La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Civile Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio ANNO ACCADEMICO 2014-2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Civile Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio ANNO ACCADEMICO 2014-2015."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Civile Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio ANNO ACCADEMICO Corso di Frane ESERCITAZIONE Nº2 Partecipazione al progetto “FraneItalia” Parte I Docente: Studente: Prof. ing. Michele Calvello Melania Arenas Morente Matricola:

2 "FraneItalia” Per lo sviluppo del progetto di crowdsourcing "FraneItalia” sono stati censiti i fenomeni franosi occorsi in Italia nel mese di giugno 2010 e nella seconda metà del mese di febbraio La ricerca è stata svolta utilizzando come fonte il materiale archiviato presente sul sito web della Protezione Civile, in concreto, sul database della rassegna stampa effettuata quotidianamente. Fonte:www.ilgiornaledellaprotezionecivile.it

3 Eventi Franosi: giugno 2010 Per il mese oggetto di studio sono stati rilevati 39 eventi franosi nel territorio Italiano Il grafico evidenza che la regione più colpita è la Toscana

4 Eventi Franosi: giugno 2010 Lucca e Massa-Carrara sono le province più colpite con un numero di 8 e 5 eventi franosi rispettivamente

5 Eventi Franosi: giugno 2010 Gli eventi franosi ricavati dalla ricerca sono classificati come eventi singoli e areali. A sua volta, essi sono classificati come molto gravi, gravi e levi in funzione delle conseguenze causate alle persone. Il mese oggetto di studio presenta 4 eventi areali classificati come eventi lievi e 20 eventi singoli dei quali: uno molto grave che ha provocato una vittima (crollo Val Daone), uno grave che ha provocato due feriti (frana a San Carlo) e la quantità restante lieve. La prevalente causa innescante di questi eventi franosi sono le precipitazioni, ma anche sono stati causati eventi franosi da perdite idriche (Cagliari, 12/06/10)) e alluvione (Pegognana in Mantova, 16/06/10)

6 Eventi Franosi: giugno 2010 Dalle informazioni disponibili, soltanto 6 su 39 eventi franosi hanno provocato conseguenze a persone Crollo di massiccio roccioso nel comune di Val Daone (30/06) che ha provocato una vittima. Frana nel comune di San Carlo in Torino (18/06) che ha causato due feriti. Eventi franosi innescati da precipitazioni hanno portato all’evacuazione di persone nei seguenti comuni: - 2 persone a Roma (02/06) - 2 famiglie a Vinchiana in Lucca (19/06) - 3 famiglie aUzzano in Pistoia (19/06) - 3 famiglie a Camino in Alessandria (20/06)

7 Eventi Franosi: giugno 2010 Tra le conseguenze a infrastrutture con i dati rilevati, si hanno che 25 su 39 eventi franosi causano danni sulle strade Inoltre: - Sentiero nel comune di Paularo in Udine a causa di una frana formata da massi rocciosi; - Le ferrovie di Roma e Brunico dovute a frane innescate da abbondanti pioggie; - Acquedotto nel comune di Andreis in Perdenone lambito dalla frana che trasportava sassi,detriti e fanghi; - Linea elettrica e telefonica interrotta dalla frana di Bergamini in Vicenza. -Comune di San Stino di Livenza in Venezia; -Comune di Uzzano in Pistoia; -Comune di Roma; -12 abitazioni al comune di Cagliari. 4 su 39 eventi franosi hanno causato danni a abitazioni:

8 Eventi Franosi: giugno 2010 Frane di Pegognana, Mantova e Correzola, Padova

9 Eventi Franosi: febbraio 2014 Per il mese oggetto di studio sono stati rilevati 122 eventi franosi nel territorio Italiano Il grafico evidenza che la regione più colpita è la Toscana, a seguito del Veneto e la Emilia-Romagna

10 Eventi Franosi: febbraio 2014 Lucca, Rimini e Salerno sono le province più colpite con un numero di 8 e 7 eventi franosi rispettivamente

11 Eventi Franosi: febbraio 2014 Il mese oggetto di studio presenta 14 eventi franosi areali lievi e 108 eventi franosi singoli dei quali: quattro sono gravi che hanno provocato 9 feriti e la quantità restante lieve. Con la informazione disponibile, le principali cause innescanti di questi eventi franosi sono le precipitazioni, precipitazioni combinate con neve o soltanto la neve.

12 Eventi Franosi: febbraio 2014 Nonostante il numero di eventi franosi rilevati per la seconda metà del mese di febbraio è elevato, non ci sono vittime e il numero di feriti ed evacuati è relativamente basso Le frane e il crollo avvenuti nei seguenti comune hanno causato nove feriti: - 7 persone a Roma (31/01) - 1 persona a Cozzuolo, Vittorio Veneto (21/02) - 1 persona nel crollo di Breguzzo (25/02) Evacuazioni provocate da eventi franosi: - 2 famiglie San Benedetto Val di Sambro (01/02) - 3 famiglie a Bologna (01/02) - Pistoia (30/01) - Roma (31/01) - Perugia(14/02) - Sestri Levante (19/02) - 1 famiglia a Villa Giannetti (21/02) - 7 persone a Prato all Isarco (20/02) - 1 persona a Vittorio Veneto (21/02) - 28 persone ad Ascoli Piceno (25/02) - 6 famiglie a Cupra Marittima (24/02) - Avegno (26/02)

13 Eventi Franosi: febbraio 2014 Tra le conseguenze a infrastrutture con i dati rilevati, si hanno che 90 su 122 eventi franosi causano danni sulle strade Inoltre: - Sentieri nei comuni di Monselice e Laives a causa di frane formate da massi rocciosi e sassi rispettivamente; - Le ferrovie di Roma-Viterbo, Salerno-Vietri sul Mare, Vibo Valentia e Volterra; - Acquedotto nei comuni di Troina, Laives, Campagnatico, Como, Roccabelga e Perugia; - Gasdotto lambito dalle frane di Val de Cecina e Laives; - Linea elettrica interrota dalla frana di Montecchia provocata dal scavo di una cava; - Linea telefonica nei comuni di Roma e Borgo san Lorenzo. 17 su 122 eventi franosi hanno causato danni a abitazioni

14 Eventi Franosi: febbraio 2014 Autoveicoli con Persone: -La frana di Pian del Lago travolge un’auto -La frana di Firenzuola incastra un camion Salvi i conducenti Autoveicoli senza persone: -La frana di Troina incontra un autocompattatore per la raccolta di rifiuti nel comune di Enna - La frana di Monte Ciocci invade la strada bloccando alcuni veicoli

15 Eventi Franosi Come si evince nei grafici ilustrati per i rispettivi messi oggetto di studio, i qualli raccolgono i dati disponibile sul giornale quottidiano della rassegna stampa della Protezione Civile, il numero di eventi franossi accaduti nei 14 giorni studiati per il mese di febbraio è molto superiore dal studio dei 31 giorni del mese di giugno (122 e 39 eventi franosi rispettivamente). Nell’ottica del clima “mediterrano” il mese di giugno coincide con la stazione secca e il mese di febbraio con la stazione pioviosa. Dalla informazione analizzata si osserva che il maggior numero di eventi franosi sono innescati a causa di abbondanti o prolungate precipitazioni. Per entrambi mesi, questi eventi franosi hanno danneggiato soprattutto le strade, essendo la maggior parti di essi classificati come eventi franosi lievi.


Scaricare ppt "Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Civile Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio ANNO ACCADEMICO 2014-2015."

Presentazioni simili


Annunci Google