La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Sistema Operativo Quando accendiamo il computer, il primo programma che viene caricato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Sistema Operativo Quando accendiamo il computer, il primo programma che viene caricato."— Transcript della presentazione:

1 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Sistema Operativo Quando accendiamo il computer, il primo programma che viene caricato è il Sistema Operativo (SO). Il SO ci permette di interagire con il computer e di installare applicazioni e giochi. Il SO inoltre è quel programma che ci permette di potere gestire tutte le periferiche del computer senza doverci preoccupare di come ognuna funziona internamente

2 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Utilizzo del mouse L'uso di un Mouse è il modo più facile e intuitivo per utilizzare Windows e gli altri programmi in ambiente Windows. Esistono cinque possibili azioni principali con il Mouse: Puntare: posizionare il puntatore del Mouse su un elemento. Fare clic: puntare un elemento e quindi premere e rilasciare una volta il pulsante sinistro del Mouse ottenendo la selezione dell'elemento che si evidenzierà. Fare doppio clic: Puntare un elemento e quindi premere e rilasciare due volte il pulsante sinistro del Mouse ottenendo l'accesso (apertura, avvio) dell'elemento selezionato.elemento e quindi premere Fare clic con il pulsante destro: Puntare un elemento e fare clic con il pulsante destro del Mouse per ottenere un menu di scelta rapida di comandi a disposizione che variano a seconda dell'ambiente di utilizzo (sono sempre presenti i comandi “Taglia”, “Copia”, “Incolla e “Proprietà”). Trascinare (drag & drop): selezionare un elemento, premere e mantenere premuto il pulsante sinistro del Mouse e quindi spostare il Mouse. Quando l'elemento trascinato arriva nel punto desiderato, è sufficiente rilasciate il pulsante del Mouse per perfezionare l’operazione (di spostamento, copiatura, creazione di collegamento, etc).

3 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il desktop o scrivania Dopo il caricamento del SO, appare sullo schermo l’immagine del desktop (scrivania, in inglese) Nell’area principale del desktop sono presenti alcune icòne che possono riferirsi a tre tipi di oggetti: Programmi Cartelle Singoli documenti Se si vuole spostare un’icona sul desktop, basta fare clic con il tasto sinistro del mouse su di essa e, tenendo il tasto premuto, trascinarla fino alla posizione desiderata Risorse del computer

4 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il desktop o scrivania La parte inferiore del desktop contiene la Barra delle applicazioni, suddivisa in tre sezioni più una opzionale. Nella parte sinistra troviamo il pulsante “Start” (o pulsante di avvio), da cui si accede al menu delle funzioni principali del sistema, quali l’apertura di programmi e documenti o la gestione delle caratteristiche del PC. A fianco del pulsante di avvio è possibile trovare opzionalmente la barra di avvio veloce, che può essere personalizzata in modo da permettere collegamenti diretti ai programmi di uso frequente. La parte centrale della Barra della applicazioni è quella che consente di visualizzare le icone delle applicazioni in esecuzione e di passare velocemente dall’una all’altra con un clic del mouse Sulla parte destra della barra, si può osservare l’Area di notifica messaggi, detta anche tray bar, che contiene l’orologio e le icone di alcuni programmi, tra cui quelli eseguiti automaticamente all’avvio del PC

5 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il desktop: Impostarne le proprietà Il desktop può essere personalizzato in tutte le sue componenti. Per modificare il tema (insieme delle combinazioni predefinite di suoni, immagini che personalizzano il sistema, l’aspetto grafico), lo screensaver (o salvaschermo, evita che la stessa immagine lasciata a lungo comprometta lo strato di fosfori che costituisce lo schermo), l’immagine di sfondo e le impostazioni della scheda grafica è sufficiente ciccare il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi del desktop e scegliere “proprietà”. Se invece si clicca su Impostazioni, è possibile modificare la risoluzione dello schermo o il numero di colori visualizzati dal monitor

6 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il desktop: Impostarne le proprietà Anche la Barra delle applicazioni e il contenuto del menu di avvio possono essere facilmente ed efficacemente personalizzati. Anche in questo caso sarà sufficiente ciccare il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi della barra e scegliere Proprietà dal menù a tendina che compare

7 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il menu di avvio Il pulsante Start (Avvio) permette di sfogliare le applicazioni e i programmi contenuti nel proprio PC Se si clicca su di esso, oppure in alternativa si preme uno dei due pulsanti della tastiera, si aprirà il menu Avvio Il menu Avvio si può presentare in due diversi modi tra loro equivalenti Menu Avvio (tipico di Windows XP) Menu Avvio Classico (simile a quello delle precedenti versioni di Windows) Per far scomparire il Menu Avvio, basta spostare il mouse al di fuori di esso e fare clic Menu AvvioMenu Avvio classico

8 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il menu di avvio Nel menu Avvio sono presenti parecchie opzioni o voci, che possono presentare alcuni sottomenu: Programmi: contiene la lista di tutte le applicazioni installate in Windows. A parte i programmi presenti nella installazione tipica di XP, dipende dalla configurazione di quel PC. Dati recenti: contiene i riferimenti a tutti i documenti che sono stati utilizzati recentemente (es. prova.doc in Microsoft Word e foglio.xls in Microsoft Excel). Facendo clic su ciascun file presente all'interno di Dati Recenti, verrà automaticamente aperto il programma ad esso associato e caricato il file in questione. Impostazioni: permette la configurazione del sistema e di alcune importanti attività. I principali comandi del menu “Impostazioni” sono: Pannello di controllo: per gestire l’insieme delle caratteristiche del sistema Stampanti: per installare e impostare stampanti predefinite Barra delle applicazioni: (vedi slide precedenti) Connessioni di rete: per verificare o modificare le connessioni a reti locali o remote

9 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il menu di avvio (segue) Cerca: consente di effettuare operazioni di ricerca all'interno del proprio computer o della rete. Guida in linea e supporto tecnico: è la guida in linea di Windows XP, profondamente rinnovata rispetto alle versioni precedenti Esegui: per avviare velocemente un programma, per esempio l'installazione da disco di una applicazione Windows Update: consente di connettersi al sito Microsoft per l’aggiornamento del proprio sistema Impostazione accesso ai programmi: consente di modificare l’installazione di XP, così come di installare o rimuovere l’installazione di qualunque altro tipo di software Chiudi sessione: consente di chiudere la sessione di lavoro in modo corretto, riavviare il computer o disconnettere l’utente collegato. Per uscire da Windows XP basta scegliere dal menu Avvio il comando “Chiudi Sessione” e scegliere l'opzione desiderata. Nel caso l’utente sia collegato ad una rete locale, può scegliere di disconnettersi lasciando acceso il PC.

10 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Le finestre La finestra è un’area di lavoro rettangolare che si sovrappone al desktop. Si possono distinguere in due tipi: le finestre di programma si aprono quando si lancia un’applicazione (es. Blocco Note) le finestre di dialogo si aprono quando bisogna scegliere tra diverse opzioni (es. la finestra per impostare la data).

11 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Le finestre di programma Sono caratterizzate dall’avere le seguenti proprietà: In alto vi è la barra dei menu: presenta varie voci, al cui clic del mouse aprono menu a tendina permettendo di scegliere tra varie funzioni In basso vi è la barra di stato: dà indicazioni sul documento su cui si sta lavorando Sotto la barra dei menu possono esserci le barre degli strumenti, che attivano le funzioni di uso più frequente: sono scorciatoie per le funzioni presenti nei menu La barra superiore della finestra si chiama barra del titolo e contiene, di solito, il nome dell’applicazione e il nome del documento su cui si sta lavorando Le barre di scorrimento sono opzionali. Servono a visualizzare parti di documento altrimenti non visibili. Possono essere verticali oppure orizzontali. Per farle scorrere è sufficiente fare clic sulle frecce poste alle loro estremità o cliccare e trascinare l’ascensore. Lo stesso risultato si può ottenere tramite la rotellina del muose.

12 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Spostare e ridimensionare le finestre Cliccando sulla barra del titolo di una finestra e trascinando il mouse è possibile spostare una finestra nella posizione desiderata. È anche possibile modificare la dimensione della finestra, quando essa non occupa tutto lo schermo (ossia non è ingrandita): basta posizionare il mouse sui bordi della finestra, aspettare che il puntatore cambi aspetto, quindi cliccare e trascinare. I tre pulsanti in alto a destra della barra del titolo permettono rispettivamente di ridurre a icona, ingrandire o ripristinare la finestra, chiudere l’applicazione definitivamente. È possibile apripre più finestre contemporaneamente. La finestra attiva sulla quale si può agire è sempre quella che è in primo piano. Basta far clic su un punto dell’altra finestra per portarla in primo piano e renderla attiva.

13 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Le finestre di dialogo Le finestre di dialogo hanno dimensioni fisse. Possono essere spostate sullo schermo, ma non possono essere ridimensionate né ridotte a icona. Servono a impostare comandi e si chiudono automaticamente oppure quando viene premuto il tasto “OK”, confermando al computer il comando.

14 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Pannello di controllo e la barra della lingua Il Pannello di controllo permette di controllare la configurazione di un computer basato su Windows Esso contiene icone relative a tutte le componenti del computer e alle impostazioni del sistema. Ci si può arrivare in più modi: Scegliendo dal menu Avvio classico la voce Impostazioni -> Pannello di Controllo Facendo clic sulla voce corrispondente nel menu Avvio “normale” di Windows XP Cliccando con il tasto destro del mouse sull’icona “Risorse del Computer” sul desktop e selezionando la voce Proprietà del menu a tendina che compare. Con un doppio clic sull’icona “Sistema”, per esempio, è possibile consultare alcune schede che riassumono tutte le caratteristiche del computer (modello e velocità del processore, RAM disponibile, tipo e versione del SO, etc) Con un clic sulla barra della lingua è possibile modificare la lingua attualmente impostata e associata alla tastiera. Naturalmente però l’aspetto dei tasti non cambia: bisogna imparare a memoria le nuove corrispondenze dei tasti!

15 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Impostare data e ora È possibile modificare la data e l’ora facendo doppio clic sull’ora nella tray bar, oppure selezionando “Data e Ora” dal “Pannello di Controllo”: si aprirà la finestra di dialogo “Proprietà – Data e ora” che consente di cambiarle.

16 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Le Risorse del computer L’icone Risorse del Computer fa partire un programma che visualizza i contenuti delle varie unità Se si fa doppio clic sull’icona, si aprirà una finestra in cui sono elencati il disco rigido (con il simbolo “C:” e altre lettere in caso di presenza di più partizioni), il lettore di floppy disk (“A:”), il lettore o il masterizzatore di CD-ROM o DVD (“D:” o una lettera successiva). Questi dispositivi, insieme a unità rimovibili, unità a nastro, chiavi USB, lettori MP3 o unità di rete, rappresentano i supporti sui quali vengono memorizzati i dati e i programmi

17 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - File system e organizzazione dei file L’organizzazione fisica e logica dei documenti e dei programmi all’interno dei computer è detta file system Può essere schematizzata come un albero: inizia da una “radice” principale, (la lettera corrispondente al disco) prosegue con una serie di “rami” corrispondenti ad un percorso di cartelle (o directory) terminare con le “foglie” costituite dai file contenuti nel disco. Un file può essere un programma, un documento, un archivio di dati, del semplice testo, immagini, video, musica, e altre tipologie di dati. Le cartelle (o directory) sono contenitori creati per raggruppare i files seguendo criteri di affinità Scopo delle cartelle è l’organizzazione dei file in modo efficace e coerente, per poter recuperare con facilità il proprio lavoro.

18 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - File system e organizzazione dei file Il nome di ogni file è generalmente costituito da due parti divise da un punto: la prima è il nome del file dato dall'utente, la seconda è l'estensione del file, che serve al sistema operativo per stabilire cosa contenga un certo file. In aggiunta e in corrispondenza di una certa estensione, XP associa un’icona del programma che verrà utilizzato per aprire e modificare il file stesso (associazione di file ai programmi). Facendo doppio clic sulla sua icona verrà automaticamente lanciato il programma corrispondente ed il file selezionato verrà automaticamente aperto.

19 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - File system e organizzazione dei file. Esplora Risorse Selezionando il pulsante “Cartelle” dalla finestra “Risorse del Computer” si ottiene una visione gerarchica della struttura di file e cartelle (file system), che permette di gestire tutte le cartelle e i file presenti nel sistema mantenendo una visione d’insieme del disco in lettura. Questa diversa visualizzazione corrisponde al programma “Esplora risorse” ed è raggiungibile dal menu “Accessori” contenuto nel percorso “Start” –> “Programmi”.

20 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Esplorare la gerarchia delle cartelle Esplora Risorse appare come una finestra divisa in due sezioni. Quella di sinistra presenta il diagramma ad albero della struttura degli elementi, dei dischi e delle unità di rete disponibili Quella di destra presenta il contenuto analitico dell'elemento selezionato nella sezione di sinistra, cioè file e cartelle. Le cartelle all'interno delle quali sono presenti altre sottocartelle (o sottodirectory) sono contrassegnate dal simbolo di espandibilità (più) Se si fa clic sul simbolo, è possibile visualizzare tali cartelle e il simbolo si trasforma in un meno. Cliccando sul meno le sottocartelle verranno nascoste. Quando la struttura delle sottocartelle è visibile, facendo clic su una di esse la cartella resterà visualizzata e alla destra della finestra comparirà l’elenco dei documenti e delle sottocartelle che essa contiene.

21 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Esplorare la gerarchia delle cartelle In qualsiasi momento è possibile risalire nella gerarchia delle cartelle usando il pulsante “Livello Superiore” Facendo clic più volte su tale pulsante si arriva a visualizzare il contenuto del Desktop In effetti il desktop è pensato come una grande cartella che contiene al suo interno tutte le altre.

22 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Cambiare la visualizzazione delle cartelle È possibile visualizzare il contenuto delle cartelle in vari modi, selezionando le corrispondenti voci dal menu Visualizza, oppure cliccando sul tasto corrispondente della Barra degli Strumenti: Anteprima: permette di visualizzare una piccola anteprima del contenuto del file Icone allineate su più righe Titoli: vengono visualizzate alcune proprietà di ciascun file e/o cartella Elenco (simile a Icone) Dettagli: vengono visualizzati il tipo del file, la data di modifica, etc. Nella visualizzazione “Dettagli” è possibile riordinare i file secondo vari metodi, cliccando sulle intestazione delle colonne. Per esempio, un clic su “Tipo” permette di riordinare i file secondo la loro estensione.

23 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Creare e rinominare cartelle e file La creazione di nuovi documenti e di cartelle, in cui conservarli in modo ordinato, è una delle attività più comuni dell’utilizzo del computer Per creare dei file esistono vari modi. Una tecnica per creare file (e cartelle) consiste nel portare il puntatore del mouse nell'area disco nella quale si desidera venga collocato il file (ad esempio sul desktop) e con un semplice clic destro del mouse visualizzare il comando “Nuovo” seguito dal tipo di file che si vuole creare. Il procedimento è del tutto analogo se si vuole creare una cartella (per la quale verrà dato per default il nome di Nuova Cartella) A questo punto è possibile aprire il file appena creato. Basta fare doppio clic su di esso e il computer lancerà (avvierà) il programma associato al tipo di documento

24 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Creare e rinominare cartelle e file Una tecnica simile è quella di scegliere da “Risorse del Computer” il menu File->Nuovo, dopo essersi posizionati nella cartella in cui si vuole creare il file o la cartella. Verrà mostrato un menu a discesa simile a quello precedente con lo stesso funzionamento Infine un altro modo, forse più intuitivo, consiste nell'accedere al programma con il quale creare il file (es. Blocco note per un documento di testo), quindi selezionare dal menu “File” il comando “Nuovo”. Il file verrà immediatamente aperto e nominato “Senza nome”

25 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Salvataggio dei File Per non perdere il lavoro eseguito su un file bisogna salvarlo. Per salvare un file basta selezionare il comando “Salva” dal menu “File” Se al file era già stato dato un nome, perché per esempio lo si era creato tramite tasto destro o Risorse del Computer, oppure se lo si era già salvato in precedenza, l’esecuzione del comando sarà invisibile. Se non è questo il caso, allora si aprirà una finestra di dialogo in cui è possibile assegnare il nome al file e scegliere in quale cartella salvarlo. Con il comando “Salva”, tale finestra apparirà solo la prima volta. Se è necessario salvare una copia del file (su un floppy, un’altra cartella, etc) per creare una copia di backup, bisogna invece utilizzare il comando “Salva con nome” dal menu File. Si aprirà ogni volta una finestra di dialogo in cui è possibile assegnare il nome al file e scegliere in quale cartella salvarlo

26 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Aprire e rinominare un file Per aprire un file è sufficiente fare doppio clic su di esso. Se il file non è sul desktop, bisogna aprire Risorse del Computer e raggiungere la sua locazione, selezionando in ordine l’unità, la cartella e le eventuali sottocartelle, fino a raggiungere il file. Per rinominare un file o una cartella basta fare clic con il tasto destro su di esso/a, e selezionare Rinomina. In alternativa è possibile selezionare il file e premere il tasto F2. In genere è buona norma utilizzare dare ai file nomi specifici in modo che sia possibile rintracciarli facilmente. Nella scelta del nome del file non è possibile usare alcuni caratteri: slash (/), backslash(\), maggiore (>), minore(<), asterisco (*), punto interrogativo (?), virgolette(“), pipe (|), due punti (:). La lunghezza del nome non può superare i 255 caratteri Nella stessa cartella non è possibile dare lo stesso nome a due sottocartelle o a due file aventi lo stesso tipo (estensione).

27 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Formattare un dischetto Sebbene ormai non lo siano più, i floppy disk erano uno dei più usati mezzi per fare il backup dei dati e per trasportare economicamente e velocemente dati da un pc ad un altro Prima di potere essere utilizzati, i floppy disk (così come anche hard disk, memorie esterne, penne USB) hanno bisogno di essere formattati, cioè di essere predisposti a contenere i dati. Talvolta la formattazione è necessaria anche per recuperare un disco rovinato o per rendere irrecuperabili i dati presenti in esso Per effettuare la formattazione basta premere con il tasto destro sull’icona dell’unità “A:” (nel caso del floppy) e scegliere l’opzione Formatta, quindi fare clic sul pulsante “Avvia”. Prima di fare ciò è possibile assegnare un nome al supporto, digitandolo nella casella “Etichetta di volume”

28 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Spostare e copiare file È possibile copiare file da una cartella ad un’altra Il metodo più semplice è quello di tenere premuto il tasto “CTRL” e contemporaneamente cliccare sul file con il tasto sinistro e trascinarlo sulla cartella di destinazione. Viene creata così una copia del file nella cartella di destinazione, senza alterare il file originale Se invece non vogliamo mantere il file nella cartella originale, ma lo vogliamo spostare nella cartella di destinazione, l’operazione da fare è la stessa, ma stavolta il tasto da mantenere premuto è “SHIFT”. Le stesse operazioni possono essere effettuare tramite il copia- incolla e il taglia-incolla rispettivamente. Basta selezionare il /i file, andare nel menu Modifica e selezionare Copia oppure Taglia. Quindi basta posizionarsi nella cartella di destinazione e selezionare Incolla sempre dal menu Modifica. Lo stesso può essere fatto tramite le stesse voci del menu a tendina che compare facendo clic con il tasto destro su i file di origine (Copia o Taglia), e quindi nella cartella di destinazione (Incolla)

29 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Esercitazione n° 1 Inserire il floppy disk / pen drive nell’apposito drive e formattarlo tramite risorse del computer Creare nel floppy / pen drive una cartella e chiamarla con il proprio nome e cognome nella forma: cognome_nome Creare una sottocartella alla precedente chiamandola con la data odierna Creare sul Desktop un’immagine bitmap e chiamarla disegno1. Aprire l’immagine, disegnare qualcosa e salvarla. Quindi salvarla anche sulla cartella con la data creata in precedenza sul floppy / pen drive. Chiudere l’applicazione Aprire l’applicazione Wordpad e creare un documento. Al suo interno scrivere i propri nome, cognome, data di nascita. Salvare il file con il vostro nome e cognome nel formato usato prima nella cartella C:\Patente che creerete al volo da Salva con nome. Chiudere l’applicazione Aprire Risorse del computer. Copiare il documento appena creato nella cartella con la data odierna del floppy / pen drive, muovendosi tra le cartelle senza usare assolutamente il mouse, quindi solo con la tastiera, utilizzando le combinazioni di tasti per copiare e incollare e il tasto TAB per spostarsi.

30 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Eliminare i file e le cartelle Per eliminare file e cartelle, dopo averli selezionati, basta premere il tasto CANC o DEL della tastiera. Comparirà una finestra di dialogo che chiederà conferma dell’operazione. In alternativa è possibile anche fare clic con il tasto destro e selezionare Elimina Un’altra alternativa è quella di trascinare i file sopra l’icona del Cestino È anche possibile utilizzare l’icona della barra degli strumenti di Risorse del Computer o selezionare la voce Elimina dal menu File

31 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Cestino I file e le cartelle eliminate non vengono cancellate immediatamente. Il Cestino è il luogo da cui è possibile ripristinare file e cartelle cancellate inavvertitamente Se invece il Cestino contiene solo file e cartelle che non sono più necessari, è possibile svuotarlo. Attenzione: dopo che si svuota il cestino non è più possibile recuperarne il contenuto!!!

32 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Cercare file e cartelle Capita spesso di non ricordare in quale cartella si sia collocato un particolare documento In Windows è possibile cercare un documento tramite la voce Cerca del menu Avvio oppure tramite il relativo pulsante in Risorse del Computer. È possibile impostare vari criteri di ricerca, limitando, per es.,la ricerca ai soli file multimediali o a tutti i file e cartelle o ai soli documenti di lavoro (file di testo o fogli di calcolo) Per effettuare una ricerca basta digitare il nome del documento o anche solo una parte del nome e selezionare in quali cartelle effettuare la ricerca, quindi premere il tasto Cerca

33 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Ricerca avanzata È possibile stabilire degli ulteriori parametri di ricerca più avanzati. È previsto nella scelta del nome l’utilizzo dei cosiddetti caratteri jolly (detti anche wildcards): ? e *. Il ? serve a sostituire un solo carattere che non ricordiamo. L’* permette di sostituire uno o più caratteri. Oppure è possibile digitare parte del testo che dovrebbe essere presente all’interno del file, limitando la ricerca a tutti e soli i file che al loro interno hanno tali parole Oppure è possibile fare una ricerca in base alla data di modifica del file o alle sue dimensioni. È possibile inoltre specificare ulteriori opzioni, come la ricerca nelle sottocartelle, nelle cartelle di sistema e nei file nascosti, etc È bene ricordare che i criteri di ricerca si sommano tra loro: tutte le condizioni di ricerca devono essere soddisfatte contemporaneamente!!

34 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Stampare un file La stampa di un file può essere attivata dal programma con cui si crea un documento, oppure cliccando di destro da Risorse del Computer sul documento da stampare e selezionando Stampa Dall’applicazione con la quale si crea il documento è possibile stamparlo scegliendo la voce Stampa dal menu File: si apre la finestra di dialogo a lato. Da qui si può scegliere quante copie stampare del documento, selezionare quale stampante usare se ve ne sono collegate più di una, scegliere quali pagine del documento stampare. È anche possibile stampare direttamente (senza far apparire la finestra di dialogo) facendo clic sull’apposita icona della barra degli strumenti

35 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Cambiare la stampante predefinita Se nel pc sono installate più stampanti è possibile scegliere quale di esse usare di default, cioè scegliere quella predefinita Basta scegliere l’icona Stampanti e Fax dal Pannello di Controllo, cliccare di destro sulla stampante scelta e selezionare Imposta come stampante predefinita: un segno di spunta nero apparirà vicino all’icona della stampante. È anche possibile scegliere la voce Imposta come stampante predefinita dal menu File.

36 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Installare una nuova stampante Dalla finestra Stampanti e Fax è possibile installare una nuova stampante, facendo clic su Aggiungi Stampante dalla barra delle operazioni comuni a sinistra. Si aprirà una procedura guidata che chiederà alcune informazioni sulla stampante che si vuole installare: Se la stampante è locale o di rete La porta cui è collegata Il tipo di stampante (e, se necessario, fornire i driver tramite il cd che di solito è fornito con la stampante) Se la stampante deve essere condivisa Se si vuole stampare una pagina di prova per verificare il buon esito dell’installazione

37 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Visualizzare la coda di stampa È possibile mandare in stampa più documenti contemporaneamente, senza bisogno di aspettare che la stampante finisca, prima di mandare il successivo. I documenti vengono memorizzati temporaneamente in una coda di stampa, in attesa di essere stampati Per visualizzare la coda di stampa basta fare doppio clic sulla stampante che si vuole visualizzare nella finestra Stampanti e Fax, oppure fare doppio clic nella icona che compare nella tray bar. Si aprirà una finestra dove sono visualizzati tutti i processi in coda, con uno stato per ciascuno, dati sull’avanzamento della stampa, proprietario del documento, etc

38 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Eliminare o sospendere una stampa Se necessario, è possibile sospendere un processo di stampa, oppure eliminarlo definitivamente. Per eliminare un processo di stampa, basta selezionarlo e premere il tasto CANC, oppure usare il menu Documento o fare clic con il tasto destro e selezionare Annulla. Per sospenderlo, invece, basta cliccare su Sospendi nello stesso menu. Per riprendere la stampa, basta cliccare su Riavvia nello stesso menu. Per sospendere temporaneamente o annullare la stampa di tutti i documenti, basta scegliere rispettivamente le voci Sospendi Stampa oppure Elimina tutti i documenti dal menu Stampante.

39 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Installare nuove applicazioni Una nuova applicazione per essere utilizzata sul nostro pc deve prima di tutto essere installata (setup in inglese) È necessario verificare che i requisiti di sistema richiesti dalla stessa siano soddisfatti, controllandoli sulla scatola dell’applicazione e confrontandoli con le caratteristiche del nostro pc Per installare una nuova applicazione basta di solito inserire il CD-ROM della stessa nel nostro pc e aspettare che parta da solo il programma di setup. Nel caso non dovesse partire, bisogna andare, tramite Risorse del Computer, nella cartella che rappresenta il lettore CD e fare doppio clic sul file che solitamente si chiama setup.exe

40 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il setup Il processo di setup varia per ciascuna applicazione, ma di solito è caratterizzato da alcuni passi comuni: Le caratteristiche del programma (non sempre presente) La scelta della directory in cui installare il programma (a meno di particolari esigenze, di solito conferma la posizione suggerita) La richiesta di accettazione dell’accordo di licenza (license agreement): per potere installare il programma è necessario accettarlo. Se non si è d’accordo con i termini della licenza, non è possibile installare il programma Una finestra di dialogo che mostra l’avanzamento dell’installazione. Al termine della procedura di setup a volte può capitare che venga richiesto di riavviare il computer: ciò è necessario per permettere a Windows di re-impostarsi per poter fare funzionare correttamente la nuova applicazione

41 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Disinstallare un’applicazione Per disinstallare un programma basta andare nel Pannello di Controllo, quindi fare doppio clic sull’icona Installazione Applicazioni Comparirà un elenco di tutte le applicazioni installate Selezionare quella che si vuole disinstallare, quindi premere il tasto Cambia/Rimuovi Apparirà una finestra in cui è possibile confermare la disinstallazione. Tramite il tasto Aggiungi nuovi programmi è invece possibile far partire una procedura guidata per l’installazione delle applicazioni

42 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Creare nuovi collegamenti Una volta installata una nuova applicazione, potrebbe essere comodo avere un’icona sul desktop che permetta di avviarla velocemente. Ci sono tre modi per creare un collegamento: Cliccare di destro sull’icona dell’applicazione e selezionare Copia, quindi portarsi sulla cartella dove si vuole creare il collegamento e cliccare di destro e selezionare Incolla collegamento Portarsi sulla cartella dove si vuole creare il collegamento, cliccare di destro e selezionare Nuovo, quindi Collegamento: si apre una procedura guidata che chiede di identificare la posizione del file o della cartella cui fare puntare il collegamento Se si vuole creare un collegamento sul desktop, cliccare di destro sull’icona dell’applicazione e selezionare Invia quindi Desktop (crea collegamento)

43 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - La guida in linea Chi ha spirito di iniziativa impara a conoscere un programma semplicemente usandolo e cercando aiuto solo su problemi specifici, quando se ne presenta l’esigenza. Le Guide in linea facilitano proprio questo approccio. Sono documenti ipertestuali che possono essere consultati mentre si lavora con i programmi Tutte le principali applicazioni sono dotate di guide in linea. Possono di solito essere attivate in tre modi: Tramite la pressione del tasto F1 Tramite il menu ? dalla barra dei menu Tramite la pressione dell’icona dalla barra degli strumenti (se presente)

44 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - La guida in linea di Windows Anche Windows ha la sua Guida in linea. Vi si accede dal menu Avvio, dalla voce Guida in linea e supporto tecnico L’accesso agli argomenti della guida avviene tramite un motore di ricerca Come in un browser, gli argomenti di più frequente consultazione possono essere memorizzati in una sezione Preferiti per essere riaperti senza doverli cercare nuovamente

45 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Cosa fare se il computer si blocca Può accadere che durante l’uso il computer si “blocchi”: il puntatore del mouse non si muove più e/o non si ha alcuna risposta alla pressione dei vari tasti. La procedura da seguire è la seguente: Attendere 30 sec – 1 minuto per vedere se la situazione si recupera da sola In caso contrario, premere contemporaneamente i tasti CRTL + ALT + CANC della tastiera Dovrebbe comparire la finestra del Task Manager Selezionare l’applicazione bloccata (nella colonna stato compare Non Risponde), quindi premere il tasto Termina operazione, oppure cliccare con il destro su di essa e selezionare dal menu a tendina Termina operazione Se ancora il pc risulta bloccato, è necessario fare un reset del sistema: bisogna premere ancora contemporaneamente i tasti CRTL + ALT + CANC della tastiera e il pc si riavvierà, oppure premere il tasto RESET sul case del pc In caso di Reset del computer, tutti i dati creati con le applicazioni che erano in uso e che non erano stati salvati nella memoria di massa andranno perduti irrimediabilmente!!

46 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - I virus informatici Un virus è un programma capace di riprodursi all’interno di altri programmi I suoi effetti possono essere di vario tipo e sempre fastidiosi: Distruggere programmi e dati Mostrare falsi messaggi di allarme Cambiare le impostazioni di sistema Modificare il funzionamento dei programmi o impedirne l’uso Creare delle back door per permettere al creatore del virus di impossessarsi del vostro pc

47 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Come funzionano i virus Tutti i virus hanno caratteristiche comuni: Un motore di riproduzione Un meccanismo di attivazione La fase distruttiva I sintomi dell’infezione variano da virus a virus, ma di solito ci sono dei malfunzionamenti comuni: Effetti visivi o sonori insoliti, con scomparsa di dati Rallentamento dell’elaborazione dei dati Impossibilità di lanciare alcuni programmi Riavvio automatico del computer

48 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - I virus più diffusi I virus più diffusi sono di tre tipi: Dialer: dirottano la connessione internet a più costose numerazioni tipo 899 o simili Trojan horse: raccolgono informazioni personali (come numeri di carte di credito o ) o aprono varchi a malintenzionati Spyware: di solito non arrecano danni al computer ma minano la privacy dell’utente raccogliendo dati sulla navigazione e sui gusti e li inviano ad aziende che vogliono farne uso

49 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Come si propagano i virus Tramite gli allegati di posta elettronica, provenienti anche da mittenti noti, ma che sono stati infettati a loro volta: mai aprire allegati di sospette!! Tramite file scaricati da internet da siti di dubbia affidabilità Tramite floppy disk, pen drive e cd Tramite le macro di programmi come Word o Excel

50 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Gli antivirus Nuovi virus vengono costantemente creati e diffusi Per contrastare questa epidemia, gli antivirus hanno bisogno di costanti e periodici aggiornamenti via Internet Un programma antivirus esamina i file presenti sul pc e se infettati cerca di disinfettarli, o quanto meno di metterli in quarantena, in modo che non possano venire eseguiti così da tenerli sotto controllo È consigliabile impostare sempre la scansione automatica di tutti i messaggi di posta elettronica, sia in entrata sia in uscita, di tutti i file presenti nel computer e di quelli che si trovano nelle varie periferiche rimovibili che connettiamo al computer

51 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - TASTI SCORCIATOIA IN XP Grazie al tasto contrassegnato dal logo di Windows è possibile attivare direttamente molte funzioni del sistema operativo XP che altrimenti richiederebbero numerosi passaggi del mouse: Tasto Windows: Visualizza il menu START Tasto Windows + D: Minimizza o ripristina tutte le finestre attive Tasto Windows + E: Visualizza Risorse di Sistema Tasto Windows + F: Visualizza la finestra TROVA per la ricerca di file o cartelle Tasto Windows + Ctrl + F: Visualizza la finestra TROVA per la ricerca di computer Tasto Windows + F1: Visualizza l'Aiuto online di Windows Tasto Windows + R: Visualizza la finestra ESEGUI Tasto Windows + break: Visualizza la finestra delle proprietà di sistema Tasto Windows + shift + M: Ripristina tutte le finestre minimizzate Tasto Windows + L: Blocca l'accesso al sistema Tasto Windows + U: Apre Utility Manager Tasto Windows + Q: Tenendo premuto il tasto con il logo di Windows e premendo il ripetutamente il tasto Q, si scrolla tra i vari utenti

52 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Per effettuare velocemente la funzionalità di Copia/Incolla/Taglia si possono usare le seguenti combinazioni di tasti dopo aver selezionato (con muose o tastiera ciò che si vuole copiare/tagliare), in qualsiasi applicazione di Windows: CTRL + C per copiare CTRL + X per tagliare CTRL + V per incollare sul luogo di destinazione TASTI SCORCIATOIA IN XP: Copia / Incolla / Taglia

53 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - La copia e lo spostamento dei file tramite Drag & Drop Quando si trascina un file su una cartella il comportamento dell’azione al rilascio del tasto cambia a seconda che la cartella di destinazione si trovi nella stessa Unità o meno. Se si trova nella stessa Unità, il comportamento standard è quello dello spostamento. Per cambiarlo bisogna premere contemporaneamente al tasto sx del mouse il tasto CTRL. Se si trova in un’Unità diversa, il comportamento standard è quello della copia. Per cambiarlo bisogna premere contemporaneamente al tasto sx del mouse il tasto Maiusc (Shift).

54 Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Estensioni di file più comuni.com,.bat,.exeApplicazioni e file eseguibili di sistema.dll.drv.sys.vbxDriver di periferiche e altri file di sistema.doc.rtf.txt.wri Documenti prodotti con vari elaboratori di testo.xls.mdb.ppt Fogli elettronici, database, presentazioni create con MS Office.htm.htmlDocumenti HTML e pagine web.bmp.gif.jpg.png.tifImmaigini in diversi formati.aif.mid.mp3.wavSuoni in diversi formati.avi.mov.mpg.mpeg.wmv.dvxFilmati in diversi formati.zip.rar.tmpFile compressi e file creati temporaneamente dal sistema


Scaricare ppt "Ing. Valentino Carmelinda Stefania - Il Sistema Operativo Quando accendiamo il computer, il primo programma che viene caricato."

Presentazioni simili


Annunci Google