La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MARTIN SCORSESE STEVEN SPIELBERG JOEL & ETHAN COEN STILI DI MONTAGGIO NEL CINEMA CONTEMPORANEO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MARTIN SCORSESE STEVEN SPIELBERG JOEL & ETHAN COEN STILI DI MONTAGGIO NEL CINEMA CONTEMPORANEO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA."— Transcript della presentazione:

1 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MARTIN SCORSESE STEVEN SPIELBERG JOEL & ETHAN COEN STILI DI MONTAGGIO NEL CINEMA CONTEMPORANEO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Corso di Laurea in Comunicazione Interculturale e Multimediale

2 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Il montaggio è quelloperazione che consiste nellunire la fine di uninquadratura con linizio della seconda. Il compito del montaggio è: riconnettere le membra disperse dellazione e darle nuovamente vita aggiungere : uninquadratura si aggiunge alla precedente individuare uno stile di regia

3 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Il montaggio è la terza tappa fondamentale della produzione di un film. Limportanza del montaggio è aumentata, grazie anche alla tecnologia digitale. Il montaggio trasforma una successione di immagini in movimento in comunicazione audiovisiva, in una sequenza significativa, caratterizzata da una precisa forma e da un suo ritmo.

4 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 STILI DI MONTAGGIO montaggio invisibile montaggio connotativo montaggio ritmico-formale montaggio proibito montaggio visibile

5 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MONTAGGIO INVISIBILE Il montaggio del film deve essere nascosto, facendo apparire come continuo e lineare ciò che in realtà è discontinuo e incoerente. Trova la sua perfetta realizzazione nel cinema di Hollywood dalla metà degli anni dieci al Lo spettatore deve avvertire i cambiamenti di piano senza però avvertire gli stacchi.

6 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Gli strumenti del montaggio invisibile CAMPO-CONTROCAMPO RACCORDO SOGGETTIVA IMPALLAMENTO E PIANO DASCOLTO ELLISSI TEMPORALE MONTAGGIO ALTERNATO E PARALLELO

7 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MONTAGGIO CONNOTATIVO Si caratterizza per la volontà di creare senso e significati nuovi. Teoria delle attrazioni di Ejzenstejn MONTAGGIO RITMICO-FORMALE Le inquadrature sono legate da analogie di tipo formale, grafico-spaziali e ritmico- temporali MONTAGGIO PROIBITO Concezioni di Bazin: piano sequenza e profondità di campo

8 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MONTAGGIO VISIBILE Trasgressione delle regole di continuità classica scavalcamento di campo infrazione del raccordo di direzione e del raccordo di sguardo hard cut jump cut asincronismo inserti non diegetici flash cut uso di flashback uso di flashforward ripetizione accelerazione ralenti fermo immagine

9 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MARTIN SCORSESE ANNI SETTANTA FENOMENO NEW HOLLYWOOD: mediazione tra lidea europea del cinema dautore e la tradizione classica hollywoodiana regista come AUTORE, capace di reinventare le regole del cinema sia in termini di contenuto che di forma

10 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Scorsese ha saputo mettere insieme il classico Hollywood, la New Wave francese ed il movimento underground di New York dei primi anni Sessanta, in una visione straordinariamente personale e singolare ed è rimasto perennemente in una posizione davanguardia. I personaggi dei suoi film appartengono al proletariato, egli racconta la storia dellamericano che si fa da solo, che cerca di uscire dalla quotidianità per trovare posto in una società dove si deve imporre con la forza.

11 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Toro Scatenato Raging Bull, 1980 Il film racconta lascesa, la gloria e la caduta di Jake La Motta, un pugile italo-americano che diventò campione del mondo dei pesi medi dal 1949 al Vincitore di due premi oscar: Miglior Attore Protagonista (Robert De Niro) e Miglior Montaggio (Thelma Schoonmaker).

12 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Analisi del montaggio - flash cut - ralenti - montaggio a graffa

13 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 STEVEN SPIELBERG Racconto fluido e compatto Preferenza per alcuni generi forti (azione, fantascienza) Ampio impiego degli effetti speciali Maggiori successi commerciali (E.T.,Lo squalo, Schindlers list, Indiana Jones)

14 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 ET LExtraterrestre ET The Extraterrestrial, 1982 Racconta la commovente e simpatica storia di un piccolo extraterrestre, abbandonato casualmente dalla sua gente, e del piccolo Elliott, che grazie allalieno impara che lamicizia non ha limiti. Il legame che sinstaura fra ET ed Elliott unisce i personaggi in un solo essere e li rende capaci di provare le stesse sensazioni ed emozioni.

15 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Analisi del montaggio - analisi della grandezza delle inquadrature - soggettiva - uso della luce - montaggio alternato/parallelo

16 Elisa Rattotti A.A 2003/2004

17 JOEL & ETHAN COEN Registi critici. Decostruzionismo del cinema hollywoodiano classico e del genere. I personaggi dei film rappresentano la faccia negativa dellAmerica.

18 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Il grande Lebowski The Big Lebowski, 1998 Racconta le vicende del Drugo, luomo più pigro di Los Angeles, che per un caso di omonimia con un potente milionario si trova coinvolto in vicende strane dalle quali ne uscirà vincitore.

19 Elisa Rattotti A.A 2003/2004 Analisi del montaggio - soggettiva - inserti onirici - parentesi musicali - ralenti - piano/sequenza

20 Elisa Rattotti A.A 2003/2004

21

22

23

24 CONCLUSIONI Caratteristiche del Cinema contemporaneo Martin Scorsese: montaggio dinamico Steven Spielberg: montaggio classico Joel & Ethan Coen: montaggio intellettuale


Scaricare ppt "Elisa Rattotti A.A 2003/2004 MARTIN SCORSESE STEVEN SPIELBERG JOEL & ETHAN COEN STILI DI MONTAGGIO NEL CINEMA CONTEMPORANEO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA."

Presentazioni simili


Annunci Google