La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNICREDIT GROUP Strumenti finanziari a supporto delle imprese italiane operanti nel mercato indiano Milano, 18 Ottobre 2007 Massimo Bronzoni Specialista.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNICREDIT GROUP Strumenti finanziari a supporto delle imprese italiane operanti nel mercato indiano Milano, 18 Ottobre 2007 Massimo Bronzoni Specialista."— Transcript della presentazione:

1 UNICREDIT GROUP Strumenti finanziari a supporto delle imprese italiane operanti nel mercato indiano Milano, 18 Ottobre 2007 Massimo Bronzoni Specialista Estero Direzione Regionale Lombardia

2 2 Quali sono le principali questioni finanziarie da considerare? forte sistema bancario tutte le normali facilitazioni bancarie sono disponibili internet banking disponibile sono possibili veloci trasferimenti monetari domestici (RTGS) la lingua commerciale comunemente usata in banca è l’inglese

3 Direzione Regionale Lombardia 3 Struttura del sistema bancario

4 Direzione Regionale Lombardia 4 Banche operanti in India 6 Banche specialistiche in mano dello Stato 27 “Public Sector Banks” 30 Banche private 40 Banche estere 68 Banche cooperative locali e governative 196 Banche regionali rurali

5 Direzione Regionale Lombardia 5 Banche operanti in India Fonte: RBI, 2006

6 Direzione Regionale Lombardia 6 Prime 10 banche in India per Assets

7 Direzione Regionale Lombardia 7 Distribuzione sul territorio 10 banche coprono tutto il territorio nazionale 6 banche dispongono di oltre sportelli ognuna ca. il numero totale degli sportelli, numerosissimi nelle aree rurali 970 ca. gli sportelli con attività estera

8 Direzione Regionale Lombardia 8 Trasformazioni nell’industria bancaria Progressivo ritiro dello Stato Miglioramento del profilo finanziario (riduzione delle sofferenze) Ampia liquidità Rapida informatizzazione e maggiore trasparenza Ricerca di efficienza, profittabilità e qualità dei servizi Sviluppo delle banche private Competitività in forte aumento

9 Direzione Regionale Lombardia 9 Le banche estere 40 Banche con propria rete di filiali (Standard Chartered Bank, ABN Amro, Citibank, HSBC, BNP, Calyon, Bank of America,Deutsche Bank e altre) 29 Uffici di Rappresentanza

10 Direzione Regionale Lombardia 10 Banche Italiane presenti in India Banca Intesa - San Paolo BNL Banca Popolare di Verona e Novara Capitalia (ora UniCredit) MPS BPU Banca B.Pop. VI

11 Direzione Regionale Lombardia 11 Banche Indiane presenti in Italia State Bank of India (Milano) Export–Import Bank of India (Milano)

12 Direzione Regionale Lombardia 12 Servizi offerti dalle banche indiane

13 Direzione Regionale Lombardia 13 Servizi offerti relativi all’interscambio Sistemi di regolamento usuali: 1.Lettere di credito 2.Documentate/Dopo incasso

14 Direzione Regionale Lombardia 14 Lettere di credito a vista e differite normalmente entro i 6 mesi (in caso di macchinari o impianti il differimento può essere maggiore) RBI ha disposto che le importazioni in India devono essere pagate nei 6 mesi. Tuttavia se l’import è finanziato dall’estero le L/C fino a US$ 20 milioni possono essere entro i 12 mesi (3 anni per i beni capitali). Negli altri casi è richiesta l’autorizzazione di RBI frequente il mandato alla conferma rara la richiesta di anticipo, quasi sempre con spese a carico della banca indiana prevalentemente in US$, ma € è sempre più usato

15 Direzione Regionale Lombardia 15 Servizi offerti a società operanti in loco (1) Consigliabile aprire rapporto con una delle 4 grandi banche (State Bank of India, ICICI Bank, Bank of India, IDBI) Tutti i servizi usuali:  rapporto di conto (incassi e pagamenti)  attività estera  trade finance  project finance  working capital loans  medium term loans (5 – 7 anni)  export finance facilities  cash management  finanziamenti in divisa  leasing  Factoring e altro

16 Direzione Regionale Lombardia 16 Servizi offerti a società operanti in loco (2) Tempo necessario per finalizzare un rapporto bancario: 2 mesi ca. Tassi di interesse sulla rupia oscillano tra 8,50% e 11,75% Nessun interesse pagato sui saldi attivi dei conti Interessi sui depositi (dai 7 gg. a 10 anni) tra 3,75% e 8,5% Possibili finanziamenti in divisa o, a certe condizioni, finanziarsi fuori dell’India. In quest’ultimo caso i fondi possono essere mantenuti all’estero in divisa fino all’utilizzazione € 1 = (INR 57,79)

17 Direzione Regionale Lombardia 17 Apertura del mercato bancario Piano della Reserve Bank of India per crescita della presenza di banche estere tramite:  Affiliate interamente controllate (WOS)  Conversione in WOS delle filiali esistenti  Acquisizioni

18 Direzione Regionale Lombardia 18 Servizi offerti da UniCredit

19 Direzione Regionale Lombardia 19 Ufficio di Rappresentanza - MUMBAI Representative: Mr. V. Srinivasan UniCredit Group 103, Marker Chambers VI Nariman Point Mumbai – Tel Fax

20 Direzione Regionale Lombardia 20 Attività svolta U.R. Informazioni sull’economia dell’India Dettagliate informazioni circa le modalità per avviare una attività in India Identificazione di potenziali partner per joint- venture in India Informazioni su controparti indiane Organizzazione di incontri e supporto logistico in India Presentazione di Studi Legali e Consulenti Presentazione a Banche locali per necessità in loco

21 Direzione Regionale Lombardia 21 UniCredit – Altri servizi Ampie linee di credito per operazioni commerciali, anche attraverso la filiale di Hong Kong Polizze Assicurative Estere (All. 2) Banca agente in Italia per un Credito d’Aiuto di € 5,16 milioni (per ora sospeso) Plafond per l’internazionalizzazione con Garanzia SACE Vasta rete di banche corrispondenti Accordo “Mid Corporate Agreement” con ICICI Bank

22 Direzione Regionale Lombardia 22 Credito d’Aiuto (per ora sospeso) Linea di credito di € 5,16 milioni Per il finanziamento di import dall’Italia di PMI indiane Importo minimo per operazione: € ,00 Agente in India: National Small Industries Corporation N.S.I.C. – New Delhi

23 Direzione Regionale Lombardia 23 Accordo UBI e SACE: finanziamento per l’internazionalizzazione Accordo sottoscritto fra UBI e SACE per la costituzione un plafond di Euro 500 milioni con garanzia SACE per l’80% con scadenza 31 dicembre 2007 a disposizione delle PMI per progetti di internazionalizzazione Il finanziamento SACE per l’internazionalizzazione è un mutuo chirografario a tasso variabile a medio - lungo termine assistito dalla parziale garanzia di SACE stessa. Il prodotto è riservato esclusivamente per finanziamenti volti a sostenere costi ed investimenti destinati allo sviluppo di attività connesse, propedeutiche o strumentali al processo di internazionalizzazione dell’Impresa, e quindi finanziamenti a supporto di progetti di internazionalizzazione realizzati sia in Italia che all’estero (ad esempio acquisizioni di partecipazioni; acquisto di impianti; macchinari; licenze; spese promozioni, commerciali e di distribuzione etc). E’ destinato a PMI con fatturato NON superiore a EURO 250 milioni e l’importo minimo di accesso è EURO Questo finanziamento per l’internazionalizzazione permette alle PMI un più semplice ed agevole accesso al credito alle migliori condizioni di mercato.

24 Direzione Regionale Lombardia 24 LE DOMANDE E RISPOSTE PIU’ FREQUENTI  Sono finanziabili spese già sostenute? Si, è ammessa la retroattività delle spese ammissibili fino a 6 mesi per progetti in corso di realizzazione.  E’ possibile il cumulo con eventuali agevolazioni pubbliche ai programmi? Si, ma saranno da valutarsi caso per caso.  E’ finanziabile l'impresa esportatrice, con sede in Italia, controllata in tutto o in parte da impresa estera? Si, purchè abbia sede ed attività produttiva in Italia.  C’è un "margine di manovra" sul requisito del 10% del fatturato all'esportazione? E’ derogabile per progetti chiaramente collegati all’internazionalizzazione, es. investimenti all’estero.  Sono finanziabili le spese per il personale? No, non ammissibili se non per consulenze specifiche o per R&S (purché siano capitalizzate in bilancio).  Sono finanziabili investimenti effettuati da controllata estera? Si, sono ammissibili purché si evidenzi il collegamento tra i fondi ottenuti all’impresa finanziata italiana e l’investimento della controllata estera.  Sono finanziabili le partecipazioni non finanziarie in imprese estere? Si, purché siano collegati al core business dell’azienda finanziata.  E’ finanziabile la partecipazione ad una o più fiere in Italia? Si, ed è finanziabile anche se la partecipazione alle stesse è avvenuta nei sei mesi precedenti alla richiesta. Accordo UBI e SACE: finanziamento per l’internazionalizzazione

25 Direzione Regionale Lombardia 25 “Mid-Corporate Agreement” con ICICI Bank ICICI Bank è la 2ª banca commerciale dell’India Accordo per il supporto alle aziende, che vogliano investire o penetrare in qualche modo il mercato indiano, mediante:  Informazione e consulenza  Accensione di conto  Sostegno finanziario  Internet banking ecc.

26 Direzione Regionale Lombardia 26 ICICI Bank network ICICI Bank branches: 514

27 Direzione Regionale Lombardia 27 PROSPETTIVE

28 Direzione Regionale Lombardia 28 Prospettive Il mercato indiano si va aprendo sempre più Il sistema bancario è in rapida trasformazione e modernizzazione La crescita presenta opportunità nuove alle aziende estere Le aziende italiane possono trovare sinergie ed opportunità UniCredit è pronto ad accompagnare le aziende italiane nella loro “avventura indiana”

29 Direzione Regionale Lombardia 29 CONTATTATTECI IN ASIA Per ulteriori informazioni contattare UniCredit S.p.A. Ufficio di Rappresentanza a Mumbai: o Filiale di Hong Kong:

30 Direzione Regionale Lombardia 30 CONTATTATECI IN ITALIA Per ulteriori informazioni contattare UniCredit Banca d’Impresa S.p.A. Sig. Massimo Bronzoni Specialista Estero

31 Direzione Regionale Lombardia 31 INTERVENTI SIMEST Allegato 1

32 Direzione Regionale Lombardia 32 Finanza agevolata Per rafforzare l’azione propulsiva nell’ambito dei processi di internazionalizzazione, Unicredit Banca d’Impresa ha stipulato con SIMEST SpA un accordo di collaborazione per l'impostazione di iniziative e attività sul piano della formazione, informazione ed assistenza tecnica dei servizi offerti alle imprese italiane a fronte dei loro programmi di internazionalizzazione. Missione di SIMEST: promuovere l’internazionalizzazione delle imprese italiane SIMEST SpA - Società italiana per le Imprese all‘Estero - è stata incaricata dal Governo italiano di sviluppare un programma di attività per la promozione e la facilitazione dell'accesso delle imprese, con particolare attenzione alle PMI, ai nuovi strumenti agevolativi e di sostegno per le attività con l’estero. Tale programma è sostenuto in particolare dai seguenti strumenti operativi: Agevolazioni all’export (D.Lgs 143/98) Partecipazione al capitale e investimenti in società estere (L. 100/90) Finanziamento di programmi di penetrazione commerciale (L. 394/81) Partecipazione a gare internazionali (L. 304/90) Studi di fattibilità e assistenza tecnica (D.Lgs 143/98)

33 Direzione Regionale Lombardia 33 Finanza Agevolata Analisi mercati esteri Penetrazione commerciale Extra UE Partecipazione Gare internazionali Esportazione beni strumentali Investimenti in aziende Extra UE Finanziamento Studi di fattibilità e assistenza tecnica (Agevolazioni/D. 143/98) Finanziamento programmi di penetrazione commerciale (Agevolazioni/L.394/81) Finanziamento costi partecipazione alla gara (Agevolazioni L. 304/90) Stabilizzazione tassi su finanziamenti per export di beni d’investimento (Agevolazioni Ex Legge 227/77 Ossola) Partecipazione Simest al capitale sociale società estere Riduzione interessi su finanziamento quota della azienda italiana (Agevolazioni/ art.4 L. 100/90) Intervento Fondi Venture Capital Fasi di sviluppo dell’azienda Interventi SIMEST

34 Direzione Regionale Lombardia 34 Interventi Simest – L. N°100/90 Partecipazione al capitale di imprese estere Definizione: Una partecipazione di SIMEST al capitale delle imprese estere, con lo scopo di favorire l’insediamento di imprese italiane in Paesi al di fuori dell’Unione Europea. La presenza di SIMEST, che opera in stretto rapporto con istituzioni internazionali ed ha attivato con esse accordi di sviluppo bilaterale, costituisce una garanzia per il partner estero ed un ombrello di protezione per l’azienda italiana. Avere SIMEST nel capitale sociale delle imprese estere consente all’azienda italiana di condividere il rischio potenziale della nuova iniziativa con un partner istituzionale che immette capitali propri e mette a disposizione la propria esperienza.

35 Direzione Regionale Lombardia 35 Come funziona Simest attua l’intervento attraverso l’impiego di due strumenti tra di essi complementari applicabili esclusivamente all’investimento effettuato dall’impresa italiana a titolo di capitale nell’impresa estera. Gli strumenti a disposizione - Intervento partecipativo diretto di Simest nel capitale dell’impresa estera - Contributo agli interessi sul finanziamento concesso dalla banca all’impresa italiana per una quota del capitale della stessa sottoscritto nell’impresa estera Interventi Simest – L. N°100/90

36 Direzione Regionale Lombardia 36 Interventi Simest – L. N°100/90 Intervento partecipativo IMPORTO – massimo 25% del capitale della società estera. Dal mese di luglio 2005 la Simest può partecipare, in determinati casi, sulla base di certe caratteristiche fino al 49% del capitale nei progetti di investimento all’estero. Di norma la partecipazione di Simest risulta commisurata rispetto a quella dei partners e nasce dall’accordo e dal pieno ascolto delle esigenze e degli obiettivi di tutte le parti in gioco. Le imprese italiane devono effettuare investimenti all’estero che portino attività aggiuntive a quelle nazionali, prevedano il mantenimento sul territorio nazionale delle attività di ricerca e sviluppo, della direzione commerciale, nonché di una parte sostanziale delle attività produttive. DURATA – massimo 8 anni dalla data di acquisizione della partecipazione, con impegno dell’operatore italiano al riacquisto della partecipazione medesima.

37 Direzione Regionale Lombardia 37 Interventi Simest – L. N°100/90 CONDIZIONI – da concordare con Simest mediante appositi patti parasociali. Gli accordi parasociali prevedono, in via generale, che la quota di capitale sottoscritta dall’Istituto venga girata in usufrutto all’investitore italiano il quale deve corrispondere a Simest una commissione annua di usufrutto, ottenendo per contro la rinuncia da parte dell’Istituto alla partecipazione agli utili di esercizio. PROCEDURA – la richiesta di intervento partecipativo va presentata alla Simest per il tramite della banca, corredata dal programma di investimento e dal preventivo economico-finanziario conseguente all’avvenuta realizzazione dell’investimento. GARANZIE – generalmente viene richiesta la fidejussione bancaria a presidio dell’impegno dell’operatore italiano al riacquisto della partecipazione.

38 Direzione Regionale Lombardia 38 Interventi Simest – L. N°100/90 Finanziamento Finanziamento dell’investimento dell’operatore italiano nella società estera con contributo Simest. IMPORTO – massimo 90% della quota di partecipazione dell’operatore italiano (con esclusione della quota di partecipazione della Simest) e comunque non superiore al 51% del capitale della società estera. Pertanto, qualora la quota di partecipazione superi complessivamente il 51%, l’importo agevolabile del finanziamento è limitato al 90% del 51% del capitale dell’impresa estera. Importo massimo per impresa EUR 40 milioni ed EUR 80 milioni per gruppo economico. EROGANTE – UniCredit Banca d’Impresa

39 Direzione Regionale Lombardia 39 Interventi Simest – L. N°100/90 Finanziamento DURATA – massimo 8 anni, di cui 3 di preammortamento, con rimborsi in rate semestrali. CONDIZIONI – il tasso di interesse, liberamente concordato tra il cliente e UNICREDIT BANCA D’IMPRESA, fruirà di un contributo fisso che verrà corrisposto direttamente all’impresa italiana, pari al 50% del tasso di riferimento, determinato ai sensi dell’art. 20 del DPR 9/11/1976 n. 902 per il credito agevolato al settore industriale in vigore alla data di stipula del contratto di finanziamento. PROCEDURA – la concessione del finanziamento viene deliberata dalla Banca che poi richiede, per conto del Cliente, l’intervento contributivo della Simest. GARANZIA – da concordare tra la Banca ed il Cliente.

40 Direzione Regionale Lombardia 40 LE POLIZZE ASSICURATIVE ESTERE Allegato 2

41 Direzione Regionale Lombardia 41 Le Polizze Assicurative Estero CREDIT DEFENCE UniCredit Banca d’Impresa ha stipulato con Euler Hermes Siac, Società parte del gruppo Allianz, leader mondiale del mercato dell’assicurazione dei crediti, una polizza contraente, denominata “CREDIT DEFENCE”, per l’assicurazione dei crediti commerciali con dilazioni entro 12 mesi. La polizza Credit Defence, permette a UBI di offrire, alla propria clientela aziendale uno strumento operativo particolarmente snello per assicurare i rischi derivanti dalle vendite a credito effettuate sia all' estero che in ambito nazionale. Vantaggi:  selezione e monitoraggio costante delle proprie controparti commerciali  possibilità di usufruire del servizio e recupero crediti di EHS:  massimizzando l’efficacia dell’azione, salvaguardando il rapporto commerciale tra creditore e debitore  alleggerendo l’Assicurato da tutte quelle attività che lo distraggono (in termini di tempi e costi) dalla sua attività principale  riduzione del rischio nelle fasi di acquisizione di nuova clientela o sviluppo in nuovi mercati,  indennizzo a data certa in caso di sinistro che varia dal 70% all’85% a seconda del paese in cui risiede il debitore, la clientela può, inoltre, beneficiare della presenza di UniCredit Banca d’Impresa, la quale, nel suo ruolo di parte contraente, assiste l'azienda per ottenere le migliori condizioni contrattuali.

42 Direzione Regionale Lombardia 42 Le Polizze Assicurative Estero LE POLIZZE SACE BT - MULTIMARKET Polizza per la copertura del fatturato globale Italia e/o estero (tipo tradizionale) - MULTIEXPORT Polizza per la copertura del fatturato svolto anche con un singolo debitore estero (massimo 10 clienti)

43 Direzione Regionale Lombardia 43 Le Polizze Assicurative Estero Cargo Defence è una polizza per la copertura dei rischi sulle merci trasportate applicabile a spedizioni singole Il servizio è principalmente destinato a: esportatori che non possiedano polizze globali sul fatturato o che comunque vogliano assicurare una singola spedizione importatori che abbiano pattuito condizioni di resa merce che lascino a loro carico gli oneri di trasporto (es. Incoterms EXW) spedizionieri di medio/piccole dimensioni, interessati alle condizioni applicate ed alla flessibilità associazioni imprenditoriali e di categoria. Per ogni spedizione assicurata, AIG rilascia un certificato di Assicurazione in originale, riportante i termini di garanzie previsti

44 Direzione Regionale Lombardia 44 UNICREDIT GROUP Allegato 3

45 Direzione Regionale Lombardia 45 nOperatività bancaria in 21 Paesi n28 milioni di clienti n7.000 filiali n dipendenti nAttività totali superiori a € 780 mld nDepositi: € 250 mld nImpieghi: € 400 mld nOperatore globale nell’Asset Management: € 250 mld di AuM con una articolazione territoriale in 20 Paesi dei 5 continenti n25° azienda europea per capitalizzazione 1 UniCredit è la prima vera banca europea … nPensare globalmente e agire su base multilocale nCreare valore in modo sostenibile nel lungo periodo nValorizzare la natura complementare delle best practices del gruppo nSviluppare al meglio le culture locali e i brand già affermati e riconosciuti (1) Classifica al 16 marzo 2006 Fonte: Datastream

46 Direzione Regionale Lombardia 46 a casa nel “cuore dell’Europa” ITALY: N.2 con 10% del mercato  Prestiti €122mld  Depositi €72mld  Filiali 3,137  Dipendenti (’000)40  Clienti 6.3m GERMANIA: N.2 con 5% del mercato  Prestiti €153mld  Depositi €61mld  Filiali 681  Dipendenti (’000)26  Clienti4.0m AUSTRIA: N.1 con 18% del mercato  Prestiti €51mld  Depositi €35mld  Filiali 405  Dipendenti (’000)12  Clienti 1.8m NUOVA EUROPA: Banca N.1  Paesi:16  Prestiti €41mld  Depositi €47mld  Filiali 2,800  Dipendenti (’000)58  Clienti 16.4m UniCreditHVBUniCredit + HVB

47 Direzione Regionale Lombardia 47 UniCredit HVB Group network International Moscow Bank Russia UniCredit Bank Latvia Lithuania Estonia Baltics HVB Germany UniCredit Bank Slovakia Zivnostenska Banka HVB Bank Czech Republic Czech. Rep. Bank Austria Austria Zagrebacka Banka Croatia Bank Austria Creditanstalt d.d. (Ljublijana) Slovenia UniCredit Zagrebacka Banka HVB Central Profit banka Bosnia UniCredit Bank Serbia UniCredit Bulbank Bulgaria UniCredit Tiriac Bank Romania UniCredit Bank Hungary Yapi Kredi Turkey Unicredit Bank Ukraine HVB Bank Ukraine Ukraine UniCredit ItalyPoland Bank Pekao Bank BPH ATF Bank Kazakistan

48 Direzione Regionale Lombardia 48 UniCredit HVB Group Branches HVB Athens Branch GR / Greece HVB Paris Branch UCI Paris Branch FR / France HVB Madrid Branch ES / Spain HVB Tokyo Branch JP / Japan HVB New York Branch UCI New York Branch US / United States HVB Hong Kong Branch UCI Hong Kong Branch HK / Hong Kong HVB Singapore Branch SG / Singapore HVB London Branch UCI London Branch UK/ United Kingdom UCI Luxembourg Branch LU / Luxembourg HVB Zurich Branch CH/Switzerland

49 Direzione Regionale Lombardia 49 UniCredit HVB Group Representative Offices HVB R.O. Oslo NO/ Norwey BA-CA R.O. Bruxelles UCI R.O. Bruxelles BE / Belgium HVB R.O. Hanoi VN / Vietnam HVB R.O. Seoul KR / Korea HVB R.O. Teheran IR / Iran HVB R.O. Mumbai UCI R.O. Mumbai IN / India BA-CA R.O. Beijing UCI R.O. Beijing CN / China HVB R.O. Johannesburg ZA / South Africa HVB R.O. Mexico MX / Mexico HVB R.O. Shanghai UCI R.O. Shanghai CN / China UCI R.O. Sao Paulo BR / Brasil UCI R.O. Moscow RU / Russia UCI R.O. Canton- Guanzhou CN / China HVB R.O. Abu Dhabi UAE/ Arab Emirates HVB R.O. Buenos Aires AR/Argentina HVB R.O. Istanbul TR/ Turkey HVB R.O. Skopje FYROM HVB R.O. Sydney AU / Australia

50 Direzione Regionale Lombardia 50 UniCredit Group – Italy map Corporate Retail Private & Asset Mgmt In Italia ci sono 3 banche specializzate per segmento di mercato: UniCredit Banca, UniCredit Private Banking ed UniCredit Banca d’Impresa TORINO BOLOGNA VERONA   

51 Direzione Regionale Lombardia 51 REGION OVEST REGIONE TRIVENETO OCCIDENTALE REGIONE CENTRO NORD REGIONE CENTRO SUD 6 DIREZIONI REGIONALI REGIONE LOMBARDIA UniCredit Banca d’Impresa è focalizzata sulle aziende, in particolare: Small corporate (or SMEs) Mid Corporate Groups ….incluse società del settore pubblico e finanziario UBI – struttura della rete REGIONE TRIVENETO ORIENTALE      

52 Direzione Regionale Lombardia 52 UBI – struttura della rete REGIONE OVEST Filiali (34) Large Corporate (1) REGIONE TRIVENETO OCCIDENTALE Filiali (25) Large Corporate (1) REGIONE CENTRO NORD Filiali (45) Large Corporate (2) REGIONE CENTRO SUD Filiali (36) Large Corporate (1) REGIONE LOMBARDIA Filiali (32) Large Corporate (3) REGIONE TRIVENETO ORIENTALE Filiali (29) Large Corporate (1)     

53 Direzione Regionale Lombardia 53 UniCredit Banca d’Impresa  UBI si avvale di 1000 consulenti d’impresa e di 247 filiali in grado di sostenere i suoi clienti nelle idee di business e nella gestione dei relativi rischi, siano esse legate al import-export o all’approccio verso nuovi mercati, dispone di 50 uffici estero merci presenti sul territorio nazionale tramite i quali è in grado di supportare l’interscambio delle aziende con l’estero.  Inoltre, UBI ha creato 36 figure specialistiche “Estero” che hanno il compito di assistere la clientela nelle operazioni internazionali di maggiore complessità (tesoreria internazionale, operazioni societarie, finanza straordinaria etc.).  Infine, per focalizzare al massimo la propria azione di sviluppo in favore della clientela, UniCredit Banca d’Impresa ha predisposto la struttura Sviluppo Mercati Internazionali (SMI), dedicata al presidio dei mercati esteri, all’individuazione delle opportunità commerciali in quei mercati, e al supporto delle aziende clienti che operano in quei paesi.

54 Direzione Regionale Lombardia 54 Introduzione del nominativo italiano/locale presso la banca locale/Banca italiana del Gruppo Accensione di c/c (incl. collection account) Concessione di eventuali linee di credito Informativa fiscale e societaria Supporto in problem solving Accesso a coperture assicurative (es. Sace) / forme agevolative italiane/locali e sovranazionali (es. Simest/EBRD) Aziende che hanno od intendono avviare attività nel Paese Aziende che hanno interscambio con il Paese Consulenza sui sistemi di pagamento (servizi di cash management) Ricerca di partner commerciali Aziende potenzialmente interessate a vagliare ipotesi di investimenti-esportazioni nel Paese Studi di fattibilità di partnership, joint- venture, operazioni cross-border di m&a Studi di settore UBI si propone di servire la clientela che ha gia’ avviato od intende avviare rapporti commerciali con un nuovo mercato, garantendo l’offerta di una gamma completa di prodotti Emissione di garanzie / controgaranzie Consulenze - legali -fiscali - commerciali


Scaricare ppt "UNICREDIT GROUP Strumenti finanziari a supporto delle imprese italiane operanti nel mercato indiano Milano, 18 Ottobre 2007 Massimo Bronzoni Specialista."

Presentazioni simili


Annunci Google