La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistemi di elaborazione dell’informazione Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 7 -Instradamento dinamico Ernesto Damiani Lezione 4 – OSPF.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistemi di elaborazione dell’informazione Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 7 -Instradamento dinamico Ernesto Damiani Lezione 4 – OSPF."— Transcript della presentazione:

1 Sistemi di elaborazione dell’informazione Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 7 -Instradamento dinamico Ernesto Damiani Lezione 4 – OSPF avanzato

2 HELLO In OSPF ogni router partecipante invia periodicamente un messaggio HELLO detto LSP (Link State Packet) ai suoi vicini. Ogni vicino risponde con un messaggio HELLO. In questo modo il router può stabilire a quali altri router è connesso. Il periodo di default (HELLO time) va dai 10 ai 30 sec.

3 Flooding affidabile Ogni LSP contiene: ID del nodo che ha creato il messaggio LSP; lista dei vicini direttamente connessi a quel nodo con il costo di ogni collegamento; –ogni elemento della lista dei collegamenti si chiama Link State Assessment (LSA). un numero di sequenza; un tempo di vita. Ogni ricezione di un LSP causa l’invio di una conferma di ricezione.

4 Numero di sequenza (1) Il nodo che ha generato un LSA incrementa il numero di sequenza per ogni LSA che invia. Il numero di sequenza è lungo 32 bit, quindi non è possibile che torni a 0. Quando un router riceve un LSA, controlla se il numero di sequenza dell’LSA ricevuto è maggiore di quello presente in memoria.

5 Numero di sequenza (2) Se il nuovo LSA ha un numero di sequenza maggiore del vecchio viene memorizzato: –il vecchio LSA viene scartato; –il nuovo LSA è mandato a tutti i vicini, tranne a quello che lo ha inviato. Se il messaggio LSA appena arrivato ha un numero di sequenza minore o uguale di quello presente, viene scartato.

6 Scambi regolari di LSA richiede esplicitamente tutti gli LSA da invia gli LSA richiesti ha un valore più recente per e lo invia a (con un numero di sequenza più alto).

7 Time To Live (TTL) Per ogni secondo in cui LSA rimane in memoria, il suo TTL viene diminuito. Ogni volta che LSA viene trasmesso, il suo TTL viene diminuito. Quando il TTL raggiunge zero: –LSA viene scartato; –il router invia a tutti LSA con TTL = 0 per comunicare ad altri router di cancellare queste informazioni.

8 Intestazione OSPF VersioneTipoLunghezza Indirizzo sorgente Tipo: 1 = messaggio di HELLO 2 = descrizione del database 3 = richiesta dello stato dei collegamenti 4 = aggiornamento sullo stato dei collegamenti 5 = conferma di ricezione dello stato dei collegamenti Area da cui ha origine il pacchetto Indirizzo del mittente FINE Autenticazione Indirizzo sorgente Checksum Tipo di autenticaz.


Scaricare ppt "Sistemi di elaborazione dell’informazione Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 7 -Instradamento dinamico Ernesto Damiani Lezione 4 – OSPF."

Presentazioni simili


Annunci Google