La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lo Statuto Albertino. Prima dello statuto albertino Le repressioni degli anni 20-30 e Le repressioni degli anni 20-30 e il dibattito politico Moti delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lo Statuto Albertino. Prima dello statuto albertino Le repressioni degli anni 20-30 e Le repressioni degli anni 20-30 e il dibattito politico Moti delle."— Transcript della presentazione:

1 Lo Statuto Albertino

2 Prima dello statuto albertino Le repressioni degli anni e Le repressioni degli anni e il dibattito politico Moti delle classi borghesi e aristocratiche Moti delle classi borghesi e aristocratiche (biennio delle riforme) (biennio delle riforme) 1837 –codice civile 1837 –codice civile Provvedimenti di stampo liberale 1839-codice penale Provvedimenti di stampo liberale 1839-codice penale 1847-riforma della censura 1847-riforma della censura Corte di Revisione Corte di Revisione 1831 Consiglio di Stato :consiglieri comunali 1831 Consiglio di Stato :consiglieri comunali Ferdinando II Consiglieri Provinciali Ferdinando II Consiglieri Provinciali concede la Costituzione concede la Costituzione Divisione Territoriale

3 Lo Statuto Albertino Carlo Alberto di Savoia-Carignano:4 Marzo 1848 Legge fondamentale perpetua e irrevocabile della Monarchia 17 Marzo 1861

4 Redatto dal consiglio di Conferenza Su modello della Costituzione orleanista 1830 Autolimitazione poteri del Re avuto il parere de Nostro Consiglio abbiamo ordinato ordiniamo in forza di Statuto e Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia Carta OTTRIATA (concessa dal sovrano) Assolutismo illuminato con lealtà di Re e con affetto di padre Noi veniamo a compiere quanto avevamo annunziato ai nostri amatissimi Sudditi Costituzione flessibile(modificabile con legge ordinaria)

5 Prima modificazione dello Statuto da coccarda azzurra a coccarda tricolore

6 I diritti TEORICAMENTE concessi Non erano uguali per tutti Erano subordinati alle leggi Eguaglianza giuridica Libertà individuale Libertà di domicilio Libertà di stampa Libertà di riunione Diritto di proprietà Libertà di religione RE POPOLO

7 Forma di governo e RE Monarchia era costituzionale ed ereditaria Capo supremo dello Stato:RE sacro ed inviolabile Convocava e scioglieva le camere Gli apparteneva la sovranità Considerato PRINCIPE COSTITUZIONALE Con Cavour il governo diventa di tipo PARLAMENTARE

8 Il POTERE LEGISLATIVO ESERCITATO DAL RE E DALLE DUE CAMERE ESERCITATO DAL RE E DALLE DUE CAMERE COMPOSTO DA COMPOSTO DA SENATO (nomina: REGIA, VITALIZIA) SENATO (nomina: REGIA, VITALIZIA) DEPUTATI(nomina: CENSITARIA, MASCHILE) DEPUTATI(nomina: CENSITARIA, MASCHILE) FORMAZIONE DELLA LEGGE 1.Proposta della legge 2.Esaminata,discussa e approvata dalla camera dei deputati 3.Anche il senato lesamina e ne discute 4.Proposta al RE -

9 IL POTERE ESECUTIVO Appartine al RE Appartine al RE Esercita la funzione insieme ai ministri Esercita la funzione insieme ai ministri nominati da lui stessi nominati da lui stessi Il re esente da ogni responsabilità, per linviolabilità Il re esente da ogni responsabilità, per linviolabilità regia regia

10 Il potere giudiziario I giudici vengono nominati dal RE I giudici vengono nominati dal RE la giustizia emana da re la giustizia emana da re dopo i 3 anni di carriera avevano garantito dopo i 3 anni di carriera avevano garantito inamovibilità. inamovibilità. Il re aveva il potere di GRAZIA Il re aveva il potere di GRAZIA Magistratura era un ordine soggetto Magistratura era un ordine soggetto al ministero Della giustizia al ministero Della giustizia

11

12 Centanni di Statuto Albertino Lo Statuto Albertino: dalla rigidità alla flessibilità Dal regno di Sardegna al regno dItalia Gli anni del fascismo

13 Statuto :atto giuridico politico che esprime formalmente e solennemente i principi fondamentali che riguardano l'organizzazione di uno stato o ordinamento di qualsiasi associazione,ente o istituito. *nel medioevo,dominazione delle norme legislative proprio di ordinamenti giuridici particolari e spec. di comuni Costituzione :fondazione istituzionale *il complesso delle norme che definiscono lo stato ne garantiscono gli ordinamenti e stabiliscono i diritti e doveri dei cittadini *decreto emanato da un sovrano o da un'altra suprema autorità

14 Statuto Albertino VS Costituzione Italiana Art Lo Stato è retto da un Governo Monarchico Rappresentativo. Il Trono è ereditario secondo la legge salica. Art. 1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Art Al Re solo appartiene il potere esecutivo. Egli è il Capo Supremo dello Stato: comanda tutte le forze di terra e di mare; dichiara la guerra; fa i trattati di pace, dalleanza, di commercio ed altri, dandone notizia alle Camere tosto che linteresse e la sicurezza dello Stato il permettano, ed unendovi le comunicazioni opportune. I trattati che importassero un onere alle finanze, o variazione di territorio dello Stato, non avranno effetto se non dopo ottenuto lassenso delle Camere.

15 Art. 71. L'iniziativa delle leggi appartiene al Governo, a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale. Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli. Art. 74. Il Presidente della Repubblica, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere una nuova deliberazione. Se le Camere approvano nuovamente la legge, questa deve essere promulgata. Art Il potere legislativo sarà collettivamente esercitato dal Re e da due Camere: il Senato, e quella dei Deputati.

16 Art. 95. Il Presidente del Consiglio dei ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l'unità di indirizzo politico ed amministrativo, promovendo e coordinando l'attività dei ministri. I ministri sono responsabili collegialmente degli atti del Consiglio dei ministri, e individualmente degli atti dei loro dicasteri. La legge provvede all'ordinamento della Presidenza del Consiglio e determina il numero, le attribuzioni e l'organizzazione dei ministeri. Art Al Re solo appartiene il potere esecutivo. Egli è il Capo Supremo dello Stato: comanda tutte le forze di terra e di mare; dichiara la guerra; fa i trattati di pace, dalleanza, di commercio ed altri, dandone notizia alle Camere tosto che linteresse e la sicurezza dello Stato il permettano, ed unendovi le comunicazioni opportune. I trattati che importassero un onere alle finanze, o variazione di territorio dello Stato, non avranno effetto se non dopo ottenuto lassenso delle Camere.

17 Art. 7. Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti, accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale. Art. 8. Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze Art La Religione Cattolica, Apostolica e Romana è la sola Religione dello Stato. Gli altri culti ora esistenti sono tollerati conformemente alle leggi.

18 Realizzato da: Aura Simonelli e Valentina Baroni


Scaricare ppt "Lo Statuto Albertino. Prima dello statuto albertino Le repressioni degli anni 20-30 e Le repressioni degli anni 20-30 e il dibattito politico Moti delle."

Presentazioni simili


Annunci Google