La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Controllo Spazio-Temporale: -sopravvivenza dell’organismo all’ischemia -resistenza dell’organo all’ischemia -compromissione delle capacità di operare Volume.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Controllo Spazio-Temporale: -sopravvivenza dell’organismo all’ischemia -resistenza dell’organo all’ischemia -compromissione delle capacità di operare Volume."— Transcript della presentazione:

1 Controllo Spazio-Temporale: -sopravvivenza dell’organismo all’ischemia -resistenza dell’organo all’ischemia -compromissione delle capacità di operare Volume minuto o portata (flusso in un condotto)= Volume di liquido che attraversa una sezione trasversa del condotto nell’unità di tempo.

2 Vasi in serie ed in parallelo La R al flusso dipende da: -calibro del vaso -disposizione del condotto -natura del liquido (viscosità) -tipo di scorrimento (laminare o turbolento) Ф = ΔPπr4/8ηl

3 Flusso laminare a fronte parabolico, minore resistenza RELAZIONE FLUSSO-VELOCITA A Ф costante la velocità di scorrimento dipende dalla sezione trasversa v= Ф/A Accumulo emazie al centro al crescere della velocità di scorrimento Diminuisce η η diminuisce con il calibro Viscosità dipende da: Ht, velocità di scorrimento, calibro del vaso, temperatura Numero di Reynolds costante che lega: Velocità, Condotto, Liquido N 2000 moto turbolento

4

5

6 -↑ lavoro del cuore -si formano trombi

7 Stenosi del vaso ↑velocità (placche aterosclerotiche)


Scaricare ppt "Controllo Spazio-Temporale: -sopravvivenza dell’organismo all’ischemia -resistenza dell’organo all’ischemia -compromissione delle capacità di operare Volume."

Presentazioni simili


Annunci Google