La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 1 Lunedì 3 marzo 2014 Risorse accademiche ad accesso aperto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 1 Lunedì 3 marzo 2014 Risorse accademiche ad accesso aperto."— Transcript della presentazione:

1 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 1 Lunedì 3 marzo 2014 Risorse accademiche ad accesso aperto in rete

2 2 INDICE PRIMA PARTE a.Che cos’ è l’Open Access b.Scopi e vantaggi dell’OA c.Risorse ad accesso aperto SECONDA PARTE a. L’Open Access e il diritto d’autore 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 2

3 3 PRIMA PARTE a.Che cos’ è l’Open Access b.Scopi e vantaggi dell’OA c.Risorse ad accesso aperto 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 3

4 4 PRIMA PARTE a. Che cos’ è l’Open Access 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 4

5 5 Cos’è l’Open Access ? Open Access (OA) significa accesso via web libero, immediato e senza restrizioni ai risultati referati e ai dati della ricerca. Per 'open access' a questi prodotti scientifici si intende la loro libera disponibilità su internet, permettendo a ciascun utente di leggere, scaricare, copiare, usare, distribuire, stampare, trasmettere e mostrare pubblicamente l’opera rielaborare e distribuire eventuali opere derivate su qualsiasi mezzo digitale e per ogni scopo responsabile, il tutto nel rispetto della corretta attribuzione e della menzione dell'autore cercare, linkare al full text di questi articoli, indicizzare, passarne i dati al software, o usarli per ogni altro scopo legale senza altre barriere finanziarie, legali o tecniche da quelle inseparabili dall’accesso a internet. La sola restrizione sulla riproduzione e la distribuzione, e il solo ruolo per il copyright in quest’ambito, dovrebbe riguardare il mantenimento del controllo dell’autore sull’integrità dell’opera e il diritto di essere riconosciuto e citato correttamente.

6 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 6 Due gradi e due strade per l’Open Access STRADA D’ORO STRADA D’ORO ab origine su basi di Accesso Aperto - pubblicare opere ab origine su basi di Accesso Aperto STRADA VERDE STRADA VERDE repositories open access - (auto-)archiviare in repositories open access articoli pubblicati e referati (S. Harnad) GRADO “GRATIS” GRADO “GRATIS” - accesso online gratuito GRADO “LIBRE” GRADO “LIBRE” - libero accesso online più alcuni diritti di utilizzo aggiuntivi, spesso garantiti attraverso l’utilizzo di varie specifiche licenze Creative Commons (vedi oltre) 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 6

7 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 7 Tipi di archivi OA (Strada verde) Istituzionali costituiscono un luogo online ove raccogliere, conservare e disseminare -- in forma digitale – le opere dell’intelletto prodotte da un’istituzione, in particolare un ateneo o ente di ricerca. Disciplinari si tratta di collezioni digitali contenenti opere di autori accademici relativi a una particolare area disciplinare (fisica, economia, informatica, ecc.).

8 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 8 Referaggio (peer review) L’Open Access è assolutamente compatibile con il referaggio o peer-review: non può essere Archivi aperti (= Repositories) non richiedono obbligatoriamente la peer review ma parte del loro contenuto può essere referato (ad es.: post-print editoriali). sono (La maggior parte del)le Riviste Open Access sono referate. 3 marzo 2014

9 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 9 Alcune definizioni Eprints (termine generico) : versioni digitali degli articoli, prima o dopo il referaggio e/o la pubblicazione Preprints : versioni degli articoli prima del referaggio (peer-review) Postprints : versioni degli articoli dopo il referaggio (non necessariamente con il layout originale della casa editrice) Corrigenda : elenco delle variazioni che distinguono un preprint privo di referaggio da un postprint referato (elenco che può essere archiviato insieme al preprint se la casa editrice non permette l’archiviazione del postprint).

10 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 10 Unitn per l’Open Access Ha sottoscritto la Berlin Declaration [ ] ( traduzione italiana )Berlin Declarationtraduzione italiana attraverso la Dichiarazione di Messina [ ] (traduzione inglese)Dichiarazione di Messinatraduzione inglese gestisce dal 2003 l'Archivio istituzionale per la ricerca Unitn-eprints ResearchUnitn-eprints gestisce dal 2008 l'Archivio istituzionale per le Tesi di dottorato Unitn-eprints PhDUnitn-eprints PhD partecipa al Gruppo di lavoro Open Access della Commissione Biblioteche della CRUI, per il quale ha collaborato alla stesura di Linee Guida e Raccomandazioni in tema di Accesso Aperto :Gruppo di lavoro Open Access della Commissione Biblioteche della CRUI - Guidelines for institutional archives Guidelines for institutional archives - Open Access Journals: Guidelines Open Access Journals: Guidelines - OA, research evaluation and assessment: Guidelines OA, research evaluation and assessment: Guidelines ha emanato una policy di ateneo in materia di Open Access [ ] 3 marzo 2014

11 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 11 PRIMA PARTE b. Scopi e vantaggi dell’OA 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 11

12 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 12 Perché l’Open Access ? Perché bisogna pagare più volte per la ricerca finanziata con fondi pubblici ? Occorre riaffermare il diritto alla ricerca per docenti e studenti.

13 13 Il ciclo della ricerca e i suoi prodotti

14 14 Il ciclo della ricerca e i suoi prodotti 3 marzo 2014 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale

15 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 15 L’Open Access e i problemi di chi fa ricerca

16 16 Aumento dei costi di abbonamento alle riviste accademiche 3 marzo 2014 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale

17 17 3 marzo 2014

18 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale marzo 2014

19 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale marzo 2014

20 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 20 3 marzo 2014

21 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 21 3 marzo 2014

22 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 22 Effetti collaterali (positivi) dell’OA Più ampia e rapida disseminazione dei prodotti della ricerca maggiore impatto dei prodotti della ricerca sulla comunità accademica (inter)nazionale di riferimento più facile e immediato uso dei, e accesso ai, prodotti della ricerca maggiore visibilità per i prodotti della ricerca di ciascun autore e della sua istituzione di appartenenza controllo da parte dell’autore sulla sua proprietà intellettuale e sulle sue pubblicazioni 3 marzo 2014

23 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 23 PRIMA PARTE c. Risorse ad accesso aperto 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 23

24 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 24 Alcuni link utili relativi all’OA … Lists Related to The Open Access Movement (Peter Suber) Lists Related to The Open Access Movement Open Access Week 2013 OA Wiki Italia

25 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 25 … e ulteriore webliografia OA PER STUDENTI, LAUREANDI E DOTTORANDI Student Resources & Right to Research Coalition Student Resources Right to Research Coalition Università che hanno adottato le Linee Guida CRUI sulle Tesi di Dottorato e l’OA OA PER AUTORI Falsi miti Open Access per autori Vantaggi dell’Open Access Create Change! Research today Create Change How reaserch changes How academic communication changes Benefits for researchers Resources for authors Author Rights Resources SPARC Publishing Addendum Institutional Policies OA PER TUTTI Open Access Directory L’ABC dell’Open Access Open Access Bibliography Economic issues bibliography Citation advantages annotated bibliographyCitation advantages annotated bibliography Ethical issues 1 & 2Ethical issues 1 & 2

26 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 26 Che cos’è l’Open Access? I diritti dell’autore Author Rights (per accedere al webcast, cliccare qui) Author Rightsqui … ed altro ancora su ! Video e tutorial sull’OA 3 marzo 2014

27 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 27 Alcuni motori di ricerca per materiale scientifico OA 3 marzo 2014

28 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 28 OA Archives Indexes TARDIS Repository maps ! 3 marzo 2014

29 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 29 Elenchi/portali di riviste OA 3 marzo 2014

30 30 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale

31 31

32 32 Barra degli strumenti e filtri in DOAJ = article = journal 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale

33 33 string-query.html#query-string-syntax 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale

34 34 Elenchi/portali di libri in OA 3 marzo 2014

35 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 35 Archivi/portali di tesi di dottorato DART Europe E-Thesis Portal Dutch academic research results Cream of Science presenta la ricerca scientifica prodotta nei Paesi Bassi Promise of Science permette di cercare e accedere in modo semplice alle tesi di dottorato discusse nei Paesi Bassi LOTLOT (Netherlands Graduate School of Linguistics) Networked Digital Library of Theses and Dissertations Union Catalog 3 marzo 2014

36 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 36 SECONDA PARTE a.L’Open Access e il diritto d’autore 3 marzo

37 37 Il diritto d’autore: il sistema legislativo italiano Codice civile Codice civile artt L 22 aprile 1941 n. 633 (parzialmente aggiornata) 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 37

38 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 38 I diritti dell’autore: morali Diritti morali durano per sempre, sono irrinunciabili, inalienabili, possono essere esercitati dagli eredi, e riguardano: la paternità dell’opera l’integrità dell’opera: la modifica, la distorsione, o la mutilazione il diritto all’inedito il diritto all’anonimato o all’uso di uno pseudonimo l’onore e la reputazione dell’autore 3 marzo

39 39 I diritti dell’autore: patrimoniali Diritti di utilizzazione economica sono “rinunciabili”, possono essere posti sotto licenza e/o essere ceduti dal detentore a una terza parte, conferiscono al detentore l’opportunità di sfruttare l’opera a fini commerciali, durano per 70 anni dalla morte dell’autore, e riguardano: la pubblicazione la riproduzione (fotocopie, scanner, …) la trascrizione l’esecuzione, la rappresentazione e la recitazione dell’opera in pubblico la trasmissione o altri tipi di comunicazione al pubblico (include la trasmissione via internet di materiale coperto da copyright) la distribuzione la traduzione l’adattamento (anche di un software) il noleggio o il prestito 39

40 40 Tesi di laurea e paternità intellettuale D: Chi è l’autore della tesi ? R: Lo studente che scrive la tesi. STUDENTE i suoi diritti d’autore morali e patrimoniali devono essere rispettati deve rispettare i diritti d’autore morali e patrimoniali degli autori che cita/include nella tesi e non deve anticipare senza permesso notizie o informazioni relative a progetti di terze parti 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 40

41 41 Citazioni, immagini, grafici - 1 Legge 22 aprile 1941 n. 633, Art Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali. 2. Nelle antologie ad uso scolastico la riproduzione non può superare la misura determinata dal regolamento, il quale fissa la modalità per la determinazione dell'equo compenso. 3. Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell'opera, dei nomi dell'autore, dell'editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull'opera riprodotta. Citare !!! Usare gli stili citazionali !! 41

42 42 Citazioni, immagini, grafici - 2 Copiare/incollare opere protette dal diritto d’autore direttamente dal web o da libri/articoli è proibito e punibile dalla legge, a meno che, ad esempio : - tali opere non siano già in “pubblico dominio” - tali opere non siano coperti da licenze (es. CC) che ne permettono il riutilizzo - non si sia già chiesto per iscritto il permesso al/i detentore/i dei diritti - tali opere non siano “rielaborate”(bassa risoluzione, degradazione, …) in accordo alla LdA, art. 70 comma 1 bis: “è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro […]”. 42

43 43 (parti di) Articoli Possono essere coperti da: - diritti detenuti dall’autore - diritti detenuti dall’editore a) scritti da autori diversi dallo studente CHIEDERE SEMPRE IL PERMESSO SCRITTO ALLA CASA EDITRICE b) scritti (anche) dallo studente ANALIZZARE SEMPRE IL CONTRATTO SOTTOSCRITTO CON LA CASA EDITRICE (verificare se e quali diritti sono stati trasferiti alla casa editrice) OVE NON INDICATO ALTRIMENTI, CHIEDERE SEMPRE IL PERMESSO SCRITTO ALLA CASA EDITRICE EVITARE LA RIPRODUZIONE INTEGRALE DI ARTICOLI GIA’ PUBBLICATI. E’ sufficiente citare o riassumere.. 43

44 44 Dati sensibili I “dati sensibili” sono dati che rivelano, o che si riferiscono a : origini razziali o etniche opinioni politiche credo religiosi o convinzioni filosofiche appartenenza a sindacati o associazioni religiose, filosofoche, politiche informazioni finanziarie salute o vita sessuale reati condanne criminali o misure di sicurezza bambini 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 44

45 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 45 LICENZE CREATIVE COMMONS - 1 L’idea dell’accesso universale alla ricerca, all’istruzione e alla cultura è resa possibile da Internet, ma i nostri sistemi legali e sociali non permettono che quest’idea si realizzi completamente. Ciò può rendere difficile compiere legalmente azioni che diamo per scontate sul web: copiare, incollare, modificare le sorgente, caricare in rete. Per queste azioni gli standard del diritto d’autore richiedono un permesso esplicito, fornito in anticipo dal detentore dei diritti. Utilizzando le licenze Creative Commons, gli autori mantengono il proprio diritto d’autore e nel contempo permettono alcuni utilizzi della propria opera — un approccio al diritto d’autore in cui vi sono solo “alcuni diritti riservati”. Le licenze CC si menifestano contemporaneamente con tre livelli di “linguaggio": metadati incorporati (“leggibili dalla macchina"), codice legale (“legal code”), e riassunto (“commons deed”). Semplicemente guardando i simboli, o cliccandoci sopra, o ricercando materiale coperto da licenze CC tramite i motori di ricerca, si può che cosa si può e che cosa non si può fare senza chiedere il permesso scritto dell’autore. 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 45

46 DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 46 LICENZE CREATIVE COMMONS - 2 IMPLICAZIONI = Una casa editrice commerciale potrebbe rifiutarsi di pubblicare un’opera già diffusa tramite le licenze CC; è opportuno verificare in anticipo sull’eventuale pubblicazione le policy editoriali della casa editrice a riguardo. Alcune case editrici commerciali non accettano (parti di) opere precedentemente pubblicate e disponibili tramite licenze CC, a meno che la versione finale dell’’opera non sia formalmente diversa (è la forma ad essere protetta, non il contenuto). SITO WEB = GENERATORE DI LICENZE = LICENZE = 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 46

47 7th February 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 47

48 48 WEB, OA E PLAGIO La diffusione/pubblicazione sul web non facilita il plagio E’ solo un pregiudizio Al contrario: è più facile identificare il plagio sul web il maggior deterrente rimane il giudizio della comunità (web) cui appartiene l’autore Le opere su Internet sono protette Ogni opera pubblicata sul web è protetta esattamente come la sua controparte analogica E’ pregiudiziale credere che quanto si trova in Internet sia di pubblico dominio !!! “Open Access” non significa “pubblico dominio” !!! Quello che si trova sul web può essere liberamente letto, citato, scaricato, ma non (ri)usato o inserito in opere derivate senza permesso scritto (ove non indicato altrimenti; es. Creative Commons) 48

49 3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 49 GRAZIE ! Contatti: Dott. Francesca Valentini Responsabile Ufficio Anagrafe della Ricerca, Archivi istituzionali e Supporto attività editoriale Divisione Ricerca e Sistema Bibliotecario di Ateneo Università degli Studi di Trento Via Verdi, 8 I Trento Tel Fax URL: © 2014 Francesca Valentini, slides 1-49, all rights reserved Grazie ad Antonella De Robbio (Università di Padova)


Scaricare ppt "3 marzo 2014DRSBA. Ufficio Anagrafe della ricerca, Archivi istituzionali e supporto editoriale 1 Lunedì 3 marzo 2014 Risorse accademiche ad accesso aperto."

Presentazioni simili


Annunci Google