La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 1 /19 Il management del processo produttivo Definizione di produzione Produzione industriale Le scelte produttive I tre paradigmi produttivi Il paradigma della tecnologia tradizionale di tipo meccanico e la fabbrica rigida Il paradigma della produzione rigida e la fabbrica fordista Il paradigma della produzione flessibile e la fabbrica flessibile Evoluzione dei modelli di organizzazione industriale

2 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 2 /19 Definizione di produzione Attività di acquisizione, aggregazione e di impiego di determinate risorse (inputs) disponibili in quantità limitata al fine di ottenere altre risorse (outputs) richieste dai consumatori finali o da altre produzioni

3 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 3 /19 Produzione industriale Processi e sistemi produttivi che svolgono in prevalenza attività di trasformazione fisica

4 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 4 /19

5 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 5 /19

6 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 6 /19 Nuova concezione di fabbrica Information e Communication Technology ModularitàOutsourcing Struttura reticolare e meccanismi integratori

7 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 7 /19 Le scelte produttive

8 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 8 /19

9 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 9 /19

10 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 10 /19

11 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 11 /19 I tre paradigmi produttivi 1.Il paradigma della tecnologia tradizionale di tipo meccanico e la fabbrica rigida 2.Il paradigma della produzione rigida e la fabbrica fordista 3.Il paradigma della produzione flessibile e la fabbrica flessibile

12 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 12 /19 Il paradigma della tecnologia tradizionale di tipo meccanico e la fabbrica rigida prima meccanizzazione, tecnologia semplice e rigida; macchine isolate che svolgono la stessa prestazione problema principale: incremento di capacità produttiva, ricerca continua di efficienza e di quote di mercato in condizione di domanda crescente centralità del ruolo della funzione di produzione in azienda la fabbrica basata su singole macchine rigide lavora con metodi di stock control, che mira ad assicurare sufficienti scorte da lavorare per garantire il funzionamento delle macchine in attesa del riapprovvigionamento

13 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 13 /19 Il paradigma della produzione rigida e la fabbrica fordista il progresso tecnico garantisce economie di scala tecnologiche, la domanda si contrae e il consumatore diviene più sofisticato, la concorrenza cresce: il marketing diviene più importante della produzione sistemi produttivi più complessi, costituiti da più macchine, completi e con lavorazioni parcellizzate si afferma la fabbrica taylorista con lorganizzazione scientifica del lavoro (attenzione ai tempi e metodi), la segmentazione del processo produttivo e la produzione in linea, modelli diversi ma ricerca dei massimi volumi sui singoli modelli

14 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 14 /19 prevale una logica pull ossia la produzione è trainata dalla domanda di mercato (spesso prevista sulla base degli andamenti passati) e anziché adattare gli stock alla produzione, la produzione viene attivata dal flusso (flow control); ciò consente di lavorare per lotti ma una volta attivata la produzione di un lotto non si può tornare indietro (rigidità) si sviluppa lMRP (Material Requirement Planning) basato su un piano di produzione di macroperiodo basato su fabbisogni di materiale stimati in funzione della domanda prevista.

15 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 15 /19 Il paradigma della produzione flessibile e la fabbrica flessibile riacquista centralità la funzione della produzione di fronte alla necessità di coniugare produttività e flessibilità

16 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 16 /19 b) Imprese occidentali: investimento nellautomazione (prima rigida poi flessibile) che consente economie di scala e economie di scopo la flessibilità si ottiene: a) metodo giapponese: riorganizzazione del processo produttivo e affermazione della lean production con - coinvolgimento dei lavoratori e dei fornitori nel miglioramento continuo ed il controllo di qualità - Just in Time e flessibilità operativa - Total Quality Management e Customer Satisfaction

17 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 17 /19 o Flexible manufacturing system: macchine a controllo numerico non controllate da operatori ma da software che consentono il passaggio dallautomazione specializzata allautomazione general purpose che consente un cambiamento economico del mix produttivo o Computer Integrated Manufacturing: sono ancora più automatizzate e flessibili delle precedenti in quanto prevedono un dialogo ed uno scambio di informazioni ed un coordinamento tra macchine nella progettazione, trasformazione, stoccaggio e pianficazione e controllo dei flussi produttivi. o Fabbrica integrata: prevede un utilizzo spinto dellinformation technology non solo allinterno della fabbrica e dellimpresa ma anche in relazione ai clienti ed ai fornitori. Si basa sugli Ute- Unità tecnologiche elementari che governano e ricercano il miglioramento continuo di un sottosistema tecnologico elementare

18 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 18 /19 Evoluzione dei modelli di organizzazione industriale

19 Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011 DiSAG – Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici 19 /19


Scaricare ppt "Facoltà di Economia Università di Urbino Corso di Economia e Gestione delle imprese Il management del processo produttivo Roberta Bocconcelli a.a. 2010/2011."

Presentazioni simili


Annunci Google