La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nascita e primo affermarsi del servizio sociale italiano (Anni 50) Laura Tiozzo, 6 marzo 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nascita e primo affermarsi del servizio sociale italiano (Anni 50) Laura Tiozzo, 6 marzo 2009."— Transcript della presentazione:

1 Nascita e primo affermarsi del servizio sociale italiano (Anni 50) Laura Tiozzo, 6 marzo 2009

2 Laura Tiozzo, 6 marzo In Italia la nascita del Servizio Sociale è collocata nel 1945 con la nascita delle prime cinque scuole

3 Laura Tiozzo, 6 marzo Dopo la seconda guerra mondiale lItalia riversava in uno stato di lacerazione Dopo la seconda guerra mondiale lItalia riversava in uno stato di lacerazione Accanto vi era però una sentita voglia di ricostruire Accanto vi era però una sentita voglia di ricostruire

4 Laura Tiozzo, 6 marzo E di far riemergere i valori prima soffocati dal Regime Fascista: libertà, uguaglianza, diritto di partecipazione A questo entusiasmo non corrispose tuttavia una valida risposta dei politici, i quali guardavano con sospetto alle riforme A questo entusiasmo non corrispose tuttavia una valida risposta dei politici, i quali guardavano con sospetto alle riforme

5 Laura Tiozzo, 6 marzo Nonostante questo si realizzarono alcuni interventi importanti: Opere da parte degli alleati (UNRRA, UNRRA casas, UNRRA tessile) Opere da parte degli alleati (UNRRA, UNRRA casas, UNRRA tessile)

6 Laura Tiozzo, 6 marzo Convegno di Tremezzo del 1946, a cui parteciparono importanti Autori internazionali e direttori delle Scuole di Servizio Sociale. Convegno di Tremezzo del 1946, a cui parteciparono importanti Autori internazionali e direttori delle Scuole di Servizio Sociale. 1. Necessità di una formazione uniforme 2. Necessità di una riforma dellassistenza e del decentramento istituzionale 1951: analisi della povertà affidata a una Commissione parlamentare: quadro drammatico ma nessun intervento 1951: analisi della povertà affidata a una Commissione parlamentare: quadro drammatico ma nessun intervento

7 Laura Tiozzo, 6 marzo : nascita delle prime 5 scuole di Servizio Sociale ad opera di privati Tre gruppi di scuole: 1. Cattoliche (ONARMO) 2. Laiche ad ispirazione cattolica (ENSISS) 3. Laiche (CEPAS, UNSAS) Consapevolezza della necessità di omogeneizzare i programmi e introdurre lesperienza estera e di istituire un programma che contenesse sia insegnamenti che tirocinio

8 Laura Tiozzo, 6 marzo considerazioni In Italia le scuole non erano incardinate nelle Università; ciò avvenne solo alla fine degli anni 80 In Italia le scuole non erano incardinate nelle Università; ciò avvenne solo alla fine degli anni 80 In Italia non vi fu negli Anni 50 uno sviluppo delle scienze sociali diversamente che negli altri Paesi In Italia non vi fu negli Anni 50 uno sviluppo delle scienze sociali diversamente che negli altri Paesi Non vi fu coerenza tra la volontà di rinnovamento e la volontà delle istituzioni di realizzarlo divario bisogni/risposte Non vi fu coerenza tra la volontà di rinnovamento e la volontà delle istituzioni di realizzarlo divario bisogni/risposte

9 Laura Tiozzo, 6 marzo Ricostruzione? Negli Anni 50 lo sviluppo economico fu lasciato alle sole forze del mercato e non vi fu mai un intervento di politica sociale. Ciò produsse importanti fenomeni quali le migrazioni, la disoccupazione delle donne, squilibri nord/sud, campagna/città. Lassistenza venne lasciata alla libera iniziativa dei singoli senza alcuna riforma globale

10 Laura Tiozzo, 6 marzo Di fatto lassistenza si realizzava in tre istituzioni svincolate da una politica complessiva SISTEMA PREVIDENZIALE (obbligatorio per categorie sempre più estese ma mai pensato per tutti i cittadini) SISTEMA PREVIDENZIALE (obbligatorio per categorie sempre più estese ma mai pensato per tutti i cittadini) SISTEMA SANITARIO (affidato ad un sistema misto pubblico-privato che coinvolgeva una pluralità di soggetti non organizzati) SISTEMA SANITARIO (affidato ad un sistema misto pubblico-privato che coinvolgeva una pluralità di soggetti non organizzati) SISTEMA ASSISTENZIALE (affidato ad un sistema misto pubblico-privato che preveva vari attori): SISTEMA ASSISTENZIALE (affidato ad un sistema misto pubblico-privato che preveva vari attori):

11 Laura Tiozzo, 6 marzo MINISTERI (erogazione di prestazioni) MINISTERI (erogazione di prestazioni) PROVINCE (gestione degli ospedali psichiatrici, assistenza ai ciechi e ai sordomuti) PROVINCE (gestione degli ospedali psichiatrici, assistenza ai ciechi e ai sordomuti) COMUNI (interventi per minori illegittimi, esposti e inabili al lavoro) COMUNI (interventi per minori illegittimi, esposti e inabili al lavoro) PUBBLICA SICUREZZA E POLIZIA FEMMINILE PUBBLICA SICUREZZA E POLIZIA FEMMINILE PREFETTURE (controllo sugli Enti assistenziali) PREFETTURE (controllo sugli Enti assistenziali)

12 Laura Tiozzo, 6 marzo Caratteristiche del sistema assistenziale di allora Categorizzazione dei cittadini Categorizzazione dei cittadini Burocratizzazione Burocratizzazione Prestazioni rappresentate per lo più da sussidi e ricoveri Prestazioni rappresentate per lo più da sussidi e ricoveri Personale: medici, infermieri, assistenti sanitari, assistenti sanitarie visitatrici, ostetriche, personale religioso, qualche psicologo Personale: medici, infermieri, assistenti sanitari, assistenti sanitarie visitatrici, ostetriche, personale religioso, qualche psicologo Ottica riparativa, moralismo, focus su sussistenza Ottica riparativa, moralismo, focus su sussistenza DIPENDENZA, riconoscimento di un unico diritto da parte dellutente: ESIGERE DIPENDENZA, riconoscimento di un unico diritto da parte dellutente: ESIGERE

13 Laura Tiozzo, 6 marzo PREPARAZIONE DEL PERSONALE Le scuole di Servizio Sociale dal 1945 crebbero velocemente di numero. Col tempo si assunsero le esperienze elaborate allestero. Docenti: di base, monitori e supervisori. Insegnamenti interdisciplinari, al centro sempre la globalità della persona. Necessità di sapere teorico e tirocinio. Non incardinamento delle Scuole nelle Università.

14 SERVIZI E ASSISTENZA SOCIALE IN ITALIA NEL SECONDO DOPOGUERRA: UN CASO Fabbrica Olivetti, Ivrea, 1953

15 Laura Tiozzo, 6 marzo Mi trovai a 25 anni ad affrontare il problema complesso di trasformare unindustria in unimpresa di più grandi dimensioni. Quando i problemi tecnici furono risolti fui tratto ad occuparmi della relazione tra gli operai e la fabbrica...

16 Laura Tiozzo, 6 marzo Le casse mutue funzionavano male, un operaio tubercolotico per essere ricoverato doveva trasmettere le pratiche a Roma e perché tornassero indietro ci volevano a volte tre mesi. Le cure erano insufficienti, i medici cambiavano ogni tre mesi, malattie gravissime non contemplate dagli statuti, i familiari non godevano degli stessi vantaggi dei lavoratori. Nacque allora il servizio di assistenza sanitaria. Sorsero poi un convalescenziario, uninfermeria di fabbrica, un asilo nido, le colonie estive marina e montana.

17 Laura Tiozzo, 6 marzo Alle dipendenti in maternità fu concesso un periodo di conservazione del posto di nove mesi retribuito quasi totalmente. Si organizzarono scuole di insegnamento, si aprì una biblioteca di cultura e si creò un meccanismo di borse di studio per permettere ai giovani più dotati di diventare capi-tecnici e ingegneri. Adriano Olivetti, Appunti di una storia di fabbrica, rivista Il Ponte, 1949

18 Laura Tiozzo, 6 marzo FORME PREVIDENZIALI INTERNE 1.Integrazione aziendale delle indennità di malattia e infortunio 2.Supplemento aziendale degli assegni familiari 3.Centro di collegamento con la mutua 4.Pensioni e sovvenzioni a dimessi anziani ASSISTENZA A TUBERCOLOTICI, AMMALATI MENTALI E CRONICI PRESTITI SENZA INTERESSE FONDO BURZIO Ramo assistenza sociale

19 Laura Tiozzo, 6 marzo Bibliografia Neve E. (2000) Il Servizio Sociale, Carocci, Roma Ing. C. Olivetti & C. S.p.a. – Ivrea Servizi e assistenza sociale di fabbrica, Edito a cura dellufficio stampa della Olivetti

20 Nascita e primo affermarsi del servizio sociale italiano (Anni 50)


Scaricare ppt "Nascita e primo affermarsi del servizio sociale italiano (Anni 50) Laura Tiozzo, 6 marzo 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google