La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESAMI DI STATO 2014/15 1. FINALITA’: -Accertare il possesso delle conoscenze, abilità e competenze specifiche del candidato relative all’ultimo anno di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESAMI DI STATO 2014/15 1. FINALITA’: -Accertare il possesso delle conoscenze, abilità e competenze specifiche del candidato relative all’ultimo anno di."— Transcript della presentazione:

1 ESAMI DI STATO 2014/15 1

2 FINALITA’: -Accertare il possesso delle conoscenze, abilità e competenze specifiche del candidato relative all’ultimo anno di studi La SECONDA PROVA verte: -Su una delle discipline caratterizzante il corso di studio tenuto conto degli indirizzi, articolazioni, opzioni MATERIE CARATTERIZZANTI: Vedi Tabelle A (licei), B (tecnici), C (professionali) 2 08/06/2015

3 Istituti Professionali - Settore servizi 3 08/06/2015 La prova fa riferimento a situazioni operative della filiera di servizio e richiede al candidato attività di analisi, scelta, decisione sullo svolgimento dei processi produttivi e dei servizi. La prova ha ad oggetto una delle seguenti tipologie: a)definizione, analisi ed elaborazione di un tema relativo al percorso professionale anche sulla base di documenti, tabelle e dati; b)analisi e soluzione di problematiche della propria area professionale (caso aziendale); c)individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto o anche di un servizio; d)individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e dei servizi. La struttura della prova prevede una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere, seguita da una seconda parte costituita da quesiti tra i quali il candidato sceglierà sulla base del numero minimo indicato in calce al testo. Nel caso in cui, con riguardo al settore Servizi per l’Enogastronomia e l’ospitalità alberghiera- Articolazione Accoglienza turistica, la materia della seconda prova scritta sia la lingua inglese o la seconda lingua straniera, la prova si articola in due parti:  comprensione e analisi di testi scritti, continui o anche non continui, relativi al contesto del percorso di studio, con risposte a domande aperte o anche chiuse;  elaborazione di un testo scritto, sulla base della documentazione fornita, riguardante esperienze, processi e situazioni relative al settore di indirizzo.

4 La prova fa riferimento a situazioni operative, professionalmente rilevanti, nell’ambito della filiera industriale o artigianale di interesse e richiede al candidato attività di analisi, scelta, decisione sullo svolgimento dei processi produttivi e dei servizi. La prova ha ad oggetto una delle seguenti tipologie: a) analisi e problemi tecnici relativi alle materie prime, ai materiali e ai dispositivi del settore di riferimento; b) diagnosi nella predisposizione, conduzione e mantenimento in efficienza di macchine, impianti e attrezzature; c) organizzazione dei servizi tecnici nel rispetto delle normative sulla sicurezza personale e ambientale; d) individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto artigianale o industriale; e) individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti o anche dei servizi. 4 08/06/2015 Istituti Professionali - Settore industria e artigianato

5 SPECIFICO PER ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI « Per lo svolgimento della seconda prova, gli studenti potranno eventualmente avvalersi anche delle conoscenze e competenze maturate attraverso le esperienze di alternanza scuola lavoro, stage e formazione in azienda». 5 08/06/2015

6 6 MODALITA’ SECONDA PROVA ISTITUTI PROFESSIONALI – SETTORE SERVIZI Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Definizione, analisi ed elaborazione di un tema b)Analisi e soluzione di problematiche (caso aziendale) c)Individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto e/o di un servizio d)Individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e dei servizi 2^parte: Quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo (il candidato potrà scegliere soltanto 2 quesiti tra i 4 proposti. Dei 4 quesiti 2 potranno essere attinenti alla prima parte della seconda prova, i restanti 2 riguarderanno la disciplina oggetto della seconda prova )

7 08/06/ MODALITA’ SECONDA PROVA ISTITUTI PROFESSIONALI – SETTORE SERVIZI per L’ENOGASTRONOMIA E L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA – ARTICOLAZIONE ACCOGLIENZA TURISTICA Caso di LINGUA INGLESE/SECONDA LINGUA STRANIERA: 1^parte: -Comprensione e analisi di testi scritti, con risposte a domande aperte e/o chiuse 2^parte: -Elaborazione di un testo scritto riguardante esperienze, processi e situazioni

8 08/06/ MODALITA’ SECONDA PROVA ISTITUTI PROFESSIONALI – SETT. INDUSTRIA E ARTIGIANATO Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Analisi e problemi tecnici relativi alle materie prime, ai materiali e ai dispositivi del settore di riferimento; b)Diagnosi nella predisposizione, conduzione e mantenimento in efficienza di macchine, impianti e attrezzature c)Organizzazione dei servizi tecnici nel rispetto delle normative sulla sicurezza personale e ambientale d)Individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto artigianale o industriale; e)Individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e/o dei servizi 2^parte: Quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo( il n. dei quesiti è uguale al settore Servizi)

9 INDIRIZZI DI BASE PER LE PROVE Le prove saranno predisposte con un criterio di continuità rispetto al passato e di gradualità nell’avvio alle nuove modalità di Esame, più centrate sulla valutazione delle competenze; I quesiti saranno in numero ridotto e verteranno in parte su approfondimenti dell’argomento proposto e in parte sull’accertamento delle competenze in esito previste per la disciplina. 9 08/06/2015

10 SUGGERIMENTI Compilare con particolare cura il Documento del C.d.C. in considerazione del fatto che in base ai nuovi ordinamenti il curricolo è definito dalla scuola sulla scorta delle Indicazioni Nazionali o delle Linee Guida (e pertanto non più predeterminato sulla base di un «programma ministeriale»); 10 08/06/2015

11 11 Compilazione del documento del 15 maggio Linee guida Pecup Profilo Competenze in uscita Attività lavorativa/tirocinio/alternanza Programmazione e programmi svolti per competenze Prove simulate E tutti gli allegati possibili


Scaricare ppt "ESAMI DI STATO 2014/15 1. FINALITA’: -Accertare il possesso delle conoscenze, abilità e competenze specifiche del candidato relative all’ultimo anno di."

Presentazioni simili


Annunci Google