La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Sandro Nanni Servizio Meteorologico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Sandro Nanni Servizio Meteorologico."— Transcript della presentazione:

1 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Sandro Nanni Servizio Meteorologico Regionale ARPA Emilia-Romagna Il Progetto R.I.R.E.R. (Rete Integrata Regionale idro-meteo-pluviometrica dell’Emilia-Romagna)

2 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Legge 183/89 (integrata con la legge 253/90 e con il decreto legge 398/93 convertito con la legge 493/93) Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo. D. Lgs 112/98 (Bassanini) art. 92 e conseguente Accordo tra Stato e Regioni approvato in Conferenza Unificata il Gli Uffici Periferici del Dipartimento dei Servizi Tecnici Nazionali sono trasferiti alle regioni ed incorporati nelle strutture operative regionali competenti in materia. Normativa Legislazione Nazionale

3 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Reti in telemisura meteo-idropluviometriche Situazione in Emilia-Romagna (anno 2001) Presenza di più Enti, pubblici e privati, gestori di reti: Pubblici - Ex Uffici Compartimentali SIMN Bologna e Parma – 88 stazioni - Ex Magipo - 9 stazioni - RER (Servizi Tecnici di Bacino e Protezione Civile) – 90 stazioni - ARPA (Servizio Meteorologico e Sezioni Provinciali) – 33 stazioni - Province e Comuni - 51 stazioni Privati - Consorzi di Bonifica – 415 stazioni Reti installate nel corso degli anni in maniera scarsamente coordinata, che assolvono compiti diversi e/o parzialmente coincidenti.

4 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Rete integrata ARPA-SMR Situazione (anno 2001) 1.Stazioni al suolo a)Rete sinottica11 stazioni (sensori meteo) b)Rete agrometeorologica 22 stazioni (Pr, T, UR, Ba. Fog.) TOTALE33 stazioni 2.Stazione di remote sensing Radar meteorologico banda C1 San Pietro Capofiume (Doppler, doppia polarizzazione)

5 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Normativa Legislazione Nazionale “d’emergenza” Legge 03/08/1998 n. 267 “Sarno” Misure urgenti per la prevenzione del rischio idrogeologico ed a favore delle zone colpite da disastri franosi nella regione Campania Legge 11/12/2000 n. 365 “Soverato” Interventi urgenti per le aree a rischio idrogeologico molto elevato ed in materia di protezione civile, nonché a favore delle zone della regione Calabria danneggiate dalle calamità idrogeologiche di settembre ed ottobre 2000.

6 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Normativa Ordinanze di Protezione Civile Ordinanza n del 18/10/2000 (integrata con ordinanze nn. 3095/2000 e 3096/2000). Interventi urgenti di protezione civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eventi alluvionali ed ai dissesti idrogeologici che dal 13 ottobre 2000 hanno colpito il territorio della regione autonoma Valle d'Aosta e delle regioni Piemonte, Liguria, Lombardia ed Emilia-Romagna. Ordinanza n del 16/03/2001 Misure urgenti per il completamento del programma di potenziamento delle reti di monitoraggio meteo-idro-pluviometrico elaborato ai sensi dell'art. 2, comma 7, del decreto-legge 11 giugno 1998, n. 180, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 1998, n. 267 A)

7 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Ordinanza n del 10/05/2001 Misure urgenti per il completamento del programma di potenziamento delle reti di monitoraggio meteo-idropluviometrico elaborato ai sensi dell’art. 2, comma 7, della legge 3 agosto 1988, n. 267, nonché per il programma di copertura di radar meteorologici del territorio nazionale ai sensi dell’art. 1, comma 7, della legge 11 dicembre 2000, n Ordinanza n del 27/12/2002 Disposizioni urgenti per fronteggiare i danni conseguenti ai gravi fenomeni eruttivi connessi all’attività vulcanica dell’Etna nel territorio della provincia di Catania, per la mitigazione del rischio idrogeologico e idrico, per il potenziamento e l’attuazione delle reti radar e pluvio-idrometriche nel territorio nazionale ed altre misure urgenti di protezione civile. B) Normativa Ordinanze di Protezione Civile

8 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Normativa Deliberazione di Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna Deliberazione n del 17/7/2001 Affidamento ad ARPA-SMR delle attività previste dalle convenzioni tra RER e Regione Marche e RER - Regioni Piemonte, Valle D’Aosta e Lombardia per il programma di potenziamento delle monitoraggio idro-meteo-pluviometrico, comparto Romagna-Marche e Bacino del Po. Deliberazione n del 22/10/2001 Approvazione degli indirizzi per il progetto RIRER (Rete Integrata Regionale idro-neteo-pluviometrica dell’Emilia-Romagna) - Affidamento della progettazione esecutiva. A)

9 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Normativa Deliberazione di Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna Deliberazione n del 26/11/2001 Affidamento ad ARPA-SMR delle funzioni di gestione unitaria delle reti di monitoraggio idro-meteo-pluviometrico. Comprese le attività tecnico-operative derivanti dalle funzioni trasferite dalla Stato alla Regione ai sensi dell’art. 92 del D.Legs. n. 112/98 Deliberazione n del 3/12/2001 Approvazione accordi interregionali con il Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale per la gestione coordinata delle funzioni di carattere compartimentale in esecuzione dell'accordo Governo-Regioni del 24/05/2001- Approvata dal Consiglio Regionale, prog. N. 308 del 18/12/2001 B)

10 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Normativa Deliberazione di Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna Deliberazione n. 347 del 17/03/2003 Realizzazione e gestione del Centro Funzionale Regionale ai sensi dell’Art. 2 comma 7 del D.L. 180/98 come convertito nella Legge 267/98. Approvazione schema di Convenzione con Regione Basilicata e Dipartimento di Protezione Civile. Deliberazione n del 16/06/2003 Arpa- SMR gestione unitaria delle reti di monitoraggio idro-meteo- pluviometriche. Approvazione progetto e schema di Convenzione, Definizione modalità gestione tecnico operativa delle attività derivanti dalle funzioni trasferite dallo Stato alla regione ai sensi dell’art. 92 del D.Lgs. N. 112/98. C)

11 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Criticità del monitoraggio in tempo reale ( prima del progetto RIRER)  Frammentazione della rete al suolo (“carenza osservativa”): problema di disomogeneità di copertura del territorio regionale problema di differenti livelli di manutenzione  Copertura radar regionale incompleta: stima quantitativa di precipitazione da radar solo aree di 100 km circa di raggio (escluse le provincie di Piacenza, Parma e parte di Reggio Emilia)  Accessibilità parziale ai dati: impossibilità di “vedere” ad un dato istante, presso uno o più centri, l’insieme delle informazioni potenzialmente disponibili dei vari gestori

12 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Superamento delle criticità Progetto RIRER Obiettivo:  transitare ad una gestione unitaria delle reti Finalità:  ottimizzare le risorse ordinarie e per “le emergenze”, attribuite dallo Stato alla Regione, garantendo il coordinamento di tutte le attività;  razionalizzare l’utilizzazione delle risorse umane e strumentali provenienti dal trasferimento degli Uffici ex-SIMN di Bologna e Parma;  fornire al Governo Regionale un moderno sistema di monitoraggio idro- meteo-pluviometrico, garantendo a tutti gli utenti la visibilità dei dati provenienti dalla rete unitaria.

13 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Interventi di potenziamento  Interventi: completati, in fase di chiusura, in fase di avvio Interventi Leggi Risorse (K€) Ex-DSTN Venezia-Parma (quota ER) Finanziamento ordinario 614 STB Reno (Bo) (L.183/89, Ord.3090/00) 63 STB Taro e Parma (Pr) (L.183/89) 760 STB Trebbia e Nure (Pc) (Ord.3090/00) 517 STB Trebbia e Nure + Pr.Civ. RER (Ord. 3090/00) ARPA-SMR Romagna (quota ER) (L.267/98 e 365/00) 638 Funz. Delegato radar Gattatico (L.267/98) ARPA-SMR Bacino Po (quota ER) (L.267/98 e 365/00)1.277 ARPA-SMR Rete meteo/urbana (Fondi RER) 528 T otale 8.422

14 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Consistenza della rete regionale integrata in telemisura Situazione a completamento degli interventi ( ) In rosso sono indicate le stazioni meteorologiche (quota stazioni urbane) Rete Radar Esistente 2 San Pietro Capofiume (BO) – Gattatico (RE)

15 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Interventi di manutenzione Interventi Risorse (K€) ANNO 2002 Ex-DSTN Venezia-Parma e Bologna-Pisa (quota ER) 65 Regione Emilia-Romagna 100 Ex DSTN L. 267/98 e 365/00 (quota ER gestita da ARPA-SMR) 55 ARPA-SMR rete meteorologica 43 ARPA-SMR radar San Pietro Capofiume 72 T otale 335

16 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Oneri di manutenzione e gestione delle reti

17 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Rete idrometrica integrata

18 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Rete pluviometrica integrata

19 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Rete Radar Meteorologica Emilia-Romagna GattaticoSan Pietro Capofiume

20 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Combinazione dati pluviometrici – stime radar ‘Mix’ ottimale di dati radar e da pluviometria convenzionale in telemisura Spesso ci si riferisce a questa tecnica come “ calibrazione radar in tempo reale” Programmi UE - 5th Programma Quadro a cui ARPA-SMR partecipa, come partner o come coordinatore, nei quali si integrano i dati radar con le stazioni al suolo e/o con I modelli numerici ad area limitata: MUSIC CARPE DIEM

21 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Progetto MUSIC M U S I C Telepluviometri Griglia RADAR METEOSAT MULTI-SENSOR PRECIPITATION MEASUREMENTS INTEGRATION, CALIBRATION AND FLOOD FORECASTING

22 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Progetto CARPE DIEM CARPE DIEM Obiettivo di CARPE DIEM è il miglioramento della qualità delle previsioni idrologiche per bacini di piccola e/o media dimensione. Tale miglioramento sarà raggiunto attraverso l’utilizzo di metodologie avanzate per estrarre informazioni dalle misure radar con l’obiettivo di migliorare le stime e le previsioni del campo di precipitazione.

23 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Risultati attesi a espletamento del progetto RIRER  Omogeneità della copertura territoriale e della qualità dei dati rilevati  Ridondanza di ripetitori radio e server di gestione TR (“back-up caldo”)  Razionalizzazione delle risorse finanziarie complessive  Completamento e accessibilità delle banche dati idro-meteo-pluvio

24 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Vedere per Prevedere

25 WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 RINGRAZIAMENTI Lucio Botarelli ARPA-SMR: co-autore del progetto PierMario Bonotto RER Servizio Difesa del Suolo: referente tecnico per la Regione I componenti del Tavolo Tecnico Regionale Reti : direttive e revisioni del progetto Tommaso Diomede, Gabriele Antolini, Alessandro Donati ARPA-SMR : cartografie tematiche


Scaricare ppt "WORKSHOP – Il Centro Funzionale di supporto alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna Bologna - 24 Giugno 2003 Sandro Nanni Servizio Meteorologico."

Presentazioni simili


Annunci Google