La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Qualè la situazione? Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Qualè la situazione? Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico."— Transcript della presentazione:

1 Qualè la situazione? Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico ðcognitivo ðprogettuale Esistenza di un pluralismo nella mappatura delle stesse teorie

2 Ambiente Relazioni Attori Le tre dimensioni dellOrganizzazione

3 Le tre dimensioni dellorganizzazione Ambiente Relazioni Attori Adesso siamo qui

4 Teoria dellorganizzazione scientifica del lavoro (Taylor) Teoria della direzione amministrativa (Fayol) Teoria burocratica (Weber)

5 Quale visione di Organizzazione nellapproccio razionale? LOrganizzazione è un sistema chiuso LOrganizzazione è uno strumento per raggiungere fini determinati Ruolo guida del management che agisce per plasmare lassetto organizzativo Razionalità assoluta Elevata formalizzazione

6 Frederick Taylor ( ) Organizzazione scientifica del lavoro : il contesto storico Stati Uniti, fine ottocento, primi del novecento Progressi tecnico-scientifici: transizione verso la seconda rivoluzione industriale; Crescita quantitativa dei complessi industriali (preludio al gigantismo che esploderà negli anni venti) Percepite potenzialità espansive del mercato Offerta di lavoro non qualificata aumentare la produttività e ridurre i costi

7 Dentro la fabbrica Fabbriche organizzate sulla base di metodi empirici impero dei capireparto (tempi e metodi di produzione, qualità del lavoro, assunzione, utilizzazione e licenziamento della manodopera) Diffusa empiria, approssimazione e arbitrarietà dei metodi di conduzione della fabbrica

8 Lorganizzazione scientifica del lavoro Scopo fondamentale della nuova organizzazione del lavoro è laumento della produttività attraverso una trasformazione radicale dellintera struttura organizzativa della fabbrica e dei metodi di lavorazione. èNon le macchine, ma il lavoro e la sua organizzazione èAttraverso quale strumento? La Scienza

9 Il taylorismo: tratti distintivi Modalità di divisione del lavoro Specializzazione orizzontale Specializzazione verticale efficienza Assetto organizzativo caratterizzato da: specializzazione del lavoro; metodi di lavoro standardizzati; capacità sufficienti; esigenze di addestramento minime;ricorso esclusivo allincentivo monetario

10 l lOSL come insieme di meccanismi l lOSL come insieme di principi l lOSL come completa rivoluzione mentale Le proposte di Taylor

11 Lorganizzazione scientifica del lavoro Completa rivoluzione mentale Non preoccuparsi della divisione del surplus ma del suo aumento Dalle opinioni, conoscenze individuali, alla OSL

12 Ipotesi alla base del modello di Taylor OSL Migliori prestazioni Maggiore produttività Aumento del surplus da ripartire tra impresa e lavoratori Riduzione della conflittualità

13 Lorganizzazione scientifica del lavoro I principi Studio scientifico dei metodi e dei tempi di lavoro Selezione scientifica della manodopera Ristrutturazione dellapparato direttivo

14 Studio scientifico dei metodi di lavorazione: task management 1. Individuazione di gruppi sperimentali di lavoratori One best way One best way 7. Standardizzazione della procedura 6. Ricomposizione del comportamento lavorativo in base alla somma dei movimenti giudicati efficienti e più rapidi 5. Studio delle attrezzature 3. Motion study: Individuazione dei movimenti ottimi ed eliminazione dei movimenti inutili, errati o lenti 3. Motion study: Individuazione dei movimenti ottimi ed eliminazione dei movimenti inutili, errati o lenti 4. Time study 2. Scomposizione del lavoro

15 Ristrutturazione dellapparato direttivo Il problema nelle fabbriche tradizionali: poco personale dirigente oberato di numerose ed eterogenee mansioni spinta specializzazione verticale aumento dei quadri intermedi direzione funzionale: gli operai non obbediscono più ad un solo capo, ma ricevono ordini e sono controllati da diversi superiori

16 Approccio economico di stampo taylorista alla progettazione della microstruttura Œ massima divisione (orizzontale e verticale) del lavoro mansione = un compito rigida separazione tra attività di progettazione, programmazione e controllo e attività di esecuzione  coordinamento tramite potere e regole ŽElevato grado di formalizzazione Enfasi sul controllo e sulla riduzione dei costi di produzione

17 Approccio economico di stampo taylorista alla progettazione della microstruttura La massima divisione orizzontale del lavoro può essere conveniente spinta fino a quando: 1.La divisibilità tecnica del lavoro lo consente; 2.Dimensioni del mercato

18 Dal taylorismo al fordismo Hanry Ford ( ) 1903 anno di fondazione della casa automobilistica 1908 inizia la produzione del modello T 1914 cambiano le modalità di produzione: da processi di tipo artigianale a processi basati sulla standardizzazione dei compiti, intercambiabilità e semplicità dincastro dei pezzi Nuove figure professionali (addetti alle pulizie, riparatori qualificati, capi reparto, tecnici del lavoro)

19 Benefici in termini di efficienza Aumento della produttività al lavoro (da 750 min. a 93 min. per lassemblaggio di un modello) Maggiori economie di scala (i primi modelli costavano 350 dollari USA contro i 2.000/3.000 dollari delle vetture concorrenti ) Integrazione verticale


Scaricare ppt "Qualè la situazione? Esistenza di una molteplicità di teorie e di approcci Quali teorie studiamo? non tutte Alcune visioni o teorie significative ðstorico."

Presentazioni simili


Annunci Google