La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STORIA E CULTURA DEL “SECOLO BREVE” SEMINARI DI STORIA Dalla I^ Guerra Mondiale alla “GUERRA FREDDA” Tommaso Ciccarone.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STORIA E CULTURA DEL “SECOLO BREVE” SEMINARI DI STORIA Dalla I^ Guerra Mondiale alla “GUERRA FREDDA” Tommaso Ciccarone."— Transcript della presentazione:

1 STORIA E CULTURA DEL “SECOLO BREVE” SEMINARI DI STORIA Dalla I^ Guerra Mondiale alla “GUERRA FREDDA” Tommaso Ciccarone

2 Il ‘900: Introduzione Max WEBER ( “Economia e Società”, 1914): Tipologie di Potere nella Società di Massa. Concetto di “Secolo Breve” (Eric Hobsbawm, 1994) Imperialismo e “Capitalismo Integrato” 1914 – 1945 / non esistono una 1^ e una 2^ guerra Mondiale: le “PACI INCONDIZIONATE”:

3 1^ Guerra Mondiale / A Dal 1890: Fine delle REALPOLITIK di BISMARK 1. Questione BALCANICA 2. Questione AFRICANA 1914 – ’15: BlitzKrieg tedesco (violazione neutralità del Belgio) Dalla “Guerra di movimento” alla “Guerra di TRINCEA” 1915: Fine della TRIPLICE ALLEANZA e Patto segreto di LONDRA (Italia) Fine dell’Età Giolittiana: scontro Neutralisti e Interventisti (sonniniani, irredentisti, futuristi, monarchia)

4 1^ Guerra Mondiale / B 1916 Battaglia marittima dello JUTLAND tra INGH – GER.: esempio di “guerra di posizione” Rivoluzione BOLSCEVIKA (fine dell’Impero zarista) 2. Ingresso U.S.A. in guerra 3. Sconfitta italiana di CAPORETTO Pace di BREST – LITOVSK (Russia/Germania) 2. Sconfitta della Germania (fine del II° REICH)

5 1^ Guerra Mondiale / C 1918 Dopo l’ingresso degli U.S.A. Sconfitta della GERMANIA ad AMIENS e armistizio. AUSTRIA: diserzione dei soldati Cechi, Slovacchi, Ungheresi GERMANIA: Ammutinamento dei marinai di KIEL e fuga del Kaiser; Nascita della REP. Di WEIMAR

6 1^ Guerra Mondiale /Le “PACI” I “14 Punti di WILSON”: utopici e astratti… …nella realtà: Pace di VERSAILLES (1919): contro la Germania Pace di SAINT GERMAIN (1919): Contro l’ Austria Pace di SEVRES (1920): contro l’Impero Ottomano J. KEYNES, “Le Conseguenze economiche della guerra” (1920)

7 EUROPA DOPO VERSAILLES

8 Cultura del primo ‘900/ 1 NICHILISMO EUROPEO Fine dell’ottimismo razionale borghese (Positivismo e in parte l’Hegelismo): SCHOPENHAUER - NIETZSCHE Sviluppo del “vitalismo” spirituale: BERGSON Fine dell’ Occid-Ente (M. HEIDEGGER) “Smania di Totalità” e “Misticismo”: cultura “Volkisch” e ideologia nazionalistica

9 Cultura del primo ‘900/ 2 Sulla fine delle “certezze razionali” dell’800: G. LUKACS, “la distruzione della ragione” (1953) G. MOSSE, “Gli uomini e le masse nelle ideologie nazionaliste” (1980) *************************************************** E. JÜNGER, “Oltre la linea” (1950) O. SPENGLER, “Il Tramonto dell’Occidente” (1920) A. ROSENBERG, “Il Mito del XX secolo” (1921) A. HITLER, “Mein Kampf” (1925)

10 SCHIERAMENTI 2^ Guerra Monidiale A/ TOTALITARISMI [ DEF. – Hanna Arendt, Le Origini del Totalitarismo, 1951 ] Italia (Mussolini) Germania (Hitler) Giappone (Hiroito) [vedi A. HITLER, Mein Kampf, 1925) ______________________________________ B/Contro il nazifascismo U.S.A - Inghilterra - U.R.S.S. - Francia

11 ASSE ROMA – BERLINO 1936 PATTO ANTI – COMINTERN 1937 PATTO TRIPARTITO del 1939 NAZISMO GIAPPONE ITALIA

12 Breve mappa II^ Guerra Mondiale/A 1936 – 39: Guerra Civile Spagnola 1938: Conferenza di MONACO (Chamberlain/Daladier/Mussolini/Hitler). Ideale di Equilibrio; Questione Cecoslovacca (Sudeti); Appeasement di Francia e Inghilterra. Settembre 1939: Invasione della Cecoslovacchia e Polonia e Dichiarazione di Guerra di Francia e Inghilterra 1939: Patto di NON AGGRESSIONE Ribbentrop- – Molotov (Germania e URSS su Polonia)

13 Breve mappa II^ Guerra Mondiale/B Giugno 1940: la Francia è nazificata (l’Italia entra in guerra) 1940/41: Battaglia di Inghilterra (Operazione “Leone marino”). Gli inglesi resistono (R.A.F. e RADAR) 1940/41: Apertura TERZO FRONTE da parte dell’Italia sui BALCANI e AFRICA. Sconfitte Italia e protagonismo tedesco: 1. JUGOSLAVIA e GRECIA sono nazificate. 2. HITLER invia in AFRICA gli “Afrikakorps” di ROMMEL (la “volpe del deserto”)

14 Breve mappa II^ Guerra Mondiale/C 1941 Anno della svolta Entrano in guerra: 1. GIAPPONE e U.S.A. (attaccati a Pearl Harbor) 2. L’U.R.S.S. rompe il Patto Ribbentrop – Molotov La GERMANIA avvia l’operazione “Barbarossa” contro l’U.R.S.S. nell’ottica della “guerra lampo” (BlitzKrieg), ma…

15 Breve mappa II^ Guerra Mondiale/D … non ostante i primi successi a LENINGRADO e alle porte di MOSCA, l’Armata Rossa resiste e contrattacca a STALINGRADO (gennaio 1943), sfondando la linea del fiume Don. Sul fronte AFRICANO: le truppe Anglo-americane schiacciano gli Afrikakorps tedeschi e i reparti italiani (sconfitta di EL ALAMEIN / Nov. ‘42, ad opera del Gen. Inglese Montgomery). Da qui si afferma il presupposto dello Sbarco in Sicilia

16 Fronti di Guerra

17 FRONTI DI GUERRA

18 Decisioni di WASHINGTON e TEHERAN

19 FRONTI DI GUERRA: Linee Gustav e Gotica

20 Le CONFERENZE di GUERRA 1. Conferenza di WASHINGTON (1942) 1. Conferenza di THERAN (1943) 2. Conferenza di MOSCA (1943) 3. Conferenza di YALTA (1945) 4. Conferenza di POTSDAM (1945)

21 Conferenza di WASHINGTON 1942 PROTAGONISTI: INGH. – USA – COMMONWEALTH Si decide sulla necessità dell’apertura di un Terzo Fronte ( oltre a quello OCCIDENTALE e ORIENTALE dell’Europa) con base in NORD-AFRICA. La messa in pratica di questa conferenza sarà lo sbarco in Sicilia delle truppe anglo-americane nell’anno successivo.

22 Conferenza di MOSCA Ottobre 1943 PROTAGONISTI: CHURCHILL – ROOSVELT – STALIN Spartizioni nella zona BALCANICA Destino della Germania dopo attacco finale dell’URSS Destino di BERLINO

23 Conferenza di TEHERAN Novembre 1943 PROTAGONISTI: Churchill – Roosvelt – Stalin Presenza di STALIN nelle trattative: dopo la Battaglia di STALINGRADO (gennaio 43) poteva dettare le regole SI STABILISCE LO SBARCO in NORMANDIA: sarà il “D-DAY” l’anno successivo (1944 con il generale Dwight Eisenhower). Tensione tra USA – URSS per i futuri assetti in Europa (teoria “dei 4 poliziotti” enunciata da ROOSVELT

24 Conferenza di YALTA Febbraio 1945 PROTAGONISTI: CHURCHILL – ROOSVELT – STALIN a) Nascita dell’O.N.U (ufficialmente ciò avviene con la Conferenza di San Francisco del 1945 a Guerra conclusa); b) Smilitarizzazione della Germania e divisione di BERLINO in 4 zone di influenza: (INGH/FRA/USA nella zona Ovest; URSS nella zona Est: c) Diritto e Autodeterminazione dei Popoli. d) Impegno dell’URSS a dichiarare guerra nel giro di 3 mesi al Giappone.

25 Conferenza di POTSDAM Luglio 1945 PROTAGONISTI ATLEE (succeduto a CHURCHILL)– STALIN – TRUMAN (succeduto a ROOSVELT) Smilitarizzazione/Divisione GERMANIA (4 zone) Aree di controllo su: 1. ITALIA – AUSTRIA – GRECIA (fronte anglo-americano); 2. ROMANIA – BULGARIA (fronte sovietico); 3. UNGHERIA – POLONIA – JUGOSLAVIA (in comune angloamericani URSS) Definizione Questione GIAPPONESE: gli USA anticiperanno l’URSS

26 Protagonisti contro il NAZI-FASCISMO Da Sinistra: CHURCHILL – ROOSVELT - STALIN

27 DECISIONI YALTA e POTSDAM

28 GUERRA FREDDA Bipolarismo U.S.A. – U.R.S.S. Concetto: “Cortina di Ferro” (Churchill) Vedi MAPPA su Guerra Fredda Su “PHILOSOPHICA”

29 CORTINA DI FERRO EUROPA

30 BLOCCHI MILITARI/GUERRA FREDDA


Scaricare ppt "STORIA E CULTURA DEL “SECOLO BREVE” SEMINARI DI STORIA Dalla I^ Guerra Mondiale alla “GUERRA FREDDA” Tommaso Ciccarone."

Presentazioni simili


Annunci Google