La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Scienze MM.FF.NN. CdL in Tecnologie Fisiche Innovative A.A. 2010-11 Tecnologia dei Processi di Produzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Scienze MM.FF.NN. CdL in Tecnologie Fisiche Innovative A.A. 2010-11 Tecnologia dei Processi di Produzione."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Scienze MM.FF.NN. CdL in Tecnologie Fisiche Innovative A.A Tecnologia dei Processi di Produzione Franco Danielli Gabriele Canini Modulo A6 Produttività e Flessibilità: Layout degli Impianti produttivi

2 Impianti di Produzione per parti Impianti di processo Il processo produttivo di un impianto di produzione per parti consisterà, in generale, di una sequenza di operazioni tecnologiche discrete, implementate su di una molteplicità di unità operative (macchine utensili, stazioni di lavorazione) Gli impianti industriali si possono classificare, secondo le modalità di realizzazione del prodotto, in: produzione per parti montaggio Impianti di fabbricazione { Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

3 Criteri di scelta del Layout dellImpianto la capacità produttiva che limpianto dovrà svilup- pare la flessibilità che il mercato richiede la pianificazione dei flussi dei materiali (e delle infor- mazioni) attraverso limpianto La scelta del layout dellimpianto, cioè del criterio di disposizione delle macchine, è un momento cruciale per lefficienza del processo: da essa dipendono Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

4 Flessibilità Produttività Batch & Queue Work shop Line Process Matrice di Hayes/Wheelwright: Produttività vs Flessibilità 4 paradigmi aziendali di processo produttivo Processo di fabbricazione per parti Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

5 Casi aziendali a confronto: Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

6 Flusso produttivo nei 4 casi aziendali: Work Shop: flusso intrecciato Batch & Queue: flusso disaccoppiato Line: flusso interconnesso Process: flusso continuo Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

7 Modello 1: Work-shop (Officina a Reparti) In questo modello classico, operazioni tecnologicamente affini vengono localizzate nella stessa area reparto. Avremo così, tipicamente reparto di tornitura (torni), reparto di fresatura (fresatrici), reparto di trattamenti termici, reparto di collaudo, etc Il criterio di ordinamento è tecnologico, il modello Work-shop è quindi un caso di Organizzazione per Processo Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

8 Organizzazione per processo: Work-shop Reparto tornitura Reparto fresatura Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

9 Work-shop: attività Le macchine utensili (unità produttive) sono presidiate da operatori specialistici, generalmente intercambiabili nellambito del reparto. Loperatore tiene sotto controllo la lavorazione in corso, talvolta si occupa direttamente del carico- scarico pezzi, provvede al re-tooling della macchina al termine del lotto di produzione Il percorso dei pezzi in lavorazione attraverso i reparti, da una macchina allaltra, è determinato dal rispettivo ciclo di lavoro. Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

10 Work-shop: schema dellattività singola Operatore Contenitore pezzi finitiContenitore pezzi grezzi Macchina utensile Operazione N dallOperazione N-1 (altro reparto) allOperazione N+1 (in altro reparto) Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

11 Work-shop: schema del flusso dei materiali Schema del flusso dei mate- riali per due commesse (blu, rosso) in una officina organiz- zata per reparti. Se ne intuisce la complessità, e la difficoltà di pianificazione Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

12 Modello 3: Linea di Produzione (Linea a trasferta) In questo modello, i semilavorati passano da ununità operativa allaltra attraverso un rigido sistema hardware di trasferimento: la Linea a trasferta è una complessa macchina utensile a stazioni multiple, concatenate da un sistema di trasporto interno. Le unità operative sono fisicamente disposte nella stessa sequenza del ciclo di lavoro dei pezzi da produrre. Il ciclo di lavoro è precisamente il criterio progettuale di tutta la linea. Il criterio di ordinamento è il ciclo di lavoro, legato dunque al prodotto: la linea di produzione è quindi un caso di Organizzazione per Prodotto Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

13 Schema di Linea a trasferta Unità operatrici # 1# 2# 3# 4 Pezzi grezziPezzi finiti Operatore Convogliatore: sistema di trasporto dei pezzi Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

14 Modello di Linea a Trasferta Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

15 Modelli 1 e 3 a confronto: Pro e contro (I) Produttività: la Linea a trasferta trova il suo punto forte nella grande serie, con poca variabilità del prodotto; il Work-shop risulta più conveniente per lotti medio-piccoli, con grande varietà di prodotto Flessibilità: valgono considerazioni simmetriche. Nella Linea, si devono riattrezzare non solo le unità operatrici, come del resto anche nel Work-shop, ma anche tutto il convogliatore (pallets portapezzo). Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

16 Pianificazione: la complessità del flusso dei materiali nel modello Work-shop rendono la pianificazione di questo modello molto difficile. La Linea, al contrario, ha una cadenza perfettamente prevedibile, pari al tempo di ciclo delloperazione più lenta. Lean Thinking: nella Linea, il materiale circolante inattivo lungo il processo produttivo è ridotto al minimo, mentre nel modello Work-shop è in quantità molto più rilevante (mediamente, un contenitore pieno per ogni macchina) Modelli 1 e 3 a confronto: Pro e contro (II) Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

17 Colli di bottiglia: si intendono i problemi di bilanciamento della capacità produttiva (tempo di ciclo) delle diverse unità operatrici della Linea. Nel modello Work-shop, lavorazioni particolarmente onerose possono essere smaltite su più macchine in parallelo, senza penalizzare le operazioni successive Affidabilità: a pari probabilità di guasto in una unità operatrice, fino a soluzione del problema la Linea è ferma; nel Job-shop invece si può pensare di superare lempasse trasferendo la produzione su altra macchina dello stesso reparto Modelli 1 e 3 a confronto: Pro e contro (III) Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

18 Concetto di Group Technology (GT) 1.Si suddivide dapprima tutto il catalogo dei pezzi da produrre in classi o famiglie secondo criteri di similitudine morfologica (insiemi di pezzi simili fra di loro per forma/dimensioni) o tecnologica (cicli di lavoro simili) 2.A livello impiantistico, si organizza quindi il sistema di produzione in celle (Cellular Manufacturing System), ciascuna dotata delle risorse produttive dedicate ad una specifica famiglia di pezzi definita come sopra Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

19 Nuovo modello: Cella di Produzione Lidea della Group Technology permette una evoluzione del concetto di Linea di Produzione verso quello di Cella di Produzione, che ne supera i limiti di flessibilità, e introduce il concetto di FMS (Flexible Manufacturing System). Ogni Cella è costituita da un insieme di unità operatrici, asservite ad un manipolatore centrale (robot) che gestisce il flusso dei pezzi in lavorazione da un pallet di carico (pezzi grezzi) ad uno di scarico (pezzi finiti) attraverso tutte le operazioni tecnologiche. Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

20 Schema di Cella di Produzione # 1 # 2 # 3 # Pallet pezzi grezzi Pallet pezzi finiti Unità operatrici Manipolatore robotizzato Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

21 Cella di Produzione Esempio di una Cella di Produzione Dettaglio di un robot di pallettizzazione Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

22 Cella di Produzione: i vantaggi Rispetto alla Linea: maggiore flessibilità. Il riattrez- zamento del manipolatore nellambito della Group Technology consiste al più nella sostituzione dellattrezzo di presa pezzo (la mano del robot) Rispetto al Work-shop: maggior livello di automa- zione: un manipolatore per un gruppo di macchine, invece che per ogni macchina; semplificazione del flusso dei pezzi (vantaggi nella pianificazione e negli obiettivi del Lean Thinking) Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

23 Cellular Manufacturing System: flusso dei materiali Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

24 Produttività vs. Flessibilità: The Productivity Dilemma Le innovazioni della microelettronica (meccatronica) ed i conseguenti sviluppi dellAutomazione sono state funzio- nali ad un sostanziale cambiamento di priorità nelle stra- tegie delle Imprese produttive: Ieri: capacità di produrre elevati volumi a prezzi competitivi: Oggi: capacità di adattarsi rapidamente e basso costo ad una domanda di mercato in continua evoluzione: priorità = Flessibilità priorità = Produttività Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE

25 Concetti e parole chiave: Produzione per parti 4 modelli aziendali: Work Shop, Batch & Queue, Line, Process Officina a Reparti (Work-shop) – Organizzazione per Processo Produzione per Linee – Organizzazione per Prodotto Group Technology Cellular Manufacturing System (Celle di Produzione) Produttività vs Flessibilità Corso Tecnologia dei Processi di Produzione – Tecnologie Fisiche Innovative - UNIFE


Scaricare ppt "Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Scienze MM.FF.NN. CdL in Tecnologie Fisiche Innovative A.A. 2010-11 Tecnologia dei Processi di Produzione."

Presentazioni simili


Annunci Google