La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Teoria della Direzione Amministrativa E una filiazione (taluno dice degenerazione ) dell OSL Ne condivide l impostazione ma sostituisce alla sperimentazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Teoria della Direzione Amministrativa E una filiazione (taluno dice degenerazione ) dell OSL Ne condivide l impostazione ma sostituisce alla sperimentazione."— Transcript della presentazione:

1 La Teoria della Direzione Amministrativa E una filiazione (taluno dice degenerazione ) dell OSL Ne condivide l impostazione ma sostituisce alla sperimentazione ricette prefabbricate che si ritengono universalmente valide Il suo merito sta nell aver esteso il campo di applicazione dalle fabbriche ad altri tipi di organizzazioni (uffici amministrativi)

2 Jules Henri FAYOL ( )

3 La Teoria della Direzione Amministrativa (TDA) Henri Fayol, il fondatore ( ) Ingegnere di formazione, lavora in unimpresa mineraria di cui diverra il direttore generale Fayol si propone di rendere scientifica lattivita di Direzione Dirigere= prevedere, organizzare, comandare, coordinare, controllare

4 Fayol: acquisire le capacità direttive Fayol è convinto che le capacità direttive si possono acquisire ed insegnare. Per poterle insegnare, è necessario delineare una serie di teorie e principi generali sulla direzione, allepoca mancanti.

5 Fayol (1931): La funzione direzionale E distinta da tutte le altre funzioni in un impresa (commerciale, finanziaria, ecc.) Ha due caratteristiche essenziali: 1. E universale (tutte le organizzazioni ne hanno bisogno) 2. E diffusa (riguarda non solo il vertice ma tutti i capi intermedi: estensione rispetto a Taylor)

6 I principi per l esercizio della funzione direzionale Principio della divisione del lavoro: non a livello di singole mansioni (Taylor) ma a livello piu aggregato di unita organizzative e gestionali. Fayol pensa che divisione e specializzazione del lavoro troppo spinte creino eccessivi problemi di coordinamento. Principio dell unita del comando: un dipendente deve ricevere ordini da un solo capo (conflitto radicale con l O.S.L.)

7 Principi per l esercizio della funzione direzionale (2) Principio scalare: precisa catena di comando senza vuoti di potere e comunicazioni che rispettino rigorosamente la via gerarchica Principio del numero dei livelli: rendere piu corta possibile la catena di comando progettare strutture piatte

8 Principi per l esercizio della funzione direzionale (3) Principio dell ampiezza del controllo: definisce il numero max di persone che possono dipendere da un capo (studi scientifici hanno mostrato che il valore ottimale e 4-6). Principio line e staff: e opportuno affiancare alle unita organizzative di line, dedicate alle normali funzioni aziendali (produzione, vendita, approvvigionamenti, etc.) delle unita di staff con compiti di consulenza e supporto che dipendono direttamente dai vertici e che quindi si collocano al di fuori della linea di comando principale.

9 Altri contributi di Fayol : I sistemi retributivi: equi, devono incoraggiare gli sforzi, non devono condurre a retribuzioni eccessive. Introduzione degli organigrammi come strumenti sistematici di lavoro per seguire levoluzione organizzativa. Strumenti di coordinamento: riunioni settimanali e agenti di coordinamento

10 Valutazione critica della TDA - nel campo del dirigere si possono formulare delle leggi ? (dirigere è un processo sociale, politico e negoziale) - sono trascurati i problemi psicologici del comportamento organizzativo, l influenza dell ambiente e della tecnologia in organizzazione

11 Altri autori della Scuola Classica: Mary Parker Follet Considerata anticipatrice dellapproccio delle relazioni umane, è molto attenta ai problemi del management industriale. Utilizza molto i nuovi sviluppi della psicologia per lefficiente utilizzo delle persone nelle organizzazioni. Suoi filoni di interesse sono il potere, lautorità, la responsabilità, il conflitto e il coordinamento.

12 Altri autori della Sc. Classica: Peter F. Drucker Autore moderno (i suoi contributi sono dopo il 1960) e molto vari: spaziano dalle macrostrutture al processo direttivo, con un approccio globale: si parla di scuola neoclassica. Drucker (nato a Vienna ed emigrato negli USA) si occupa anche di innovazione ( passaggio da unidea ad unattività organizzata) ed imprenditorialità (passaggio dallabilità a un management sistematico e a strategie definite)


Scaricare ppt "La Teoria della Direzione Amministrativa E una filiazione (taluno dice degenerazione ) dell OSL Ne condivide l impostazione ma sostituisce alla sperimentazione."

Presentazioni simili


Annunci Google