLE ORGANIZZAZIONI IN EMERGENZA, VENGONO INDIVIDUATI NEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE PER I CASI DI EVENTI CALAMITOSI IN RELAZIONE ALLA TIPOLOGIA DEL RISCHIO DA AFFRONTARE, ALLA NATURA ED ALLA TIPOLOGIA DELLE ATTIVITA ESPLICATE DALLORGANIZZAZIONE

5 5 BENEFICI NORMATIVI RELATIVI ALLIMPIEGO DEI VOLONTARI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO NELLAMBITO DELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE AI VOLONTARI ADERENTI ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO, RELATIVAMENTE AI PERIODI DI IMPIEGO, VENGONO GARANTITI: IL MANTENIMENTO DEL POSTO DI LAVORO IL MANTENIMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO E PREVIDENZIALE DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO AI DATORI DI LAVORO VENGONO GARANTITI I RIMBORSI RELATIVAMENTE LE GIORNATE LAVORATIVE DEI PROPRI DIPENDENTI IMPIEGATI IN ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE SU PRESENTAZIONE DI APPOSITA DOCUMENTAZIONE ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO VENGONO GARANTITI I RIMBORSI DELLE SPESE ANTICIPATE A FRONTE DELLE ATTIVITA PRESTATE IN OCCASIONE DI EMERGENZE DI PROTEZIONE CIVILE SU PRESENTAZIONE DI APPOSITA DOCUMENTAZIONE E I RIMBORSI SPESE PER MEZZI PERDUTI O DANNEGGIATI SU PRESENTAZIONE DI CERTIFICAZIONE GIUSTIFICATIVA (FATTURE, DENUNCE ALLE AUTORITA DI PUBBLICA ASSISTENZA) IMPIEGO DEL VOLONTARIATO DPR 194/01

6 6 N. ISCRITTI ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA CIRCA DI CUI OPERATIVI IL VOLONTARIATO NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA N. ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE 200

7 7 STRUTTURA DEL VOLONTARIATO ATTRAVERSO UN SISTEMA DI CONVENZIONI ANA ANPAs AGESCI FEDERGEV Centro Servizi Regionale del Volontariato Azione Solidale 9 COORDINAMENTI PROVINCIALI DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ARI GEO- PROCIV PRO ING FEDERVAB GEOMETRI PER DISCIPLINARE E GARANTIRE UN UTILIZZO COORDINATO E CORRETTO DELLE RISORSE UMANE E MATERIALI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE

8 8 ORGANI DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE COMITATO REGIONALE DI COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO REGIONALI E DEGLI ENTI LOCALI CENTRO SERVIZI REGIONALE VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ORGANO POLITICO RAPPRESENTATIVO ORGANO OPERATIVO Composizione : Composizione : Coordinamenti Provinciali ed Associazioni Regionali Obiettivo: Obiettivo: Struttura operativa di supporto alle Organizzazioni di Volontariato nella organizzazione delle attività di protezione civile e di interfaccia con lAgenzia regionale di Protezione Civile Composizione : Composizione : Coordinamenti Provinciali ed Associazioni Regionali, Enti Locali ed Agenzia Regionale di Protezione Civile Obiettivo: Obiettivo: struttura consultiva in merito agli indirizzi ed alle attività del Volontariato regionale di Protezione Civile

9 9 AMBITI DI INTERVENTO EVENTO AD ESTENSIONE LIMITATA CON COORDINAMENTO LOCALE EVENTO AD ESTENSIONE AMPIA CON COORDINAMENTO REGIONALE EVENTO DI ESTENSIONE E GRAVITA TALI DA COMPORTARE UN COORDINAMENTO DELLE STRUTTURE NAZIONALI e/o INTERNAZIONALI

10 10 GRUPPI COMUNALI SEZIONI PROVINCIALI DI ORGANIZZAZIONI REGIONALI STRUTTURA ORGANIZZATIVADEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE - Eventi locali - COORDINAMENTI PROVINCIALI ORGANIZZAZIONI VOLONTARIATO ASSOCIAZIONI LOCALI COLONNE MOBILI PROVINCIALI (mezzi e attrezzature)

11 11 A) MODULI DI SOCCORSO E INTERVENTO STRUTTURA ORGANIZZATIVA VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE B) MODULI DI ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE Medi e Grandi Eventi COLONNA MOBILE REGIONALE COLONNA MOBILE INTEGRATA V.V.F COLONNA MOBILE REGIONALE COLONNA MOBILE REGIONALE VIGILI DEL FUOCO

12 12 TASK FORCE REGIONALE SOCCORRITORI PRONTA PARTENZA UNITA VALUTATORI COMPOSIZIONE SQUADRE SPECIALISTICHE RISCHIO IDRAULICO ANTI INCENDIO BOSCHIVO CINOFILI SUB SQUADRE PROFESSIONALI VALUTAZIONE AGIBIILTA DANNO EDIFICI E STRUTTURE RIPRISTINO INFRASTRUTTURE ESSENZIALI VETERINARIA SUPPORTO PSICOLOGICO MODULI FUNZIONALI STANDARD LOGISTICA PER GLI ADDETTI E I SOCCORRITORI SEGRETERIA SALA COMANDO TELECOMUNICAZIONI DI EMERGENZA P.M.A di Primo livello TENDE PER SOCCORRITORI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE PASTI BAGNI – DOCCE A) MODULI REGIONALI DI SOCCORSO E INTERVENTO

13 13 STRUTTURA INTEGRATA PER GARANTIRE SOSTEGNO ALLA POPOLAZIONE COLPITA DA CALAMITA COMPOSIZIONE MODULO LOGISTICOMODULO ANIMAZIONEMODULO SANITARIO ATTREZZATURE LOGISTICHE PER LACCOGLIENZA E LA GESTIONE DEL CAMPO (TENDE, SEGRETERIA, OFFICINA, TELECOMUNICAZIONI, BAGNI - DOCCE, MENSA,CUCINA) STRUTTURA COMPLETA PER LINTRATTENIMENTO E LANIMAZIONE STRUTTURA PROTETTA (per accogliere persone disabili e non autosufficienti) PUNTI MEDICI AVANZATI FIELD HOSPITAL STRUTTURA LOGISTICA B) MODULI REGIONALI PER L ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE

14 14 SISTEMA INTEGRATO DELLE STRUTTURE OPERATIVE DI DUE COMPONENTI : Al fine di garantire : UN CONCORSO OPERATIVO RECIPROCA COLLABORAZIONE NELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE REALIZZARE UN CAMPO LOGISTICO COMUNE PER OTTIMIZZARE LIMPIEGO DELLE RISORSE UMANE E MATERIALI DISPONIBILI COLONNA MOBILE INTEGRATA V.V.F. COLONNA MOBILE REGIONALE DEL VOLONTARIATO COLONNA MOBILE REGIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

15 15 9 COORDINAMENTI PROVINCIALI N. 9 R.A.M. PROVINCIALI: N. 7 CELLULARI PER RAM N. 300 NUMERI DISP. PER RAM ORGANIZZAZIONI CONVENZIONATE RAM - RETE AZIENDALE MOBILE DI ALLERTAMENTO CONTROLLO E GESTIONE UNIFICATA C.O.R. R.A.M. REGIONALE

16 16 RETE INFORMATICA DEL VOLONTARIATO COORDINAMENTI PROVINCIALI ORGANIZZAZIONI REGIONALI DI VOLONTARIATO ASSOCIAZIONI LOCALI GRUPPI COMUNALI SEZIONI PROVINCIALI ORGANIZZAZIONI REGIONALI AGENZIA REGIONALE PROTEZIONE CIVILE C/O CENTRO OPERATIVO REGIONALE SETTORE VOLONTARIATO DATI -COMUNICAZIONI


Scaricare ppt "1 IL SISTEMA DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGIONALE Agenzia Regionale di Protezione Civile Settore Volontariato –"

Presentazioni simili


Annunci Google