La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il rischio biologico Prof.ssa Elisabetta Tanzi Prof.ssa Elisabetta Tanzi Dipartimento Sanità Pubblica - Microbiologia - Virologia Dipartimento Sanità Pubblica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il rischio biologico Prof.ssa Elisabetta Tanzi Prof.ssa Elisabetta Tanzi Dipartimento Sanità Pubblica - Microbiologia - Virologia Dipartimento Sanità Pubblica."— Transcript della presentazione:

1 Il rischio biologico Prof.ssa Elisabetta Tanzi Prof.ssa Elisabetta Tanzi Dipartimento Sanità Pubblica - Microbiologia - Virologia Dipartimento Sanità Pubblica - Microbiologia - Virologia Via Pascal Milano Via Pascal Milano Tel Tel Prevenzione e Sicurezza in Laboratorio

2 Il rischio biologico La sicurezza nel laboratorio biologico La trasmissione delle infezioni Diritti e doveri Il contenimento dei rischi

3 La sicurezza nel laboratorio biologico

4 La Sicurezza in Laboratorio è è addestramento non sempre sufficientemente adeguato del personale (in particolar modo personale non strutturato, studenti, tirocinanti, dottorandi, borsisti, ospiti) La sicurezza in laboratorio è parte integrante di ogni attività (di diagnostica o di ricerca) Rischi in laboratorio Rischi in laboratorio legati a: è è pericolosità di materiali utilizzati (sostanze tossiche o corrosive, agenti biologici pericolosi, materiali radioattivi, sostanze infiammabili, ecc…) è è pericolosità delle apparecchiature (ad alto voltaggio, centrifughe ad alta velocità, sistemi a pressione, alte e basse temperature) è è affollamento, ristrettezza dello spazio

5 Sicurezza Biologica Y Y la potenziale esposizione al rischio biologico: tutte le altre attività di medicina di laboratorio: prelievo di materiali biologici e successive manipolazioni; agenti patogeni possono essere presenti in maniera occasionale o concentrata, ma non si realizza un vero e proprio uso Nellambito del laboratorio distinguiamo due differenti condizioni: Y Y lesposizione al rischio biologico per uso deliberato di agenti patogeni : laboratori di microbiologia: microrganismi vengono isolati, coltivati o trattati per accertarne il tipo e/o la quantità nei campioni in esame; microrganismi come materia prima o almeno intermedia del processo analitico

6 Sicurezza Biologica Attività dei laboratori clinici, veterinari, diagnostici Attività nei servizi sanitari, comprese unità di isolamento e post-mortem Attività in cui vi è impiego di biotecnologie Attività di raccolta e conferimento di rifiuti speciali potenzialmente infetti Attività nelle quali vi è contatto con animali e/o prodotti di origine animale Le più importanti attività lavorative che possono comportare rischio di esposizione ad agenti biologici nellambito dei laboratori (universitari, privati, aziendali, ecc.), delle aziende o dei servizi sanitari sono:

7 Il segnale di rischio biologico

8 Il Rischio Biologico Coltura cellulare risultato della crescita in vitro di cellule derivate da organismi pluricellulari D.Lgs. 626/94 (art.74) Agente biologico qualsiasi microrganismo, anche se geneticamente modificato, coltura cellulare ed endoparassita umano che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni Microrganismo: qualsiasi entità microbiologica, cellulare o meno, in grado di riprodursi o trasferire materiale genetico

9 Classificazione degli agenti biologici neutralizzabilità : disponibilità di efficaci misure profilattiche o terapeutiche D.Lgs. 626/94 Classificazione in base a pericolosità dellagente biologico per la salute del lavoratore e della popolazione generale Caratteristiche di pericolosità infettività : capacità di un microrganismo di penetrare e moltiplicarsi nellospite patogenicità : capacità di produrre malattia a seguito a infezione trasmissibilità : capacità di essere trasmesso da un soggetto infetto ad uno suscettibile

10 Classificazione degli agenti biologici D.Lgs. 626/94 (art.75, all.XI) Sulla base del rischio infettivo per luomo, i microrganismi vengono suddivisi in 4 gruppi: 4 4 gruppo 1: basso rischio individuale e collettivo # ha poche probabilità di causare malattia nelluomo 4 4 gruppo 2 : medio rischio individuale e collettivo # può causare malattie nelluomo e costituire un rischio per i lavoratori; # improbabile che si propaghi nella comunità; # sono disponibili efficaci strumenti di profilassi e cura

11 4 4 gruppo 4: elevato rischio individuale e collettivo # può causare gravi malattie nelluomo e costituire un serio rischio per i lavoratori; # elevato rischio di propagazione nella comunità; # non sono disponibili efficaci misure profilattiche e terapeutiche Classificazione degli agenti biologici D.Lgs. 626/94 (art.75, all.XI) 4 4 gruppo 3: alto rischio individuale e basso rischio collettivo # può causare gravi malattie nelluomo e costituire un serio rischio per i lavoratori; # può propagarsi nella comunità; # sono disponibili efficaci misure profilattiche e terapeutiche

12 Classificazione degli agenti biologici Classificazione degli agenti biologici D.Lgs. 626/94 (art.75, all.XI) Lallegato XI riporta lelenco degli agenti biologici classificati nei gruppi 2, 3, 4 a seconda del rischio infettivo per luomo: Lelenco contiene indicazioni di rilievo per alcuni agenti biologici: A possibili effetti allergici D elenco lavoratori che hanno operato con questi agenti deve essere conservato per almeno 10 anni dalla cessazione dellultima attività con rischio di esposizione T produzione di tossine V vaccino efficace disponibile La classificazione si basa sulleffetto esercitato su lavoratori sani Batteri e organismi simili (Rickettsie, Chlamydie) Virus Parassiti (Protozoi, Elminti) Funghi


Scaricare ppt "Il rischio biologico Prof.ssa Elisabetta Tanzi Prof.ssa Elisabetta Tanzi Dipartimento Sanità Pubblica - Microbiologia - Virologia Dipartimento Sanità Pubblica."

Presentazioni simili


Annunci Google