La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Consiglio Comunale Aperto Decreto Legge 112/2008 Legge 169/2008 Schema del Piano Programmatico del 23/9/2008 Come cambia la scuola a Carpi Carpi, Novembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Consiglio Comunale Aperto Decreto Legge 112/2008 Legge 169/2008 Schema del Piano Programmatico del 23/9/2008 Come cambia la scuola a Carpi Carpi, Novembre."— Transcript della presentazione:

1 Consiglio Comunale Aperto Decreto Legge 112/2008 Legge 169/2008 Schema del Piano Programmatico del 23/9/2008 Come cambia la scuola a Carpi Carpi, Novembre 2008

2 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi2 L’ultimo atto : Piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze ( attuativo del 112 ) 1 settembre 2008 Decreto Legge 137 convertito in Legge n.169 decreto Gelmini 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 convertita ad agosto in Legge n. 133 manovra d’estate 24 dicembre 2007, Legge n. 244 finanziaria 2008

3 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi3 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 manovra d’estate Art. 64. Disposizioni in materia di organizzazione scolastica incrementare, gradualmente, di un punto il rapporto alunni/docente tenendo conto degli alunni diversamente abili riduzione complessiva del 17 % della consistenza numerica della dotazione organica modificando le disposizioni legislative vigenti, revisione dell'attuale assetto ordinamentale, organizzativo e didattico del sistema scolastico, attenendosi ai seguenti criteri:

4 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi4 a. razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso, per una maggiore flessibilità nell'impiego dei docenti; 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 manovra d’estate art.64 b. ridefinizione dei curricoli vigenti nei diversi ordini di scuola anche attraverso la razionalizzazione dei piani di studio e dei relativi quadri orari, con particolare riferimento agli istituti tecnici e professionali; c. revisione dei criteri vigenti in materia di formazione delle classi; d. rimodulazione dell'attuale organizzazione didattica della scuola primaria, ivi compresa la formazione per il personale…..senza oneri aggiuntivi….;

5 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi5 e. revisione dei criteri e dei parametri vigenti per la determinazione della consistenza complessiva degli organici del personale docente ed ATA, finalizzata ad una razionalizzazione degli stessi; 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 manovra d’estate art.64 f-ter. Nel caso di chiusura o accorpamento di istituti…regioni ed EELL possono prevedere riduzioni del disagio degli utenti. f-bis. Definizione di criteri, tempi e modalità per determinare e articolare l’azione di ridimensionamento della rete scolastica …… nell’ambito delle risorse disponibili…. f. ridefinizione dell'assetto organizzativo-didattico dei centri di istruzione per gli adulti, ivi compresi i corsi serali, previsto dalla vigente normativa.

6 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi6 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Il comma 4-bis reintroduce la possibilità di assolvere all’obbligo scolastico anche nei percorsi di istruzione e formazione professionale e nelle sperimentazioni dei percorsi misti. Il 4-ter sospende le SSIS per l’anno in corso

7 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi7 Comma 5. I dirigenti del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, compresi i dirigenti scolastici, coinvolti nel processo di razionalizzazione di cui al presente articolo, ne assicurano la compiuta e puntuale realizzazione. Il mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati, verificato e valutato sulla base delle vigenti disposizioni anche contrattuali, comporta l'applicazione delle misure connesse alla responsabilità dirigenziale previste dalla predetta normativa. 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 manovra d’estate art.64 I commi 7 e 8 definiscono chi e come si controlla il raggiungimento degli obiettivi Il Comma 6 fissa in euro le economie da raggiungere

8 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi8 Il comma 9 definisce che il 30% dell’economie verrà utilizzato per valorizzare lo sviluppo professionale della carriera del personale della Scuola a decorrere dall'anno 2010 e subordinato all’accertamento effettivo del risparmio 25 giugno 2008, Decreto legge n. 112 manovra d’estate art.64

9 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi9 1 settembre 2008 Decreto Legge 137 decreto Gelmini voto in decimi per il rendimento e disapplicazione schede esistenti con rinvio al regolamento successivo (art.3) voto in decimi - condotta - bocciatura (art.2) cittadinanza e costituzione anche alla materna (art.1)

10 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi10 Insegnante unico e 24 ore settimanali nella scuola primaria, si rinvia alla sequenza contrattuale la retribuzione delle 2 ore aggiuntive alle attuali 22 (art.4) 1 settembre 2008 Decreto Legge 137 decreto Gelmini Norme per l’accesso alle scuole di specializzazione mediche (art.7) Valore abilitante della laurea in scienze della formazione (art.6) Vincola l’adozione dei libri di testo alle case editrici che non cambiano il contenuto nel quinquennio (art.5)

11 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi11 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Preannuncia l’emanazione di altri regolamenti (non sono di competenza parlamentare) Indica tre aree di intervento: 1 Revisione degli ordinamenti scolastici; 2 Riorganizzazione della rete scolastica, ivi compresi i centri territoriali per l’educazione degli adulti e i corsi serali; 3 Razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane delle scuole

12 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi12 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Saranno armonizzate le norme esistenti (Moratti e Fioroni) e i piani di studio, discipline e carichi orari saranno “essenzializzati” da Regolamenti da emanare. Comunque : 30 ore settimanali licei 32 ore settimanali licei artistici, istituti tecnici e professionali con eliminazione di indirizzi duplicati revisione delle attuali forme di compresenza blocco delle sperimentazioni nelle prime 2009/10

13 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi13 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Anno in corso

14 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi14 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze

15 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi15 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze

16 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi16 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Scuola dell’infanzia orario obbligatorio anche solo nella fascia antimeridiana, impiegando una sola unità di personale docente per sezione. Con le economie si potranno consentire nuove attivazioni e conseguentemente l’estensione del servizio. Si reintroduce l’anticipo e si prosegue lo sviluppo delle sezioni primavera.

17 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi17

18 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi18

19 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi19

20 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi20 ORARI del SERVIZIO scuole infanzia

21 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi21 ORARI INSEGNANTI scuola infanzia Statali 25 ore x 2 insegnanti = 50 Comunali 30 ore più 6 di gestione Già oggi il servizio di prolungamento orario nelle statali viene garantito a spese del bilancio comunale con un appalto esterno.

22 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi22 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Quali PROSPETTIVE su CARPI ? : ? le attuali sez. statali non variando la richiesta non variano l’offerta, ma aumentano il n. di bambini per sez.? ? le nuove sez. legate all’aumento demografico (303 nati in più nel triennio ) se attivate dallo stato avranno solo un insegnante e il servizio antimeridiano? ? si costituiranno nuove sez. statali solo a condizione di ridurre il servizio alle esistenti sottraendo loro l’unità di personale necessario?

23 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi23 Prolungamento orario Nell’anno ne hanno usufruito 113 bambini distribuiti su 6 scuole statali con un costo di oltre per l’amministrazione e medio per bambino di circa 480 euro/anno La retta max mensile attuale è di euro 143 euro più 51 euro max per il prolungamento Se si ipotizza di dover fornire il servizio pomeridiano, con un solo insegnante a 25 ore, con la stessa modalità del prolungamento, però con la retta a totale copertura del costo; si può quantificare per ogni bambino in euro 20 giornalieri, che diventano 425 euro mensili

24 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi24 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Nella scuola dell’infanzia si educa alla relazione nel rispetto delle regole di convivenza. Si tessono quotidianamente e naturalmente legami di integrazione di: genere m/f classi sociali diversità fisiche e/o diverse abilità diversità culturali favorendo un processo di socializzazione anche fra famiglie Meno materna = meno tessuto sociale

25 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi25 Modulo 2 classi 1^ 2^ a 27 ore = 54 (classi 3^ 4^5^) a 30 ore = 60 3 maestre a 22ore = 66 12/6 ore per contemporaneità cioè piccolo gruppo per laboratori (mensa) 2 ore di programmazione Tempo pieno 1 classe 30 ore + 10 di mensa 2 maestre per 22 ore = 44 4 ore per contemporaneità cioè piccolo gruppo per laboratori 2 ore di programmazione OGGI scuola primaria ex elementari

26 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi26 Tempo allungato ? Carpi scuola primaria statale: rapporto alunni /docenti/tempo scuola senza considerare alunni con h / sostegno

27 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi27 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Modulo 2 classi a 27 ore = 54 3 maestre a 22ore = ore per contemporaneità cioè piccolo gruppo per laboratori 2 ore di programmazione Gelmini 2 classi a 24 ore = 48 2 maestre a 22ore + 2 = 48 se le famiglie lo chiedono se c’è l’organico si può arrivare a 27 ore e se il bilancio regge e c’è chi fa straordinari anche a 30!!! Gelmini 2 classi a 24 ore = 48 2 maestre a 22ore + 2 = 48 se le famiglie lo chiedono se c’è l’organico si può arrivare a 27 ore e se il bilancio regge e c’è chi fa straordinari anche a 30!!!

28 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi28 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Conseguenze: solo lezioni frontali a classi più numerose saltano le uscite da scuola e i tempi distesi dei laboratori che davano motivazioni e senso alle lezioni frontali e consentivano integrazione e recupero Si svuota l’autonomia: non si progetta nessuna offerta formativa senza organico funzionale e senza poter decidere sui tempi aggiuntivi Eliminando la programmazione si è cancellato l’unica forma di autoaggiornamento fatto dal confronto coi colleghi sul lavoro d’aula

29 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi29

30 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi30 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Con le 24 ore, la maestra unica e più alunni per classe si fa come una volta: si spiega a scuola poi si lavora a casa (chi può e sa) e chi non può, si piglia il brutto voto e tutto è risolto! Si comincia dalle prime ma dove ci sono solo 5 classi si coinvolge anche la seconda e in due anni tutto il plesso. Per Carpi l’esempio è Santa Croce che ha un modulo di 7 insegnanti su 5 classi.

31 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi31 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Eleva il rapporto alunni- classe dello 0,20 nel sett e dello 0,10 nel settembre ,10 nel 2011 se si applica alla media di Carpi e Modena già a x 0,20 = 4 cioè 25 alunni medi nel x 0,10 = 2,5 cioè 27,5 alunni medi ,5 x 0,10 = 2,75 cioè 30 alunni medi 2011 Se si applica all’attuale minimo 15 max 25 si avrà nel 2009 minimo = 18 max = 30 nel 2010 minimo ,8 = 20 max = 33 nel 2011 minimo = 22 max ,3 = 36

32 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi32 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze La variazione degli indici fra n.alunni, n.classi e n.docenti chi premia? non le amministrazioni virtuose che hanno già razionalizzato, Carpi potrebbe avere un dirigente in più e ha un rapporto alunni/classi di 22, con 55 classi con H su 125 (44%) e una media di stranieri nelle primarie st. del 18 %; non i dirigenti che hanno programmato le offerte di tempo scuola sui bisogni del territorio soddisfando le aspettative delle famiglie; non i docenti che perderanno il posto a caso; non i bambini che avranno il demerito di abitare nel quartiere statisticamente sfavorevole. Inoltre rende inadeguati anche gli edifici di recente costruzione che hanno il parametro max di 25 alunni.

33 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi33 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Scuola secondaria primo grado (ex medie) 29 ore alla settimana (attuali 32 ex 33 sp. Lingue, ex 36 TP.) negato il tempo prolungato (max 36) se non si fanno tre pomeriggi e se non si ha il corso completo aggregazione di materie e nuove abilitazioni entro dicembre (come previsto dalla Moratti tecnologia viene assorbita con matematica e scienze, area umanistico letteraria. Linguistica, scientifico tecnologica )

34 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi34 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze In aggiunta alle conseguenze precedenti si avrà l’improvvisazione di competenze nuove da parte di docenti che si vedranno cambiata la materia d’insegnamento senza preventiva e seria formazione (e il merito?) Non si reinveste sulla scuola il risparmio, ne in edilizia, ne in aggiornamento del personale, ne in organico funzionale al sapere. Col 30% dal 2010 non si fa fronte neanche all’incremento demografico.

35 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi35 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze

36 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi36 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze Mostrare tabella =

37 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi37 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze

38 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi38 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze

39 Carpi 28 Novembre 2008 a cura di Maria Cleofe Filippi39 Schema di piano programmatico del MPI Università e Ricerca di concerto con Ministero dell’Economia e delle Finanze


Scaricare ppt "Consiglio Comunale Aperto Decreto Legge 112/2008 Legge 169/2008 Schema del Piano Programmatico del 23/9/2008 Come cambia la scuola a Carpi Carpi, Novembre."

Presentazioni simili


Annunci Google