La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico ðcognitivo ðprogettuale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico ðcognitivo ðprogettuale."— Transcript della presentazione:

1 Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico ðcognitivo ðprogettuale Esistenza di un pluralismo nella mappatura delle stesse teorie

2 ORGANIZZAZIONEINDIVIDUO VAIABILE INDIPENDENTE VARIABILE DIPENDENTE LUOMO E IN FUNZIONE DELLORGANIZZAZIONE

3 ORGANIZZAZIONEINDIVIDUO Gli elementi da considerare e progettare non sono esclusivamente tecnici: gli individui sono portatori di valori, competenze, emozioni, sentimenti bisogni e desideri d cui bisogno tenere conto quanto si progetta lorganizzazione. Variabile indipendente

4 razionalità limitata potere competenze motivazioni Perché è importante capire le caratteristiche degli attori? Per prevedere il comportamento delluomo organizzativo

5 Definizione Coerenza della condotta di un individuo rispetto ai suoi valori e ai suoi fini La razionalità è dunque il presupposto delle decisioni degli individui

6 Obiettivi chiari Tutte le alternative di azione possibili sono note Calcolo preciso delle conseguenze delle decisioni Le informazioni non costano Regola di scelta: ottimizzazione – si punta ad ottenere il massimo dalla scelta di unalternativa tra più possibilità. Esempio: scelta del sistema di produzione più efficiente per produrre un oggetto

7 i postulati della razionalità perfetta sono nella maggior parte dei casi irrealistici e non spiegano il reale comportamento delle persone Le persone hanno difficoltà a formulare le decisioni per loro più convenienti perché……

8 Difficoltà per gli individui a formulare decisioni per loro più convenienti: Conoscenza incompleta delle alternative di azione (limiti neurofisiologici e cognitivi); le informazioni costano; Impossibilità di conoscere completamente le conseguenze associate a ciascuna alternativa; Percezione imprecisa e mutevole delle loro preferenze Condizionamento da schemi cognitivi, percezioni, giudizi (una volta adottato un punto di vista su un problema si perde la capacità di vederne altri, e ciò può generare rigidità e conflitto)

9 La competenza è una caratteristica intrinseca di un individuo la competenza non è fatta solo di conoscenze ma di flessibilità, di capacità di risolvere problemi, avere consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza, un forte senso del proprio valore, adattabilità, empatia, abilità sociali…….. Competenze

10

11 Etimologicamente deriva dal latino movere = muovere Insieme di forze che a livello individuale determinano linizio, lintensità, la persistenza (la durata nel tempo) e la direzione (lobiettivo) dello sforzo che lindividuo compie

12 Il gruppo E. Mayo Western Electric Company ( ) Western Electric Company ( ) Obiettivo: valutare grado di connessione tra illuminazione e rendimento degli operai Obiettivo: valutare grado di connessione tra illuminazione e rendimento degli operai. Strumento: miglioramento dellambiente di lavoro. Risultati: maggiore produttività Spiegazione: importanza del fattore umano e dei gruppi informali Spiegazione: importanza del fattore umano e dei gruppi informali 1-12

13 Importanza dei gruppi informali Importanza dei gruppi informali quello che nella realtà avvenne fu che sei individui divennero un gruppo ed il gruppo scelse spontamenamente e con entusiasmo di collaborare allesperimento quello che nella realtà avvenne fu che sei individui divennero un gruppo ed il gruppo scelse spontamenamente e con entusiasmo di collaborare allesperimento Maggiore senso di responsabilità per la propria performance e di quella del gruppo. Maggiore senso di responsabilità per la propria performance e di quella del gruppo. La sensazione di solidarietà e la stima di sè erano più importanti di qualsiasi miglioramento nellambiente di lavoro 1-13

14 Le diverse dimensioni del gruppo Dimensione collettiva Naturale tendenza da parte de soggetti ad agire allinterno di un gruppo Dimensione organizzativa Strumento funzionale allorganizzazione ed al soddisfacimento dei bisogni delle persone Dimensione politica Strumento che gestisce le asimmetrie di potere entro lorganizzazione

15 Clienti Fornitori Membri della comunità locale Dirigenti sindacali Stakeholder esterni Proprietari e manager lavoratori Stakeholder interni Gli stakeholder


Scaricare ppt "Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico ðcognitivo ðprogettuale."

Presentazioni simili


Annunci Google