La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FISM PADOVA. VICARIATO di VIGODARZERE Incontro dei componenti dei Comitati di Gestione delle Scuole in rete del Vicariato Reschigliano 20 giugno 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FISM PADOVA. VICARIATO di VIGODARZERE Incontro dei componenti dei Comitati di Gestione delle Scuole in rete del Vicariato Reschigliano 20 giugno 2015."— Transcript della presentazione:

1 FISM PADOVA. VICARIATO di VIGODARZERE Incontro dei componenti dei Comitati di Gestione delle Scuole in rete del Vicariato Reschigliano 20 giugno 2015

2 …IL COMPITO….  La corretta gestione della Scuola passa da un buon Comitato di Gestione operativo e motivato.  È necessaria una visone della scuola che pur mantenendo la propria autonomia sia pienamente inserita nella rete delle Scuole del Vicariato per sviluppare sinergie e collaborazioni in un più ampio orizzonte.  Cosa può fare la FISM per supportare le Scuole che intraprendono questo impegnativo cammino.

3 I NUMERI DEL VICARIATO  le scuole dell’infanzia n. 6  parrocchiali 5 e 1 Congregazione religiosa  bambini accolti: n. 525  sezioni n. 21  personale n. 51  IMPORTO COMPLESSIVO del volume di affari dei 6 bilanci: € ,00

4 COME FUNZIONA UNA SCUOLA Le “funzioni” di una scuola dell’infanzia parrocchiale: A - LA FUNZIONE PEDAGOGICO-DIDATTICA che presiede al servizio finale all’utenza B - LA FUNZIONE GESTIONALE che presiede agli aspetti amministrativi, logistici ed economici C - LA FUNZIONE PASTORALE che è il tratto distintivo della scuola cattolica

5 LA FUNZIONE PEDAGOGICO-DIDATTICA 1. L’insegnamento in relazione: - ai programmi ministeriali - al P.E.I. (progetto educativo) - al P.O.F. (piano dell’offerta formativa) - al’ I.R.C. (insegnamento della religione cattolica) 2. Formazione e aggiornamento professionale 3. Integrazione scolastica disabili 4. Consulenza psico-pedagogica 5. Il ruolo della Coordinatrice

6 LA FUNZIONE PASTORALE  l’educazione cristiana delle giovani famiglie  la partecipazione dei laici alla missione di educazione della Chiesa  la formazione cristiana degli educatori  luogo di aggregazione della Comunità (funzioni svolte anche d’intesa con i Consigli Pastorali)

7 LA FUNZIONE GESTIONALE  La gestione economica  La gestione amministrativa  La gestione del personale  L’informatica  Gli acquisti, le forniture, i servizi  Le relazioni con le istituzioni locali

8 ALCUNI UTILI “NUMERI” 2013 (1) COSTO DI UN BAMBINO AL MESE: Scuola con una sezione (25 bambini) €. 340 Scuola con due sezioni (50 bambini) €. 320 Scuola con tre sezioni (75 bambini) €.300 Scuola con quattro sezioni (100 bambini) €.290

9 I CONTRIBUTI “PUBBLICI” 2013 (2) Lo Stato€.50,00 al mese per bambino La Regione Veneto €. 22,00 (media) mese/bambino Il Comune €. 41,00 (media regionale;con grandi differenze)  TOTALE MESE/BAMBINO €. 113,00

10 COSTO e RETTA al MESE COSTO CONTR. DIFF (retta) Scuola con una sezione (25 bambini)€ Scuola con due sezioni (50 bambini)€ Scuola con tre sezioni (75 bambini)€ Scuola con quattro sezioni (100 bambini)€

11 GLI AMBITI DELLA FUNZIONE GESTIONALE (1) La gestione economica:  a) il bilancio  b) le rette  c) gli investimenti e i lavori La gestione amministrativa:  a) la segreteria (corrispondenza, archivio, rapporti con MIUR, Regione,..)  b) i rapporti con il Comune (convenzione); La gestione del personale  a) gestione giuridica ed economica  b) CCNL  c) formazione e aggiornamento

12 GLI AMBITI DELLA FUNZIONE GESTIONALE (2) L’informatica:  a) dotazioni tecnologiche e programmi adeguati  b) formazione degli addetti La gestione dei servizi e gli acquisti:  a) la sicurezza (D.Lgvo 81/2008)  b) pulizie  c) alimentari e cucina  d) manutenzioni  e) trasporto scolastico Le relazioni con le istituzioni locali:  il Comune  l’ULSS  associazioni e organizzazioni varie

13 PER AMMINISTRARE BENE UNA SCUOLA …  un Comitato di Gestione formato da persone motivate, competenti,appassionate  IMPORTANTE:  la costante cura degli adempimenti  l’uso delle nuove tecnologie  la positiva relazione con le docenti e il personale  la partecipazione dei genitori (scuola trasparente)  il coinvolgimento del consiglio pastorale e degli affari economici

14 SERVIZI E SUPPORTO DELLA FISM DI PADOVA 1 - GESTIONE DEL PERSONALE: Assunzioni; Paghe; Fiscale; Elaborazione modulistica fiscale (CUD, 770, ecc.) 2 - GESTIONE DELLA CONTABILITÀ: Contabilità ordinaria (a ciclo completo); Bilancio annuale; Bilancio di verifica periodico; Adempimenti civilistici e tributari 3 - SERVIZIO ASSICURATIVO: polizze e adempimenti assicurativi per danni e infortuni

15 SERVIZI SPECIALI (1): IL SITO 1- Gestione dipendenti: . compilazione schede di assunzione, variazione e cessazione del personale, . compilazione presenze mensili, . pianificazione ferie . compilazione della scheda coordinatrice . modelli vari scaricabili; 2 - Contabilità: . richiesta del calcolo della retta . richiesta bilancio preventivo e consuntivo . calcolo retta mensile; 3 - Assicurazione: compilazione adesione, denunce sinistro

16 SERVIZI SPECIALI (2) IL BILANCIO DI ESERCIZIO Sulla base delle risultanze di esercizio (mediante un apposito programma informatico e un confronto con il funzionario di Punto FISM) vengono segnalate, le “anomalie” e le criticità: - retta inadeguata; contributo comunale non congruo; spese generali anomale; esubero di personale (in base a rapporti con le spese di esercizio, alle rette, al numero dei bambini ecc.); ecc. - dallo stato patrimoniale si possono evidenziare: la situazione del TFR; i debiti verso la parrocchia, ecc.

17 SERVIZI SPECIALI (3) BILANCIO DI PREVISIONE e CALCOLO DELLA RETTA Il servizio, sulla base dei dati di archivio, della contabilità dell’esercizio precedente e dei dati contabili correnti, consente: 1) la redazione del bilancio di previsione 2) il calcolo della retta effettiva da applicare. Obiettivi da perseguire:  pareggio di bilancio sempre  organico del personale adeguato  accantonamento costante del TFR (almeno per la quota del 50%, che può essere versata in apposito conto al F.S.E. Fondo di Solidarietà Ecclesiale)

18 SERVIZIO Servizio gratuito per tutte le scuole associate strumento fondamentale, semplice, funzionale ed efficace, per:  la elaborazione della prima nota  la documentazione scolastica e amministrativa di ogni singolo alunno  modulistica di iscrizione, di frequenza;  presenze, calcolo della retta, note individuali dell’alunno, altro La FISM svolge periodicamente corsi di formazione e di aggiornamento degli addetti al programma

19 SERVIZI AMMINISTRATIVI  consulenza e assistenza per: convenzioni con i Comuni; rapporti con l’ULSS, MIUR, Regione,  consulenza legale per casi particolari di rapporti con le istituzioni, con gli utenti, con il personale (disabili, bambini non residenti, errori nei contributi MIUR; eventuali contenziosi legati alla gestione della scuola;  consulenza su come organizzare il protocollo-archivio di una scuola dell’infanzia;  consulenze sulla situazione previdenziale del personale.

20 PERSONALE alcune indicazioni (1)  SELEZIONE DELLE DOCENTI: momento molto importante che deve essere fatto con molta cura. I requisiti della docente di una scuola cattolica secondo il Codice Canonico: “siano eccellenti per retta dottrina, per testimonianza di vita cristiana e per abilità pedago- gica»  ASSUNZIONI. Attenzione al periodo di prova del nuovo assunto perché in quel periodo il lavoratore può essere licenziato senza problema; con la stabilità nel posto eventuali provvedimenti di interruzione del rapporto di lavoro sono molto complicati (e costosi).  GESTIONE DEL RAPPORTO di lavoro. Deve essere improntato alla massima chiarezza sia nei diritti che nei doveri: puntualità, competenza, correttezza nei rapporti tra colleghi, rispetto dei ruoli, professionalità nel rapporto con i genitori, comportamenti consoni alla funzione e alla peculiarità della scuola di ispirazione cristiana.

21 PERSONALE note e indicazioni (2)  Quando è necessario adottate i provvedimenti disciplinari secondo quanto previsto dal contratto di lavoro. I contenuti e le modalità dei provvedimenti concordateli con la FISM.  Fate incontri periodici per verificare lo stato di gestione delle attività scolastiche e per favorire un clima di collaborazione e di assertività.  Si possono convenire direttamente con il personale “accordi aziendali” su orari di lavoro, formazione, modalità di svolgimento di attività accessorie, feste scolastiche, partecipazioni ad iniziative della parrocchia, ecc.  LICENZIAMENTI.  Il licenziamento è spesso un fatto traumatico per il lavoratore e per la scuola. Comunque gli obiettivi devono essere a) il “bene dei bambini”, che devono poter fruire di un ambiente educativo sereno e amorevole; b) una gestione della scuola economica- mente sostenibile.  La gestione del personale è materia di esclusiva competenza del “legale rappresentante” della scuola. Egli può farsi aiutare da laici preparati e maturi.

22 UNO STRUMENTO: IL PROTOCOLLO D’INTESA Per poter dare concretezza al “lavorare in rete” la FISM propone un “protocollo di intesa” tra scuole del medesimo Comune (o del medesimo vicariato e/o territorio) per: 1. acquisti in comune 2. segreteria in comune 3. servizi in comune (trasporto, mensa, altro) 4. gestione del personale (sostituzioni, insegnanti di sostegno, relazioni sindacali, formazione, altro) 5. convenzione con il Comune 6. utilizzo del volontariato 7. altro

23 L’IMPEGNO DELLA DIOCESI Il progetto di aiuto e di supporto ai gestori delle scuole parrocchiali:  La nuova strutturazione dell’Ufficio della Pastorale della Educazione e della Scuola  Il ruolo del Direttore (don Lorenzo Celi)  L’Impresa Sociale “Insieme per educare”  La Fondazione G. Bortignon  Le iniziative in corso: - corso residenziale di formazione “essere insegnanti delle scuole dell’infanzia paritaria cattolica: identità e valori” - il progetto “recupero e la valorizzazione della motivazione pastorale delle scuole dell’infanzia in quanto “scuole della comunità” con riferimento al territori (Vicariati, ecc.)

24 Le parole di Papa Francesco ….. Per educare un figlio ci vuole un villaggio!


Scaricare ppt "FISM PADOVA. VICARIATO di VIGODARZERE Incontro dei componenti dei Comitati di Gestione delle Scuole in rete del Vicariato Reschigliano 20 giugno 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google