La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI DELEGA DI FUNZIONI E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PENALE avv. Guido Butti – avv. Marina Zalin ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI DELEGA DI FUNZIONI E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PENALE avv. Guido Butti – avv. Marina Zalin ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI."— Transcript della presentazione:

1 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI DELEGA DI FUNZIONI E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PENALE avv. Guido Butti – avv. Marina Zalin ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI VICENZA DELEGA DI FUNZIONI E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PENALE avv. Guido Butti – avv. Marina Zalin Butti & partners – avvocati Via Leoncino n. 10 – Verona 045/

2 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI INDICE DELL’INTERVENTO: 1. LE RESPONSABILITA’ DI IMPRESA 2. I SOGGETTI RESPONSABILI 3. IL TRASFERIMENTO DELLE RESPONSABILITA’ NELL’ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 4. COME CONFERIRE UNA VALIDA DELEGA DI FUNZIONI 5. COME GESTIRE LA DELEGA DI FUNZIONI

3 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 1. LE RESPONSABILITA’ DI IMPRESA RESPONSABILITA’ CIVILI (CONTRATTUALI – EXTRACONTRATTUALI) – il danno ambientaleRESPONSABILITA’ CIVILI (CONTRATTUALI – EXTRACONTRATTUALI) – il danno ambientale RESPONSABILITA’ PENALIRESPONSABILITA’ PENALI RESPONSABILITA’ IN MATERIA AMBIENTALERESPONSABILITA’ IN MATERIA AMBIENTALE RESPONSABILITA’ IN MATERIA DI SICUREZZARESPONSABILITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA RESPONSABILITA’ DA PRODOTTORESPONSABILITA’ DA PRODOTTO

4 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL CONCETTO DI RESPONSABILITÀ chiamato a rispondere del proprio comportamento verso terzi Con l’espressione responsabilità, in senso giuridico, si vuole indicare quella situazione in cui un soggetto è chiamato a rispondere del proprio comportamento verso terzi. Si distingue: responsabilità contrattuale ed extracontrattuale; nei confronti di soggetti privati: responsabilità contrattuale ed extracontrattuale; responsabilità penale e amministrativa nei confronti dello Stato: responsabilità penale e amministrativa

5 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI AZIONE OD OMISSIONE DOLO – COLPA DANNO NESSO CAUSALE RESPONSABILITA’ OBBLIGO AL RISARCIMENTO

6 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITA’ CIVILE CONTRATTUALE 1. RESPONSABILITA’ CONTRATTUALE dall’inadempimento = Deriva dall’inadempimento del contratto EXTRACONTRATTUALE 2. RESPONSABILITA’ EXTRACONTRATTUALE lesione di un diritto = Consegue alla lesione di un diritto al di fuori di un rapporto contrattuale

7 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITÀ CIVILE CONTRATTUALE obblighi contrattoviolazione degli obblighi contrattualmente assunti E’ collegata agli obblighi che un soggetto assume nei confronti di un altro con il quale ha stipulato un contratto; in caso di violazione degli obblighi contrattualmente assunti, la parte inadempiente sarà tenuta: 1.ad eseguire esattamente l’obbligazione su di lei incombente; 2.a risarcire la parte adempiente degli eventuali danni da questa subiti.

8 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI I principi espressi sono contenuti nei seguenti articoli del codice civile: non esegue esattamente la prestazione dovuta risarcimento del danno  Art Responsabilità del debitore “il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta è tenuto al risarcimento del danno, se non prova che l’inadempimento o il ritardo è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile” la perdita subita dal creditore come il mancato guadagno  Art Risarcimento del danno “il risarcimento del danno per l’inadempimento o per il ritardo deve comprendere così la perdita subita dal creditore come il mancato guadagno, in quanto ne siano conseguenza immediata e diretta ”

9 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITÀ CIVILE EXTRACONTRATTUALE Art del codice civile: fatto illecito Risarcimento per fatto illecito Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno

10 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI secondo l’art 2043 c.c. Il danneggiato deve fornire la prova di: DannoDanno Rapporto causale tra il comportamento dell’impresa incolpata ed il dannoRapporto causale tra il comportamento dell’impresa incolpata ed il danno ColpaColpa

11 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITÀ AGGRAVATA Individuazione delle attività pericolose: Quelle nelle quali sono gestiti rifiuti definiti pericolosiQuelle nelle quali sono gestiti rifiuti definiti pericolosi Quelle che presentano particolari caratteristiche comportanti la probabilità del verificarsi di un dannoQuelle che presentano particolari caratteristiche comportanti la probabilità del verificarsi di un danno

12 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI La responsabilità aggravata stabilita dall’art c.c. per l’esercizio di attività pericolose: tutte le misure idonee a evitare il danno L’impresa incolpata deve provare di avere adottato tutte le misure idonee a evitare il danno! INVERSIONE DELL’ONERE DELLA PROVA

13 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITA’ OGGETTIVA responsabilità indiretta o per colpa altrui (art e art c.c.)In qualche caso il responsabile non è anche l’autore del danno: responsabilità indiretta o per colpa altrui (art e art c.c.) responsabilità oggettiva (art c.c.; danno da prodotti difettosi, D.P.R , n. 224)In altri casi è addirittura sufficiente una relazione qualsiasi (anche non causale) tra un soggetto ed un danno: responsabilità oggettiva (art c.c.; danno da prodotti difettosi, D.P.R , n. 224)

14 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL DANNO AMBIENTALE Art. 18, comma 1, L. 349/86 «Qualunque fatto doloso o colposo in violazione di disposizioni di legge o di provvedimenti adottati in base a legge che comprometta l’ambiente, ad esso arrecando danno, alterandolo, deteriorandolo o distruggendolo in tutto o in parte, obbliga l’autore del fatto al risarcimento nei confronti dello Stato» «Qualunque fatto doloso o colposo in violazione di disposizioni di legge o di provvedimenti adottati in base a legge che comprometta l’ambiente, ad esso arrecando danno, alterandolo, deteriorandolo o distruggendolo in tutto o in parte, obbliga l’autore del fatto al risarcimento nei confronti dello Stato»

15 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI  E’ cagionato da un comportamento contrario alla legge dettata in materia ambientale o a provvedimenti adottati dalla pubblica amministrazione in base ad essa  E’ cagionato da un comportamento volontario o contrario a regolamenti, ordini, discipline (colpa specifica), considerato pericoloso a priori dal legislatore  Consiste in una compromissione effettiva dell’ambiente (danneggiamento, alterazione, deterioramento, distruzione totale o parziale)  Obbliga il suo autore al risarcimento del danno nei confronti dello Stato

16 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Il danno ambientale come species del genus illecito civile

17 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI  Comportamento contrario alle leggi ambientali  Comportamento doloso o colposo (colpa specifica)  Compromissione ambiente (danneggiamento alterazione, deterioramento, distruzione)  Risarcimento a favore dello Stato DANNO INGIUSTO DANNO AMBIENTALE  Comportamento contrario alla legge  Comportamento doloso o colposo (colpa generica)  Compressione o negazione di un diritto altrui  Risarcimento a favore del titolare del diritto leso

18 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL RISARCIMENTO DEL DANNO AMBIENTALE Art. 18, comma 8, L. 349/86 il ripristino dello stato dei luoghi a spese del responsabile  “Il giudice, nella sentenza di condanna, dispone, ove possibile, il ripristino dello stato dei luoghi a spese del responsabile” sanzioni  Gerarchia delle sanzioni: ripristino 1) ripristino risarcimento 2) risarcimento patrimoniale del danno ripristino come unico mezzo idoneo a restituire alla collettività il diritto alla fruibilità dell’ambiente  Sentenza cd dei fanghi rossi di Scarlino (n. 440/88 della Corte di Cassazione): ripristino come unico mezzo idoneo a restituire alla collettività il diritto alla fruibilità dell’ambiente

19 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL RIPRISTINO «OVE POSSIBILE»  L’art c.c. il ripristino alla non eccessiva onerosità per il debitore  L’art c.c. subordina la possibilità per il giudice di ordinare il ripristino alla non eccessiva onerosità per il debitore  Il comma 6 dell’art. 18 «ove possibile»  Il comma 6 dell’art. 18 lo richiede «ove possibile»

20 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL SOGGETTO TENUTO AL RISARCIMENTO Art. 18, comma 7, L. 349/86 ciascuno risponde nei limiti della propria responsabilità individuale  “In caso di concorso nello stesso evento di danno, ciascuno risponde nei limiti della propria responsabilità individuale” L’esclusione della regola civilistica della solidarietà tra condebitori  L’esclusione della regola civilistica della solidarietà tra condebitori (art c.c.) testimonia la funzione anche punitiva del risarcimento del danno ambientale dall’origine pubblica del danno all’ambiente  L’esclusione deriva dall’origine pubblica del danno all’ambiente (danno erariale) la regola della solidarietà  La giurisprudenza dominante applica comunque la regola della solidarietà

21 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITÀ PENALE principio di legalitàPrevisione legislativa del fatto vietato e della sanzione comminata (principio di legalità) principio di materialitàComportamento esterno suscettibile di percezione (principio di materialità) principio di necessaria lesivitàComportamento concretamente lesivo o pericoloso del bene giuridico tutelato (principio di necessaria lesività) principio di colpevolezzaComportamento effettivamente rimproverabile al suo autore (principio di colpevolezza)

22 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI L’ILLECITO PENALE: elementi costitutivi Elemento oggettivo (tipicità): 1.Condotta 2.Evento 3.Nesso causale (antigiuridicità) 4.Assenza di cause di giustificazione (antigiuridicità) Elemento oggettivo (colpevolezza): 1.Dolo 2. Colpa 3.Preterintenzione 4.Responsabilità oggettiva

23 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI L’ILLECITO PENALE I reati si distinguono in delitti e contravvenzioni pena prevista Il sistema distintivo – indicato dalla legge (art. 30 c.P.) – è un criterio di carattere formale che distingue tra delitti e contravvenzioni in base alla pena prevista per le singole fattispecie: DELITTI:CONTRAVVENZIONI DELITTI:CONTRAVVENZIONI: -ergastolo -reclusione- arresto - multa- ammenda

24 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI ELEMENTO PSICOLOGICOELEMENTO PSICOLOGICO TENTATIVOTENTATIVO CONTRAVVENZIONICONTRAVVENZIONI: PUNITE SIA A TITOLO DI DOLO CHE DI COLPA DELITTIDELITTI: LA PUNIBILITA’ PER COLPA DEVE ESSERE ESPRESSAMENTE PREVISTA DAL CODICE CONTRAVVENZIONICONTRAVVENZIONI: NON AMMESSO DELITTIDELITTI: AMMESSO DELITTI E CONTRAVVENZIONI: differenze di disciplina

25 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI PRESCRIZIONEPRESCRIZIONE OBLAZIONEOBLAZIONE CONTRAVVENZIONICONTRAVVENZIONI: PRESCRIZIONE BREVE (MAX 4 ANNI E MEZZO) DELITTIDELITTI: PRESCRIZIONE LUNGA, IN TALUNI CASI IMPRESCRITTIBILI (ES. DELITTI PUNITO CON L’ERGASTOLO) CONTRAVVENZIONICAUSA DI ESTINZIONE DEL REATO AMMESSA SOLO PER LE CONTRAVVENZIONI

26 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA TUTELA DELLE ACQUE DALL’ INQUINAMENTO (D.Lgs. 152/99) obblighi I principali obblighi dell’imprenditore: apertura –L’apertura di nuovi scarichi scarichi esistenti –Il problema degli scarichi esistenti violazione delle prescrizioni –La violazione delle prescrizioni limiti tabellari –Il superamento dei limiti tabellari gestore –La responsabilità del gestore

27 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL PROCEDIMENTO DI DIFFIDA inosservanza delle prescrizioni In caso di inosservanza delle prescrizioni dell’autorizzazione allo scarico: diffida 1)alla diffida, stabilendo un termine per l’eliminazione dell’irregolarità diffida + sospensione 2) alla diffida + sospensione dell’autorizzazione per un tempo determinato (in caso di pericolo per la salute pubblica e/o l’ambiente) revoca 3) alla revoca dell’autorizzazione in caso di inadempimento della diffida o in caso di violazioni pericolose e reiterate

28 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI I RIFIUTI (D.Lgs. 22/97) obblighi I principali obblighi dell’imprenditore: abbandono di rifiuti - Il divieto di abbandono di rifiuti autorizzazioni - Le autorizzazioni per l’attività di gestione di rifiuti bonifica - La bonifica dei siti comunicazione registriformulari - Gli obblighi di comunicazione, di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari traffico illecito - Il traffico illecito di rifiuti

29 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO (D.P.R. 203/88) obblighiI principali obblighi dell’imprenditore: impianti esistentiimpianti esistenti – autorizzazione + relazione tecnica e progetto di adeguamento impianti nuoviimpianti nuovi – autorizzazione Rispetto dei limiti di emissioneRispetto dei limiti di emissione

30 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI I PERICOLI DI INCIDENTI RILEVANTI (D.Lgs. N. 334/1999) AMBITO DI APPLICAZIONE

31 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI CLASSIFICAZIONE CONVENZIONALE

32 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Adempimenti per il gestore Regione Prefetto Ministero dell’ambiente Regione Prefetto Sindaco A chi inviarli ?

33 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI ADEMPIMENTI PER IL GESTORE Ministero dell’Ambiente Regione Provincia Comune Prefetto Comitato tecnico regionale o interregionale Provincia Prefetto A chi inviarli ?

34 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI ADEMPIMENTI PER IL GESTORE Ministero dell’Ambiente Provincia Prefetto Sindaco Comando provinciale dei V.F. Presidente della giunta regionale Presidente dell’Amministrazio ne provinciale A chi inviarli ?

35 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA SICUREZZA SUL LAVORO (D.Lgs. 626/94) obblighi I principali obblighi del datore di lavoro: OBBLIGHI GENERICI Valutazione dei rischiValutazione dei rischi (elaborazione documento) Designazione addettiDesignazione addetti (R.S.P.P., squadra antincendio, evacuazione, pronto soccorso, medico competente) tutte le misure necessarie sicurezza salute dei lavoratoriAdozione di tutte le misure necessarie per la sicurezza e la salute dei lavoratori

36 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Obblighi documentaliObblighi documentali (registro infortuni, documentazione sanitaria, verbale riunione periodica) contratti di appaltoObblighi nei contratti di appalto (verifica idoneità professionale, informazione, coordinamento) Riunione periodicaRiunione periodica sulla sicurezza InformazioneformazioneInformazione e formazione dei lavoratori luoghi di lavoroObblighi relativi ai luoghi di lavoro attrezzature di lavorodispositivi di protezioneObblighi relativi all’uso delle attrezzature di lavoro e ai dispositivi di protezione

37 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI OBBLIGHI SPECIFICI: cancerogeni e mutageni Impiego di agenti cancerogeni e mutageni chimiciImpiego di agenti chimici biologiciImpiego di agenti biologici

38 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI La violazione degli obblighi comporta una conseguente responsabilità penale estinzione Procedimento di estinzione delle contravvenzioni in materia di igiene e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 758/94)

39 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI PUNTI FONDAMENTALI DEL PROCEDIMENTO DI ESTINZIONE ORGANO DI VIGILANZA Accerta la violazione prescrizioneimpartisce un’apposita prescrizione fissa un tempo adeguato per la regolarizzazione (max 6 mesi) entro 60 giorni dalla scadenza del termine verifica se la violazione è stata eliminata riferisce la contravvenzione al P.M., ma il procedimento penale resta sospeso Ammette il contravventore a pagare entro 30 giorni una somma pari ad ¼ dell’ammenda massima stabilita per l’originaria contravvenzione

40 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Entro 120 giorni dalla scadenza del termine per l’adempimento: comunica al P.M. l’adempimento e l’avvenuto pagamento della somma la contravvenzione si estingue

41 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Estranei al meccanismo di estinzione Delitti colposi che possono derivare dalla violazione delle norme previste dal D.lgs. 626/94: Omicidio colposo (art. 589 c.p.) Lesioni personali colpose (art. 590 c.p.)

42 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA RESPONSABILITA’ DA PRODOTTO DIFETTOSO (D.P.R. 24 maggio1988, n.224) responsabilità oggettiva –Introduce una forma di responsabilità oggettiva: la responsabilità del fabbricante è ricollegata semplicemente al difetto del prodotto che ha arrecato il danno; –A nulla giova dimostrare di avere impiegato la dovuta diligenza; a dimostrare una delle circostanze di cui all’art. 6 –Il fabbricante si libera da responsabilità soltanto se riesce a dimostrare una delle circostanze di cui all’art. 6

43 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI ART.6: LA RESPONSABILITA’ E’ ESCLUSA: …… se lo stato delle conoscenze tecniche e scientifiche, al momento in cui il produttore ha messo in circolazione il prodotto, non permetteva ancora di considerare il prodotto come difettoso se lo stato delle conoscenze tecniche e scientifiche, al momento in cui il produttore ha messo in circolazione il prodotto, non permetteva ancora di considerare il prodotto come difettoso; ………..

44 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 2. I SOGGETTI RESPONSABILI LEGALE RAPPRESENTANTE - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONELEGALE RAPPRESENTANTE - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DATORE DI LAVORO DATORE DI LAVORO DIRIGENTIDIRIGENTI PREPOSTIPREPOSTI

45 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL LEGALE RAPPRESENTANTE cui spetta il potere di amministrazione e di rappresentanza della società, compiere atti in nome e per conto della societàSoggetto/i cui spetta il potere di amministrazione e di rappresentanza della società, ossia il potere di compiere atti in nome e per conto della società, nelle società di persone l’amministrazione della società spetta a tutti i sociSalva diversa indicazione contenuta nello statuto, nelle società di persone l’amministrazione della società spetta a tutti i soci

46 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE il CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONENelle società di capitali, quanto gli amministratori sono più di uno essi formano il CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, organo cui spetta, collegialmente, la gestione dell’attività sociale (AMMINISTRATORI DELEGATI)Il consiglio – se consentito nell’atto costitutivo – può delegare le proprie attribuzioni ad alcuni dei suoi membri (AMMINISTRATORI DELEGATI)

47 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL DATORE DI LAVORO titolare del rapporto di lavoro la responsabilità dell’impresa stessa o dell’unità produttivaSoggetto titolare del rapporto di lavoro o comunque quello che ha la responsabilità dell’impresa stessa o dell’unità produttiva, in quanto titolare dei poteri decisionali e di spesa (art. 2 lett. b) D.Lgs. 626/94) individuale TITOLARESe l’impresa assume forma individuale: TITOLARE DELL’IMPRESA società LEGALE RAPPRESENTANTEDIRETTORE UNITA’ PRODUTTIVASe l’impresa ha carattere di società: LEGALE RAPPRESENTANTE o DIRETTORE UNITA’ PRODUTTIVA

48 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI società priva di personalità giuridica TUTTI I SOCISe l’impresa è esercitata sotto forma di società priva di personalità giuridica (s.s., s.n.c., s.a.s.), o nelle società di fatto: TUTTI I SOCI “Sussiste responsabilità penale in capo ai singoli soci, irrilevante la ripartizione dei compiti all’interno della compagine sociale” “Sussiste responsabilità penale per fatti omissivi accertati a carico di una società di persone in capo ai singoli soci, rimanendo del tutto irrilevante la ripartizione dei compiti all’interno della compagine sociale” (Cass. pen. sez. III, 13 aprile 1989; 18 maggio 1983)

49 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL DIRIGENTE svolgono funzioni di elevato grado di professionalità, con ampia autonomiaSono dirigenti – secondo la definizione contenuta nei contratti collettivi – coloro che, rispondendo direttamente all’imprenditore o ad altro dirigente a ciò espressamente delegato, svolgono funzioni di elevato grado di professionalità, con ampia autonomia adottare scelte operative e di imprimere un indirizzo all’attività aziendale “La qualifica di dirigente spetta al prestatore di lavoro il quale sia in concreto investito di attribuzioni che, per la loro ampiezza e per i poteri di iniziativa, gli consentano di adottare scelte operative e di imprimere un indirizzo all’attività aziendale” (Cass. civ. sez. lav., 28 gennaio 1989)

50 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL PREPOSTO sovraintendono attivitàaddetti lavoratoriSono preposti coloro che, sovraintendono a tutte le attività alle quali siano addetti lavoratori subordinati o ad essi equiparati (art. 4 D.P.R. 574/55) direzione e la sorveglianza degli operai che gli sono sottoposti “al preposto compete tutto quanto concerne la direzione e la sorveglianza degli operai che gli sono sottoposti, affinché dagli stessi non vengano eseguite operazioni o manovre avventate dalle quali possano scaturire condizioni di pericolo” (Cass. pen. sez. IV, 30 aprile 1991)

51 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 3. IL TRASFERIMENTO DELLE RESPONSABILITA’ NELL’ORGANIZZAZIONE AZIENDALE “INCARICO DI FUNZIONE” E “INCARICO DI ESECUZIONE”“INCARICO DI FUNZIONE” E “INCARICO DI ESECUZIONE” FUNZIONI DELEGABILIFUNZIONI DELEGABILI CARATTERISTICHE DI AMMISSIBILITA’ E DI VALIDITA’ DELLA DELEGACARATTERISTICHE DI AMMISSIBILITA’ E DI VALIDITA’ DELLA DELEGA EFFICACIA PENALE E CIVILE DELLA DELEGAEFFICACIA PENALE E CIVILE DELLA DELEGA

52 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LA DELEGA DI FUNZIONI NON CONFONDERE “SUDDIVISIONE DEI COMPITI” CON “DELEGA DI RESPONSABILITA’”NON CONFONDERE “SUDDIVISIONE DEI COMPITI” CON “DELEGA DI RESPONSABILITA’” PROBLEMI DELLA DELEGA:PROBLEMI DELLA DELEGA: –DELEGABILITA’ DELLE FUNZIONI –EFFETTIVITA’ DEL TRASFERIMENTO

53 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI EFFICACIA PENALE DELLA DELEGA DI FUNZIONI Contrasto di giurisprudenza : –nessuna conseguenza Cass. pen. sez. III n Cass. pen. sez. III n –Trasferimento della responsabilità penale, sussistendo determinati presupposti Cass. pen. sez. III, 31 ottobre 1990 n ; Cass. pen. sez. III, 3 maggio 1996, n. 4422; Cass. pen. sez. III, 27 maggio 1996, n. 5242; Cass. pen. sez. III, 6 maggio 1996, n. 1570; Cass. pen. sez. III, 17 gennaio 2000, n. 442.

54 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI CONDIZIONI OGGETTIVE: NECESSITA’ DEL DECENTRAMENTO DI COMPITI E RESPONSABILITA’NECESSITA’ DEL DECENTRAMENTO DI COMPITI E RESPONSABILITA’ CONTENUTO SPECIFICOCONTENUTO SPECIFICO PUBBLICITA’PUBBLICITA’ AUTONOMIA DECISIONALEAUTONOMIA DECISIONALE AUTONOMIA DI SPESAAUTONOMIA DI SPESA FORMA SCRITTAFORMA SCRITTA

55 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI CONDIZIONI SOGGETTIVE: CAPACITA’ TECNICA DEL DELEGATOCAPACITA’ TECNICA DEL DELEGATO DIVIETO DI INGERENZA DA PARTE DEL DELEGANTEDIVIETO DI INGERENZA DA PARTE DEL DELEGANTE INSUSSISTENZA DI RICHIESTE DI INTERVENTOINSUSSISTENZA DI RICHIESTE DI INTERVENTO MANCATA CONOSCENZA DELLA NEGLIGENZAMANCATA CONOSCENZA DELLA NEGLIGENZA

56 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 4. COME CONFERIRE UNA VALIDA DELEGA DI FUNZIONI OGGETTO DELLA DELEGAOGGETTO DELLA DELEGA SOGGETTI COINVOLTISOGGETTI COINVOLTI REDAZIONE DOCUMENTOREDAZIONE DOCUMENTO

57 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI LERESPONSABILITA’ LE RESPONSABILITA’AZIENDALI PREPOSTO (responsabile dell’attività cui sovraintende) DATORE DI LAVORO (responsabile primario) DIRIGENTE (responsabile dell’attività da lui diretta) DELEGA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI DELEGA: EFFETTIVE 1.VERIFICA DELLE EFFETTIVE ESIGENZE DELL’IMPRESA IDONEO 2. INDIVIDUAZIONE DI IDONEO SOGGETTO DELEGATO 3. ANALITICA INDIVIDUAZIONE COMPITI DELEGATI DEI COMPITI DELEGATI MEZZI 4. INDICAZIONE DEI MEZZI TECNICI ED ECONOMICI NECESSARI PUBBLICITA’ 5. PUBBLICITA’ INTERNA ED ESTERNA DELL’ATTO ACCETTAZIONE SCRITTA 6. ACCETTAZIONE SCRITTA DA PARTE DEL DELEGATO

58 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 1.EFFETTIVE ESIGENZE DELL’IMPRESA “ …. una complessità organizzativa e gestionale, accompagnata dalla presenza di speciali problematiche relative alle materie…., tale da giustificare ed anzi rendere necessaria la suddivisione dei compiti e delle responsabilità…. ”

59 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 2. IDONEITA’ DEL SOGGETTO DELEGATO “… la molteplicità e la complessità tecnico- giuridica dell’impegno richiesto nelle materie …. richiedono una professionalità tecnica specifica, un continuo aggiornamento, la necessità di una presenza costante, la disponibilità di tempo sufficiente…”“… la molteplicità e la complessità tecnico- giuridica dell’impegno richiesto nelle materie …. richiedono una professionalità tecnica specifica, un continuo aggiornamento, la necessità di una presenza costante, la disponibilità di tempo sufficiente…” “… l’esperienza acquisita da molti anni – con specifico riferimento anche alla realtà produttiva …. – nella gestione delle problematiche relative alla …, nonché per sua posizione di …”“… l’esperienza acquisita da molti anni – con specifico riferimento anche alla realtà produttiva …. – nella gestione delle problematiche relative alla …, nonché per sua posizione di …”

60 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 3. COMPITI DELEGATI “… In particolare con riferimento al D.Lgs. 626/94 e successive modificazioni, si intendono in ogni caso attribuite al delegato le funzioni ed i poteri in appresso indicati, attinenti alla sicurezza e igiene dei lavoratori, da esplicare direttamente o far esplicare da altri: a) …a) … b) …”b) …”

61 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 4. MEZZI TECNICI ED ECONOMICI “… in piena autonomia nell’ambito dell’attività svolta da…, potendo agire con le stesse prerogative dei mandanti ed in sostituzione degli stessi quanto a funzioni ed autonomia decisionale e patrimoniale in tema di...”“… in piena autonomia nell’ambito dell’attività svolta da…, potendo agire con le stesse prerogative dei mandanti ed in sostituzione degli stessi quanto a funzioni ed autonomia decisionale e patrimoniale in tema di...” “… al delegato viene garantito, nell’ambito di ogni bilancio aziendale, un adeguato budget da gestire secondo le procedure aziendali, ferma restando la possibilità di disporre acquisti e spese anche oltre il limite prefissato ogni qualvolta ne ravvisi la necessità e l’urgenza …”“… al delegato viene garantito, nell’ambito di ogni bilancio aziendale, un adeguato budget da gestire secondo le procedure aziendali, ferma restando la possibilità di disporre acquisti e spese anche oltre il limite prefissato ogni qualvolta ne ravvisi la necessità e l’urgenza …”

62 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 5. PUBBLICITA’ “…La presente delega avranno validità dal ; ad essa verrà data ampia pubblicità, attraverso comunicazione formale alle Rappresentanze interne; essa verrà portate a conoscenza delle Autorità amministrative che le richiedano e dei soggetti privati di volta in volta interessati…”

63 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 6. ACCETTAZIONE “… Il Consiglio dispone affinché la presente delibera venga trasmessa, in copia, per l’accettazione della delega in essa contenuta al delegato che, in caso di accettazione, restituirà detta copia debitamente sottoscritta …”

64 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI 5. COME GESTIRE LA DELEGA DI FUNZIONI ADEMPIMENTI DEL DELEGATOADEMPIMENTI DEL DELEGATO COMPORTAMENTI DEL DELEGANTECOMPORTAMENTI DEL DELEGANTE PUBBLICITA’; AMODIFICHE ED AGGIORNAMENTIPUBBLICITA’; AMODIFICHE ED AGGIORNAMENTI DELEGA DI FUNZIONI ED ORGANI DI VIGILANZADELEGA DI FUNZIONI ED ORGANI DI VIGILANZA

65 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Il tema della gestione va affrontato sotto due distinte prospettive Il punto di vista del, che vuole evitare di incorrere nelle responsabilità da cui ritiene di essersi liberato con la delega;Il punto di vista del delegante, che vuole evitare di incorrere nelle responsabilità da cui ritiene di essersi liberato con la delega; Il punto di vista del che, pur gestendo le funzioni che gli sono state attribuite, vuole evitare di essere considerato responsabile anche per fatti non a lui addebitabili.Il punto di vista del delegato che, pur gestendo le funzioni che gli sono state attribuite, vuole evitare di essere considerato responsabile anche per fatti non a lui addebitabili.

66 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL DELEGANTE scelte strategicheMantiene alta la propria attenzione in ordine alle scelte strategiche Non si ingerisceNon si ingerisce nella gestione delle funzioni delegate autonomia finanziaria e gestionaleGarantisce la autonomia finanziaria e gestionale del delegato predisposizione ed il mantenimento di procedureCura la predisposizione ed il mantenimento di procedure per il corretto conferimento e la gestione della delega, ivi compresa la comunicazione in caso di emergenza

67 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IL DELEGATO Prima del conferimento formale della delegaPrima del conferimento formale della delega: -Effettua o fa effettuare un audit di conformità normativa e tecnica; -Redige un prospetto delle misure da adottare e degli interventi da effettuare in ordine di priorità; -Verifica la compatibilità delle proprie disponibilità economiche e di risorse con le necessità emerse durante l’audit Dopo il conferimento formale della delega:Dopo il conferimento formale della delega: -Mantiene attivo un sistema di gestione di tutte le funzioni delegate -Realizza le misure secondo l’ordine di priorità stabilito; -Richiede l’intervento del delegante quando gli interventi necessari superano la sua capacità di spesa.

68 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI AUDIT DI CONFORMITÀ “fotografare” i comportamenti dell’azienda Consente di “fotografare” i comportamenti dell’azienda in un determinato momento, confrontandoli con quelli richiesti dalla legge. direzione aziendale Il rapporto che ne consegue è destinato in via riservata alla direzione aziendale. indicazioni e suggerimenti operativi per misure ed azioni correttive Deve contenere indicazioni e suggerimenti operativi per misure ed azioni correttive. adozione di procedure per il mantenimento della conformità Deve essere seguito dalla adozione di procedure per il mantenimento della conformità.

69 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE Riduzione del rischio di sanzioni Riduzione del rischio di sanzioni e/o di responsabilità risarcitorie dimostrare documentalmente di “avere fatto quanto possibile per evitare il danno Maggiore possibilità dell’organizzazione di dimostrare documentalmente di “avere fatto quanto possibile per evitare il danno” (art c.c ed altri casi di “responsabilità aggravata”) dimostrare documentalmente una adeguata formazione del personale Maggiore capacità dell’organizzazione di realizzare e dimostrare documentalmente una adeguata formazione del personale conformità legislativa Maggiore facilità a mantenere nel tempo la conformità legislativa sugli aspetti sostanziali della propria attività (es. gestione dei rifiuti)

70 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE la certificazione ambientale correttamente ottenuta ed applicata potesse provare che l'impresa aveva messo in atto tutto quanto si doveva fare per il corretto funzionamento dei cicli produttivi In un processo penale a seguito di incidente sul lavoro, il giudice ha ritenuto che la certificazione ambientale correttamente ottenuta ed applicata potesse provare che l'impresa aveva messo in atto tutto quanto si doveva fare per il corretto funzionamento dei cicli produttivi

71 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Tribunale di Mondovì, 24 aprile 2001, n. 257: riconosce alla certificazione [in tal caso, si trattava di un SGA a norma ISO 14001] il ruolo rilevante di prova documentale dell’“atteggiamento virtuoso dell’impresa”: «la previsione di procedure produttive in occasione della richiesta di certificazione è un primo significativo passo verso il conseguimento di una quota di sicurezza adeguata»; «la certificazione ottenuta ed i documenti prodotti e/o acquisiti dal perito hanno dimostrato una sola cosa: di più non si poteva fare. Di più. dunque, non era corretto esigere»

72 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI PROCEDURA PER LA DELEGA IndividuazioneIndividuazione delle funzioni delegabili idoneo delegatoScelta di un idoneo delegato Redazione e conservazioneRedazione e conservazione del documento PubblicitàPubblicità ispezione o incidenteAdempimenti e responsabilità in caso di ispezione o incidente

73 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI IN CASO DI ISPEZIONE O DI INCIDENTE Il responsabile delle relazioni con gli organi ispettivi deve essere sempre e subito avvertito; Egli deve conoscere puntualmente la delega ed averne copia; Il contenuto della delega deve essere portato a conoscenza degli ispettori senza esitazioni o incertezze; Copia della delega deve essere consegnata agli ispettori; Il delegato deve essere pronto ad affrontare gli organi di controllo;

74 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI DUE DILIGENCE E GARANZIE CONTRATTUALI IN CASO DI CESSIONE E ACQUISTO DI UN SITO CONTAMINATO La Due Diligence, normalmente effettuata per gli aspetti strettamente economici e fiscali deve essere estesa alle “passività ambientali”. La sua effettuazione deve essere prevista contrattualmente ed i suoi risultati possono costituire condizioni sospensive del contratto.

75 BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI Le Clausole contrattuali a tutela del venditore o dell’acquirente debbono tenere conto di tutti gli obblighi giuridici ed i vincoli che la legge stabilisce a carico del proprietario del sito e del responsabile dell’inquinamento: Obbligo di effettuare la bonificaObbligo di effettuare la bonifica rimborsare le spese sostenute dalla amministrazione per la bonificaObbligo di rimborsare le spese sostenute dalla amministrazione per la bonifica Onere realeOnere reale sulle aree


Scaricare ppt "BUTTI AND PARTNERS - AVVOCATI DELEGA DI FUNZIONI E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PENALE avv. Guido Butti – avv. Marina Zalin ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI."

Presentazioni simili


Annunci Google