La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MODULO 5: Database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” Lezione 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MODULO 5: Database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” Lezione 2."— Transcript della presentazione:

1 MODULO 5: Database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” Lezione 2

2 Aprire, salvare e chiudere una tabella Cambiare modalità di visualizzazione di una Tabella Eliminare una tabella Navigare tra i record di una tabella Ordinare i record di una tabella in ordine numerico crescente o decrescente, e in ordine alfabetico crescente o decrescente Inserire, eliminare record in una tabella Inserire, modificare, eliminare dati in un record. Tabelle /1 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

3 Creare e assegnare un nome a una tabella e specificarne i campi con i relativi tipi di dati, quali: testo, numero, data/ora, sì/no Applicare le proprietà dei campi, quali: dimensioni del campo, formato numerico, formato data/ora, valore predefinito Creare una regola di validazione per numeri, data/ora, valuta Comprendere le conseguenze quando si modificano i tipi di dati, le proprietà dei campi di una tabella. Tabelle /2 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

4 Proprietà dei campi Dimensione campo TESTO:Dimensione campo TESTO: max 255 Chr, predefinito 50 Chr Dimensione campo NUMERICO:Dimensione campo NUMERICO: Byte =1 byte (da 0 a 255) Intero=2 byte (da a ) Intero lungo=4 byte (da a ) Precisione singola e doppia (4 e 8 byte) ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

5 Proprietà dei campi Formato campo Numerico:Formato campo Numerico: Numero genericoNessun separatore ne simbolo di valuta ValutaSimbolo di valuta e 2 cifre decimali FissoAlmeno una cifra intera e 2 decimali Standard2 cifre decimali e punti di separazione per le migliaia PercentualeValore percentuale Notazione scientificaNotazione scientifica (es.:1,05x10 38 ) ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

6 Proprietà dei campi Formato campo Data/Ora:Formato campo Data/Ora: Data generica19/09/ (predefinito) Data estesaSabato 19 settembre 1964 Data breve19/set/64 Data in cifre19/09/64 Ora estesa Ora breve 24h14.00 Ora breve 12h2.00 PM ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

7 Proprietà dei campi Cifre decimali:Cifre decimali: Predefinito è ‘Automatiche’ e cioè: 2 cifre decimali per i formati Valuta, Fisso, Standard, Percentuale e il numero necessario di decimali per mostrare la precisione corrente del formato numerico Generico. Si può richiedere una visualizzazione fissa di decimali da 0 a 15 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

8 Maschera di Input:Maschera di Input: Per i tipi Testo, Numerico e Data si può specificare una maschera di input che l’utente vede quando immette i dati. Esempi: preimpostare i separatori per la data (__/__/__ ) o il prefisso per i numeri di telefono (###) Proprietà dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

9 Etichetta:Etichetta: Assegnare al campo una etichetta che descrive per intero il nome nelle maschere e nel foglio dati Valore predefinito: Valore predefinito: Per i numerici è 0 per Testo e Memo è Null. Non è possibile impostare un valore predefinito per i tipi Contatore e Oggetto OLE. Proprietà dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

10 Valido se:Valido se: Si può immettere una espressione che deve essere VERA tutte le volte che si immettono dati in quel campo. Esempio: <100 significa che il campo non accetta valori uguali o maggiori a 100 oppure: “Bari” or “Foggia” or “Lecce” significa che nel campo possono essere accettati solo i valori tra virgolette. Proprietà dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

11 Messaggio di errore:Messaggio di errore: Se si è impostata una regola di convalida, in questo campo si imposta un messaggio di errore che verrà visualizzato nel caso in cui nel campo venga inserito un valore diverso da quelli richiesti. Proprietà dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

12 Richiesto:Richiesto: se non si ammette un valore Null in questo campo, impostare a SI Consenti lunghezza zero:Consenti lunghezza zero: per Testo e Memo si può impostare il campo pari ad una stringa di lunghezza zero “” Indicizzato:Indicizzato: per costruire un indice e per stabilire che il valore dell’indice sia duplicabile o no Proprietà dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

13 Proprietà dei campi Stringhe Null e di lunghezza Zero NULL lunghezza Zero NULL lunghezza Zero Entrambe esprimono un campo vuoto ma mentre il valore NULL è un valore vuoto sconosciuto il valore lunghezza Zero è un valore vuoto ma conosciuto. Due stringhe NULL confrontate non sono mai uguali, due stringhe lunghezza Zero confrontate risultano uguali. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

14 maggiore di >=maggiore di o uguale a =uguale a <>diverso da Regole di convalida ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

15 Regole di convalida IN(“Bari”;”Lecce”;”Foggia”) INControlla la uguaglianza con un qualunque elemento di una lista racchiusa tra parentesi (es.:IN(“Bari”;”Lecce”;”Foggia”)) Between 10 and 50 BetweenControllo di un intervallo di valori.Il confronto avviene tra due valori (min e max) divisi dall’operatore AND (es.:Between 10 and 50) LikeControlla la corrispondenza di una stringa ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

16 ? Qualsiasi carattere singolo * Più caratteri in testa, coda o incorporati # Qualsiasi cifra singola Like ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

17 Like “Rossi*” Like “Rossi*” inizia con Rossi Like “*Rossi##” Like “*Rossi##” comprenda Rossi seguito da 2 numeri Like “[!0-9BMQ]*####” Like “[!0-9BMQ]*####” nella prima posizione un carattere che non sia un numero da 0 a 9 e non sia una lettera B, M o Q e finisca con 4 numeri Like “[A-F]#” Like “[A-F]#”inizia con una lettera compresa tra A ed F più un numero Like “??00####” Like “??00####” inizia con due carattere poi due 0 e quattro numeri Esempi : Like ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

18 JOIN Join Interno: Vengono visualizzati solo i record delle due tabelle in cui i campi correlati esistono. Join Esterno: Vengono visualizzati tutti i record delle due tabelle anche quelli della seconda tabella dove non esiste un valore di campo correlato. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

19 Definire un campo come chiave primaria Indicizzare un campo con, senza duplicati Inserire un campo in una tabella esistente Modificare l’ampiezza delle colonne di una tabella Usare il comando di ricerca per trovare una parola, un numero, una data specificati in un campo Applicare un filtro ad una tabella Eliminare l’applicazione di un filtro da una tabella Tabelle /3 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

20 L’indice è una tabella interna (non visibile) che contiene due colonne: il valore nel campo o nei campi indicizzati e la posizione di ogni record che contiene quel valore nella tabella. Indici ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

21 Indici su un solo campo Indici su più campi Indici ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

22 Una tabella può contenere fino a 255 campi Una tabella può avere fino a 32 indici Un indice multicampo può avere max 10 colonne e non può superare 255 bytes Un database di Access non può essere più grande di 1 Gb Limiti di un database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

23 E’ lo strumento più semplice da utilizzare per la Visualizzazione, l’Aggiornamento, l’Inserimento e la Cancellazione dei dati. Foglio dati ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

24 Proprietà Ricerca Casella di riepilogo Casella combinata Foglio dati ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

25 Formattare un foglio dati Voci del menù Formato Foglio dati ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

26 Ordinare e cercare i dati. Ordinare i datiOrdinare i dati TROVATROVA Filtro in base a SelezioneFiltro in base a Selezione Filtro in base a mascheraFiltro in base a maschera Foglio dati ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

27 Progettazione In questa fase, partendo dall’analisi dei requisiti, si devono definire le tabelle, stabilire i campi di ogni tabella e le caratteristiche di ogni campo. Infine si devono definire le relazioni esistenti tra le tabelle. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

28 E’ fondamentale evitare gli sprechi con alcune regole: NORMALIZZAZIONE Ottimizzare il Database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

29 1. Univocità dei dati 2. Chiavi primarie 3. Dipendenza funzionale 4. Indipendenza dei campi Le 4 regole della normalizzazione ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

30 Ogni campo in una tabella deve rappresentare un solo tipo di informazione. Si devono spezzare i campi composti complessi e ci si deve liberare dei gruppi di informazioni ripetitive. Quando si creano tabelle separate per dati ripetitivi (esmpio: Dettaglio Ordini e Libri) si include un qualche tipo di informazione chiave ricavata dalla tabella principale per creare un collegamento fra le nuove tabelle e quella originale Univocità dei campi ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

31 Ciascuna tabella deve avere un identificatore univoco o chiave primaria, composto da uno o più campi della tabella. Ciascun record all'interno di ogni tabella deve essere identificato univocamente. Un buon progetto di DB relazionale non può esimersi dall'aver questo presupposto. Chiavi primarie ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

32 Dipendenza funzionale Per ciascun valore univoco della chiave primaria, i valori delle colonne dei dati devono essere rilevanti per l'argomento della tabella e devono descriverlo completamente. Verificare se ciascun campo è funzionalmente dipendente dalla chiave primaria che definisce l'argomento della tabella. Non devono esserci dati che non riguardano l'argomento della tabella I dati nella tabella devono descrivere completamente l'argomento. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

33 Indipendenza dei campi Deve essere possibile modificare i dati di qualsiasi campo (che non sia uno di quelli contenuti nella chiave primaria) senza influenzare i dati di qualunque altro campo. Esempio: se immettiamo un valore sbagliato nel campo NomeNegozio saremmo costretti a cambiare non solo il nome del negozio sbagliato ma anche indirizzo, cap, città. NomeNegozioQuesti campi non sono indipendenti tra loro ma sono funzionalmente dipendenti da NomeNegozio che può quindi rappresentare una chiave primaria di una nuova tabella per l'argomento NomeNegozio. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

34 Relazioni ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” Una relazione è un legame tra due tabelle basato sul valore di uno o più campi di ciascuna delle due tabelle. Di solito i campi di almeno una delle due tabelle sono campi chiave. I due principali tipi di relazioni sono: Relazione uno-a-uno: in questo caso ad ogni riga della prima tabella corrisponde una sola riga nella seconda. Relazione uno-a-molti: in questo caso ad ogni riga della prima tabella corrispondono più righe nella seconda. Le relazioni molti-a-molti possono sempre essere decomposte in termini di relazioni uno-a-molti con l’aggiunta di “tabelle di appoggio”.

35 Per definire le Relazioni fra tabelle è importante prevedere chiavi primarie e chiavi esterne per ciascuna tabella Relazioni ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

36 Per definire le Relazioni fra tabelle è importante prevedere chiavi primarie e chiavi esterne per ciascuna tabella Relazioni ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

37 Relazioni Chiavi esterneChiavi esterne In ogni tabella viene creata una chiave esterna, cioè una chiave che fa da collegamento con un’altra tabella. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

38

39 Creazione di Relazioni ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” La procedura più semplice per la creazione di relazioni è la seguente: Scegliere il comando Strumenti | Relazioni. Comparirà la finestra Relazioni assieme ad una finestra di dialogo che consente di scegliere le tabelle tra cui creare le relazioni. Selezionare ogni tabella di interesse e confermarla con Aggiungi poi chiudere la finestra di dialogo con Chiudi. Nella finestra relazioni rimarranno le tabelle selezionate. Le volte successive, per fare comparire la finestra di dialogo per selezionare le tabelle di interesse dare il comando Relazioni | Mostra Tabella (dopo avere dato il comando Strumenti | Relazioni).

40 Con l’integrità referenziale si richiede in sostanza che non si possa inserire un valore nella seconda tabella se non c’è già il corrispondente valore nella prima e non si possa cancellare un valore dalla prima tabella se esistono righe correlate nella seconda. Integrità referenziale ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

41 Integrità referenziale Aggiorna campi a catena: aggiorna tutti gli eventuali valori delle chiavi esterne delle tabelle figlie (tabella “molti”) se si cambia il valore di una chiave primaria in una tabella genitore (tabella “uno”). Elimina campi a catena : elimina tutte le righe figlie (tabella “molti”) quando si cancella una riga genitore (tabella “uno”) ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

42 Table Query Form Page Report Query Macro File Access ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

43 Tabelle - insiemi omogenei di datiTabelle - insiemi omogenei di dati Query - interrogazioni sui dati, per ricercheQuery - interrogazioni sui dati, per ricerche Maschere - moduli per inserire e modificare i datiMaschere - moduli per inserire e modificare i dati Pagine - maschere utilizzate in internetPagine - maschere utilizzate in internet Report - moduli per stampare i dati su cartaReport - moduli per stampare i dati su carta Macro - insieme di comandi di accessMacro - insieme di comandi di access Moduli - funzioni in linguaggio di programmazioneModuli - funzioni in linguaggio di programmazione Architettura di Access ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

44 Le principali funzioni di Access ORGANIZZAZIONE DEI DATI: creazione e gestione di tabelle. COLLEGAMENTO DI TABELLE: collegare le tabelle secondo relazioni stabilite tra i dati. ESTRAZIONE DI INFORMAZIONI: estrazione dei dati tramite le query. IMMISSIONE E AGGIORNAMENTO DEI DATI: tramite le maschere e le pagine. PRESENTAZIONE DEI DATI: creare report per la stampa o l’elaborazione elettronica. ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

45 Sono oggetti che consentono di creare mappe di inserimento dati o di mostrare il risultato di queries in modo personalizzato. Maschere ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

46 Maschere ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

47 Aprire, salvare e chiudere una maschera Cambiare modalità di visualizzazione di una maschera Eliminare una maschera Navigare tra i record di una tabella Maschere/1 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”

48 Capire che una maschera viene usata per visualizzare e gestire i record Creare e assegnare un nome ad una maschera Utilizzare una maschera per inserire record Utilizzare una maschera per eliminare record Utilizzare una maschera per inserire, modificare, eliminare dati in un record Inserire, modificare testo nell’intestazione, piè di pagina di una maschera. Maschere/2 ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica”


Scaricare ppt "MODULO 5: Database ITCG “V. De Franchis” - PON FSE Modulo G/1 l’informatica” Lezione 2."

Presentazioni simili


Annunci Google