La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Al servizio di gente unica Presentazione degli Orientamenti nelle Politiche Comunitarie di Coesione 2014-2020 Udine 6 giugno 2012 Auditorium Palazzo Regione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Al servizio di gente unica Presentazione degli Orientamenti nelle Politiche Comunitarie di Coesione 2014-2020 Udine 6 giugno 2012 Auditorium Palazzo Regione."— Transcript della presentazione:

1 Al servizio di gente unica Presentazione degli Orientamenti nelle Politiche Comunitarie di Coesione Udine 6 giugno 2012 Auditorium Palazzo Regione FVG Via Sabbadini - Udine Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie

2 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 2 Indice Il contesto di riferimento comunitario Introduzione alle Politiche di Coesione Le Risorse La Struttura Il Processo Cosa fare in FVG

3 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 3 Il contesto di riferimento Comunitario Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 3

4 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 4 Il Quadro della Situazione Dalla fine 2008 primi documenti di riflessione sulle prospettive delle Politiche di Coesione marzo – Europa 2020 Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva -novembre – V Rapporto sulla Coesione Economica, Sociale e Territoriale – Proposta di Riforma del Bilancio – Proposta dei nuovi Regolamenti per le Politiche di coesione

5 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 5 Europa 2020 Documento di strategia per la crescita dellUnione Europea nel decennio 2010 – 2020 Negli intendimenti del Presidente Barroso si tratta di più del mero superamento della perdurante crisi che continua ad affliggere molte delle nostre economie. Si tratta di affrontare le carenze del nostro modello di crescita e creare le condizioni per un diverso tipo di crescita che è più intelligente, più sostenibile e più inclusiva

6 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 6 1. Occupazione Innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) 2. R&S / innovazione Aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo ed innovazione al 3% del PIL dell'UE (pubblico e privato insieme) 3. Cambiamenti climatici /energia Riduzione delle emissioni di gas serra del 20% rispetto al % del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili Aumento del 20% dell'efficienza energetica 4. Istruzione Riduzione degli abbandoni scolastici al di sotto del 10% aumento al 40% dei 30-34enni con un'istruzione universitaria 5. Povertà / emarginazione Almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno Europa 2020 – 5 obiettivi

7 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 7 1. Crescita Intelligente Europa 2020 – 3 Priorità Innovazione Iniziativa faro dellEU LUnione dellInnovazione per migliorare le condizioni generali e laccesso ai finanziamenti per la ricerca e linnovazione onde rafforzare la catena dellinnovazione e innalzare i livelli dinvestimento in tutta lUnione Istruzione Iniziativa faro dellUE Youth on the move per migliorare le prestazioni dei sistemi distruzione e aumentare lattrattiva internazionale degli istituti europei di insegnamento superiore Società Digitale Iniziativa faro dellUE Unagenda europea del digitale per accelerare la diffusione dellInternet ad alta velocità e sfruttare i vantaggi di un mercato unico del digitale per famiglie e imprese

8 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 8 2. Crescita Sostenibile Europa 2020 – 3 Priorità Clima, Energia e Mobilità Iniziativa faro dellUE UnEuropa efficiente sotto il profilo delle risorse per contribuire a scindere la crescita economica dalluso delle risorse decarbonizzando la nostra economia, incrementando luso delle fonti di energia rinnovabile, modernizzando il nostro settore dei trasporti e promuovendo lefficienza energetica Competitività Iniziativa faro dellUE Una politica industriale per lera della globalizzazione onde migliorare il clima imprenditoriale, specialmente per le PMI, e favorire lo sviluppo di una base industriale solida e sostenibile in grado di competere su scala mondiale

9 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 9 3. Crescita Inclusiva Europa 2020 – 3 Priorità Occupazione e Competenze Iniziativa faro dellUE Unagenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro onde modernizzare i mercati occupazionali agevolando la mobilità della manodopera e lacquisizione d competenze lungo tutto larco di della vita al fine di aumentare la partecipazione al mercato del lavoro e do conciliare meglio lofferta e la domanda di manodopera Lotta alla Povertà Iniziativa faro dellUE Piattaforma europea contro la povertà per garantire coesione sociale e territoriale in modo tale che i benefici della crescita e i posti di lavoro siano equamente distribuiti e che le persone vittime di povertà e esclusione sociale possano vivere in condizioni dignitose e partecipare attivamente alla società

10 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 10 Europa 2020 – In Italia Ogni anno ad aprile i paesi dell'UE sono tenuti a presentare due relazioni per illustrare ciò che stanno facendo per avvicinarsi agli obiettivi nazionali della strategia Europa 2020: Programma di stabilità e convergenza - Finanza pubblica e politica di bilancio (presentato prima dell'approvazione del bilancio per l'esercizio successivo) Programma Nazionale di Riforma - contenente elementi necessari per una verifica dei progressi realizzati per raggiungere gli obiettivi nazionali di crescita intelligente, sostenibile e solidale della strategia

11 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 11 Proposte presentate dalla Commissione a giugno 2011 per il Quadro finanziario pluriennale (QFP) Politica di coesione 33% (336 miliardi di euro) Meccanismo per collegare l'Europa 4% (40 miliardi di euro) Altre politiche (agricoltura, ricerca, politiche esterne ecc.) 63% (649 miliardi di euro) Proposta di Bilancio

12 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 12 Introduzione alle Politiche di Coesione Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 12

13 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 13 V Relazione sulla Coesione concentrare le risorse su un ridotto numero di priorità strettamente correlate alla strategia Europa 2020 definire obiettivi chiari e quantificabili rafforzare il quadro normativo e istituzionale prevedere un sistema di condizionalità e incentivi incrementare leffetto moltiplicatore degli investimenti promuovere i finanziamenti del settore privato semplificare le norme di gestione concentrare gli interventi sugli Stati membri e le regioni più poveri

14 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 14 Politica di Coesione Tre categorie di regioni Regioni meno sviluppate PIL pro capite <75% del valore medio del PIL UE-27 Regioni di transizione PIL pro capite 75% - 90% del valore medio del PIL UE-27 Regioni più sviluppate PIL pro capite 90%< del valore medio del PIL UE-27

15 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 15 Obiettivi Realizzare gli obiettivi della strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva Concentrazione sui risultati Ottimizzare l'incidenza dei finanziamenti dell'UE Nuovi Regolamenti

16 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 16 Efficacia ed Efficienza Concentrazione sui risultati Indicatori comuni e specifici per programma, rendicontazione, controllo e valutazione Quadro di riferimento dei risultati per tutti i programmi Tappe fondamentali e obiettivi chiari e misurabili Riserva di efficacia ed efficienza 5% delle dotazioni nazionali (per Stato membro, fondo e categoria di regione) Condizionalità ex-ante Garanzia dell'esistenza di condizioni per investimenti efficaci Condizionalità macroeconomica Adeguamento alla nuova governance economica

17 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 17 Obiettivi tematici 1.Ricerca e innovazione 2.Tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) 3.Competitività delle Piccole e Medie Imprese (PMI) 4.Transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio 5.Adattamento ai cambiamenti climatici e prevenzione e gestione dei rischi 6.Tutela dell'ambiente ed efficienza delle risorse 7.Trasporto sostenibile e rimozione delle strozzature nelle principali infrastrutture di rete 8.Occupazione e sostegno alla mobilità dei lavoratori 9.Inclusione sociale e lotta alla povertà 10.Istruzione, competenze e apprendimento permanente 11.Potenziamento della capacità istituzionale e amministrazioni pubbliche efficienti

18 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 18 1.Ricerca e innovazione 2.Tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) 3.Competitività delle Piccole e Medie Imprese (PMI) 4.Transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio 5.Adattamento ai cambiamenti climatici e prevenzione e gestione dei rischi 6.Tutela dell'ambiente ed efficienza delle risorse 7.Trasporto sostenibile e rimozione delle strozzature nelle principali infrastrutture di rete 8.Occupazione e sostegno alla mobilità dei lavoratori 9.Inclusione sociale e lotta alla povertà 10.Istruzione, competenze e apprendimento permanente 11.Potenziamento della capacità istituzionale e amministrazioni pubbliche efficienti FESR - FVG 80% delle Risorse per 1, 3 e 4 Almeno il 20% per il 4 Obiettivi tematici

19 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 19 Rafforzare la coesione territoriale Attenzione focalizzata sullo sviluppo urbano sostenibile Almeno il 5% delle risorse dell'FESR Sviluppo di una piattaforma per lo sviluppo urbano Istituzione di una rete tra le città e scambi di informazioni sulle politiche urbane Azioni innovative per lo sviluppo urbano sostenibile Massimale pari allo 0,2% del finanziamento annuale

20 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 20 Orientamento agli investimenti Promuovere l'utilizzo di strumenti di finanziamento innovativi Estendere il campo di applicazione a tutte le aree di investimento Maggiore chiarezza del quadro normativo 10% di premio per strumenti di finanziamento innovativi e sviluppo di tipo partecipativo Una gamma di opzioni che garantiscono flessibilità ai gestori dei programmi

21 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 21 Cooperazione territoriale Regolamento distinto Aumento delle risorse finanziarie (+30%) Concentrazione dei programmi su massimo 4 obiettivi tematici Gestione semplificata dei programmi (fusione di autorità di gestione e autorità di certificazione) Creazione semplificata dei Gruppi europei di cooperazione territoriale (GECT)

22 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 22 FSE Rispetto al totale dello stanziamento dei fondi strutturali (FESR e FSE), la quota relativa all'FSE sarà pari a: 25% nelle regioni meno sviluppate 40% nelle regioni di transizione 52% nelle regioni più sviluppate

23 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 23 Convergenza con la strategia Europa 2020 Promuovere l'occupazione e sostenere la mobilità dei lavoratori Investire nell'istruzione, nelle competenze e nell'apprendimento permanente Promuovere l'inclusione sociale e combattere la povertà Rafforzare la capacità istituzionale e promuovere un'amministrazione pubblica efficiente FSE

24 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 24 Dimensione sociale rafforzata 20% dei contributi dell'FSE destinati all'inclusione sociale Intensificazione della lotta alla disoccupazione giovanile Integrazione e sostegno specifico all'uguaglianza di genere e alla non discriminazione FSE

25 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 25 Politiche di Coesione Le Risorse Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 25

26 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 26 Politica di Coesione Risorse

27 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 27 Cofinanziamento Tassi di cofinanziamento massimi 75%-85% nelle regioni meno sviluppate e ultraperiferiche 60% nelle regioni di transizione 50% nelle regioni più sviluppate

28 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 28 Politiche di Coesione La Struttura Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 28

29 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 29 Impostazione Quadro Strategico Comune Contratto di Partenariato Programma Operativo

30 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 30 QSC Documento che traduce gli obiettivi generali e specifici della strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva in azioni chiave per i Fondi del QSC, stabilendo per ciascun obiettivo tematico le azioni chiave che ciascun Fondo del QSC deve sostenere e i meccanismi per garantire la coerenza della programmazione di detti fondi con le politiche economiche e dell'occupazione degli Stati membri e dell'Unione

31 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 31 QSC Per ciascun obiettivo tematico, azioni chiave per ciascun Fondo Principali sfide territoriali da affrontare nell'ambito dei Fondi del QSC Principi orizzontali e gli obiettivi strategici del QSC Settori prioritari per le attività di cooperazione (tenendo conto, se del caso, delle strategie macroregionali e di quelle relative ai bacini marittimi) Meccanismi di coordinamento dei Fondi del QSC tra loro e con le altre politiche Meccanismi per garantire la coerenza della programmazione dei fondi del QSC con le raccomandazioni specifiche per ciascun paese

32 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 32 Contratto di Partenariato Documento preparato da uno Stato membro con la partecipazione dei partner in base al sistema della governance a più livelli, che definisce la strategia e le priorità dello Stato membro nonché le modalità di impiego efficace ed efficiente dei Fondi del QSC per perseguire la strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e approvato dalla Commissione in seguito a valutazione e dialogo con lo Stato membro

33 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 33 Contratto di Partenariato Modalità per garantire l'allineamento con la strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva Approccio integrato allo sviluppo territoriale sostenuto dai Fondi del QSC Approccio integrato per rispondere ai bisogni specifici delle aree geografiche particolarmente colpite dalla povertà o dei gruppi di destinatari a più alto rischio Modalità per garantire un'esecuzione efficace Modalità per garantire l'attuazione efficiente dei Fondi

34 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 34 Programmi Operativi Strategia del Programma Operativo al fine di contribuire alla strategia EU2020 (individuazione delle esigenze, motivazione della scelta degli obiettivi) Assi prioritari Contributo all'approccio integrato allo sviluppo territoriale Modalità per garantire l'esecuzione efficace ed efficiente dei Fondi Piano di finanziamento Disposizioni di attuazione

35 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 35 Politiche di Coesione Il Processo Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 35

36 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 36 Calendario operativo ADOZIONE DEI REGOLAMENTI Fine 2012 – inizio 2013 ADOZIONE DEL QSC 3 mesi PRESENTAZIONE DEL CONTRATTO DI PARTENARIATO E CONTESTUALMENTE DEI PO (*) 3 mesi Entro 6 MESI DALLADOZIONE DEI REGOLAMENTI * Per i PO della CTE ci sono ulteriori tre mesi di tempo

37 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 37 Politiche di Coesione Cosa fare in FVG Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 37

38 Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie 38 PC in FVG 1.Partecipazione ai tavoli in sede nazionale 2.Mantenimento dei contatti a livello comunitario 3.Attività di informazione e sensibilizzazione 4.Avvio del processo di partenariato a livello regionale 5.Definizione degli orientamenti strategici in FVG 6.Definizione e sviluppo dei PO & Valutazione Ex- Ante 7.Avvio dellesecuzione dei PO in FVG 1 gennaio 2014


Scaricare ppt "Al servizio di gente unica Presentazione degli Orientamenti nelle Politiche Comunitarie di Coesione 2014-2020 Udine 6 giugno 2012 Auditorium Palazzo Regione."

Presentazioni simili


Annunci Google