La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IGIENE PERSONALE Espressione della personalità Conoscenza di sé Strumento privilegiato di relazione con gli altri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IGIENE PERSONALE Espressione della personalità Conoscenza di sé Strumento privilegiato di relazione con gli altri."— Transcript della presentazione:

1 IGIENE PERSONALE Espressione della personalità Conoscenza di sé Strumento privilegiato di relazione con gli altri

2 IGIENE PERSONALE

3 IGIENE PERSONALE e SALUTE Ligiene personale è una pratica essenziale che contribuisce a ridurre notevolmente le infezioni da microrganismi patogeni, in particolare limitando le contaminazioni tra individui

4 IGIENE PERSONALE e SALUTE 1.NON TUTTI i microrganismi sono aggressivi ed invasivi per il nostro organismo. 2.In condizioni normali il corpo umano è colonizzato da un gran numero di germi che formano la flora commensale 3.Ligiene personale deve quindi essere improntata allequilibrio, deve permettere di limitare le contaminazioni tra individui nel rispetto delle flore batteriche che ci circondano e di quelle che noi ospitiamo

5 IGIENE PERSONALE e SALUTE LA PELLE La pelle ricopre tutto il corpo e costituisce un involucro sottile ma resistente E una barriera contro il microbi, i traumi, lumidità, il freddo ed il caldo

6 IGIENE PERSONALE e SALUTE La prevenzione di molte INFEZIONI si fonda sulladozione di norme comportamentali individuali e collettive 1.Lavaggio del corpo 2.Lavaggio delle mani, piedi, naso, orecchio, denti 3.Utilizzo personale di oggetti ed indumenti 4.Preparazione e somministrazione di alimenti 5.Sanificazione degli ambienti 6.Esposizione a sangue, feci, urine …

7 IGIENE PERSONALE e SALUTE del CORPO Quando il corpo è sporco è terreno ideale per lo sviluppo dei microbi. La polvere, il sudore, altre secrezioni corporee ed il calore sono altrettante cause di moltiplicazione microbica Ogni attività fisica deve essere seguita da una doccia o da un bagno con luso appropriato di un detergente Le secrezioni quotidiane bastano da SOLE a favorire la crescita dei microrganismi, anche SENZA aver fatto sforzi fisici

8 IGIENE PERSONALE e SALUTE del CORPO 1.La doccia/bagno quotidiano deve diventare una abitudine irrinunciabile per tutti 2.Bisogna indossare abiti puliti e cambiarsi la biancheria intima tutti i giorni 3.Non tutti sanno che un tessuto può contenere più di 10 5 germi per cm 2 dopo essere stato indossato per una sola giornata

9 LAVAGGIO DELLE MANI 1.Prima e dopo la manipolazione ed il consumo degli alimenti 2.Dopo lutilizzo dei servizi igienici 3.Dopo la manipolazione di oggetti sporchi 4.Al rientro da scuola, dal lavoro, dopo il gioco in aree aperte, dopo lattività sportiva 5.Prima e dopo leffettuazione del cambio del pannolino ad un bimbo piccolo 6.Prima e dopo laccudimento di un soggetto non autosufficiente

10 LAVAGGIO DELLE MANI PER UN CORRETTO LAVAGGIO DELLE MANI 1.Togliere anelli, bracciali o altro 2.Utilizzare sapone liquido 3.Utilizzare abbondante acqua 4.Asciugare con materiale monouso (evitare asciugamani per più persone o comunque lasciati umidi in prossimità dei servizi igienici) X

11 IGIENE dei PIEDI

12 IGIENE DEL NASO 1.Un naso che gocciola o uno starnuto sono altrettante fonti di forte disseminazione microbica, dato che le secrezioni nasali sono altamente contaminanti 2.La soluzione è semplice: il fazzoletto di carta usa e getta 3.Il frequente svuotamento delle narici evita laccumulo di microbi e ne riduce la disseminazione 1.Porre il fazzoletto sul naso 2.Chiudere una narice con un dito e soffiare nellaltra 3.Ripetere loperazione finchè la narice non è vuota 4.Asciugarsi il naso 5.Gettare il fazzoletto pieno di microbi

13 IGIENE DELLORECCHIO E sufficiente la pulizia quotidiana della parte più esterna del nostro orecchio mediante del cotone umido. Il cerume non sempre è indice di sporcizia. E una sostanza secreta da speciali ghiandole e ha una funzione protettiva Il cerume evita il deposito di particelle estranee (la polvere) nellapparato uditivo

14 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE COME SONO FATTI I NOSTRI DENTI?

15 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE 1.Pulire i denti quotidianamente, dopo ogni pasto per almeno 3 minuti 2.Usare uno spazzolino piccolo ed in ottimo stato 3.Compiere movimenti verticali dalla gengiva verso la punta dei denti 4.Usare un dentifricio fluorato

16 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE COSE LA CARIE 1.La presenza di germi sulla superficie dei denti, agendo sugli zuccheri contenuti negli alimenti provoca la fermentazione e quindi la carie 2.E una malattia che distrugge progressivamente lo smalto e la dentina sino a formare una cavità che non guarisce spontaneamente 3.I denti cariati possono provocare cattiva masticazione e digestione

17 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE ALIMENTAZIONE Lo ZUCCHERO è la causa principale delle carie, quindi: Limitare il consumo di dolciumi ai pasti Eliminare caramelle e bevande zuccherate durante lintervallo tra i pasti principali Favorire una alimentazione naturale ricca di frutta, verdura, latte, uova, pesce …

18 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE FLUOROPROFILASSI Il FLUORO è indispensabile per una sana e robusta crescita del dente 1.La sua assunzione costante riduce lattività che i batteri svolgono sugli zuccheri nella bocca 2.Agisce sullo smalto dei denti rendendoli particolarmente resistenti 3.Si può assumere quotidianamente sottoforma di compresse o sale fluorato fino a 14 anni Dentifricio fluorato

19 ALCUNI CONSIGLI DI IGIENE DENTALE Regolari controlli dal nostro dentista di fiducia

20 CHE COSE IL PIDOCCHIO? Il pidocchio è un insetto di 2-4 mm, che vive e si riproduce nella testa delluomo e si nutre del suo sangue La femmina deposita sino a 10 uova (LENDINI) al giorno. Da ogni lendine, nel giro di 20 giorni, nasceranno gli animali adulti

21 CHE COSE LA PEDICULOSI? 1.E la infestazione da pidocchi e colpisce soprattutto i bambini 2.I focolai epidemici, infatti, si registrano nella maggior parte dei casi nelle comunità scolastiche

22 CHE COSE LA PEDICULOSI? Al di fuori del corpo umano, il pidocchio può sopravvivere solo per 2-3 giorni, mentre le uova possono restare vitali per una decina di giorni senza arrivare alla schiusa

23 PEDICULOSI 1.Il contagio avviene per contatto tra persone ed è facilitato da condizioni di sovraffollamento 2.Può anche avvenire attraverso limpiego in comune di oggetti quali: spazzole, pettini, cappelli, sciarpe, cuscini … 3.I pidocchi non saltano da una persona allaltra 4.Linfestazione non è particolarmente associata alla lunghezza dei capelli, che possono però essere dostacolo ad una facile individuazione di pidocchi e lendini

24 PEDICULOSI, COME SI MANIFESTA? Il prurito è il sintomo principale e la pelle può presentarsi arrossata I punti in cui i pidocchi si localizzano sono soprattutto nella zona della nuca e dietro le orecchie

25 PEDICULOSI, COSA SI DEVE FARE? Il trattamento della pediculosi del capo è basato sullimpiego di prodotti contenenti sostanze antiparassitarie in vendita in farmacia Un secondo ciclo di trattamento si può ripetere dopo 8-10 giorni per eliminare eventuali insetti nati nel frattempo da lendini rimaste vitali dopo il primo trattamento

26 PEDICULOSI, COSA SI DEVE FARE? Per favorire il distacco delle lendini è utile pettinare i capelli con un pettine fitto, meglio se bagnato nellaceto caldo

27 PEDICULOSI, COSA SI DEVE FARE? 1.Per essere sicuri di stroncare linfestazione, è necessario sottoporre al trattamento tutti i componenti della famiglia 2.Inoltre si deve ispezionare attentamente il capo in ogni soggetto convivente per escludere la presenza di pidocchi o lendini

28 PEDICULOSI, COSA SI DEVE FARE? 1.Lavare tutti i vestiti, la biancheria del letto e da bagno subito dopo il trattamento per evitare reinfestazioni. Il lavaggio a caldo in lavatrice consente luccisione degli insetti 2.Spazzole e pettini vanno accuratamente lavati in acqua calda, lasciati immersi per 10 minuti in acqua calda (65 °C) o immersi in una soluzione acquosa di un antiparassitario (lo stesso impiegato per il trattamento)

29 PEDICULOSI, COSA SI DEVE FARE? 1.La migliore prevenzione è basata sullIGIENE dei CAPELLI che vanno lavati frequentemente con i normali shampoo e controllati regolarmente, soprattutto nei bambini 2.NON scambiare cappelli, sciarpe o foulard con altre persone 1.Non esistono prodotti specifici per prevenire i pidocchi

30

31

32

33

34

35 Utilizzo di oggetti ed indumenti PER UNA CORRETTA IGIENE PERSONALE 1.Uso strettamente personale di asciugamani, spazzolini da denti, pettini, forbicine 2.Evitare luso promiscuo di cappelli, sciarpe, scarpe ed indumenti in genere 3.Cambiare quotidianamente la biancheria intima 4.Evitare di mantenere a lungo indumenti e biancheria imbrattati (tovaglie di stoffa, tovaglioli, strofinacci, bavaglini…) 5.Effettuare almeno una volta a settimana il lavaggio delle lenzuola 6.Effettuare quotidianamente la sanificazione di giochi che possono essere imbrattati di saliva 7.Evitare luso promiscuo di stoviglie (piatti, posate e bicchieri) 8.Lavare le stoviglie dopo ogni uso

36 IGIENE NELLE PALESTRE CONDIZIONI AMBIENTALI La qualità dellaria in ambienti chiusi ed affollati è influenzato soprattutto dalle condizioni di salute e dalle abitudini dei frequentatori Il RICAMBIO DARIA è essenziale per: 1.Evitare il ristagno di umidità e di odori 2.Ridurre la concentrazione nellaria di batteri, virus, etc… possibili fonti di infezioni trasmissibili per via aerea Ogni ambiente necessita di una accurata e costante pulizia

37 IGIENE NELLE PALESTRE INFEZIONI TRASMESSE PER CONTATTO 1.Tante persone usufruiscono degli stessi locali servendosi dei medesimi attrezzi 2.Le zone soggette a ristagno di acqua e ad alti valori di umidità sono un habitat ideale per la proliferazione di funghi 3.Le aree caldo-umide di piscine e spogliatoi favoriscono di conseguenza il rischio di trasmissione di micosi cutanee 4.Il contatto con le superfici dei sanitari, pavimenti, attrezzi ginnici contaminati può favorire la comparsa di verruche

38 IGIENE NELLE PALESTRE COME PREVENIRE LE INFEZIONI DURANTE LATTIVITA SPORTIVA? 1.Evitare il contatto diretto con le superfici degli attrezzi utilizzando tappeti ad uso strettamente personale 2.Evitare il contatto con le superfici dei sanitari 3.Usare scarpe idonee per luso esclusivo nelle docce 4.Indossare indumenti di cotone per consentire una buona traspirazione ed evitare la macerazione della pelle 5.Al termine dellattività fisica lavarsi accuratamente 6.Asciugarsi accuratamente dopo la doccia 7.Astenersi dal frequentare centri sportivi quando si è ammalati e rispettare idonei tempi di convalescenza a guarigione avvenuta

39 INFEZIONI DA PISCINA, COME PREVENIRLE? La piscina può favorire la trasmissione di alcune infezioni: le più comuni sono quelle che colpiscono la pelle, seguite dalle infezioni localizzate come lotite e dalle infezioni intestinali

40 INFEZIONI DA PISCINA, COME PREVENIRLE? 1.Quando si è fuori dallacqua indossare sempre ciabatte o scarpe di gomma 2.Asciugare accuratamente il corpo, in particolare i piedi, dopo ogni bagno 3.Usare cuffie e tappi auricolari


Scaricare ppt "IGIENE PERSONALE Espressione della personalità Conoscenza di sé Strumento privilegiato di relazione con gli altri."

Presentazioni simili


Annunci Google