La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Franco Scarpino Il sistema delle operazioni di impresa Lo svolgimento dellattività aziendale è reso possibile dallintrecciarsi di una serie di operazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Franco Scarpino Il sistema delle operazioni di impresa Lo svolgimento dellattività aziendale è reso possibile dallintrecciarsi di una serie di operazioni."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Franco Scarpino Il sistema delle operazioni di impresa Lo svolgimento dellattività aziendale è reso possibile dallintrecciarsi di una serie di operazioni collegate e interdipendenti che costituiscono il sistema delle operazioni di impresa, al cui centro figura il fondo dei mezzi finanziari (denaro, assegni e altri strumenti di pagamento) a disposizione dellimpresa.

2 Prof. Franco Scarpino Tale sistema comprende i seguenti sottosistemi: il sistema delle fonti di finanziamento; il sistema della produzione caratteristica; il sistema degli investimenti accessori; il sistema dei finanziamenti concessi.

3 Prof. Franco Scarpino Il fabbisogno finanziario e le fonti di finanziamento Il fabbisogno finanziario esprime la quantità di mezzi monetari necessari per acquisire i fattori produttivi che consentono lo svolgimento dellattività produttiva. Esso deriva dal fatto che gli investimenti di mezzi monetari per lacquisizione dei fattori di produzione precedono la realizzazione e la vendita del prodotto (sfasamento temporale tra investimenti e recuperi).

4 Prof. Franco Scarpino La copertura del fabbisogno finanziario si realizza attraverso il ricorso a opportune fonti di finanziamento: finanziamenti con capitale di conferimento; finanziamenti con capitale di credito.

5 Prof. Franco Scarpino Il capitale di conferimento o dapporto, costituito dai mezzi monetari apportati dal proprietario o dai soci, presenta le seguenti caratteristiche: è soggetto al rischio che caratterizza lattività imprenditoriale; non ha una remunerazione prefissata; è destinata a rimanere in azienda per un periodo di tempo illimitato.

6 Prof. Franco Scarpino Il capitale di credito (o di terzi) consiste nelle forme di indebitamento che limpresa contrae sul mercato. Esso: è soggetto al rischio dimpresa in misura limitata; ha una remunerazione periodica e prestabilita; deve essere rimborsato alla scadenza.

7 Prof. Franco Scarpino Con riferimento alla scadenza, i finanziamenti con capitale di credito possono essere classificati in: debiti a breve termine, solitamente scadenti entro un anno, debiti a medio termine, generalmente con scadenza tra uno e cinque anni; debiti a lungo termine, scadenti dopo i cinque anni. debiti a lungo termine, scadenti dopo i cinque anni.

8 Prof. Franco Scarpino I finanziamenti con capitale di terzi si distinguono inoltre, a seconda della natura delloperazione che li genera, in: Debiti di finanziamento, costituiti da tutte le forme di indebitamento che limpresa contrae, in generale, essi hanno scadenza medio-lunga; Debiti di funzionamento (o di regolamento, o di fornitura): sorgono in relazione ad acquisti di fattori produttivi con regolamento differito e hanno generalmente breve scadenza.

9 Prof. Franco Scarpino Oltre al capitale di conferimento e a quello di credito, limprenditore può contare su una ulteriore forma di finanziamento: lautofinanziamento. Lautofinanziamento è costituito da utili conseguiti e non distribuiti allimprenditore o ai soci. Il capitale di conferimento e lautofinanziamento costituiscono il capitale di proprietà.

10 Prof. Franco Scarpino Gli investimenti caratteristici Gli investimenti caratteristici costituiscono gli impieghi dei mezzi monetari per acquisire i fattori produttivi indispensabili per lo svolgimento dellattività produttiva.

11 Prof. Franco Scarpino I fattori produttivi sono costituiti da: beni strumentali, rappresentati da fattori produttivi a medio/lungo ciclo di utilizzo (fattori a fecondità ripetuta), che possono essere utilizzati per più cicli produttivi; beni destinati alla trasformazione fisico-tecnica ed economica (vendita) o al consumo nellattività produttiva. Sono fattori produttivi a breve ciclo di utilizzo (fattori a fecondità semplice), che esauriscono la loro utilità in un solo atto produttivo; servizi forniti da altre aziende o da collaboratori autonomi (fattori a fecondità semplice immateriali); prestazioni di lavoro dipendente.

12 Prof. Franco Scarpino Gli investimenti in fattori a medio/lungo ciclo di utilizzo sono definiti investimenti pluriennali (e provocano costi pluriennali), mentre quelli in fattori a breve ciclo di utilizzo sono detti investimenti desercizio (e originano costi desercizio).

13 Prof. Franco Scarpino Il recupero dei mezzi monetari investiti La vendita dei prodotti, fase finale del ciclo produttivo, consente il disinvestimento (recupero) dei mezzi monetari investiti e lafflusso di nuove risorse, che potranno poi essere utilizzate per effettuare ulteriori investimenti. Limpresa, mediante il disinvestimento, rientra in possesso dei mezzi finanziari precedentemente impiegati.

14 Prof. Franco Scarpino Il periodo di tempo intercorre tra investimenti e recuperi dipende dalla velocità di circolazione degli investimenti, che rappresenta il numero di volte in cui, in un determinato periodo di tempo, le risorse monetarie investite ritornano liquide attraverso al vendita del prodotto. Gli investimenti pluriennali, al contrario di quelli desercizio, presentano una bassa velocità di circolazione. Tra velocità di circolazione e fabbisogno finanziario esiste un rapporto di proporzionalità inversa.

15 Prof. Franco Scarpino Gli investimenti accessori Se limpresa dispone di mezzi monetari che eccedono il fabbisogno finanziario necessario per gli investimenti caratteristici, può effettuare degli investimenti accessori, aventi per oggetto i cosiddetti beni accessori.

16 Prof. Franco Scarpino I beni accessori non rappresentano fattori produttivi, poiché la loro mancanza non pregiudica lo svolgimento dellattività di produzione. Ne sono esempi: i fabbricati civili; i terreni non rilevanti ai fini di uneventuale espansione dellimpresa; i titoli di Stato e le obbligazioni private e pubbliche; i titoli azionari e, più in generale, le partecipazioni.

17 Prof. Franco Scarpino I finanziamenti concessi Limpresa può compiere operazioni che riguardano concessioni di finanziamenti a terzi. Si distinguono: Crediti di finanziamento, che derivano da prestiti concessi a terzi; Crediti di funzionamento, che sorgono in relazione a dilazioni di pagamento concesse alla clientela.

18 Prof. Franco Scarpino Prime considerazioni sul patrimonio o capitale Il patrimonio o capitale è linsieme dei beni (investimenti o impieghi) e dei finanziamenti interni ed esterni. Può essere evidenziato, in una prima ed elementare visione, dal seguente prospetto:

19 Prof. Franco Scarpino Patrimonio InvestimentiFinanziamenti Fattori a fecondità ripetuta (a medio/lungo ciclo di utilizzo) Fattori a fecondità semplice (a breve ciclo di utilizzo) Credi di di finanziamento Crediti di funzionamento Denaro non ancora investito Patrimonio netto Debiti di finanziamento Debiti di funzionamento La relazione fondamentale che collega gli elementi patrimoniali è la seguente: I = F


Scaricare ppt "Prof. Franco Scarpino Il sistema delle operazioni di impresa Lo svolgimento dellattività aziendale è reso possibile dallintrecciarsi di una serie di operazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google