La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Il controllo numerico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Il controllo numerico."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Il controllo numerico

2 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 2 LAUTOMAZIONE NELLA MODERNA INDUSTRIA MECCANICA Aspetti affrontati LAUTOMAZIONE DELLA MACCHINA UTENSILE LAUTOMAZIONE DEL SISTEMA PRODUTTIVO LA FLESSIBILITA DELLE MACCHINE E DEL SISTEMA PRODUTTIVO

3 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 3 Insieme di tecniche e metodi per sostituire o ridurre lintervento umano in una attività lavorativa Focalizzando lattenzione sulle macchine utensili: sul mercato nuovi tipi di materiali per utensili (maggiore produttività) 2 ASPETTI aumento del grado di automazione delle singole macchine utensili LAUTOMAZIONE

4 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 4 LE TAPPE FONDAMENTALI DELLA RIVOLUZIONE ELETTRONICA NEL MONDO PRODUTTIVO MECCANICO

5 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 5 Alcuni esempi di strategie dellautomazione sono state usate separatamente o in modo combinato. Esse risultano Combinare le operazioni su una sola macchina Eliminare lintervento umano di controllo delle macchine Eliminare le operazioni manuali di montaggio e smontaggio Integrare le operazioni (FMS) Prevedere operazioni di controllo dimensionale direttamente sulla macchina Aumentare la flessibilità della macchina o del sistema produttivo Integrare le varie attività (CAD-CAM-CAPP e CNC) Vantaggi: riduzione dei tempi e dei costi di manodopera, miglioramento della qualità del prodotto e della produttività, riduzione degli errori, aumento della sicurezza delloperatore. LAUTOMAZIONE

6 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 6 La tecnologia del controllo numerico è sostanzialmente un metodo per controllare automaticamente, con elevata precisione e ripetibilità, i moti delle macchine sulla base di un programma scritto in un opportuno linguaggio. Vantaggi ELEVATA AUTOMAZIONE E FLESSIBILITA MIGLIORE QUALITA DEL PRODOTTO RIDUZIONE DEGLI SCARTI RIDUZIONE ELLA MANODOPERA IN OFFICINA RIDUZIONE DELNUMERO DELLE MACCHINE (machining center) POSSIBILITA DI REALIZZARE SUPERFICI PARTICOLARMENTE COMPLESSE Svantaggi NECESSITA DELLA NUOVA FIGURA DEL PROGAMMATORE ELEVATO COSTO DI ACQUISTO ELEVATO COSTO DI MANUTENZIONE IL CONTROLLO NUMERICO

7 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 7 SCHEMA DI UNA MACCHINA A CONTROLLO NUMERICO

8 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 8 MACCHINE MONOSCOPO (torni, fresatrici, alesatrici, trapani) evoluzione delle macchine utensili tradizionali controllate numericamente MACCHINE MULTISCOPO dette centri di lavoro (machining centers) progettate anche nella parte strutturale e componentistica controllate numericamente CLASSIFICAZONE DELLE MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO

9 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 9 SCHEMA DI UN CENTRO DI LAVORO A CN

10 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 10 I SENSORI E I COMANDI ADATTATIVI Fanno parte di sistemi automatici che svolgono funzioni diagnostiche e di controllo SENSORI Componenti in grado di rilevare le condizioni in cui si sta svolgendo una lavorazione. COMANDI ADATTATIVI Sistemi di controllo che adeguano i parametri di taglio alle mutate condizioni di lavorazione, in modo da ottimizzare il valore di un indice di prestazione predefinito.

11 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 11 I SENSORI I sensori si utilizzano per Controllo dimensionale (tastatori, sistemi ottici) Controllo della rottura utensile (sistemi ottici,per contatto, emissione acustica) Controllo dellusura dellutensile (metodi indiretti: controllo dello sforzo di taglio, m metodi diretti: contatto od ottici) Misura degli sforzi e potenza di taglio (sistemi dinamometrici)

12 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 12 I COMANDI ADATTIVI Regolano in processi, i parametri di taglio di fronte a variazioni prevedibili e non delle condizioni di lavorazione, controllando uno o più dei seguenti parametri: Sforzo di taglio Coppia Potenza Deformazioni o vibrazioni Si distinguono: Comandi di Ottimizzazione ACO (Adaptive Control Optimization) Comandi di Limite ACC (Adaptive Control Constraint)

13 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 13 I ROBOT INDUSTRIALI Sono manipolatori riprogrammabili, multifunzionali, progettati per muovere materiali, pezzi, utensili o attrezzi speciali attraverso movimenti variabili programmati per lesecuzione di una varietà di lavori Caratteristiche Possibilità di manipolare oggetti o utensili Programmabilità Flessibilità Possibilità di eseguire lavorazioni meccaniche che non richiedono elevati sforzi

14 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 14 I ROBOT INDUSTRIALI

15 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 15 APPLICAZIONI DEI ROBOT INDUSTRIALI Palletizzazione e depalletizzazione Asservimento alle macchine utensili (carico e scarico pezzi e dei magazzini portautensili Montaggio di elementi Piccole lavorazioni meccaniche Saldatura, sbavatura, verniciature Applicazioni di collanti Asservimento in reparti di fonderia ed in reparti presse

16 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 16 I ROBOT INDUSTRIALI Vantaggi del loro impiego Miglioramento della qualità del prodotto Aumento della produttività Miglioramento dellimmagine dellazienda Possibilità di lavorare in ambienti ostili alluomo Minore richiesta di manodopera Svantaggi Notevoli investimenti di capitale

17 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 17 COMPUTER AIDED PROCESS PLANNING Il CAPP è la programmazione della produzione in tutti i suoi aspetti tecnici ed organizzativi Processi Macchine Utensili Materiali Attrezzature Dati di taglio Cicli di lavorazione Costi CAD Data base Selezione di: Materiali Macchine Utensili Attrezzature Cicli di lavorazione Parametri di taglio End effectors Part program per CN Liste utensili Schemi di attrezzature Valutazione costi

18 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 18 I SISTEMI INTEGRATI DI PRODUZIONE Flexible Manufacturing System, FMS Un gruppo di macchine utensili automatizzate, collegate da un sistema automatico di movimentazione e controllato da un calcolatore di processo, atto a produrre una limitata varietà di pezzi con sequenza qualunque Caratteristiche Flessibilità Controllo computerizzato Presenza di macchine a CN Presenza di un sistema di trasporto dei pezzi

19 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 19 FMS

20 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 20 FMS

21 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 21 I SISTEMI INTEGRATI DI PRODUZIONE Computer Integrated Manufacturing, CIM Fabbrica automatica integrata che prevede: Automazione di tutti i vari aspetti della produzione, riducendo drasticamente o eliminando il personale di servizio Integrazione, cioè collegamento logico e fisico tra la parte produttiva e la parte di pianificazione e gestione della produzione.

22 Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 22 CIM


Scaricare ppt "Corso di Tecnologia Meccanica 2 Università degli Studi di Roma Tor Vergata 1 Il controllo numerico."

Presentazioni simili


Annunci Google