La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il POR FESR Liguria 2014-2020. Settori chiave La nuova Politica di Coesione richiede alle regioni e agli Stati membri di incanalare gli investimenti comunitari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il POR FESR Liguria 2014-2020. Settori chiave La nuova Politica di Coesione richiede alle regioni e agli Stati membri di incanalare gli investimenti comunitari."— Transcript della presentazione:

1 Il POR FESR Liguria

2 Settori chiave La nuova Politica di Coesione richiede alle regioni e agli Stati membri di incanalare gli investimenti comunitari verso quattro settori chiave per la crescita economica e la creazione di posti di lavoro: OT1 - Ricerca e innovazione OT 2- Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) OT3 - Potenziamento della competitività delle PMI OT4 - Transizione verso un’economia a basso tenore di carbonio

3 Allocazione risorse Il FESR prevede che: OT1 – OT2 – OT3 – OT4 siano destinatari prevalenti delle risorse Una quota minima dovrà essere obbligatoriamente investita su OT4

4 OT1 – Rafforzare la Ricerca e l’Innovazione 80Meuro Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo (Negoziale) Sviluppo e consolidamento dei Poli, dei Distretti Tecnologici e di altre forme aggregative avanzate di imprese, su progetti di ricerca delle imprese (Bando). Sostegno alla capacità innovativa delle imprese per stimolare e dare prospettiva alla ripresa economica (Bando)

5 OT1 – Rafforzare la Ricerca e l’Innovazione Un nuovo approccio strategico – Smart Specialisation Strategy Ogni singola Regione al fine di sfruttare al massimo il proprio potenziale di innovazione dovrà concentrarsi su un numero limitato di settori prioritari, in cui è già presente un vantaggio competitivo. La S3 regionale ha individuato quali settori prioritari: Tecnologie ed economia del mare Sicurezza e qualità della vita nel territorio Salute e scienze della vita Local Based – Competence Based

6 OT2 : Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (41Meuro) Azioni trasversali abilitanti: potenziamento dell’infrastruttura digitale presente, con passaggio dalla banda larga alla banda ultra larga Azioni trasversali di sistema: dematerializzazione, open data, servizi online Azioni settoriali: sanità servizi per cittadini e imprese, sistemi informativi territoriali

7 OT3: Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese (135Meuro) Sostegno alla nuova imprenditorialità Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo Sviluppo occupazionale e produttivo in aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive Diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale Messa a disposizione delle PMI di strumenti finanziari per migliorare le possibilità e le condizioni di accesso al credito Azioni tese a migliorare la presenza delle imprese liguri all’estero in particolare puntando sulle caratteristiche di eccellenza e di tipicità di alcune produzioni.

8 OT4 – Low Carbon Energy( 79Meuro) Riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalternanti delle imprese e delle aree produttive Riduzione dei consumi energetici degli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico e integrazione di fonti rinnovabili Azioni per aumentare la mobilità sostenibile nelle aree urbane

9 OT5 – Mutamenti clima, prevenzione rischi (42Meuro) Messa in sicurezza del territorio attraverso azioni di ripristino del naturale equilibrio dei versanti Manutenzione del reticolo idrografico privilegiando il ricorso ad infrastrutture e tecnologie verdi Attivazioni di sistemi di allerta e previsione anche attraverso il ricorso alle Information and Communication Technologies

10 I primi bandi OT3 – Investimenti tecnologici per la messa in sicurezza delle aziende per contrastare il rischio alluvione (Aprile 2015); OT1 – Ricerca e Sviluppo Progetti Complessi (3° trimestre 2015) Sostegno alle infrastrutture di ricerca (4° trimestre 2015) Industrializzazione delle innovazioni (1° trimestre 2016)

11 Scadenze dei Bandi L’obiettivo è rendere nota la programmazione a medio termine dei bandi al fine di consentire alle aziende di programmare la partecipazione ed evitare le “corse del primo giorno”

12 Dimensione dei progetti Volontà di innalzare il taglio minimo dei progetti al fine di non disperdere le risorse in innumerevoli iniziative di scarsa valenza


Scaricare ppt "Il POR FESR Liguria 2014-2020. Settori chiave La nuova Politica di Coesione richiede alle regioni e agli Stati membri di incanalare gli investimenti comunitari."

Presentazioni simili


Annunci Google