La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 1 Lezione N°2 ANALISI QUALITATIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 1 Lezione N°2 ANALISI QUALITATIVA."— Transcript della presentazione:

1 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 1 Lezione N°2 ANALISI QUALITATIVA

2 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 2 I principali elementi costitutivi dellimpresa Capitale il Capitale Lavoro il Lavoro Coordinazione sistemica la Coordinazione sistemica

3 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 3 Il Capitale: Definizione Linsieme dei mezzi, di diritto e di fatto, a disposizione, in un dato momento, del soggetto aziendale, per il perseguimento delle finalità aziendali.

4 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 4 Due profili danalisi Il capitale può essere analizzato sotto due diversi profili: 1) analisi di tipo qualitativo 2) analisi di tipo quantitativo.

5 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 5 Analisi Qualitativa Il capitale è concepito investimenti sia come una massa di investimenti, ossia impieghi della moneta in fattori grazie ai quali svolgere la produzione e lo scambio di beni e servizi fonti di finanziamento sia come il complesso delle diverse fonti di finanziamento a disposizione dellimpresa e necessarie per realizzare gli investimenti stessi.

6 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 6 Il capitale Analisi qualitativa Gli investimenti

7 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 7 Analisi Qualitativa: gli investimenti Gli investimenti sono il complesso di beni (materiali e immateriali) e diritti a disposizione dellimprenditore per lo svolgimento dellattività economica

8 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 8 Le principali forme di investimento del Capitale Immobili Impianti e attrezzature Brevetti Partecipazioni Giacenze di magazzino (MP e PF) Crediti verso clienti Cassa e depositi bancari

9 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 9 Classificazione degli investimenti il criterio dellattitudine produttiva definito anche della destinazione o dellidoneità economico-tecnica; il criterio della liquidabilità o finanziario.

10 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 10 Classificazione degli investimenti I diversi criteri evidenziano due classi di investimenti immobilizzazioni disponibilità che hanno contenuto diverso nei due criteri

11 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 11 Gli investimenti: immobilizzazioni Si classificano in: Immobilizzazioni tecniche, a loro volta suddivise in: - Immobilizzazioni materiali (es impianti) - Immobilizzazioni immateriali (es brevetti) Immobilizzazioni finanziarie (es partecipazioni)

12 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 12 Si classificano in: Liquidità immediate: denaro in cassa, denaro in banca assegni circolari, valori bollati, etc. Disponibilità finanziarie o liquidità differite: crediti a breve termine verso clienti o imprese (crediti di funzionamento); Disponibilità economiche o tecniche: materie prime, semilavorati, prodotti finiti, merci, titoli (investimenti nel capitale di altre imprese a titolo speculativo). Gli investimenti: disponibilità

13 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 13 Il criterio della destinazione Riguarda il ruolo che linvestimento è chiamato a svolgere ai fini dellattività aziendale, tenuto conto della sua attitudine a rendere servizi allimpresa.

14 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 14 Il criterio della destinazione Immobilizzazioni gli investimenti che rimangono per lungo tempo avvinti allimpresa al fine di consentire un regolare e ordinato svolgimento della produzione. Secondo tale criterio saranno Immobilizzazioni gli investimenti che rimangono per lungo tempo avvinti allimpresa al fine di consentire un regolare e ordinato svolgimento della produzione.

15 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 15 Il criterio della destinazione Disponibilità tutti gli altri investimenti che possono essere diversamente destinati (es.venduti) senza recare danno allimpresa Secondo tale criterio saranno Disponibilità tutti gli altri investimenti che possono essere diversamente destinati (es.venduti) senza recare danno allimpresa

16 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 16 immobilizzazioni Le immobilizzazioni nel criterio della destinazione Sono considerate immobilizzazioni gli investimenti che costituiscono la dotazione permanente dellimpresa, cedono la loro utilità gradualmente nel tempo e non possono essere distolte dalla loro attuale destinazione. (immobilizzazioni in senso stretto)

17 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 17 Sono da considerare immobilizzazioni anche gli investimenti che, pur fornendo i loro servizi produttivi in un arco di tempo breve vengono destinati a restare durevolmente vincolati allimpresa. (immobilizzazioni funzionali) immobilizzazioni Le immobilizzazioni nel criterio della destinazione

18 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 18 Sono definite disponibilità: le giacenze di magazzino, crediti e mezzi monetari nella misura in cui non si ritiene funzionale legarli durevolmente allimpresa, tutti gli investimenti dei cui servizi limpresa non intenda più avvalersi disponibilità Le disponibilità nel criterio della destinazione

19 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 19 Individua la massa di capitale che deve restare durevolmente vincolata allattività aziendale il capitale che deve essere sempre presente nellimpresa per assicurarne il corretto funzionamento. Finalità del criterio della destinazione

20 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 20 facilità Riguarda la facilità con la quale gli investimenti possono essere riconvertiti in moneta. Il criterio della liquidabilità

21 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 21 Il criterio della liquidabilità Immobilizzazioni gli investimenti il cui ciclo di vita prevede un graduale ritorno in forma monetaria in più anni o che, comunque, risultano di difficile liquidazione. Secondo tale criterio saranno Immobilizzazioni gli investimenti il cui ciclo di vita prevede un graduale ritorno in forma monetaria in più anni o che, comunque, risultano di difficile liquidazione.

22 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 22 Il criterio della liquidabilità disponibilità gli investimenti destinati a ritrasformarsi in moneta nel breve termine o che, comunque, possono essere rapidamente liquidati senza recare danno allimpresa. Secondo tale criterio saranno disponibilità gli investimenti destinati a ritrasformarsi in moneta nel breve termine o che, comunque, possono essere rapidamente liquidati senza recare danno allimpresa.

23 Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 23 Disponibilità Cassa e banca (liquidità immediate) Crediti a breve (liquidità differite) Scorte di materie prime di facile smercio (disponibilità economiche) Immobilizzazioni Immobili, Impianti (immobilizzazioni materiali) I brevetti (immobilizzazioni immateriali) Le partecipazioni (immobilizzazioni Finanziarie) Secondo il criterio della liquidabilità


Scaricare ppt "Corso di E.A. prof. Bronzetti Giovanni 1 Lezione N°2 ANALISI QUALITATIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google