La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Organizzazione dellazienda farmacia 19-20. La finanza Claudio Jommi Organizzazione dellazienda farmacia e Farmacoeconomia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Organizzazione dellazienda farmacia 19-20. La finanza Claudio Jommi Organizzazione dellazienda farmacia e Farmacoeconomia."— Transcript della presentazione:

1 Organizzazione dellazienda farmacia La finanza Claudio Jommi Organizzazione dellazienda farmacia e Farmacoeconomia (I Semestre) Lezioni 19-20

2 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 2 Premessa: il ciclo finanziario dellimpresa CASSA PRODOTTI FINITI ACQUISTI INCASSI FATTORI PRODUTTIVI VENDITE t t t t t t

3 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 3 Obiettivi della funzione finanza Perseguimento di una equilibrata struttura tra le fonti di acquisizione di capitale e gli impieghi di risorse finanziarie (scelta degli investimenti e dei finanziamenti) SOLIDITÀ Mantenimento di una equilibrata dinamica delle entrate e delle uscite monetarie (equilibrata gestione della tesoreria) LIQUIDITÀ

4 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 4 Struttura patrimoniale / finanziaria di unimpresa Fonti (Passivo) Capitale di rischio (Patrimonio netto) Immobilizzazioni (immobili macchinari) Disponibilità non liquide (es: rimanenze) Liquidità differite (crediti commerciali) Liquidità immediate (cassa e banche) Debiti correnti: (es. fornitori) Debiti a media e lunga scadenza (Passivo consolidato) (es. banche) Impieghi (Attivo) Attivo Fisso o Immobilizzato Attivo Corrente o Circolante Capitale permanente Capitale proprio Capitale corrente Capitale di terzi DUR PROV

5 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 5 Attività tipiche della funzione finanza Reperimento fonti di finanziamento Analisi finanziaria degli investimenti Gestione tesoreria Gestione dei crediti

6 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 6 Fonti di finanziamento Capitale proprio (contratto di partecipazione) (es. azioni) Capitale di terzi (contratto di debito): –Contratti di mercato (es. obbligazioni) –Contratti bilaterali (es. debiti bancari)

7 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 7 Le azioni Rappresentano una quota del capitale sociale di unimpresa con la forma giuridica della SpA Rappresentano la misura della partecipazione del socio nella società Possono essere emesse: –In fase di costituzione della società –In occasione di aumenti di capitale

8 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 8 Nota sulle azioni In termini generali le azioni comportano diritto di voto nellassemblea degli azionisti, il diritto ai dividendi, il diritto ad una quota di capitale residuo di liquidazione Esistono differenti tipologie di azioni (ordinarie, privilegiate, di risparmio, …) a seconda degli obiettivi dellinvestimento (remunerazione del capitale investito / partecipazione al governo dellazienda

9 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 9 Il private equity Seed capital o Angel Investing: investimenti in fase di start-up e senza fatturato Venture capital - investimenti in società avviate, con flussi di cassa negativi e potenzialità di crescita importanti Development Capital - investimenti in società avviate, con flussi di cassa positivi in rapida crescita

10 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 10 Le obbligazioni Definizione –titoli rappresentativi di quote di debito dellimpresa –sulle quali limpresa si impegna, secondo modalità predefinite, a: corrispondere un interesse rimborsare il debito Possono essere emesse dalle s.p.a. Nota: Non possono essere emesse obbligazioni per un importo eccedente il capitale sociale versato ed esistente allatto dellemissione del prestito e indicato nellultimo bilancio approvato dalla società emittente

11 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 11 Le obbligazioni (segue) Elementi caratteristici del titolo SOGGETTO EMITTENTE DURATA TASSO DI INTERESSE PREZZO VALORE NOMINALE

12 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 12 I mutui bancari Def. –Fondi a destinazione vincolata (es. piano di investimenti) –Pagamento interessi e rimborso a finanziamento ottenuto Ottenimento del mutuo –Indagine preliminare su aspetti tecnici e di bilancio –Condizioni: garanzie reali (ipoteca), inserimento di rappresentanti istituto di credito nel CdA, … Piano di ammortamento (pagamento interessi e rimborso capitale)

13 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 13 Decisioni di investimento: criteri di valutazione Criteri aritmetici (non riconoscono il valore temporale del denaro) –Metodo del tempo di recupero: tempo medio entro il quale il K investito viene monetariamente reintegrato, per effetto dei flussi generati dallinvestimento stesso (utile lordo: utile netto + ammortamenti) –Metodo del tasso annuale di rendimento medio del capitale investito: utile annuo / entità investimento annuale

14 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 14 Criteri finanziari –Metodo del V.A.N. (Valore attuale netto): valore attuale dei redditi futuri; tasso di attualizzazione è rapportato al costo del capitale, ovvero allonere derivante dai prestiti generati dallI; lI è accettabile se il valore attuale dei flussi futuri è superiore allesborso monetario per lI –Metodo del T.I.R. (Tasso interno di rendimento): I valutati a quel tasso di attualizzazione che rende uguale il valore attuale degli dei redditi annui allimporto dellI iniziale Decisioni di investimento: criteri di valutazione

15 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 15 –Metodo del tempo di recupero –Metodo del tasso annuale di rendimento medio del capitale investito Decisioni di investimento: criteri di valutazione

16 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 16 Metodo del V.A.N. (Valore attuale netto) VAN = 300/(1+0,2) + 400/(1+0,2) 2... Decisioni di investimento: criteri di valutazione

17 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 17 Metodo del T.I.R. (Tasso interno di rendimento) 300/(1+i) + 400/(1+i) = 0 i = 22,38% Decisioni di investimento: criteri di valutazione

18 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 18 La gestione della tesoreria La gestione della tesoreria riguarda lequilibrio nel tempo delle entrate e delle uscite di cassa. Se le E sono superiori alle U, sia hanno disponibilità da gestire; se le U sono superiori alle E si hanno scoperti di cassa da finanziare –Gestione tesoreria in senso stretto (cassa e disponibilità liquide su c/c) –Gestione delle attività finanziarie a breve termine (titoli ad elevata negoziabilità - es. BOT - e disponibilità liquide su c/c): linclusione dei titolo trasforma la tesoreria in senso stretto (gestione incassi e pagamenti) in partecipazione attiva agli investimenti liquidi

19 Claudio Jommi © Org Az Farm I Finanza 19 La gestione dei crediti Obiettivo: equilibrio tra –Maggiore reddito per effetto aumento vendite –Costi derivanti dal rientro dei fondi in forma liquida (dilazioni di pagamento, oneri finanziari, rischio di insolvenza) Gestione –Interna –Esterna (factoring: per factoring si intende un contratto attraverso cui i crediti commerciali vengono trasferiti a società terze che si assumono lincarico della riscossione e garanzia di buon fine, a fronte di una commissione)


Scaricare ppt "Organizzazione dellazienda farmacia 19-20. La finanza Claudio Jommi Organizzazione dellazienda farmacia e Farmacoeconomia."

Presentazioni simili


Annunci Google