La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di sperimentazione cinematografica Prof. Guido Vitiello Esercizi di stile Presentazione del corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di sperimentazione cinematografica Prof. Guido Vitiello Esercizi di stile Presentazione del corso."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di sperimentazione cinematografica Prof. Guido Vitiello Esercizi di stile Presentazione del corso

2 Definizioni di stile Lassieme dei tratti formali che caratterizzano (in complesso o in un momento particolare) il modo di esprimersi di una persona, o il modo di scrivere di un autore (es. kafkiano, manzoniano) Lassieme dei tratti formali che caratterizzano un gruppo di opere, costituito su basi tipologiche o storiche (es. gotico, barocco, neoclassico)

3 Le aporie dello stile Individuale Di un artista Scarto dalla norma Collettivo Di unepoca Norma

4 E nel cinema?

5 Una definizione Con il termine stile cinematografico si intende A) Una serie di tratti testuali appartenenti alla forma dellespressione (aspetti visivi, ritmici, cromatici ecc.), oppure al livello della forma del contenuto (per esempio determinati schemi narrativi); B) che si presentano con una certa regolarità e con una stabilità di collegamenti allinterno di un gruppo più o meno vasto di opere; C) che permettono di riconoscere immediatamente un certo testo o un suo frammento come appartenente a un corpus sufficientemente individuato (fonte: V. Buccheri, Lo stile cinematografico)

6 Quattro stili fonte (fonte: V. Buccheri, Lo stile cinematografico)

7 Lo stile logico-narrativo La regia si mette al servizio di un racconto forte, basato sulla centralità del personaggio, sulla sua motivazione, su una successione causale delle azioni, su una marginalità della descrizione. Lenunciazione è invisibile (non ci accorgiamo dellartificio e della presenza della macchina da presa) e totalmente subordinata al racconto, ispirata a criteri di chiarezza, ritmo e primato della consequenzialità È lo stile del cinema hollywoodiano classico, fra gli anni Trenta e Cinquanta

8 Lo stile autoriale-modernista Lenunciazione marcata si combina a storie dalle maglie larghe, in cui il racconto resta aperto, si ferma, subisce sospensioni enigmatiche e presenta indeterminatezze spazio-temporali Lenunciazione si sbilancia sul lato dello spettatore, attraverso processi di interpellazione e di continuo commento Compie una continua decostruzione del modello classico È lo stile della Nouvelle Vague francese così come della New Hollywood

9 Lo stile mimetico-realistico Un racconto debole, caratterizzato soprattutto da momenti descrittivi, si combina a unenunciazione trasparente, in cui il linguaggio filmico tende a mascherarsi, per fare dello spettatore un testimone neutrale Il linguaggio punta a costruire un regime discorsivo di tipo mimetico, in cui il film sembra aderire alla realtà come una seconda pelle Il Neorealismo italiano costituisce lapice di questo modello stilistico

10 Lo stile concettuale-simbolista È definito dallincontro tra una narrazione chiusa, in cui gli elementi hanno uno sviluppo causale e compiuto, e unenunciazione ipertrofica, in cui le inquadrature anomale introducono un senso secondo in un contesto già dotato di un pieno senso narrativo Montaggi dal forte valore metaforico, primi piani che eccedono la pura funzione rappresentativa e identificativa, un continuo sbilanciamento verso limmagine astratta È lo stile, per esempio, di alcune Avanguardie storiche degli anni Venti e Trenta


Scaricare ppt "Laboratorio di sperimentazione cinematografica Prof. Guido Vitiello Esercizi di stile Presentazione del corso."

Presentazioni simili


Annunci Google