La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Convegno CA3C – ENEA Risorse ambientali, umane, economiche: dalla competitività alla cooperazione Roma, 4 dicembre 2008 Prof. Roberto Pasca di Magliano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Convegno CA3C – ENEA Risorse ambientali, umane, economiche: dalla competitività alla cooperazione Roma, 4 dicembre 2008 Prof. Roberto Pasca di Magliano."— Transcript della presentazione:

1 Convegno CA3C – ENEA Risorse ambientali, umane, economiche: dalla competitività alla cooperazione Roma, 4 dicembre 2008 Prof. Roberto Pasca di Magliano Sapienza, Università di Roma

2 Sfide globali (competitività) /Governo globale (cooperazione) quattro sfide – cinque interrogativi 1. crisi finanziaria con ricadute su economia reale e sui prezzi materie prime 2. volatilità mercati finanziari e reali (commodities) 3. Conseguenze sullo sviluppo sostenibile 4. nuove povertà e diseguaglianze _______________________________________ I. Opportunità di un governo mondiale dei mercati e di accordi di cooperazione? II. Rapporti Stato-mercato: regole virtuose? III. Quali politiche monetarie ed economiche compatibili con globalizzazione e con esigenze crescita sostenibile? IV. La crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? V. Ci può essere compatibilità tra sviluppo sostenibile e crescita economica?

3 Sfide globali/Governo globale 1a sfida - Crisi finanziaria con ricadute su economia reale  banche d’affari e di investimento coinvolte in impieghi ad alto rischio di insolvenza per creazione di derivati sui rischi sub-prime  Esplosione dei mercati finanziari con contrattazione di derivati  Speculazione estesa alle borse valori deprimendo le quotazioni societarie al di là del loro effettivo valore patrimoniale e di bilancio  Rischi acquisizione società attraverso scalate ostili in settori strategici per l’economie occidentali  Crisi del mercato interbancario e difficoltà creditizie alle imprese  Effetti crisi finanziaria amplificati dal rallentamento in atto nelle economie avanzate a causa del raffreddamento dei consumi  Effetti positivi:  apertura dei mercati, conseguenti a fattori tecnologici (nuove opportunità offerte dalle tecnologie Ict), non dal progresso degli accordi sul libero commercio (stallo dei negoziati WTO)  Dinamismo investimenti esteri e M&A

4 Sfide globali/Governo globale 1a sfida – Cause recenti crisi finanziarie A partire dagli anni ’80 le spinte liberiste e la diffusione di nuove e rivoluzionarie tecnologie di comunicazione hanno prodotto un’enorme espansione delle attività finanziarie a livello internazionale. A partire dagli anni ’80 le spinte liberiste e la diffusione di nuove e rivoluzionarie tecnologie di comunicazione hanno prodotto un’enorme espansione delle attività finanziarie a livello internazionale. La creazione di nuovi prodotti finanziari (derivati), alimentata da sofisticate tecniche finanziarie per la copertura di prodotti sottostanti ad alto rischio (sub-prime), ha trovato un’irresponsabile accettazione da parte delle banche di affari (leverage ratio eccessivo) ed una pronta accoglienza in risparmiatori istituzionali (hedge fund, fondi pensione) interessati a speculazione a breve termine La creazione di nuovi prodotti finanziari (derivati), alimentata da sofisticate tecniche finanziarie per la copertura di prodotti sottostanti ad alto rischio (sub-prime), ha trovato un’irresponsabile accettazione da parte delle banche di affari (leverage ratio eccessivo) ed una pronta accoglienza in risparmiatori istituzionali (hedge fund, fondi pensione) interessati a speculazione a breve termine Ciò, da un lato è stata una delle pietre angolari della globalizzazione, ma dall’altro ha prodotto l’enorme espansione di un mercato meno stabile e prevedibile rispetto ai mercati reali. Ciò, da un lato è stata una delle pietre angolari della globalizzazione, ma dall’altro ha prodotto l’enorme espansione di un mercato meno stabile e prevedibile rispetto ai mercati reali. Dagli ’70 agli anni ’90 il volume degli scambi è cresciuto in modo esponenziale, favorito dall’apertura dei mercati e dalle tecnologie Ict.Dagli ’70 agli anni ’90 il volume degli scambi è cresciuto in modo esponenziale, favorito dall’apertura dei mercati e dalle tecnologie Ict. In parallelo sono cresciuti i flussi di investimenti per fusioni e acquisizioni di società e per investimenti diretti anche per ll’esplosioni dei fondi di ricchezza sovranaIn parallelo sono cresciuti i flussi di investimenti per fusioni e acquisizioni di società e per investimenti diretti anche per ll’esplosioni dei fondi di ricchezza sovrana Le attività finanziarie sono cresciute ben al di là del Pil mondiale superandolo di 4 volte circaLe attività finanziarie sono cresciute ben al di là del Pil mondiale superandolo di 4 volte circa

5 Sfide globali/Governo globale 2a sfida - volatilità mercati (prezzi petrolio e commodities)  Legame tra petrolio e altre commodoties perché quotati in $  Andamento prezzi:  Prima parte 2008, rapido aumento prezzi petrolio, nickel, stagno e commodities agricole (grano, mais, riso e soia)  Ma prezzi reali, depurati da inflazione, fermi a livello anni ’60 e ‘70  Petrolio in declino rapido dopo il il picco di 150 $, oggi intorno ai 50$

6 Sfide globali/Governo globale 2a sfida - volatilità mercati (prezzi petrolio e commodities) dal 2007 l’euro forte non compensa la crescita dei prezzi petroliferi espressi in dollari

7 Sfide globali/Governo globale 2a sfida - volatilità mercati (prezzi petrolio e commodities) cause  Rapida crescita domanda mondiale  Incremento costi produzione (petrolio e fertilizzanti)  Deprezzamento $  Riduzione stocks  Siccità maggiori produttori  Incremento domanda biocarburanti  Volatilità innescata da contratti speculativi al rialzo e al ribasso  Perdita di fiducia per crisi finanziaria

8 Sfide globali/Governo globale 2a sfida - volatilità mercati (prezzi petrolio e commodities) - andamenti attuali mercati commodities- Ancora sostenuti per:  continuo aumento domanda mondiale  Mancata diminuzione costi produzione  Difficoltà rapido adeguamento strutture produttive  Speculazione che induce a uso di futures delle commodities per ridurre rischi prodotti finanziari in crisi

9 Sfide globali/Governo globale 2a sfida - volatilità mercati (prezzi petrolio e commodities) -effetti-  Aumento investimenti  Impatto sui paesi poveri importatori  Impatto sui poveri  Impatto sull’inflazione

10 Sfide globali/Governo globale 3a sfida - crescita prezzi agricoli e nuova povertà, diseguaglianza Difficoltà attuazione accordi che comportino aumento costi per imprese (20,20,20) Difficoltà attuazione accordi che comportino aumento costi per imprese (20,20,20) Soluzioni alternative: Soluzioni alternative: Rinvio e rallentamento obiettiviRinvio e rallentamento obiettivi Ricerca di soluzioni di compatibilità tra riduzione inquinamento e sviluppo, es. incentivi alla produzione di beni biodegradabili e di processi eco-sostenibiliRicerca di soluzioni di compatibilità tra riduzione inquinamento e sviluppo, es. incentivi alla produzione di beni biodegradabili e di processi eco-sostenibili

11 Sfide globali/Governo globale 4a sfida – conseguenze sullo sviluppo sostenibile Aumenti dei prezzi marzo 2007-marzo 2008 Mais + 31% Mais + 31% Soia + 87% Soia + 87% Riso + 74% (critico per PVS) Riso + 74% (critico per PVS) Frumento + 130% Frumento + 130%

12 Sfide globali/Governo globale 4a sfida - nuova povertà, diseguaglianza Impennata domanda mondiale (Cina e India) Impennata domanda mondiale (Cina e India) 1,4 milioni persone al di sotto soglia povertà 1,4 milioni persone al di sotto soglia povertà Scarsa efficacia emergenza anche se WB nel 2008 avrebbe sfamato 70 mil.persone, poi FAO e PAN Scarsa efficacia emergenza anche se WB nel 2008 avrebbe sfamato 70 mil.persone, poi FAO e PAN produzione biocarburanti (Jean Ziegler, Banca Mondiale) accusa Pa voler affamare Pvs, ma biocarburanti convenienti per crescita prezzo petrolio, ma peso poco rilevante anche se + prezzo petrolio -> + uso cereali produzione biocarburanti (Jean Ziegler, Banca Mondiale) accusa Pa voler affamare Pvs, ma biocarburanti convenienti per crescita prezzo petrolio, ma peso poco rilevante anche se + prezzo petrolio -> + uso cereali politiche agricole protezionistiche, ma + che protezionismo (in forte calo), pesano misure disaccoppiate politiche agricole protezionistiche, ma + che protezionismo (in forte calo), pesano misure disaccoppiate

13 crescono i prezzi dei prodotti alimentare, in particolare del riso alimento base dei poveri

14 aumentano gli effetti sull’inflazione in Italia

15 Sfide globali/Governo globale 4a sfida - crescita prezzi agricoli e nuova povertà, diseguaglianza Vantaggi / svantaggi Paesi svantaggiati UE (tranne Francia, Romania, Bulgaria) America centrale, Sud America occidentale, Africa, Medio Oriente, Paesi Arabi, Asia (Pakistan, India, Cina, Mongolia, Giappone, Sud Est) Paesi avvantaggiati Usa, Brasile, Argentina, Francia, Romania, Bulgaria, Ukraina, Russia, Azerbaijan, Tailandia, Indonesia, Guinea, Australia

16 Sfide globali/Governo globale I° interrogativo – Rapporti Stato-mercato: regole virtuose? Rottura relazione tra democrazia economia e democrazia politica: Paesi con liberismo sfrenato e poca democrazia politica Rottura relazione tra democrazia economia e democrazia politica: Paesi con liberismo sfrenato e poca democrazia politica Non è il mercato in crisi ma un sistema capitalistico privato di best practices per garantirne funzionamento Non è il mercato in crisi ma un sistema capitalistico privato di best practices per garantirne funzionamento Nessun mercato funziona bene in assenza di regole: conseguenze prevedibili deregolamentazione mercati finanziari da Alan Greespan (Fed) Nessun mercato funziona bene in assenza di regole: conseguenze prevedibili deregolamentazione mercati finanziari da Alan Greespan (Fed) Oggi si dispone conoscenze di politica economica e finanziaria adeguate per arginare crisi ma non per recuperare fiducia Oggi si dispone conoscenze di politica economica e finanziaria adeguate per arginare crisi ma non per recuperare fiducia Occorre rivedere funzionamento borse e mercati finanziari paralleli Occorre rivedere funzionamento borse e mercati finanziari paralleli

17 la crescita nel mondo premia gli emergenti

18 in crescita le esportazioni italiane, dimostrazione della capacità di adattamento

19 Sfide globali/Governo globale I/II interrogativo - è necessario un governo dei mercati? Nuova Bretton Woods per: Nuova Bretton Woods per: Libera convertibilità monete compreso yuanLibera convertibilità monete compreso yuan Regole di trasparenza sui movimenti di capitaliRegole di trasparenza sui movimenti di capitali Graduale riduzione delle barriere protezionistiche in misura lineare e annualeGraduale riduzione delle barriere protezionistiche in misura lineare e annuale Regole per limitare attacchi speculativi sui prezzi delle commodities e sui mercati borsisticiRegole per limitare attacchi speculativi sui prezzi delle commodities e sui mercati borsistici

20 Sfide globali/Governo globale I/II interrogativo - è necessario un governo dei mercati? Politiche Politiche industriali di sostegno agli investimenti e al capitale di rischio delle Pmi Politiche industriali di sostegno agli investimenti e al capitale di rischio delle Pmi Politiche fiscali solo per attrarre Ide Politiche fiscali solo per attrarre Ide Sostegno alle infrastrutture tramite il PPP Sostegno alle infrastrutture tramite il PPP Politiche per lo sviluppo sostenibile Politiche per lo sviluppo sostenibile Politiche agricole coerenti con globalizzazione e esigenza crescita produzione mondiale Politiche agricole coerenti con globalizzazione e esigenza crescita produzione mondiale

21 Sfide globali/Governo globale II° interrogativo – quali politiche monetarie ed economiche compatibili con globalizzazione e con esigenze crescita? Autori Dal liberismo all’interventismo, ma sempre nell’economia di mercato: Dal liberismo all’interventismo, ma sempre nell’economia di mercato: Antonio Martino: il libero mercato è fonte del progresso economico e socialeAntonio Martino: il libero mercato è fonte del progresso economico e sociale Jagdish Bagwati: positiva è l’integrazione economica, si tratta di correggere distorsioni senza daziJagdish Bagwati: positiva è l’integrazione economica, si tratta di correggere distorsioni senza dazi Anthony Giddens: crescente liberalizzazione crea problemi che la globalizzazione risolveAnthony Giddens: crescente liberalizzazione crea problemi che la globalizzazione risolve Lawerence Summers: sforzo per riduzione diseguaglianza, promuovere armonizzazione fiscaleLawerence Summers: sforzo per riduzione diseguaglianza, promuovere armonizzazione fiscale Amartya Sen e Peter Singer: rischi ma occasioni positive, necessità di regolamentazioneAmartya Sen e Peter Singer: rischi ma occasioni positive, necessità di regolamentazione Edward Luttwak e Giulio Tremonti: rischi per lavoratori dei paesi avanzati, ribasso salari, minaccia per l’ambienteEdward Luttwak e Giulio Tremonti: rischi per lavoratori dei paesi avanzati, ribasso salari, minaccia per l’ambiente John Gray: stolto pensare di estendere ovunque il modello anglosassone di liberismo economicoJohn Gray: stolto pensare di estendere ovunque il modello anglosassone di liberismo economico Joseph Stiglitz, forte critico FMIJoseph Stiglitz, forte critico FMI Paul Krugman: Nobel 2008, critico eccessi liberismo e sostenitore nuove ordine sui commerciPaul Krugman: Nobel 2008, critico eccessi liberismo e sostenitore nuove ordine sui commerci

22 Sfide globali/Governo globale II interrogativo – quali politiche monetarie ed economiche compatibili con globalizzazione e con esigenze crescita? Interventi Finanza: Finanza: Interventi per entrare in capitale di banche e poi riuscireInterventi per entrare in capitale di banche e poi riuscire Garanzia depositiGaranzia depositi Garanzia interbancarioGaranzia interbancario Sostegno credito impreseSostegno credito imprese Mercati finanziari: Mercati finanziari: Spostare contrattazione derivati e altri prodotti strutturati su borse valoriSpostare contrattazione derivati e altri prodotti strutturati su borse valori Contenere contrattazioni con meri scopi speculativiContenere contrattazioni con meri scopi speculativi Regolamentazioni su Opa ostiliRegolamentazioni su Opa ostili Economia reale: Economia reale: Sostegno alla domanda con detassazioniSostegno alla domanda con detassazioni Sostegno agli investimenti con venture capital agevolato e detassazioniSostegno agli investimenti con venture capital agevolato e detassazioni

23 Sfide globali/Governo globale I/II interrogativo - è necessario un governo dei mercati? (Pac) Tante riforme che l’hanno peggiorata: Tante riforme che l’hanno peggiorata: 1984 quote latte1984 quote latte 1992 Mc Sharry, introduzione aiuti ad ha1992 Mc Sharry, introduzione aiuti ad ha 1999 Agenda 2000 Fischler: multifunzionalità, non solo produzione1999 Agenda 2000 Fischler: multifunzionalità, non solo produzione 2003: disaccoppiamento2003: disaccoppiamento Non è colpa dei biocarburanti (Jean Ziegler) ma crescita domanda mondiale e tariffe Ue (ancora in media 23%) Non è colpa dei biocarburanti (Jean Ziegler) ma crescita domanda mondiale e tariffe Ue (ancora in media 23%) Produzione mondiale deve crescere tramite aumento Sau, rese e Ogm con principio cautela Produzione mondiale deve crescere tramite aumento Sau, rese e Ogm con principio cautela Pac: Pac: Michel Barnier: la sicurezza alimentare deve essere assicurata dal mercatoMichel Barnier: la sicurezza alimentare deve essere assicurata dal mercato Horst Seehofer: Pvs devono essere aiutati promuovendo la riduzione protezionismo, fonte di conflittiHorst Seehofer: Pvs devono essere aiutati promuovendo la riduzione protezionismo, fonte di conflitti Riforma: Riforma: eliminare sussidi interni, quote e disaccoppiamento;eliminare sussidi interni, quote e disaccoppiamento; tornare al pagamento compensativo con determinazione di un prezzo base remunerativo (sussidio solo se p w


24 Sfide globali/Governo globale III interrogativo – quali politiche monetarie ed economiche compatibili con globalizzazione e con esigenze crescita? rimedi Partecipazione pubblica al capitale delle banche in crisi a condizione che vada ad alimentare l’offerta creditizia (UE su questa linea) Partecipazione pubblica al capitale delle banche in crisi a condizione che vada ad alimentare l’offerta creditizia (UE su questa linea) Garanzia pubblica sia sui depositi ma anche sui prestiti interbancari Garanzia pubblica sia sui depositi ma anche sui prestiti interbancari Alleggerire i vincoli patrimoniali di Basilea 2 Alleggerire i vincoli patrimoniali di Basilea 2 Attrazione Ide promuovendo accordi cooperativi con Fondi sovrani Attrazione Ide promuovendo accordi cooperativi con Fondi sovrani Rendere più flessibili i vincoli di bilancio imposti dal Trattato di Maastricht, rivedendo una visione preoccupata solo della disciplina di bilancio e dell’inflazione Rilanciare la domanda, riducendo la pressione fiscale sulle famiglie, al fine di dare un segnale forte al recupero della capacità di acquisto Rendere più flessibili i vincoli di bilancio imposti dal Trattato di Maastricht, rivedendo una visione preoccupata solo della disciplina di bilancio e dell’inflazione Rilanciare la domanda, riducendo la pressione fiscale sulle famiglie, al fine di dare un segnale forte al recupero della capacità di acquisto Rivedere le regole dei mercati finanziari e borsistici per combattere gli intenti speculativi che antepongono la speculazione a valori reali e consistenza economica e patrimoniale delle imprese Rivedere le regole dei mercati finanziari e borsistici per combattere gli intenti speculativi che antepongono la speculazione a valori reali e consistenza economica e patrimoniale delle imprese Abbassare la soglia minima per le Opa in aziende per evitare partecipazioni ostili Abbassare la soglia minima per le Opa in aziende per evitare partecipazioni ostili

25 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Rapporto Elaborato dalla Direzione Ambientale della Commissione Europea del 2007: Limitare il surriscaldamento dovuto ai cambiamenti climatici a +2° gradi: La via da percorrere fino al 2020 e oltre. Limitare il surriscaldamento dovuto ai cambiamenti climatici a +2° gradi: La via da percorrere fino al 2020 e oltre. Appare evidente il distacco che si è creato tra il mondo scientifico e il mondo politico. Appare evidente il distacco che si è creato tra il mondo scientifico e il mondo politico.

26 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Nell ’ ormai noto rapporto Stern, viene ribadito che la mancanza di intervento avr à costi molto ingenti (riduzione dal 5-20% del Pil mondiale), non solo economici, ma anche sociali e ambientali, che ricadranno in particolare sulle fasce pi ù povere della popolazione, sia nei Pvs che in quelli industrializzati.

27 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Dopo il 2020 le emissioni prodotte dai paesi in via di sviluppo supereranno quelle dei paesi industrializzati; Gi à da oggi il tasso di crescita delle emissioni complessive dei paesi in via di sviluppo dovrebbe cominciare a rallentare e, a partire dal 2020, dovrebbe verificarsi un calo in termini assoluti.

28

29 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Importante approvare la proposta del , ma con nuove modalità e tempi in relazione alla crisi in atto raggiungimento del 20% della produzione energetica da fonti rinnovabili raggiungimento del 20% della produzione energetica da fonti rinnovabili miglioramento del 20 % dell'efficienza energetica miglioramento del 20 % dell'efficienza energetica taglio del 20 % nelle emissioni di anidride carbonica taglio del 20 % nelle emissioni di anidride carbonica da raggiungere tutti entro la data del 2020

30 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Infatti: Rispettare gli impegni di riduzione delle emissioni di CO2 e di incremento delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico costerà all’Italia circa 12 miliardi l'anno Rispettare gli impegni di riduzione delle emissioni di CO2 e di incremento delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico costerà all’Italia circa 12 miliardi l'anno (e non di inizialmente calcolati corrispondenti all’1,14% del Pil secondo l'Italia, 0,66% secondo la Commissione). (e non di inizialmente calcolati corrispondenti all’1,14% del Pil secondo l'Italia, 0,66% secondo la Commissione).

31 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? l'Italia dovrà sopportare un sovrapprezzo di circa il 40% rispetto agli altri stati europei per il suo ritardo nel settore delle rinnovabili l'Italia dovrà sopportare un sovrapprezzo di circa il 40% rispetto agli altri stati europei per il suo ritardo nel settore delle rinnovabili i maggiori costi non saranno sostenibili in un momento di crisi economica come quella attuale i maggiori costi non saranno sostenibili in un momento di crisi economica come quella attuale

32 Sfide globali/Governo globale IV interrogativo – la crisi economica avrà ripercussioni nel processo di riduzione delle emissioni? Politiche a favore del Fissare gli obiettivi da raggiungere condivisi tra tutti i Paesi membri Fissare gli obiettivi da raggiungere condivisi tra tutti i Paesi membri Migliorare l’efficienza energetica (risparmio energetico) Migliorare l’efficienza energetica (risparmio energetico) Incrementare l’uso di energia da fonti rinnovabili Incrementare l’uso di energia da fonti rinnovabili cattura e lo stoccaggio del carbonio (Carbon Capture and Storage - CCS) cattura e lo stoccaggio del carbonio (Carbon Capture and Storage - CCS) Rafforzare il sistema dello scambio di quote di emissione soprattutto con i PVS Rafforzare il sistema dello scambio di quote di emissione soprattutto con i PVS Limitare le emissioni dei trasporti Limitare le emissioni dei trasporti Riduzione delle emissioni nel settore edilizia (residenziale e commerciale) Riduzione delle emissioni nel settore edilizia (residenziale e commerciale) Riduzione delle emissioni per gas diversi da CO 2 Riduzione delle emissioni per gas diversi da CO 2 Ricerca e sviluppo tecnologico Ricerca e sviluppo tecnologico

33 Sfide globali/Governo globale conclusioni Moneta Moneta  nuova Bretton Woods per concordare ordine monetario necessario per evitare speculazioni sui mercati finanziari  Improduttivo continuare con WTO, trattativa bloccata e comunque maggiore liberalizzazione di pari passo con governo globale Finanza Finanza  più politica e coesione internazionale  per SWF: esigenza di codici, volontari, di trasparenza sulla qualità dei servizi finanziari e sugli impieghi, esigenza di reciprocità dei paesi proprietari Ambiente Ambiente  coinvolgimento dei Pvs nei processi di riduzione delle emissioni inquinanti  Rafforzamento dei meccanismi di scambio quote di emissione tra i PA ed i Pvs  Agevolazione degli investimenti “sostenibili” verso i Pvs  Maggiore impegno e sforzo economico per ridurre le emissioni da parte dei PA

34 Sfide globali/Governo globale conclusioni Governo globale tra G20 Governo globale tra G20 Inutili i dazi: all’import fanno aumentare i prezzi interni, all’export li riduconoInutili i dazi: all’import fanno aumentare i prezzi interni, all’export li riducono  Piuttosto sono necessari: Armonizzazioni fiscali, ambientaliArmonizzazioni fiscali, ambientali Nuovi accordi monetari per evitare concorrenze slealiNuovi accordi monetari per evitare concorrenze sleali Tutela qualità processi e prodotti anche nei servizi (logistica, finanza, ecc.)Tutela qualità processi e prodotti anche nei servizi (logistica, finanza, ecc.) Accordo sullo sviluppo sostenibile e il controllo delle emissioniAccordo sullo sviluppo sostenibile e il controllo delle emissioni Accordi sul commercio anche bilateraliAccordi sul commercio anche bilaterali Accordi sui movimenti dei capitaliAccordi sui movimenti dei capitali


Scaricare ppt "Convegno CA3C – ENEA Risorse ambientali, umane, economiche: dalla competitività alla cooperazione Roma, 4 dicembre 2008 Prof. Roberto Pasca di Magliano."

Presentazioni simili


Annunci Google