La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 RIDUZIONE DI DOSE NEGLI ESAMI PEDIATRICI Candidata: Simona SCHETTINO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 RIDUZIONE DI DOSE NEGLI ESAMI PEDIATRICI Candidata: Simona SCHETTINO."— Transcript della presentazione:

1 1 RIDUZIONE DI DOSE NEGLI ESAMI PEDIATRICI Candidata: Simona SCHETTINO

2 2 STUDIO PATOLOGIE PEDIATRICHE TECNICHE DI IMAGING RADIAZIONI NON IONIZZANTIRADIAZIONI IONIZZANTI ECOGRAFIA (onde ultrasonore ad alta frequenza) RISONANZA MAGNETICA (impulsi a radiofrequenza) RADIOLOGIA CONVENZIONALE TC ANGIOGRAFIA

3 3 TIPI DI INTERAZIONE IN RADIODIAGNOSTICA DIFFUSIONE EFFETTO FOTOELETTRICO EFFETTO COMPTON

4 4 IMMAGINI RADIOLOGICHE STATICHE DINAMICHE Documento stabile del quadro interno del corpo umano Sequenza di immagini statiche al trascorrere del tempo

5 5 GRANDEZZE CHE MISURANO LE RADIAZIONI   DOSE ASSORBITA: rapporto tra energia media ceduta in una certa quantità di materia dalla radiazione e la massa della materia considerata   DOSE EQUIVALENTE: prodotto della dose assorbita per un fattore numerico che tiene conto della qualità della radiazione   DOSE EFFICACE: considera che gli organi e tessuti hanno diversa radiosensibilità, ossia diversa probabilità di sviluppare neoplasie indotte dalle radiazioni

6 6 DOSIMETRIA IN RADIOPROTEZIONE Camere a ionizzazione Contatori Geiger Analizzatori multicanale Dosimetria termoluminescenza (TLD) Dosimetria a film Penne dosimetriche STRUMENTI DI MISURA PERSONALEAMBIENTALE

7 7 NORMATIVA SULL’ESPOSIZIONE   PRINCIPIO DI GIUSTIFICAZIONE: è legittimata solo l’esposizione che può portare vantaggi dal punto di vista medico mantenendo la dose a livelli bassi compatibilmente alle esigenze diagnostiche e terapeutiche   PRINCIPIO DI OTTIMIZZAZIONE: una volta che l’esposizione è stata giustificata viene messa in atto la sua ottimizzazione

8 8 RIDUZIONE ESPOSIZIONE CR   Utilizzo di appositi dispositivi di contenzione   Minor numero di “errori” di esecuzione   Utilizzo di protezioni (grembiuli piombati, coprigonadi)

9 9 ESAMI RX ANNO 2007 TIPO DI ESAMEN° ESAMI Torace a letto 1785 Torace (PA,LL)1335 Totale esami eseguiti 3120

10 10 DATI PORTATILE MOBILDRIVE AR30 kVmAsmAs Pediatrico902000,0102 Neonato652000,0102

11 11 DATI DIAGNOSTIC 90 S RX TORACE kVmAsmAs PA905000,0105 LL905000,03015

12 12 RIDUZIONE ESPOSIZIONE TC   Scelta corretta dei parametri di scansione (kVp, mA, mAs)   Limitare campo irradiato   Utilizzare schermature e camici di piombo

13 13 ESAMI TC ANNO 2007 TIPO DI ESAMEN° ESAMI Encefalo 33 Torace 29 Addome 3 Total Body 1 Totale esami eseguiti 66

14 14 DATI AQUILION 64 Peso paziente (kg)kVmA

15 15 RIDUZIONE ESPOSIZIONE XA   Corretto posizionamento del paziente   Corretta posizione del tubo radiogeno   Scelta del frame rate più adeguato   Corrette proiezioni angiografiche   Interrompere la scopia ogni qual volta questa non sia strettamente necessaria   Controllo corretta posizione del catetere prima dell’esecuzione dell’angiografia

16 16 PROCEDURE EMODINAMICA ANNO 2007 TIPO DI ESAMEN° ESAMI Diagnostico 276 Interventistico 146 Totale esami eseguiti 422

17 17 DOSE ASSORBITA IN XA TIPO DI ESAMEDOSE EFFETTIVA (mSv) EQUIVALENZA DI RX TORACE DIAGNOSTICA4,6230 INTERVENTISTICA6300

18 18 CONCLUSIONI Pur cercando di mantenere la dose assorbita dal paziente al valore più basso possibile, rimane di fondamentale importanza ottenere il maggior numero di informazioni riguardanti la diagnosi e la successiva cura del paziente

19 19 RIDUZIONE DI DOSE NEGLI ESAMI PEDIATRICI Candidata: Simona SCHETTINO


Scaricare ppt "1 RIDUZIONE DI DOSE NEGLI ESAMI PEDIATRICI Candidata: Simona SCHETTINO."

Presentazioni simili


Annunci Google