La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Perché è importante conoscere il mondo della comunicazione? A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Perché è importante conoscere il mondo della comunicazione? A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione."— Transcript della presentazione:

1 Perché è importante conoscere il mondo della comunicazione? A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

2 Diffusione degli strumenti della comunicazione sociale sempre più rapida e pervasiva … I mass-media sono ovunque … Siamo chiamati a vivere in questo contesto «con nuovo dinamismo» Comunicazione e Missione n° 1 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

3 (1) Redemtoris Missio n° 37. Enciclica di Giovanni Paolo II Comunicazione e Missione n° 2 Nuovo areopago – villaggio globale Nuova cultura – rivoluzione culturale Tutto oggi, è influenzato dai media A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

4 1. I media come cultura Il lettore dovrà rammentarsi di quanto sia qui compreso nel termine cultura. Essa include tutte le attività e gli interessi politici di un popolo. Il derby, la regata di Henley, Cowes, il 12 agosto, la finale di campionato, le corse dei cani, il tiro al bersaglio con le frecce, il formaggio Wesleydale, il cavolo bollito a pezzi, le barbabietole nellaceto, le chiese gotiche dell800 e la musica di Elgar. Il lettore può fare da sé la sua lista. Dovremo poi affrontare la strana idea che quel che è parte della nostra cultura è anche parte della nostra religione vissuta. T.S. Eliot, Appunti per una definizione della cultura, 1949 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

5 Thomas Stearns Eliot Nobel per la letteratura 1948 Thomas Stearns Eliot (26 settembre gennaio 1965) fu uno dei maggiori rappresentanti della poesia moderna anglosassone, oltre che un drammaturgo e un critico letterario. Tra le sue opere poetiche più importanti figurano Il canto d'amore di J. Alfred Prufrock, e La terra desolata e I cori da "La Rocca". A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

6 Cultura nel suo senso moderno indica: il complesso di conoscenze (tradizioni e saperi) che ogni popolo considera fondamentali e degni di essere trasmessi alle generazioni successive. 1. conoscenza di quanto depositato nei libri (cultura alta) 2. conoscenza attingibile anche con le nuove tecnologie multimediali (ipertesti, immagini e suoni) (cultural studies) A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

7 Il termine cultura nei Cultural Studies Raymond Williams, fondatore dei cultural studies:a whole way of life, ossia una molteplicità di modi di vivere già esistenti o possibili, e alle loro forme organizzative e di comunicazione (1) Tutto quello che produce luomo può essere considerato cultura. (1)(C. LUTTER-M.REISENLEITNER, Cultural Studies, 2004).

8 I media infatti non sono semplici strumenti neutri; essi sono al tempo stesso mezzo e messaggio, portatori di una nuova cultura che «nasce, prima ancora che dai contenuti, dal fatto stesso che esistono nuovi modi di comunicare, con nuovi linguaggi, nuove tecniche, nuovi atteggiamenti psicologici». La loro incidenza sui modi di pensare e di agire, sugli stili di vita, sulla coscienza personale e comunitaria, in una parola sulla cultura Comunicazione e Missione n° 4 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

9 2. I media come ambiente I media non sono più uno schermo che si guarda, una radio che si ascolta. Sono unatmosfera, un ambiente nel quale si è immersi, che ci avvolge e ci penetra da ogni lato. Noi stiamo in questo mondo di suoni, di immagini, di colori, di impulsi e di vibrazioni come un primitivo era immerso nella foresta, come un pesce nellacqua. E il nostro ambiente, i media sono un nuovo modo di essere vivi. C.M. Martini Il lembo del mantello, 1991 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

10 Dalla storia della comunicazione si evince «che le trasformazioni del modo di trasmettere le informazioni comportano trasformazioni nel nostro modo di percepire e di definire il mondo»… ossia il nostro ambiente… (1) M.DOGLIO, Media e scuola. Insegnare nellepoca della comunicazione, Lupetti, 2000, p.20 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

11 Ogni nuovo linguaggio ha uninevitabile ricaduta antropologica e sociale, ossia condiziona lesistenza, la mentalità e le relazioni delle persone. Determina lo sviluppo di atteggiamenti e di sensibilità differenti: ad esempio una maggiore capacità intuitiva rispetto a quella analitico-sistematica, ma anche una diversa organizzazione logica del discorso e del pensiero, del tempo e dello spazio. Comunicazione e Missione n° 11 A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

12 «Qualunque siano le idee e le opinioni che noi abbiamo dei mezzi, la comunicazione tra gli esseri umani non può non prescindere dalla loro esistenza e dalla loro utilizzazione». (1) DOGLIO, Media e scuola. Insegnare nellepoca della comunicazione, p. 21 Prima conclusione A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione

13 Come scrisse Neil Postman: una nuova tecnologia non aggiunge e non sottrae nulla: cambia tutto una nuova tecnologia non aggiunge e non sottrae nulla: cambia tutto*. *N. POSTMAN, Technopoly. La resa della cultura alla tecnologia, Torino, 1992, p.24

14 3. I media come esperienza … da qui in poi le slides non ci sono, se le vuoi contatta lautore A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione


Scaricare ppt "Perché è importante conoscere il mondo della comunicazione? A cura di don Mimmo Iervolino Laboratorio video prima lezione."

Presentazioni simili


Annunci Google